sabato 23 febbraio 2008

L'inno dei giovani

In questi giorni clEMENTE ha dichiarato che le nuove liste del partito saranno composte da molte donne e molti giovani. E se si parla di giovani non possiamo fare a meno di farvi ascoltare l'inno dei "rampolli" Udeur. Dopo l'ormai celebre "Udeur Verrà" ecco a voi "L'Udeur dei giovani". Di fronte a questi capolavori della musica italiana il duetto Berlusconi-Apicella andrebbe, secondo noi, rivalutato.

L'udeur dei Giovani (ascolta l'inno)

Si sente un forte vento che precede un cambiamento da un po’
Un giovane fermento sta prendendo il sopravvento e perciò
Unisciti alla festa dove al centro sei tu
Per dare un contributo a ciò in cui credi di più
La porta è sempre aperta per te
Non serve neanche bussare…

L’Udeur dei giovani guarda al futuro
Siamo ragazzi con amore sincero
Per la democrazia e per l’autonomia
Per la famiglia ed il diritto al lavoro
L’Udeur dei giovani è un punto d’incontro
Dove le strade si incrociano al centro
E il centro è sempre il motore per un paese migliore
Che miglioriamo grazie al confronto
Se studi o se lavori, con famiglia oppure soli che fa’
Qui siamo tanti cuori che si battono per la libertà
Unendo l’energia arriveremo lontano
Mattone su mattone costruiamo il domani
L’unione fa la forza lo sai
Vedrai non ti pentirai

Visitando il sito dell'Udeur si fanno scoperte interessanti. All'interno della sezione giovani, per esempio, si trova ancora la poesia "Lentamente muore" associata a Pablo Neruda quando lui stesso ha negato di averla scritta. Fa sorridere, poi, lo slogan della gioventù del Campanile: centriamo il nostro futuro. E' ovvio che quando si parla di tazze è fondamentale centrare l'obbiettivo, soprattutto per noi uomini...
Parte la gara al fotomontaggio più bello!

P.S. Mastella è di nuovo nei guai: indagato a Napoli. ( leggi qui)

218 commenti:

1 – 200 di 218   Nuovi›   Più recenti»
Anonimo ha detto...

Il futuro di Mastella lo si può leggere nel fondo della tazza....si quella del water!

Felix

Anonimo ha detto...

Truffa aggravata ai danni dello Stato in relazione ad appalti nel settore della sanità. E' l'accusa che la Procura antimafia di Reggio Calabria ipotizza, in un'informazione di garanzia, nei confronti di Maria Grazia Laganà, deputato del(PD) e vedova di Francesco Fortugno, il vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria ucciso a Locri il 16 ottobre del 2005. L'informazione di garanzia è stata consegnata dalla Guardia di finanza, nell'abitazione di Locri della famiglia, alla figlia della parlamentare. L'iniziativa della Dda di Reggio sarebbe da mettere in relazione a un'indagine scaturita dalla relazione redatta dalla Commissione d'accesso sulle infiltrazioni mafiose nell'Asl di Locri, presieduta dall'ex prefetto di Vibo Valentia Paola Basilone. In particolare, nel caso in questione, ci si riferisce a una fornitura di farmaci all'azienda ospedaliera di Locri, di cui Maria Grazia Laganà è stata vicedirettrice sanitaria e dove il marito era primario del Servizio di pronto soccorso. La fornitura di farmaci non avrebbe, però, determinato alcun esborso finanziario da parte dell'Azienda ospedaliera di Locri, che non avrebbe accettato i farmaci e, di conseguenza, non li avrebbe pagati. Da oltre un anno tra Maria Grazia Laganà e i magistrati della Dda di Reggio Calabria è in atto una vivace polemica sulla conduzione delle indagini in merito all'omicidio di Francesco Fortugno. Più volte la vedova dell'ex vicepresidente del Consiglio regionale si è rivolta al procuratore nazionale antimafia, Piero Grasso, chiedendogli di avocare l'inchiesta sull'assassinio del marito.
Maria Grazia Laganà ha anche sollevato presunte incompatibilità ambientali dei magistrati che stanno indagando sull'assassinio di Fortugno........

Perchè Veltroni non pensa agli indagati del suo PD italiano?
Perchè queste notizie rimangono insabbiate e quelle coontro i ceppaloni fanno sempre notizia?

Anonimo ha detto...

Il 16 agosto scorso scattava 'operazione "Collaudo 2" con otto ordinanze di custodia cautelare in carcere,due delle quali eseguite in Sardegna, sei rogatorie di estradizione in Germania e Turchia, sei milioni di euro la truffa portata a termine. Franco Pacenza, capogruppo dei Ds alla Regione Calabria, e Maurizio Arena, consulente finanziario, finivano in carcere con l'accusa di avere partecipato, a vario titolo, alla truffa ai danni dell'Unione Europea, con la conseguente realizzazione di progetti imprenditoriali mai entrati in funzione. Le contestazioni mosse al capogruppo Ds sono legate al suo ruolo di consigliere regionale, grazie al quale Pacenza, secondo le tesi dell'accusa, "ha indotto le societa' a dare utilita' a terzi mediante assunzione di personale, non sempre qualificato, presso le stesse aziende, condotta ritenuta concussiva dall'autorita' giudiziaria". In particolare, secondo la tesi accusatoria, Pacenza avrebbe fatto avviare preliminari finti colloqui selettivi sostenuti dalle persone segnalate, nella sede politica dei Ds, favorendo le domande di agevolazione delle societa' negli uffici regionali competenti. Pacenza, inoltre, avrebbe fatto partecipare le persone segnalate ai corsi di formazione professionale appositamente organizzati e finanziati dalla Regione Calabria, aprendo le porte, sempre secondo l'accusa, anche in assenza dei requisiti previsti dal bando pubblico di ammissione. L'inchiesta era partita con una prima fase (operazione "Collaudo") quando in manette finirono l'amministratore delle societa' Printec e Sensitec, Franco Alfonso Rizzo, e quattro professionisti incaricati da Sviluppo Italia ad eseguire i collaudi prescritti. In tutto sei milioni di euro di finanziamenti attraverso il fondo strutturale Fesr. In soli due mesi, dal giugno scorso, la Guardia di Finanza di Cosenza ha ricostruito il modus operandi del sodalizio, grazie anche a 19 perquisizioni avviate in uffici pubblici e privati, ed a decine di interrogatori di persone interessate all'operazione finanziaria. Fino all'emissione dei nuovi provvedimenti di custodia cautelare in carcere, che questa volta hanno colpito anche la politica calabrese.
Il 29 Agosto il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha revocato l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Franco Pacenza per mancanza di gravi indizi e concesso gli arresti domiciliari a Maurizio Arena.
Sin dal primo momento tutto il centro-sinistra si è mobilitato a difesa di Franco Pacenza, scoprendo per una volta il garantismo e organizzando persino dei sit-in davanti al carcere di Cosenza.
Queste forme plateali di solidarietà non solo hanno generato polemiche all'interno dello stesso schieramento del centro-sinistra ma hanno anche suscitato i commenti ironici di alcuni esponenti del centro-destra. Dichiarandosi «piacevolmente sorpreso» dall’efficienza della magistratura calabrese, Maurizio Gasparri ha rilevato come «sarebbe stato apprezzabile che in altri casi riguardanti i diversi settori politici la magistratura avesse dimostrato analoga efficienza nell’assumere decisioni simili. Così come sarebbe piacevole assistere ad esercizi di garantismo della sinistra in tutte le direzioni. Non soltanto quando sono coinvolti i propri esponenti».
Inoltre, il tg1 ha dedicato un ampio servizio alla decisione del Tribunale del Riesame di Catanzaro con tanto di intervista a Franco Pacenza. Ottima cosa se Franco Pacenza fosse veramente innocente, ma quanti esponenti politici, prima ingiustamente accusati e poi assolti, hanno avuto lo stesso trattamento?

