sabato 13 ottobre 2007

Il centrometrista

TREMILA AMICI E UNA LEGGE POPOLARE
Sono soddisfatto. Volto pagina. Tremila amici sono arrivati da tutt'Italia per ragionare insieme a me di politica, di uno scatto da compiere, di un progetto di centro da portare avanti a testa alta, e, non ultimo , per manifestarmi solidarietà in un momento che, sia pur dietro le spalle, è stato molto difficile. Anche Pezzotta ha voluto essere presente. Ora guardo avanti. Alla legge popolare per la quale proveremo a raccogliere firme ovunque. Per chiedere che si inserisca nuovamente il diritto a esprimere le preferenze nella scheda elettorale.

Pubblicato da Sen.Clemente Mastella

Il commento. Un raduno di cervelloni per ragionare insieme a te di politica...infatti si è visto che scatto ti hanno fatto compiere: proponi in ritardo di un mese la legge di Grillo! Vai clEMENTE, non ti ferma più nessuno. Proprio come Mennea ai tempi d'oro.
Ma poi scusa, è ovvio che Pezzotta ha voluto essere presente: l'evento si chiamava "Mastella incontra Pezzotta" , sarebbe stato brutto non presentarsi. Ti avrebbe lasciato in un "Mastella parla da solo" che neanche il tecnico audio della sala congressi avrebbe avuto il coraggio di ascoltare.

Grazie a Riccardo, possiamo svelarvi in esclusiva l'identità dei 3000 amici di clEMENTE.

38 commenti:

Anonimo ha detto...

Mastella, se lo conosci lo eviti. Se lo ami, lo segui!

Anonimo ha detto...

Non è possibile! Ho mandato un posto serio, con tanto di registrazione, nome e cognome, con una riflession eseria sul prolema delle dite individuali ma niente, nessuna risposta, nulla di nulla!!!

Anonimo ha detto...

pardon, post, non posto....scusate...

Anonimo ha detto...

O Mastella, quando lo capirai che i veri nemici sono accanto a te. Perchè sei masochista? Perchè non capisci che ti stanno "cottiando" dentro la vostra brodaglia di partiti e partitini. Mastella fai cadere questo governo e se non ci riesci da solo ruba le stampelle della Montalcini.

Anonimo ha detto...

Mastella tranquillo, con il nostro aiuto, riuscirai a pagarti il mutuo della casa.
Sei diventato talmente famoso che Lele Mora ti sta cercando per proporti delle serate. Approfittane Clemente, il momento è quello giusto. Dimettiti dal governo e facci sognare sul cubo!!!!!!!

Felix

Anonimo ha detto...

Lancio un concorso, mandiamo i film su you tube, ognuno si inventa il "clEMENTE DANCE" , si filma e lo mette in rete

i politici non conoscono vergogna ha detto...

Chissà se Mastella vorrebbe costruire nuove carceri per far fronte all'emergenza sovraffollamento(pare che l'effetto indulto sia già svanito). Non avrei dubbi a pensare che anche lui le vorrebbe le nuove carceri, non foss'altro per la prova provata chel'unico commento pubblicato nel suo ultimo post(miracolo!), nel quale si manifesta appunto l'esigenza di costruire nuove strutture per applicare appieno la legge(chissà chi l'avrà scritto).

Ma questo desiderio di costruire nuove carceri non è(o non sarebbe) solo del nostro Egr.Ecc. ministro di Grazia e Giustizia ma anche di due altri illustri rappresentanti politici nonchè nostri dipendenti, ossia gli onorevoli Fini e Di Pietro.
La stessa affermazione sulla necessità di costruire nuove carceri l'ha fatta Fini nell'ultima puntata de l'Infedele di Gad Lerner mentre Di Pietro ha esternato questa sua proposta nel Maurizio Costanzo del 10 ottobre scorso.
Del primo caso non ho link video da postare, per Di Pietro, invece, potete verificare direttamente su questo video di Striscia la Notizia: http://www.video.mediaset.it/video.html?sito=striscia&data=2007/10/10&id=5847&categoria=servizio&from=striscia

Ora la curiosità, nonchè la tentazione sorge spontanea: vorrei poter vedere Mastella, Di Pietro e Fini(se ne conoscete anche altri che hanno questa mania di costruire nuove carceri, la "carcerite", sono benvenuti pure loro) radunati tutti insieme in uno studio televisivo, per rispondere nuovamente alla stessa, semplice domanda: "Qual'è il vostro rimedio per risolvere il problema del sovraffollamento delle carceri?"
Molto probabilmente, per coerenza con quanto hanno già manifestato in precedenza, tutti risponderebbero: "Il problema del sovraffollamento delle carceri si risolve con la costruzione di nuove carceri!".
Elementare, non vi pare?

