martedì 18 settembre 2007

Il killer

Quest'oggi mentre leggevo qualche notizia su vari siti mi sono imbattuto in una interessante intervista di Mastella sul sito del corriere, nella quale il nostro eroe disquisiva, sempre molto intelligentemente, sulla risposta data da Petruccioli, presidente del consiglio di amministrazione RAI, a Veltroni, il quale azzardava l'ipotesi di allontanare la televisione di stato dalle grinfie dei partiti. Adesso non entrerò nel merito della questione RAI, poichè il discorso diventerebbe troppo lungo, complicato e noioso ma vorrei solo analizzare l'ultima risposta del clEMENTE che mi ha profondamente colpito. La riporto integralmente per la gioia di tutti:


Il segretario dell'Udc la sfida: se Mastella è coerente sulla Rai, adesso faccia cadere il governo. Che gli risponde? «Che non sarò ma il killer di Prodi. Ma Cesa aspetti una decina di giorni. Ci sono turbolenze e nervosismi. Le defezioni dal Partito democratico potrebbero essere tante ed eccellenti. Poi il nodo del Welfare... Il governo, chissà, potrebbe anche cadere. Perché la vedo proprio brutta».

Ecco, queste frasi dette da un ministro della Repubblica sono assolutamente inopportune e ora proverò a tradurre nel concreto il mastella-pensiero. In pratica sta affermando che non sarà lui a far cadere il suo stesso governo (e ci mancherebbe altro, è grazie a quello che ha la sua preziosa poltrona) , ma prevede e sembra quasi auspicarsi una precoce fine dell'attuale esecutivo per poter formare insieme ai suoi amichetti Cesa e Casini il tanto agoniato "Grande Centro". Pensate che bello: Mastella e Cuffaro ancora insieme, compagni di partito, potranno rievocare i bei vecchi tempi, quando i loro destini si incrociarono nel corso del matrimonio del mafioso Campanella, al quale partecipavano in qualità di testimoni.
Sembra assurdo che un ministro faccia certe affermazioni, ma è così. Mi riesce davvero difficile credere che nessuno abbia reagito a queste affermazione, che nessuno abbia risposto, che nessuno si sia indignato per l'ennesima stupidaggine del clEMENTE ma purtroppo è così ed io, personalmente, non mi stupirò più di nulla.

6 commenti:

max ha detto...

tipico della tradizione centrista...un colpo al cerchio e uno alla botte

Anonimo ha detto...

beh almeno sappiamo che sa parlare anche di qualcos altro oltre a Grillo. Sempre stronzate, ma appreziamo lo sforzo.

bernardoP ha detto...

propongo a Cosa Nostra di cambiare nome in Grande Centro. Cosi evitiamo di fare confusione con i nomi.

manny ha detto...

cesa,casini, cuffaro, mastella INSIEME??!! NOOOOOOOOOOO

Francesca ha detto...

Sempre con 'ste minacce di far cadere il suo stesso governo..che palle!! Tanto a lui che gli frega...voltagabbana com'è troverà un'altra bella poltrona dove far accomodare il suo sederone!!!!

name ha detto...

E' ben chiaro che Mastella ora guarda a destra per la sua prossima poltrona. Ringraziano quelli che lo hanno votato per portare avanti il progetto dell'Ulivo.