Mentre è ancora vivo il clamore intorno al caso Pacenza, oggi scoppia un nuovo caso: il vicepresidente della Calabria, il diessino Nicola Adamo, ha ricevuto un avviso di garanzia per truffa, associazione a delinquere e abuso di potere. Oltre ad Adamo, un avviso di garanzia è arrivato anche a sua moglie, Enza Bruno Bossio, imprenditrice. La casa di quest’ultima, a Cosenza, è stato oggetto di perquisizione da parte delle forze dell’ordine.
La vicenda in cui è coinvolto Adamo riguarda un incarico conferito dalla Regione Calabria ad una societá di consulenza informatica. Le indagini della Procura, coordinate dal sostituto procuratore Luigi De Magistris, si riferiscono ad una vicenda che risale ad alcuni mesi fa e che riguardava, appunto, il vicepresidente della giunta regionale che, per accelerare il processo di veritá sulla vicenda che lo vedeva coinvolto, si autodenunciò.
Un altro errore giudiziario?

Continuiamo ancora a credere alle favole ma la realtà è tutt'altro.
I sinistroidi si sono sempre aiutati e coperti, aiutati dai giudici e dai magistrati.......
E non mi venite a dire che non è vero, perchè in Calabria ci sono più politici indagati che l'intera popolazione e la cosa più strana è quella di non vedere mai portata a termine un'indagine e finalmente arrestare i politici collusi.
Spiegatemi perchè succede questo?

Liberapolis

Anonimo ha detto...

Napoli, 23 feb. - (Adnkronos) - L'ex ministro della Giustizia Clemente Mastella ha ricevuto un invito a presentarsi dai pm della Procura di Napoli. Il capo dell'Udeur dovra' essere interrogato dai sostituti che stanno svolgendo indagini trasmesse per competenza territoriale dai sostituti della Procura di Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Come si ricordera' si tratta della stessa indagine in base alla quale furono arrestati la moglie di Mastella, Sandra Lonardo, presidente del consiglio regionale, due consiglieri regionali, due assessori regionali ed altri esponenti del Campanile.

CORRI CLEMENTE CORRI E NON ARRIVARE IN RITARDO!

Anonimo ha detto...

Mastella tu non hai nulla da temere. Ti proteggera' la legge ad pesonam che ti sei fatto e cioe' l'
INDULTO.

korsaro ha detto...

fa cagare non andrà mai in classifica... :)

anonimo veneziano ha detto...

ha vinto Felix !

Melina2811 ha detto...

non ho fiducia in questo partito, non ne ho mai avuta e non credo che ne avrò in futuro.

Anonimo ha detto...

mastella ti amo

ceciliametelladalmatica ha detto...

Caspita e' meravigliosa...e pensare che ultimamente ascoltavo robaccia tipo..capitan Harlock Daitan 3 e ufo robot... ridete ridete..ma e' l unica musica che mi da un po di fiducia nel futuro..

Anonimo ha detto...

se volete sapere quanti raccomandati ci sono negli enti pubblici campani (regione,autorita di bacino ecc)basta che contate i numeri dei votanti dell'udeur alle prossime elezioni stanno tutti la ....cci loro!

Anonimo ha detto...

la mia vita è votata ad aiutare chi si sforza. chi si sforza (gli sforzisti)sono anche studiosi di astronomia ed i suoi fenomeni (meteorismo).
ne consegue che il mio aiuto alla cosa marrone è di per se spo ntaneo e np turale.

gut a lax

MIRKO, vj balbuziente e dislessico ha detto...

Oddio, al secondo singolo è preferibile il primo. Non vorrei che il gruppo UDEUR si adagiasse dopo l'incredibile successo di UDEUR VERRA'...il nuovo brano mi sembra meno orecchiabile e poco commerciale.Non vorrei che il primo singolo abbia fatto montare la testa al GRUPPO:in questo momento hanno bisogno di fare musica che arrivi a tutti.Del resto comunque è apprezzabile l'idea di fare un brano un pò meno commerciale, forse per rispondere agli ultimi lavori di gruppi come Metallica e REM decisamente troppo formali sotto ogni aspetto.
Ma il GRUPPO è GIOVANE e speriamo che questa politica porti i suoi frutti.
In attesa dell'album completo, consoliamoci col brano SILVIO C'E' , scritto da un mio concittadino veronese , a causa del quale in molti hanno chiesto il cambio di residenza in forma di protesta.

mattia ha detto...

Alla vigilia di sanremo questo brano calza a pennello.
Direi che il sound non è proprio giovane considerato che ricorda la musica rock'n'roll anni 50.
Il testo,a parte le banalità,ricorda vagamento Sergio Caputo degli anni 80,quindi anche in questo caso parliamo di una trentina d'anni .
Mi colpisce del testo questo passaggio forzato nel quale il senso mi sfugge un po':
"Se studi o se lavori, con famiglia oppure soli che fa’
Qui siamo tanti cuori che si battono per la libertà"
Se qualcuno è in grado di spiegare questo "che fà"
gli sarei molto grato.....

MIRKO, vj balbuziente deficiente e dislessico ha detto...

x MATTIA

Il "che fa'" vuol dire "non importa" , è lo stesso.
Qui ci sono dei richiami alla prosa del D'Annunzio, il che evidenzia la notevole confusione di questi giovani, sbattuti un colpo a destra, poi a sinistra, poi al centro, poi di nuovo a destra...soprattutto evidente quando dice "L'UNIONE FA LA FORZA"...Sono palesemente confusi...

Ho avuto indiscrezioni sul terzo singolo del GRUPPO.
Pare sia un remix in stile HOUSE del brano "Io credo risorgerò questo mio corpo vedrà il Salvatore".
Ma sono solo indiscrezioni, anche perchè non è ancora chiara l'identità di questo Salvatore.
Si fanno diversi cognomi.

Anonimo ha detto...

Il primo commento è grandioso!

Mastella = Magotelma!
(il mago della politica)

Il mago che legge il fondo delle"tazze".

"VUOI SAPERE IL TUO FUTURO POLITICO?.....RIVOLGITI A MASTELMA,IL MAGO DELLA POLITICA!"

Mika

Anonimo ha detto...

“La Calabria sembra un paese sudamericano. Un piccolo gruppo di persone detiene tutto il potere economico e politico. E la gran parte della gente vive in condizioni difficili”. Luigi De Magistris, il magistrato che ha indagato su Romano Prodi Clemente Mastella prima di venire “interdetto dalla funzione di pm” dal Consiglio superiore della magistratura, traccia un quadro desolante della regione in cui ha lavorato. In una lunga intervista rilasciata a La Stampa spiega: “La criminalità organizzata calabrese è la più potente. E presenta aspetti di laboratorio per le sue capacità intra-istituzionali, politica, finanza, banche”. E quando Claudio Sabelli Fioretti gli chiede cosa pensa della stagione di lotta alle tangenti, attacca: Mani Pulite? “Roba vechia, oggi tutto ruota attorno ai finanziamenti europei, alle società pubblico-privato e alle consulenze… Sono rimasto impressionato dal numero enorme di consulenze e dal nome dei consulenti. La persone addette ai controlli avevano parenti nelle nelle società che dovevano controllare…
Sperare nella magistratura è un’illusione, sostiene De Magistris, che di giudici è figlio e nipote: “Una parte della magistratura si è avvicinata troppo al potere. Io rimango colpito quando vedo i magistrati che Mastella ha portato al ministero. Tutte persone che hanno ricoperto ruoli di vertice in Anm e nel Csm… La vicinanza dei giudici al potere esecutivo ne condiziona l’indipendenza e l’autonomia”. Il giornalista chiede: “Colpa delle leggi del governo Berlusconi?”. Il magistrato napoletano, troppo scomodo a Catanzaro, risponde: “Non vedo differenza tra i due governi (Prodi e Berlusconi, ndr) in materia di giustizia”.


E BRAVO MASTELLA AVEVI GLI AMICHETTI VICINO A TE!!!!!!

Anonimo ha detto...

De Magistris-choc: "A Catanzaro magistrati frequentano certi salotti..."
lunedì 25 febbraio 2008
''Lo sanno tutti che ci sono magistrati che frequentano salotti a Catanzaro dove ci sono personaggi eccellenti che dovrebbero essere sottoposti all' attenzione investigativa''. E' quanto afferma il pm di Catanzaro, Luigi De Magistris, in una intervista pubblicata stamani dal quotidiano 'La Stampa'. ''I miei giovani colleghi - aggiunge - sono terrorizzati. Vedono maltrattare me, mentre nessuno affronta le collusioni fra magistratura e sistema illegale. La Calabria sembra un Paese sudamericano. Un piccolo gruppo di persone detiene tutto il potere economico e politico. E la gran parte della gente vive in condizioni difficili. La criminalita' organizzata calabrese e' la piu' potente. E presenta degli aspetti 'di laboratorio' per le sue capacita' collusive intra-istituzionali, politica, finanza, banche''. Per De Magistris una ''parte della magistratura si e' avvicinata troppo al potere. Io rimango colpito quando vedo i magistrati che Mastella ha portato al ministero. Tutte le persone che hanno ricoperto ruoli di vertice in Anm e Csm. La vicinanza dei giudici al potere esecutivo condiziona l'indipendenza e l'autonomia della magistratura''. Alla domanda se si sta pagando lo scotto delle leggi del governo Berlusconi, De Magistris risponde: ''in parte, ma anche del governo Prodi. Non si e' vista differenza tra i due governi in materia di giustizia''. (ANSA).