Ma a questo punto andrebbero subito posti di fronte a questa evidenza: le carceri che loro richiedono che vengano costruite nuove in realtà esistono già e non sono poche, basta solo risistemarle, chi più chi meno;
eccovi l'elenco(sempre dal link che ho postato sopra):
Pescia(Pistoia)
Minervino(Bari)
Volturara Appula(Foggia)
Castel Nuovo della Daunia(Foggia)
Monopoli(Bari)
Codigoro(Ferrara)
Mantova
Accadia(Foggia)
Villalba(Caltanissetta)
Gela(Caltanissetta)
Avete letto bene? sono ben 10! e chissà quante altre ne esistono nelle stesse condizioni. Dobbiamo aspettarci che sia sempre Striscia o le Iene o Report etc che deve porre in evidenza questo stato delle cose?

Comunuque, rimane sempre la mia curiosità di sapere cosa in nostri "beneamati" onorevoli risponderebbero di fronte ad una constatazione come questa. Vorrebbero costruire ancora nuove carceri? e in che termini giustificherebbero questa scelta?(visto il loro ruolo ne sarebbero anche capaci e molti, (avvocato del diavolo docet) ne sarebbero pure convinti).

Ma insomma, può forse essere negata questa evidenza? Si può ragionevolmente pensare che pirma di costruire un carcere nuovo rimetto a posto uno che praticamente esiste già e che devo solo risistemare?

Come diceva il buon Giulio, "A pensar male si fa peccato ma quasi sempre ci si azzecca".
Io ormai penso male, i politici mi stanno abituando a pensar male...e a voi?...

auguri...

Anonimo ha detto...

Commento postato sul blog di Mastella:

Buongiorno,

cosa ne pensa del fatto che il CSM ha rimandato la decisione?

Grazie

Anonimo ha detto...

L'unica legge che devi conoscere è quella che dice: "LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI".
Mastella, sei dentro il governo da più di un anno......datti l'INDULTO ed esci dal palazzone!


Felix

adriano meis ha detto...

Gli ho appena mandato quest'educatissimo commento, ma non credo che lo pubblicherà, ormai non pubblica più nulla il panzone...

Gentile Senatore,
ma perchè non si sveglia?
Una legge elettorale del genere è già stata firmata da TRECENTOMILA(!) persone l'8 settembre!
E se devo essere sincero penso che il suo momento "grigio" debba ancora venire..
Non saremo soddisfatti finchè non si sarà dimesso! E' chiaro??
SOLIDARIETA' A DE MAGISTRIS!!!

info ha detto...

Ma hai copiato l'idea di Grillo! Pace fatta, quindi?
Ti suggerisco un bel Mastella day il 2 Novembre!

Gianni Rosa ha detto...

peccato che il "sena tore" abbia tralasciato gli altri due punti della legge popolare. a chifoso.... dimettiti.

Luka ha detto...

Attenti ragazzi, qui ci sono persone che si spacciano per altre, il loro scopo è offendere e cercar di sputtanare certi nik.
io ho il mio profilo VISIBILE, lui no, ed è sempre la stessa persona.
Ciao a tutti

daniele ha detto...

"..per manifestarmi solidarietà in un momento che, sia pur dietro le spalle, è stato molto difficile.."

dietro le spalle??? è stato ?? ma secondo te questo tuo brutto momento è finito ?? siamo ancora all'inizio, clEMENTONE!!

Anonimo ha detto...

.....presente anche Pezzotta.....

Certo!!!! E' lunico dei sindacalisti che non si è ancora sistemato.....Marini è a posto, Bertinotti è a posto, Cofferati è a posto, Dantoni è a posto......è rimasto solo lui...ora ci penserà Mastella.

Anonimo ha detto...

P.vacca!
Ho visto il video degli amici del mastello,
Adesso capisco perche' le carceri sono vuote.
Lo voglio anche io il rolex, cazzo lo voglio anche io il rolex.
Vergognati lazzarone.

Gionuein ha detto...

Riguardo al caso De Magistris il clEMENTONE dice:

"Aveva (De Magistris) presentato domanda di trasferimento il 29 giugno, ben prima della mia istanza"

"Chi ha fatto trasmissioni televisive su questo dovrebbe chiedermi scusa per le cose che hanno detto. Dicono che voglio ammazzare i magistrati, che voglio mandare via chi lavora: io ho saputo che De Magistris aveva chiesto al Csm di essere trasferito il 29 giugno"

Ma come clEMENTE!!! Come fai anche solo paragonare una richiesta spontanea di trasferimento (peraltro smentita dallo stesso De Magistris) con il trasferimento forzato ed urgente che tu adesso richiedi? Cosa vuoi farci credere, che la tua intenzione iniziale era di trasferire De Magistris per fargli un piacere? Non per fermare le indagini che sta portando avanti? Beh, se le cose stanno davvero così caro Mastellone allora tutti noi dovremmo chiederti scusa, non sapevamo che trasferire De Magistris fosse in realtà un atto di grande generosità e amore, che sciocchi che siamo a pensare male.
Vai così Mastellone cuor di leone!!!

m.t. ha detto...

Sono stufo di questi partiti fatti dalle solite facce!!!!!!

Sono stanco delle belle parole per raccimolare voti, ma al momento dei fatti si rivelano delle clamorese prese per il culo.

Sono stufo di questa genete che una volta al potere fa il bello e cattivo tempo come cazzo gli pare senza più rispetto del cittadino che l'ha votato!

Questa gente fonda partiti con nomi altisonanti ma di fatto sono sempre gli stessi. IL LUPO PERDE IL PELO MA NON IL VIZIO! E' tutto un magna magna generale!

Se un politico (nell'arco della sua vita politica) ha avuto a che fare, anche in maniera riflessiva con faccende sporche, per legge dovrebbe essere buttato fuori a calci nel culo. Impedirgli qualsiasi tipo di ritorno. Fargli una bella riga sopra e cancellarlo da qualsiasi posto che abbia a che fare da cariche, o amministrazione pubbliche
.
Vogliamo FACCE NUOVE, facce pulite, con coscienza, con dignità al VERO servizio del cittadino!!


Prima ripuliamo completamente il parlamento e i partiti fino in fondo.

Poi ricominciamo con gente pulita incensurata e trasparente senza raccomandazioni...

Basta con i soliti oratori retorici!

Sono davvero al limite della sopportazione umana...

Anonimo ha detto...

Vattene mastella!!! Siamo stufi di te e dei tuoi discorsi! DIMETTITI!!!

geronimo ha detto...

solo per la cronaca
(ANSA) - TRENTO, 12 OTT - Saranno Massimo D'Alema e il mondo dell'informazione i protagonisti dei prossimi "V-Day", rispettivamente a Strasburgo e in Italia.L'ha annunciato Beppe Grillo a Trento dove ha affrontato temi e argomenti legati alla politica.Sulla nascita di liste civiche per le elezioni comunali, ha indicato 3 requisiti per i candidati: essere incensurati, non avere tessere di partito e risiedere nel comune dove si candida. I curriculum saranno inseriti in un blog per essere controllati dai cittadini.

PS
ma la politica non era un brutto mondo?
e adesso con chi farà alleanze ?