(da Strill)

Anonimo ha detto...

"Io sono una toga anarchica"

«Mi hanno punito come
non puniscono nemmeno
i magistrati corrotti».

CLAUDIO SABELLI FIORETTI
ROMA.

Nato a Napoli nel 1967, De Magistris ha lavorato alla procura di Napoli fino al 2002 e poi è diventato sostituto al Tribunale di Catanzaro. Si è occupato di molti casi di corruzione nella pubblica amministrazione. Ha indagato il ministro della Giustizia Mastella e il premier Prodi. Il Csm ha deciso il suo trasferimento dalle funzioni e dalla sede per «insufficiente diligenza, correttezza e rispetto della dignità delle persone».

Disse: «Se vogliono che me ne vada, mi devono cacciare». La stanno accontentando.
«Non me ne vado via spontaneamente».
I magistrati non dovrebbero fermarsi troppo in una città.
«La mobilità è un valore. Evita collusioni con i potenti. Il procuratore della Repubblica più perbene dopo trent'anni non vede più l'abuso edilizio di fronte alla propria casa».
E allora?
«In un Paese ad alta densità di criminalità organizzata ci vuole del tempo per conoscere i fenomeni. Io non ho finito il mio ciclo».
Però aveva chiesto il trasferimento.
«L'ho fatto solo per vedere la mia posizione in graduatoria».
Lei ha parlato di «ipotesi di soppressione fisica», di «pallottole e tritolo», di giustizia «tornata all'era fascista», di «magistratura narcotizzata». I suoi accusatori hanno detto: manca di serenità ed equilibrio.
«Perfino il Csm ha ritenuto che non ho mai manifestato squilibrio e da questo mi ha assolto».
Non è solo problema di Csm.
«In quindici anni di carriera non ho mai ecceduto in interviste».
Quest'anno però...
«Era mio dovere. Era in atto un'attività di ostacolo alle mie inchieste. E l'esposizione mediatica mi ha più danneggiato che favorito».
Come giudica la sentenza del Csm?
«Inaccettabile».
Il magistrato rispetta le istituzioni.
«E' vero, ma la sanzione è evidentemente ingiusta. Senza precedenti».
L'interdizione alla funzione di pm finora l'ha ricevuta solo Chionna, il giudice che arrestò Sabani e si mise con la sua fidanzata.
«Una sanzione che non è stata data nemmeno ai magistrati corrotti».
Fa pensare che le contestino qualcosa di grosso.
«Ormai è pubblico. La montagna ha partorito il topolino e per il topolino sono stato condannato. Mi ero chiesto se ci fossero le condizioni per fare il magistrato in Calabria. Il Csm mi ha risposto. Non ci sono».
Il magistrato deve tener conto delle conseguenze del suo operato?
«Secondo i politici, ma è sbagliato».
Anche se si coinvolge il premier?
«Prima di coinvolgere un premier la valutazione deve essere ponderata. Ma io uso per tutti lo stesso scrupolo».
Ha avuto 100 interpellanze in due anni.
«Ce n'è una firmata da 60 senatori. Una marcia su Catanzaro!».
Emilio Sirianni, ex magistrato di Magistratura Democratica a Catanzaro, intervistato dal Sole 24 Ore, ha parlato di giudici che cercano il quieto vivere, che fuggono dai processi scomodi.
«Condivido. Ma un magistrato non può limitarsi ai proclami. Io ho denunciato fatti concreti. Forse per questo vengo trasferito. Quando ho detto in tv di aver avuto intimidazioni da livelli istituzionali io le avevo già raccontate nei tribunali e al Csm. Aspettiamo i risultati di Salerno per vedere se sono un mitomane».
Da chi ha ricevuto le intimidazioni?
«Ho fatto accuse che sono in grado di dimostrare. Ho fatto nomi e ho portato prove».
E' un fenomeno diffuso?
«Anche i testimoni e i denuncianti vengono intimiditi. L'omertà che stava scomparendo pian piano ritorna. Recentemente diverse persone che hanno collaborato con me hanno subito trattamenti non positivi».
Chi?
«Preferisco non fare nomi».
Li faccio io. Dov'è il suo principale collaboratore, Zaccheo?
«Trasferito a Fermo».
Dov'è il suo consulente per le comunicazioni, Genchi?
«Gli è stato revocato l'incarico per Why Not. E ce ne sono tanti altri».
Possiamo fare i nomi?
«Meglio no. Per la loro incolumità».
Lei è sotto tutela?
«Sì. Macchina blindata, autista, carabiniere».
La trattano bene.
«Ma non mi danno la benzina. E io non la uso».
Per risparmiare.
«I magistrati hanno la nomea di essere tirchi. Ed è vero. Io però vengo rimproverato per il contrario, eccesso di prodigalità».
E come va in ufficio?
«Utilizzo altri modi di spostamento che preferirei non dire».
Per che cosa l'ha condannata il Csm?
«Per non aver informato il procuratore della Repubblica delle mie indagini, ed io avevo ben spiegato perché non lo potevo informare».
Lo sospettava di essere la talpa.
«Su questo ci sono inchieste delicate a Salerno. Poi mi hanno condannato perché ho inserito in un decreto una dichiarazione di un magistrato, il dottor Iannuzzi di Potenza, il quale parlava di una relazione segreta tra due magistrati».
Era proprio necessario?
«Era assolutamente pertinente. Mi hanno anche condannato perché avevo fatto un decreto di perquisizione troppo motivato. Sono stato punito per un eccesso nel salvaguardare le mie inchieste. Sconcertante».
Sconcertante ma unanime.
«Non mi meraviglia l'unanimità. So quali interessi ho toccato. Ma il messaggio è devastante per la Calabria».
La Calabria...
«La Calabria sembra un Paese sudamericano. Un piccolo gruppo di persone detiene tutto il potere economico e politico. E la gran parte della gente vive in condizioni difficili».
Ha detto anche che la Calabria è un laboratorio criminale.
«La criminalità organizzata calabrese è la più potente. E presenta degli aspetti "di laboratorio" per le sue capacità collusive intra-istituzionali, politica, finanza, banche».
Mani Pulite scoprì le tangenti...
«Roba vecchia. Oggi tutto ruota attorno ai finanziamenti europei, alle società pubblico-privato e alle consulenze. I finanziamenti vengono pilotati su poche società, sempre le stesse, sempre con gli stessi dirigenti. Lì vengono fatte assunzioni guidate, parenti, amici, complici. I finanziamenti servono a tutto tranne che alle opere da realizzare. E con le consulenze i soldi prendono le giuste direzioni. Sono rimasto impressionato dal numero enorme di consulenze e dai nomi dei consulenti. Le persone addette ai controlli avevano parenti nelle società che dovevano controllare. Parenti di magistrati, parenti di poliziotti».
E i controlli? La magistratura?
«Durante Tangentopoli i giudici erano compatti. Oggi non è più così».
Colpa di chi?
«Una parte della magistratura si è avvicinata troppo al potere. Io rimango colpito quando vedo i magistrati che Mastella ha portato al ministero. Tutte persone che hanno ricoperto ruoli di vertice in Anm e nel Csm».
Che c'è di male?
«La vicinanza dei giudici al potere esecutivo condiziona l'indipendenza e l'autonomia della magistratura».
Stiamo pagando lo scotto delle leggi del governo Berlusconi?
«In parte, ma anche del governo Prodi. Non si è vista differenza tra i due governi in materia di giustizia».
Ha detto: «Nei salotti di Catanzaro indagatori e indagati vanno a braccetto».
«Lo sanno tutti che ci sono magistrati che frequentano salotti a Catanzaro dove ci sono personaggi eccellenti che dovrebbero essere sottoposti all'attenzione investigativa».
Ha detto, in riferimento alla sua vicenda: «Metodo fascista: colpirne uno per intimidirne cento».
«I miei giovani colleghi sono terrorizzati. Vedono maltrattare me, mentre nessuno affronta le collusioni fra magistratura e sistema illegale».
La sua vita.
«Padre giudice, nonno giudice, bisnonno giudice. Media borghesia, ma le scuole che ho frequentato erano promiscue, c'erano figli di intellettuali e di operai».
Ricordi?
«Il periodo più bello: l'impegno politico al Panzini, un liceo molto di sinistra. Poi all'università mi sono messo a studiare e ho lasciato la politica».
I giudici sono antropologicamente diversi?
«La frase di Berlusconi ha un suo fondamento. Persone che lavorano 16 ore al giorno, in mezzo a tutti questi problemi, per fare giustizia, hanno qualcosa di diverso».
D'Ambrosio, il procuratore generale, ha detto: «De Magistris ha interpretato il ruolo del Pm come missione e non come mestiere».
«Frase infelice. Il nostro è un mestiere che assomiglia a una missione. Ma usare in modo negativo il termine "missione" è brutto. D'Ambrosio non usa le parole in modo superficiale: sono ancora più perplesso».
Il magistrato oggi è un vip.
«E' diventato un protagonista nella vita sociale. Non è un male purché sia un protagonismo oggettivo, dell'uomo che fa cose importanti. Mi preoccupa il protagonismo soggettivo, di chi cerca ad ogni costo la notorietà».
Hanno fatto una maglietta per Woodcock. Con scritto «I love JHW». Volevano fare «I love LdM». Lei si è opposto.
«Non ne sapevo niente, l'ho letto sul giornale. Ma se mi chiede se sono contento le dico di no».
Sembra «I love Luca di Montezemolo».
«Oltretutto».
La sua prima grande inchiesta?
«La prima, e quella alla quale sono ancora affezionato, è la Shoc, a Catanzaro, nel 1997 che investigò l'ambiente degli ospedali militari. Poi l'Artemide, che provocò una crisi politica dopo l'arresto per corruzione dell'assessore Stancato. E poi una a Napoli che coinvolse una rete di spionaggio».
Dicono che lei apre tante inchieste e ne chiude poche.
«E' falso, l'ho dimostrato statistiche alla mano agli ispettori. Apro e chiudo. Sono un manager del diritto».
Dicono anche che le sue inchieste finiscono con tante assoluzioni.
«Perché nessuno indaga su come mai ci siano tante assoluzioni in materia di pubblica amministrazione?».
Lei si è reso conto che ha contribuito a fare cadere il governo?
«Lo pensa Mastella. Ma io no».
Lei nelle sue inchieste incontra parecchi massoni.
«Preferisco non parlare di massoni ma di associazioni occulte. Sono convinto che vi sia un governo occulto all'interno delle istituzioni di questo Paese».
C'è chi dice che le sue inchieste sono tutte bufale.
«Se sono bufale, come si spiega l'aggressività dei miei indagati?».
Magari perché sono innocenti.
«Bisogna leggere le carte».
E' una vita che lei sta sotto ispezione.
«Ormai gli ispettori li considero gente di casa».
Cari amici...
«Non esageriamo».
L'hanno definita «macroscopicamente inadeguato».
«Ho una spiegazione di come le ispezioni sono state condotte».
Dica.
«L'ho detto là dove dovevo dirlo. Prima o poi sarà pubblica la mia ricostruzione dei fatti. Con nomi e cognomi. Solo a Salerno ho firmato qualcosa come 30 verbali».
Casini ha detto: c'è una parte dei magistrati militante e faziosa. Parlava di lei.
«Quando arrestiamo i rom abbiamo l'applauso dei politici. Quando arrestiamo i politici siamo faziosi».
Casson ha detto: «Gli eccessi sui mezzi di comunicazione di massa non mi sono mai piaciuti, anche in un magistrato e proprio in un magistrato».
«Io ricordo Casson in televisione a parlare delle sue indagini un giorno sì e l'altro pure».
Ha mai avuto la sensazione di un pericolo fisico?
«Sì. Quando ho iniziato a fare le dichiarazioni pubbliche».
Gira armato?
«Sono contrario alle armi. E non ho paura della morte».
Tiene almeno un diario?
«Appunto tutte le cose anomale che mi accadono».
E' una forma di difesa.
«Lo faccio in un'ottica di memoria e anche di tutela».
Le dovesse succedere qualcosa, leggendo gli appunti si capirebbe chi è stato?
«Assolutamente sì».
Ha voglia di scapparsene via?
«Se dovessi decidere guardando il palazzo di giustizia andrei via domani».
Violante ha detto di lei: «Un magistrato non può abusare dei suoi poteri e poi chiedere di essere tutelato dall'Anm».
«Violante ha l'immunità parlamentare: può dire quello che vuole».
Lei disse: il diritto, correttamente applicato, affievolisce le disuguaglianze.
«Applicando la legge bisogna tenere conto delle condizioni di inferiorità sociale, economica, psichica delle persone. Il falso in bilancio dei furbetti del quartierino è diverso dal furto dell'immigrato che non sa come campare. Il diritto ha una funzione rivoluzionaria. Con il diritto si può cambiare una società».
Gioco della torre. Boccassini o Forleo?
«Clementina mi ha difeso con coraggio. Difendere me non è facile».
Santoro o Floris?
«Salvo Santoro. Ma il Santoro prima maniera e quello ultima maniera».
E il Santoro di mezzo?
«Quello politico: è il peggiore».
Mimun, direttore del Tg5 o Riotta, direttore del Tg1?
«Non mi piacciono i loro telegiornali. Soprattutto Riotta m'ha deluso».
Vespa o Mentana?
«Preferisco Mentana. Porta a Porta non mi dice niente».
Lei politicamente...
«Un magistrato non deve dire le proprie idee politiche».
Comunque lei è di sinistra.
«Mi sono formato in quella cultura».
Voterebbe Mastella?
«E' una bella domanda, ma non posso rispondere».
Ha mai votato Mastella?
«Il voto è segreto».
Dica la verità, si vergogna! Ha votato Mastella e si vergogna!
«Non mi provochi».