Paolo Rossi: «Grillo? Un buffone che ha saltatolo steccato. Non sono mai stato comunista»


ROMA (11 ottobre) - Beppe Grillo? Un buffone che ha saltato lo steccato. La definizione è dell'autore e attore comico Paolo Rossi. A chi gli chiede se anche lui voglia rivolgersi alla piazza come il "collega" genovese, Rossi risponde: «Grazie no, mi tengo fuori dal mucchio. La prima regola di chi fa satira politica è quella di non frequentare i luoghi del potere. È bene che il buffone resti separato dal re». È Grillo il buffone? «In senso classico, naturalmente - risponde Rossi intervistato da L'Espresso nel numero in edicola da venerdì -. Grillo ha scavalcato lo steccato ed è diventato un predicatore. È una grossa perdita». Però Grillo ora è l'uomo più popolare d'Italia: «Appunto - replica il comico -. Quando metteva a fuoco i costumi e i difetti degli italiani, lo faceva con tante modulazioni diverse ed era grande. Basterebbe ricordare "Te la do io l'America". Oggi è un predicatore e ha un tono solo, è monocromo. E poi, che bisogno c'è di urlare? La comicità non ne ha bisogno, è di per sè violenza», aggiunge Rossi.Mai stato comunista. Rossi nell'intervista afferma poi di non essere «mai stato comunista» e ricorda anche il passato nella brigata Mussolini del padre. All'intervistatore che gli fa notare come tutti pensino invece che sia comunista, il comico risponde: «Forse perché sono stato anarchico da ragazzo. Devo la mia educazione politica a Remo, un anarchico ferrarese di quelli veri. Aveva fatto la guerra di Spagna e seppe riprendermi anche da una sbandata comunista». «Dopo essermi trasferito a Milano negli anni Settanta, un giorno torno a Ferrara e gli dico: "Remo, non sono più anarchico, sto con i comunisti che sono più organizzati". Lui mi risponde tranquillo: "Mah, tra 20 anni il partito comunista non ci sarà più e gli anarchici si". Aveva ragione, e nel 1992 incontrandomi mi sorrise sornione: "Hai visto?"». E' stato un problema avere un padre repubblichino per un ragazzo degli anni settanta? «Non per me. Trieste e i giuliani mi hanno allenato alle diversità molto prima che la politica sdoganasse gli ex ragazzi di Salò. Mio padre, che ora ha 92 anni, ha scritto un libro nel 2001 che si intitola "Prigioniero di Tito". Racconta la sua deportazione e il caos di quegli anni, con i buoni e i cattivi equamente distribuiti».Voglio aggiungere che mi sento in debito con il Movimento sociale, afferma ancora Rossi e subito spiega: «Io sono nato perché i miei si sono conosciuti in una sezione di quel partito. Si sono poi amati tutta la vita. Ora lei è morta da tre anni, ma ogni tanto a metà pomeriggio mi trovo a pensare: "Non ho chiamato mia madre!". E ne resto sempre atterrito».I maestri. Quest'estate Rossi ha riempito le arene con "Il giocatore" di Dostoevskij e con uno show satirico. «Da Fo ho preso l'affabulazione, da Gaber il rigore, da Jannacci la follia, da Strehler la teatralità», spiega il comico. «Mi piacerebbe dire che mi sdoppio solo perché mi piace. Ma la verità è che uno spettacolo finanziava l'altro, visto che non ho l'onore di sovvenzioni statali», aggiunge. Poi, alla domanda su chi gliele abbia negate, risponde così: «Vari ministri della Cultura. L'ultima lettera mi è arrivata due mesi fa: "La commissione all'unanimità non le ha riconosciuto qualità artistiche". Quindi Ronconi che ha voluto il mio Dostoevskij al Piccolo e il Mittelfest sono incompetenti. Vorrei che qualcuno del governo me lo spiegasse».Al teatro Rossi riconosce inoltre il merito di averlo «salvato». Da cosa? «È inutile negare che ho conosciuto la droga. Nell'ambiente ne girava parecchia. Ma siccome mi toglieva dal teatro, ho fatto vincere quest'ultimo. Però non si è mai fuori rischio -afferma -. Conosce la caduta del vicolo? C'è un momento dopo lo spettacolo che porta verso una caduta libera. Si chiudono i camerini, scende il silenzio. Le uscite degli attori danno di solito su vicoli bui, stretti e deserti. È lì che si annida il pericolo. Ti senti vuoto, cerchi un appagamento come quello del palcoscenico. Devi tener duro ogni sera, ieri come oggi. Poi per fortuna, un po' dello spettacolo continua nella cena con gli attori. Il vuoto si tampona, e puoi andare a dormire».