Lei è una toga rossa?
«Io sono una toga anarchica».

Anonimo ha detto...

"fa" si scrive senza accento né apostrofo.
Incredibile: sul sito dei giovani Udeur si apre un pop-up in cui scorre il testo "Lentamente muore" (con tanto di firma e foto di Neruda... e che cazzo, ormai lo sanno tutti tranne loro che non è sua...) e la cosa più sconvolgente è che il sottofondo musicale è "Imagine", canzone ATEA e MATERIALISTA, praticamente perfetta per gli impavidi giovani difensori dei valori cattolici... Ignoranti!
Se vi va, leggete qua: http://wt1984.wordpress.com/2008/01/31/la-difesa-della-famiglia/

giovaniudeur ha detto...

ADESSO SMETTETELA, ALTRIMENTI VI QUERELIAMO BRUTTI PEZZI DI MERDA!

Anonimo ha detto...

Giovaniudeur con tutti i problemi che avete cosa vi querelate?
Avete una segretaria nazionale fidanzata con il figlio di mastella ... alla faccia delle nuove generazioni ... e dei vecchi metodi...

giovaniudeur ha detto...

siete voi che avete i problemi che state a farvi le seghe su internet!

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti e soprattutto al signore che si firma Giovaniudeur:
una curiosità, ma chi ha scritto il terrificante inno della gioventù UDEUR?
Perché guarda, se cerchi qualcuno da querelare ti do io una bella lista:
- il compositore della canzone
- il paroliere
- il cantante
- l'arrangiatore
- i musicisti
- chiunque nel vostro partito abbia approvato qualcosa di così orribile e lo stia diffondendo come inno ufficiale dell'UDEUR.

Questo è sabotaggio a danno dell'eccelso Mastella e di tutta la sua famigliola!
Questo è sabotaggio a danno dei ceppalonesi e dei militanti UDEUR che non si meritano un trattamento musicale simile!

Se vuoi ti sottoscrivo la querela e ti organizzo una manifestazione di solidarietà.
Ciao
Simo

Anonimo ha detto...

ma lasciali perdere hanno occupato finanche la segreteria nazionale dei giovani con la fidanzata del figlio di mastella e l'hanno fatta eleggere consigliera regionale... manco i giovani si salvano !!!

Anonimo ha detto...

i gioivani udeur sono aL massimo 100 ed hanno tutti un incarico.
Sono così fuoiri di testa che se non gli dai un incarico di partito se ne vanno.
E così per tenersi 4 gatti stretti si inventano incarichi tipo coordinatore alla segrateria o responsabile lavori pubblici... sono pessimi

federico ha detto...

Ciao Giovaniudeur/Erpiotta/ilpescepuzzadallatesta/Pellegrino ecc. ecc.
la cosa buffa é che con tutti i nomi che ti dai, non cambi di un filo il tenore delle parole e dei toni.
Ti riconoscerebbe anche un clEMENTE, figurati un blog intero!!!
Ascolta, se proprio vuoi querelare qualcuno (come suggerisce la Simo - ciao Simo -), pui cominciare dagli esponenti del tuo partito, a patto che ne sia rimasto qualcuno a piede libero.
Ti propongo una tregua: io prometto di non offendere piú il clEMENTE se puoi negare con sicurezza le seguenti affermazioni:

tutti gli iscritti dell'UDEUR sono Disoccupati, o dipendenti pubblici, o invalidi, o parenti di clEMENTE, o camorristi o detenuti o agli arresti domiciliari o abitanti di Ceppaloni (dovrei aver contato tutti)

federico ha detto...

oops, ho dimenticato te e ituoi colleghi, chiaramente gli iscritti dell'UDEUR possono essere "impiegati del Campanile"

Il VERO INNO DEI GIOVANI, parole di vj Mirko musiche del capitano Spok (catherine) ha detto...

L'esercito del CLEM
Catherine Spok la vulcaniana


Noi siamo i giovani,
i giovani più giovani.
Siamo l'esercito,
l'esercito del CLEM. (2 volte)

Ma che cosa c'e' coro: Ma che cosa c'e'
ruba insieme a me coro: ruba insieme a me
e vedrai che poi coro: E vedrai che poi
ci voteran.

Mi vuoi dir perché coro: Mi vuoi dir perché
Tu non rubi più coro: Tu non rubi più

Ruba insieme a me,
Ruba insieme a me
poi ci voteran.

Laaa laaaa lalalla la...

Noi siamo i giovani,
i giovani più giovani.
Siamo l'esercito,
l'esercito del CLEM.

Ma che cosa c'e' coro: Ma che cosa c'e'
gratta insieme a me coro: gratta insieme a me
e vedrai che poi coro: E vedrai che poi
ci voteran

Mi vuoi dir perché coro: Mi vuoi dir perché
non sgraffigni più coro: Non sgraffigni più
Gratta insieme a me,
gratta insieme a me
poi ci voteran.

Noi siamo i giovani,
i giovani più giovani.
Siamo l'esercito,
l'esercito del CLEM.

L'esercito del CLEM

Lian Dyer ha detto...

Povero Mastella... Dobbiamo consolarlo di questo sondaggio di repubblica...
(9 per cento? pure troppo)

Anonimo ha detto...

Ciao Fede, ciao Mirko (geniale come al solito),

mi sa che il nostro nuovo/vecchio amico Giovaniudeur è già sparito, farà posto nel pomeriggio a qualche altro eteronimo tipo Er Piotta o Pesce o simili.
Ma se invece fosse occupato, come amabilmente ci suggerisce nel suo post delle 12.54, a "farsi le seghe su internet"?
Magari sta consultando qualche porno blog, e noi qui a preoccuparci per lui...

Che egoista!
Simo

Anonimo ha detto...

Guardate questo confrontosulla spesa pubblica del capo di stato in,

www.doxsi.netsons.org

SIGNIFICATIVO!

giovaniudeur ha detto...

qua l'unico "invalido" è il tizio che si firma "federico", che è un idiota e pure impotente!

np ha detto...

per motivi di ordine legale (querela di parte) dobbiamo informarvi che qualsiasi messaggio che contenga offese verso terzi sarà inevitabilmente cancellato.

federico ha detto...

caro Giovanieudeur, lascia decidere a tua sorella chi é impotente o meno. Con la tua risposta mi hai confermato l'esattezza delle mie tesi. L'unica cosa che mi consola é che fra 2 mesi non esisterete piú, e il vostro idolo clEMENTE scioglierá il partito per accomodarsi nella poltrona piú comoda (speriamo ad Ammameth)

P.S. Ciao Simo, ciao Mirko, la Mastellite mi ha colpito, giovedí e venerdí sono rimasto a casa con con la schiena bloccata (nervo accavallato, sigh :(

Anonimo ha detto...

Guarda NP che non erano insulti rivolti a Fede, ma semplici manifestazioni d'affetto e di stima nei suoi confronti.
Al Campanile tutti si vogliono bene e vige la regola del bon ton, i giovani dell'UDEUR da mane a sera per salutarsi si danno dell'"invalido" e dell'"impotente" stringendosi la mano e dandosi pacche sulle spalle.
Sono tutti ragazzi di buona famiglia, ben educati e gentili.

Come clEMENTE...

E come il nostro amico che infatti ci ha appena dato una dimostrazione della sua cortesia e affabilità.
Ciao
Simo

Ema ha detto...

Simo, credo che quel Np non fosse N.P.

MIRKO, vj clEMENTE e piangente in questa valle di pippaioli internauti ha detto...

SIMO
Curioso vedere come il nostro fantomatico insultatore si firmi ogni volta con nick diversi.Tra l'altro con nesun nesso logico tra l'uno e l'altro. Sono fenomeni di costume che van studiato. Per valorizzare l'anonimato che ti garantisce internet , lui fa di più: cambia identità di volta in volta depistando le indagini...Meglio di lui ho visto solo John Doe in 7even.
p.s: ma uno come fa a farsi le pippe in internet??Piglia il mouse e comincia a sbattacchiarlo sul tappetino??
Che tristezza questi giovani.
Per fortuna che esistono i GIOVANI, L'ESERCITO DEL CLEM.

Obama Amatriciano ha detto...

Votate per me!!!
Il mio programma di governo:

+lavoro
+sviluppo
+tasse
+immigrati
+inflazione
+miseria
+deficit

Er cocòmmero (verde de fori, rosso dentro) ha detto...

Votate pè me sindaco de Roma!!!
Il mio programma:

+zingari
+monnezza
+mignotte
+drogati

MIRKO ha detto...

E' anche grazie a te , clEMENTE, che oggi in Europa possono dire questo:

"Povertà, Italia come la Romania
Allarme Ue: a rischio un bambino su 4"

Se ci sforziamo un pò di più possiamo arrivare ai livelli dell'Albania.
Ai nostri figli oltre alla culla compreremo un canotto.

DAJE CLEME'

federico ha detto...

Famiglia Cristiana: "Il Pd è pasticcio veltroniano in salsa pannelliana"
Per Famiglia Cristiana il Pd è un "pasticcio veltroniano in salsa pannelliana". E' questo il titolo dell'editoriale del settimanale paolino che boccia l'apertura di Walter Veltroni ai radicali nel Partito democratico.

Non voglio difendere Veltroni, ma 'sti vescovi davvero hanno rotto la minchia. Venerdí scorso sono andato in tribunale a chiedere la scomunica, per non pagare le tasse alla Chiesa (in Germania sono ritenute in busta paga). Sono orgoglioso di quello che ho fatto e cercheró di convincere piú persone possibili, che questo Vaticano stá cercando di rovinare il mondo!

La Meglio Gioventù ha detto...

Trovo che sia un gran bel inno invece. Pacato, equilibrato, sobrio ma fermo nella sua direzione. I valori dell'Udeur sono valori antichi, saldi, chiari e assolutamente irrinunciabili. Il popolo Udeur, i suoi giovani, sanno di poter cointare sulla fermezza e sulla forza di questi valori: la famiglia, la Libertà, le buone tradizioni italiane, la Vera Giustizia (non quella dei magistrati nazicomunisti corrotti). Con l'Udeur hai veramente la sensazione di camminare sotto un cielo limpido respirando un'aria cristallina, dove i sogni si alzano in volo, non fanno fatica a diventare realtà e il futuro è già qua!
Forza Udeur, la meglio gioventù è con te!
E meno male che ci siamo noi a riscattare questo paese. Leggendo i vostri post mi è venuta la depressione mentre invece vivo in un paese bellissimo.