Luttazzi attacca: "Non metto in discussione che Grillo possa fare quello che fa, però l'ambiguità è lesiva, sia sul versante politico sia sul versante artistico-satirico. I suoi sono spettacoli o sono comizi?"

Roma, 14 settembre 2007 - "La satira non organizza, esprime opinioni personali. Grillo ha un progetto e una struttura e quando hai le due cose hai un partito. Allora devi sciogliere l'ambiguità. E' sbagliato dire 'se volessi porterei a Roma tre milioni di persone'. Diventa demoagogia, populismo".

Così Daniele Luttazzi, in una intervista al Manifesto, interviene sul caso sollevato dal V-Day, organizzato dal comico genovese Beppe Grillo. "Non metto in discussione che Grillo possa fare quello che fa, però l'ambiguità è lesiva, sia sul versante politico sia sul versante artistico-satirico - continua l'autore di Barracuda - I suoi sono spettacoli o sono comizi? Io sono d'accordo sulla manifestazione del 20 ottobre, nel mio monologo parlo di un sacco di cose che poi sono emerse in piazza a Bologna. Poi però non organizzo le persone dicendo loro: seguitemi questa è la via. La satira esprime dubbi".
Qual'è il punto di svolta di Grillo? "Il punto di svolta è nel fingere che non ci sia ambiguità - spiega Luttazzi - tra fare monologhi satirici e organizzare un movimento politico come leader. E sono evidenti i passi falsi compiuti da Grillo e dai suoi seguaci".

http://leopinionidigeronimo.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

Ma E' incredibile come su quel blog di merd non escano piu' commenti...1 massimo 2 a post e solo compiacenti...mastella sei il peggio del peggio ma perche' non ti ritiri cosi' puoi goderti i soldi che ci hai rubato in 30 anni?? Che tu sia maledetto

Anonimo ha detto...

ottima considrazione... profonda direi

Anonimo ha detto...

Mastella ciucciati il calzino di Prodi & company

Anonimo ha detto...

Forse pensa che in V-day sia l'8 novembre... ma... è proprio un clEMENTE

info ha detto...

Questo blog è fantastico!

"sarebbe stato brutto non presentarsi." ..sto ancora ridendo!! ehheheh

Anonimo ha detto...

Adesso capisco perchè in questo blog sono diminuiti i commenti.Provate ad aprire il blog di Storace.
Non facciamoci superare,questo è un blog troppo unico.


Peppe

antiparassitario ha detto...

Non ho parole: leggete qui.

http://www.repubblica.it/2003/k/rubriche/cartacanta/
12-otto/12-otto.html?ref=hprub

Non so se ridere, piangere, indignarmi o vomitare...

Anonimo ha detto...

mastella ancora in mezzo alle palle,facci questa cortesia eclissati per il bene dell'Italia!!!!

Andrea C. ha detto...

mi sorge un dubbio :
nel blog del demente sul post del 4 ottobre c' è un solo commento.
i tremila di cui parla non sanno usare il pc ?
si abbassano così tanto da accontentarsi di un orologio da 4 spiccioli ...? ma quale rolex, si vede da un miglio che è una patacca da 10 €.
FESSI, fatevi aiutare dal padrone,
oggi l' orologio, domani la festa a casa sua, dopodomani i calci in c...!!

Anonimo ha detto...

uè Clem Clem,l'abbiamo firmata un mese fa una legge popolare,al V-DAY!!

che demagogia populistica!!


Roberto

Anonimo ha detto...

Un Mastella è per sempre!

Per me è un idolo, un comico, un ladro, un prostituto, un vero rifiuto con le palle insomma.

Mastella, we want you!

QuelloChe ha detto...

A me sembra davvero tutta una comica....
Adesso lei intende cercare di raccogliere firme per promuovere una legge popolare, allora sembra davvero che cerca di combattere grillo imitandolo....

Poi scusi esattamente...legge popolare per promuovere cosa?

Sicuro che non pubblichera questo commento, cosi come tanti altri da me inviati avrò cura di ricommentare in egualmaniera sui suoi blog cloni (ma liberi di parola) che spopolano la rete...