Forza Udeur!
Forza Italia che ce la facciamo anche stavolta nonostante la zavorra di questi sfigati qua!

MIRKO, toni e furmini ha detto...

Ahi Federico...Che mi combini??
Guarda che Lui dall'alto vede.
Venerdì 15 hai chiesto la scomunica e il venerdì dopo ti sei inchiodato con la schiena.
Occhio a fare altre cose anticlero che se no partono i fulmini.

C'è una cosa che mi piacerebbe sapere:cosa ne pensa famiglia cristiana F dell'UDEUR.
Punto un EURO che ne direbbe GRAN BELLE COSE.

Poi ti passo sottovoce una notizia direttamente qui dal Nord Polentonese.
Come saprai in difesa della cultura cristiana contro l'invasione dei musulmani noi al NORD abbiamo un illustre paladino:Roberto Calderoli.
Già note le sue famose avventure contro Spider Pork in favore della soppressa.
Ora, se non lo sai già, digita su GOOGLE "matrimonio Calderoli" e scopri con quale rito si è sposato "se questo è un uomo"(mi scuso con Levi per la citazione ma è necessaria).
Fatti due risate o piangi se vuoi.
Le lacrime non le tassano.

Anonimo ha detto...

Caro "Lamegliogioventù",

dai che stai scherzando, per un momento ho creduto al tuo sproloquio...!
Siete troppo simpatici, tu e il tuo compare Giovaniudeur. Scherzosi, faceti e sempre di buon umore come si conviene a 2 ragazzi per bene.
Perché non aprite un blog di barzellette su Mastella? Già ci fate morire dalle risate!

Ciao ragazzi, non lavorate troppo che vi si consuma la punta della matita o il tappetino del mouse.

Simo

MIRKO, la meglio gioventù bruciata ha detto...

Ke tristezza vederti ubriaco già a queste ore.

La Meglio Gioventù ha detto...

Ciao Simo. Non stavo scherzando sai, quando si tratta dell'Udeur divento molto serio. Bisogna stare attenti e vigili perchè ci sono dei manipolatori che hanno ribaltato la realtà, e così il colpevole diventa innocente e viene crocefisso al posto di Barabba. Una storia che noi dell'Udeur conosciamo bene. Siamo così orgogliosi del nostro partito, per non parlare dell'inno che ci rappresenta a pieno. Non hai idea di quanta carica e energia positiva ti dia cantarlo a a voce alta alla mattina, prima della colazione.
Sai, se soltanto potessi parlare liberamente anche tu diverresti una dei nostri, ne sono certo, ma in questo sito non si può. Purtroppo non tutti sono sinceri e veri come noi, ti metto tra noi perchè già sento che anche tu sei un pò Udeur.

Ciao e viva la meglio gioventù!

Anonimo ha detto...

Sei un grande caro Lamegliogioventù!
Non è che sei il mio adorato Ceppaloni che ha iniziato a parlare italiano?

Ti ci vedo, con il tuo pigiamino a righine, la mattina appena sveglio, che canti l'inno dell'UDEUR davanti a un piatto di corn flakes con il latte, e la tua mamma che ti guarda fiera ed orgogliosa!

Davvero adorabile...
Forse ha ragione Mirko. Al posto del latte con i cornflakes ti bevi la grappa?
Ciao
Simo

MIRKO ha detto...

SIMO: io tra le righe di questo LA meglio gioventu' vedo il genio indiscutibile di CEPPALONI...è un pò che non si vede e secondo me è lui.
"L'energia e la carica che ti dà cantarlo alla mattina a colazione".
GENIALE. Ho riso per 2 minuti.

MIRKO ha detto...

SIMO
Siamo telepatici: stesso pensiero nello stesso momento.
E' lui , è sicuramente ceppaloni.
IL GENIO ASSOLUTO.

Anonimo ha detto...

Mirko, è sicuramente lui.
Ti sta contendendo la palma di mente comica più geniale di questo blog!!!

Buona serata a tutti, soprattutto a Ceppaloni!
Simo

N.P. ha detto...

Ovviamente l'np di questa mattina non è l'originale. Ma credo che non ci sia nemmeno bisogno di specificarlo.
Saluti

Rinuz ha detto...

mastella ha smesso di scrivere sul suo blog!e ora cosa leggerò?

Anonimo ha detto...

Mastella nessuno lo vuole e'
disoccupato e prega Beppe Grillo che gli dia almeno una lista civica
e ha giurato da buon cattolico di non voler piu' ricattare e tradire.

La Meglio Gioventù ha detto...

Mi spiace deludervi, io non sono di Ceppaloni anche se ormai chiunque difenda la Verità e la Giustizia (con le Maiuscole!) viene deriso e ridotto a macchietta per il vostro divertimento.
Leggendo i vostri post mi accorgo di quanto siete inconsapevoli, nonostante facciate sfoggio di tanta tracontanza. Ebbene sappiate che se non ci fosse stato l'Udeur a moderare gli enormi appetiti squilibrati della coalizione di sinistra che ci ha malgovernato fino all'altro ieri, oggi l'Italia sarebbe in ginocchio. Se L'Udeur non si fosse eretto a diga incrollabile, fondata su valori incorruttibili come l'onestà, l'eticità, la speranza per il futuro e la voglia di dare spazio alle nuove generazioni, l'intero paese sarebbe crollato sotto le mazzate e le mazzette della sinistra. La missione dell'Udeur in questi ultimi due anni è stata proprio questa: insinuarsi nelle file del governo degli ex nipotini di Stalin per calmierarne l'azione distruttrice e contenerne la bramosia di saccheggio. A tal fine l'Udeur riuscì quasi per miracolo ad ottenere il Ministro di Grazia e Giustizia. Fu un operazione incredibile, per la quale la parte sana del Paese ancora ci ringrazia e ci ringrazierà per sempre. Forti di quella ridotta, l'Udeur e i suoi giovani idealisti, battagliarono fino allo stremo, fino all'estremo sacrificio del Ministro e della dsua gentile Consorte. E mai sacrificio fu più utile ad un paese. Mai il destino di così tanti dipese dall'azione di così pochi! Ma questa ormai è storia, cari i miei nipotini depressi che cantate Ottobre Rosso. Se oggi ci sono di nuovo elezioni libere, è operchè l'Udeur ha vigilato sulla nostra (e purtroppo anche vostra) democrazia. In questo caso l'Inno coglie nel segno in molti punti. Voi continuate pure a deriderci, ma noi giovani Udeur porteremo avanti gli ideali incorruttibili del nostro partito.

federico ha detto...

Ciao Mirko, tu che sei chimico, mi spiegheresti per cortesia quali sono gli agenti chimici che portano a certi squilibri psico-fisiologici come quelli che trapelano nel testo di giovaniudeur? Voglio aprire un salone tipo sauna dove si possono consumare quelle sostanze e dare alle persone dei momenti felici e spensierati. Giuro che leggendo quelle parole, ho come un senso di sollevamento, soprattutto dello stomaco, che mi é quasi arrivato in gola! ti prego aiutami tu, San Mirko delle alchimie.

MIRKO ha detto...

Dove è che fanno gli elettroshock gratuitamente???

federico ha detto...

scusa Mirko, naturalmente intendevo il testo di la megli gioventú (che poi é lo stesso burattino). Come vedi lo stato ipnotico funziona giá con il semplice contatto ottico. Caxxo, questa deve essere roba forte!

Ema ha detto...

X la meglio gioventu: ottimo intervento, manco nelle scuole dei kamikaze il fanatismo è così ben marcato!!!!!!!! Complimenti.
Solo una postilla: eticità, al di fuori dei confini ceppaloniani, non esiste. Esiste "etica". Mi meraviglia che una mente così illuminata sia caduta in un errore così villico... ;-P
Mi raccomando, il linguaggio è importante, non si può fare lavaggio mentale, se non si è in grado di farsi comprendere dalla massa...

MIRKO ha detto...

xFEDERICO

Da giovane mi son fumato diverse cose.Una volta perfino degli scottex avvolti dal giornale arrotolato.Ho provato il rosmarino e le bucce di banana essicate. Al mio 19mo compleanno mi hanno fatto lo scherzo di mettermi un acido dentro la bottiglia di vino che ho bevuto.Oggi, a distanza di anni,respiro diversi solventi e vapori acidi durante i miei esperimenti/prove.
Ma ti giuro che niente di questo mi ha mai fatto stare male come il giovane dell'udeur qui sopra.
A questo punto mi vien da pensare ad un cocktail di anfetamine, barbiturici,trinitrotoluene, torroncini ,acido prussico e protossido di azoto in quantitativi infinitesimali.
Non credo tra l'altro che ci sia una cura.Forse solo un esorcismo lo può salvare.
Sono dispiaciuto nel vedere un giovane buttarsi via così...
Va beh, ognuno per la sua strada.
Ma lui è dentro un tunnel senza uscite, a mio parere.

federico ha detto...

Non é che magari si é costruito autodidatta una piccola piscinetta a forma di cozza dove si fanno i fanghi con il terreno dei campi circostanti, dove gli amici di clEMENTE hanno riversato di tutto e di piú? forse il Polonio impoverito in piccole dosi puó aiutare a recepire visioni altrimenti non captabili dalla mente umana. Che ne dici, é un'ipotesi verosimile?

CONOSCO GIOVANIUDEUR ha detto...

Mario Scaramella, ascolta: la vita non è così...
Non è che in carcere uno vede Dio e automaticamente passa all'UDEUR.
Deve essere un passaggio graduale.
Devi stare tranquillo , anche perchè non sei poi così giovane, ne hai 38 se non sbaglio, quindi pensa a disintossicarti..che magari sto plutonio lo hai preso davvero e i sintomi si fan vedere adesso.
Devi smetterla con ste storie dei russi, di ottobre rosso e del kgb.
Lo so, è difficile: il tempo lì non passa mai e tu non sai più chi ti può aiutare.
Ma l'UDEUR non è la soluzione.
Piuttosto guarda, resta amico di Guzzanti, fatti presentare i figli (che son simpatici)e fatevi na bella mangiata tutti assieme.
E mi raccomando:collabora coi magistrati.Che quelli magari, anche se comunisti, ti danno una mano.
Non buttarti via così, Mario.

ceciliametelladalmatica ha detto...

Ciao ragazzi...meno male che ci siete voi che mi fate ridere..ultimamente scrivo poco ma leggo molto...sono in preda ad una depressione pre elettorale...mi sembra di vedere un grande fiume di cosa marrone che sta arrivando verso di noi e monta sempre di piu...
Senza contare che la pagina web del corriere di oggi e' talmente spaventosa che sto andando in giro chieendo se qualcuno ha del lexotan...

La Meglio Gioventù ha detto...

Là dove non arriva la dialettica, dove fa difetto l'intelletto, dove manca la conoscenza storica, arriva l'insulto. Ma con questo non si raggiunge nessun risultato utile e, soprattutto, non si può occultare la verità.
L'Udeur è il discendente diretto di una grande tradizione politica italiana che parte dai Don Luigi Sturzo, dai De Gasperi, per arrivare ai grandissimi Fanfani, Forlani e Gava solo per citare i migliori. Stirpi di politici combattenti per la libertà e la legalità. Colossi, se messi al confronto del fronte marxista-polpottiano che ci ha governato fino a ieri. L'Udeur, accettando il gravoso compito di governare insieme a questi ladri rossi, ha di fatto riscattato l'intero paese e quindi merita, di diritto, un posto nel prossimo governo, anzi nei prossimi governi nazionali.
E noi giovani Udeur arriveremo in orario all'appuntamento con la storia. Siamo consapevoli che il futuro del Paese è nelle nostre mani. Sappiamo di essere l'ultima risorsa, l'ultimo baluardo, l'ultima intelligenza utile al fine di riscattare l'Italia. Lo sappiamo ma la responsabilità non ci pesa, anzi. Ci dispiace solo che insieme al meglio la nostra dirittura morale ci obbliga a salvare anche il peggio, cioè voi scarti della storia, ma chi siamo noi per giuducare? Purtroppo anche voi trarrete vantaggio dal nostro sforzo generazionale e potrete godere dei frutti paradisiaci del nostro buon governo da qui ai prossimi 100 anni. Ma non importa, quando la pianta prospera vive anche il parassita.

Forza Giovani dell'Udeur, avanti per rifare l'Italia!
La Meglio Gioventù che avanza!

COCIS ha detto...

D.I.O ESISTE :):):)
---------------
http://www.ultimenotizie.tv/viewtopic.php?p=8873#8873
----------------
Siamo finiti tutti in mezzo a una stra­da». L'amara consi­derazione è di Cle­mente Mastella, l'uomo che solo poche setti­mane fa sembrava avesse in mano tutta la politica italiana.

MIRKO ha detto...

cecilia, armati di pennarello.Tu sai cosa c'è da fare.
Ti fa star meglio.
Io stamattina prima di fare un bonifico ero nervoso.Ho visto lui, il GIGIONE , col suo bel faccino e la scritta:"Non pensare al partito.Pensa al Paese". Sotto ci ho fatto l'aggiunta "così ti ci mando" e mi son sentito meglio.
Quelli del Bellachioma qui a Verona sono tutti in alto, caxxo.
E dell'UDEUR non ne vedo.
Fatti di pennarelli, non di lexotan.
Ciao.

mattia ha detto...

E' lampante che giovaneudeur è un impostore,
un vero estimatore dell'udeur si firmerebbe almeno col nome di battesimo.
ho deciso irrevocabilmente,e cerco di convincere più persone che posso,di votare la cosa marrone anche se non si presentasse.
Isomma glielo devo a demente,
per quello che ha fatto per farci divertire,
mi rivedo la scenetta di quando era negli states su quella macchinetta e quel bravuomo lo ha apostrofato e lui....
Insomma come non si può ringraziarlo per la sua personalità demenziale e la sua forma estetica di sacchetto di cosa marrone?

ceciliametelladalmatica ha detto...

Hai perfettamente ragione carissimo Mirko...mi armo subito di pennarello.. mi credi che faccio fatica a dormire per l angoscia?
Per quello che leggo sui giornali?
Per i diritti che vengono calpestati sempre di piu?
Per lo stato italiano che mi sembra una succursale del vaticano?
Sto pensando seriamente di partire il 5 marzo con un amica documentarista che fara' un cortometraggio girando in centrafrica ruanda iraq bolivia e quant altro...almeno faccio qualcosa di utile..
Ceppaloni dove sei?
Scrivi qualcosa fallo per me..

Spo ed NP avete visto sul corriere magazine la foto in b/n di mastella che si affaccia alla porta e vede de mita seduto in poltrona?
E' mitica...

Anonimo ha detto...

Ma il blog del cLemente non è più aggiornato?
E' tutto fermo dal 17 gennaio....
Mi mancano quelle sue perle di saggezza

Ema ha detto...

Ceci ha detto "Senza contare che la pagina web del corriere di oggi e' talmente spaventosa che sto andando in giro chieendo se qualcuno ha del lexotan..."

Ti riferisci alle foto di Baudo a SanRemo ieri sera? E si, sono agghiaccianti!!!!!!

;-P Un commento leggero, giusto per stemperare il clima alla Tarantino che si vede sui quotidiani oggi....

Ema ha detto...

X la meglio gioventu: guarda che sei tu che sei paranoico. Noi offendere l'udeur o clEMENTE??? Ma quando mai?!?!?!? Forse in un universo parallelo...
Noi siamo pro-clEMENTE, viviamo di lui, noi votiamo la COSA MARRONE!!!!!!!!!!
Per Simo e Mirko: questa cosa del pennarello l'avevo pensata pure io, ma dalle mie parti di cartelloni elettorali ancora non se e vedono.. solo i pannelli in metallo vuoti... Che tristezza, il pennarello (color MARRONE, ovviamente) piange!!!!

Anonimo ha detto...

ITALIA: IL PAESE COL MAGGIOR ONERe PER MANTENERE LA RPESIDENZA DI STATO

Guardate il confronto in

www.doxsi.netsons.org

Anonimo ha detto...

Due della "La meglio gioventù"
s'intrattengono tra di loro e dice l'uno all'altro:-
Sono stufo di stare a Ceppaloni
me ne vado in Germania.
Pensa un po! Dopo aver fatto colazione , si beve champagna e poi si tromba. Nel pomeriggio ancora una volta champagna e poi si tromba e la sera di nuovo la stessa cosa, prima si mangia poi
si beve champagna e si tromba.
Dice l'altro Ceppaloni:-
..Ma come fai a saperlo, che ci sei stato?
No! Io non ci sono stato, ma mia sorella.

spo ha detto...

adesso che abbiamo distrutto il clEMENTE il nostro prossimo obiettivo è lui: "W" uolter veltroni!
Grazie alla forza di internet lo CANCELLEREMO!

ceciliametelladalmatica ha detto...