Saluti.

gessigems ha detto...

io protesto con grillo e i grillesi!!
mi avete plagiato il ceppalonico!!!!
prima il vaffa in america, poi il referendum in italia. comico c'era già di suo. vuoi vedere che si mette a fare spettacoli nei teatri? voglio subito un biglietto per me e mio figlio. la foto l'ho già fatta.

massimo ha detto...

Non capisco... se non erro l'art. 71 della costituzione stabilisce che l'iniziativa legislativa appartiene al Governo e a ciscun parlamentare. Mastella è Ministro e parlamentare, non ha alcun bisogno di promuovere una iniziativa a mezzo legge popolare.
Secondo me gli ultimi avvenimenti lo hanno distrutto psicologicamente, si crede Beppe Grillo che non essendo ministro e parlamentare, per proporre una legge ha bisogno delle firme!!!

antonio leso ha detto...

cose da pazzi...
viene da vomitare e vedere sua moglie che invece di stare a casa a fare la calza guida la campania (che infatti è combinata bene...)

porto antonio ha detto...

oramai pastella parla con lo stesso linguaggio di grillo.
presto farà spettacoli in tutta italia...

Marco B. ha detto...

NON capisco PERCHE' il mio post NON passa sul blog di clEMENTE MASTELLA .. eppure non mi sembra così FUORI da non passare .. giudicate voi!

Caro sen. DEMENTE Mastella,
al massimo TU potresti partecipare al premio MANGIA MANGIA e da LUNGO TEMPO dedicato ai PEGGIORI TERRONI & INCIUCIONI MAFIOSI senza DIGNITA' di cui l'Italia e il Parlamnento italiano ne sono PIENI!! Tra TE e il TUO amico Di Pietro è difficile OGGI trovare una qualche DIFFERENZA .. specie ora con l'elezione FARSA di Walter Kennedy Well-Trony a capo di un FALSO IDEOLOGICO e COOPTATO dalle segreterie DS-DL quale il P(2)D da una parte e il futuro Partito delle Libertà(Provvisorie in Casa Circondariale con vigilanza armata e visita dell'avvocato una volta al mese!)dall'altra che vi costringerà ad ALLEARVI sempre più stretti stretti ai vari UDC-Nuova DC-Partito Socialista se NON vorrete SCOMPARIRE del tutto alle prossime consultazioni(inutile ricordarvi che TUTTI e DUE avete il MUTUO sui PALAZZI ROMANI e MILANESI da pagare con il RIMBORSO ELETTORALE!! Sennò poi come fate?!). FORSE Di Pietro ha dalla SUA che un TEMPO quelli come TE li metteva in galera e quindi un ipotetico appiglio in più a DESTRA lui ce l'ha visto che con QUESTA SINISTRA stà SEMPRE a LAMENTARSI che non lo lasciano FARE(poverino!!) .. TU invece che ti LIMITI a far FINTA di LITIGARCI un giorno sì e l'altro pure ma che NON ti esimi dall'incontrarlo in Consiglio dei Ministri SOLO per discutere di IMMOBILI PUBBLICI pagati dai SACRIFICI di GENERAZIONI di LAVORATORI di ENTI PUBBLICI e RIVENDUTI dall'IMMOBILIARE MONTECITORIO a PREZZO di FAVORE ai SOLITI "democristiani e comunisti" NOTI con incarichi da ex o attuali ministri e presidenti delle camere .. cosa pensi di fare ora?!
Mi permetto di proporti una ONOREVOLE RESA delle ARMI con tanto di DIMISSIONI e SCUSE PUBBLICHE al paese NON tanto per il TUO OPERATO di ministro e di politico trentennale ma per la TUA semplice ESISTENZA in VITA. Questo si sarebbe un BELLISSIMO PREMIO al MERITO per una azione POLITICA degna di NOTA e forse l'UNICO degno di essere RICONOSCIUTO per VOI POLITICI della CASTA .. il premio che dovreste CONCEDERE a NOI CITTADINI tutti VOI della CASTA, i TUOI amici di Palazzo Chigi e di Montecitorio.
Saluti. Marco B.

666 Angelo della Notte ha detto...

Il caro mastella nel suo blog posta soltanto i commenti che gli fanno comodo.che persona inutile