AHAHAH hai ragione Ema, un po di sano umorismo ci vuole..

erpiotta (quello vero) ha detto...

spo non ti sembra di starti montando un pò troppo la testa?!?!
mastella si è autodistrutto, mica penserai che 4 pippaioli su un blog misconosciuto possano contare qualcosa?

ceciliametelladalmatica ha detto...

er piotta non vedi che il commento non e' di spo? Lui scriverebbbe in grassetto nero..
Comunque internet lo ha effettivamente affossato mastella..non il blog da solo certo...ma per una volta l unione ha fatto la forza..
l' unica cosa che mi fa venire il mal di pancia e' DE MAGISTRIS..
Il post di travagli e' piu che chiaro..sentenza compresa...

motumbo ha detto...

de magistris infame!
andrai in galera in compagnia di 4 negroni omosessuali!

federico ha detto...

Aiuto, SPO, NP; aiutateci, non ci capisco piú niente!! Erpiotta clona SPO (il quale afferma di voler distruggere Veltroni), poi si fa clonare dal suo collega che dice al Piotta di non montarsi la testa ed ammette la distruzione del clEMENTE?!?!
Mirko, lanciami i componenti (chimici) come jeeg robot

Federico ha detto...

P.S.

ciao Ceci, scusa se non ti avevo salutata, ma sono un po' confuso

berluskasupremo ha detto...

berluska farà pulizia di tutta la monnezza
www berlusconi
www il pdl!!!

federico ha detto...

motumbo fai poco lo spiritoso, demagistris è una delle poche speranze d'italia

ceciliametelladalmatica ha detto...

Ciao Fede..scusa anche me..oggi sono stonata...concordo sulla speranza..il problema e' che quando e' morto GIOVANNI FALCONE c' era un cartello con scritto...qui e' morta la speranza di tutti palermitani onesti...
Voglio proprio vedere se votano lombardo...certo dopo che hanno votato cuffaro..ma sta sicilia quando fara' qualcosa per se stessa?

SPO ha detto...

confermo, non ero io lo spo di prima. Ora erpiotta si è evoluto: scrive il commento fingendosi me e poi si autorisponde dopo 20min...prima faceva tutto in un solo minuto. Bravo erpiotta, stai migliorando!
Un saluto a tutti

articolo21 ha detto...

Mattone su Mattone è una frase giusta...

Anonimo ha detto...

La Mastellata di oggi: "Siccome provengo da quella che è l'eredità della 'balena bianca', se qualche balenottero alla fine finisce male, pazienza. Prima o poi il percorso termina per tutti"

Speriamo sia la volta buona.
Le sue speranze di sopravvivenza, dopo che ha fatto di tutto per evitare leggi maggioritarie e aver fatto cadere un governo che qualcosa di buono ha fatto, si stanno riducendo al lumicino.
Hurrah!

Anonimo ha detto...

confermo che spo è un coglione

federico ha detto...

MASTELLA: ALLEANZA CON CASINI SOLUZIONE MIGLIORE
"Siccome provengo da quella che e' l'eredita' della 'balena bianca', se qualche balenottero alla fine finisce male, pazienza. Prima o poi il percorso termina per tutti". Sono parole dell'ex ministro della Giustizia Clemente Mastella (Udeur) ospite questa mattina del dibattito di Omnibus su LA7. Il segretario dell'Udeur, a proposito di un'eventuale accordo con l'Udc di Casini, ha poi concluso: "io continuo a ritenere che un'alleanza con Casini sia il processo politico piu' adeguato: trovarsi senza avere finte cautele o discriminazioni rispetto agli altri".

Vai clEMENTE, ci riprovi con la storia delle balene!! Hai ragione, l'alleanza con Casini, ma soprattutto con Cuffaro, Lombardo e possibilmente Dell'Utri é la cosa (marrone) piú logica! Peccato che neanche i mafiosi ti si caghino piú, e alla fine, sarai l'unica balena (ma io oserei dire che il leone marino ti si addice di piú) ad essiccare sulla spiaggia di Ammameth. Ricorda che prima o poi tutti i giuda pagano!!

Anonimo ha detto...

La meglio gioventù la sta candidando Water veltroni: De Sena, Serra,Finocchiaro,Rutelli etc.etc.etc............
E poi se ci pensiamo bene.cosa vuole ottenere, Water, candidando dei nomi eccellenti...rappresentare la legalità?
Devo ricordare a Water Veltroni, che l'ex prefetto De Sena ha lavorato in Calabria e non è mai successo niente nel suo periodo lavorativo,da quando si è allontanato , in Calabria è successo il finimondo....e allora?Perchè? Why...not?
I Calabresi non sono stupidi!!!!!
Water forse anche tu leggi troppo il fondo della tua tazza!!!!!!!!!

Tino

Anonimo ha detto...

weltroni sei una merda come e peggio di mastella!

Anonimo ha detto...

MULTATO IL PULLMAN VERDE DI VELTRONI
L'AUTISTA GUIDAVA SENZA CINTURE DI SICUREZZA

Non era neanche partito dal Circo Massimo verso la tappa odierna del del tour elettorale ad Ascoli Piceno, che il pullman verde di Walter Veltroni, ex sindaco della Capitale, è stato fermato e multato dai vigili urbani: 70 euro di ammenda perché il conducente non aveva le cinture di sicurezza allacciate.
E' accaduto in mattinata a Roma. Dopo 50 metri dalla partenza, all'altezza della Bocca della Verità, il mezzo è stato affiancato da due vigili e fatto accostare. Dopo un'attenta analisi dei documenti, i due tutori dell'ordine hanno stilato un verbale da 70 euro di multa per assenza di cintura allacciata da parte dell'autista, che ha invano cercato di spiegare che il pulman era appena partito. Al momento dell'accaduto il leader del Pd non era presente a bordo, impegnato nella presentazione del programma.

BRRRRRRAAAAAVO Veltroni,comincia a dare esempi di regole e legalità!

Anonimo ha detto...

Il prefetto Serra corre per Campania 2 La Carloni sarà candidata, ma solo in Emilia La moglie di Bassolino, eletta in Campania, potrebbe essere messa in lista nella sua regione di origine. Nicolais capolista al Senato STRUMENTIVERSIONE STAMPABILEI PIU' LETTIINVIA QUESTO ARTICOLO

Anna Maria Carloni con Rosy Bindi (Pressphoto)
NAPOLI — Il primo effetto De Mita sul Pd? Le dimissioni del nipote Giuseppe De Mita da segretario del Partito democratico irpino e di altri sette componenti dell'esecutivo, tutti ex Margherita. De Mita jr non solo sbatte la porta dinanzi al no di Veltroni alla candidatura del blasonato ex presidente del Consiglio, ma conferma anche una voce che nei giorni precedenti era trapelata. Ovvero di una sua candidatura, frutto della mediazione tra partito centrale e periferico. E prosegue: «Occorre una verifica di coerenza tra quello che la classe dirigente irpina del Pd ha messo in campo in questi mesi e ciò che è accaduto a Roma. Quello che sta uscendo allo scoperto è un modello di partito verticistico e non unitario che ha annullato il progetto condiviso di un soggetto politico federale che ascolta e segue i territori. Hanno espropriato la discussione e il confronto anche sul tema della classe dirigente».
Un addio quasi inevitabile. Certo. In famiglia. Certo. Ma non bisogna confondere gli uomini con i voti. Anche se, per ora, tutti i demitiani di spicco restano al loro posto, questo non significa per De Mita aver perso terreno e consensi soprattutto in un'area geopolitica precisa. Inoltre l'uscita di De Mita dal Pd potrebbe avere un effetto ancor più devastante nel partito stesso. Per quale motivo Veltroni avrebbe rinunciato ad un padre sì scomodo, ma nobile della Repubblica italiana e dovrebbe farsi carico invece delle sue gemme? In molti, in Campania, si sentono tra color che son sospesi. Non è il caso del segretario regionale Tino Iannuzzi, dai più considerato un demitiano doc, ma forte del clamoroso successo delle primarie e anche una presa di distanza netta da «tutte le scelte che avvengono fuori dal partito». Sulle dimissioni di Giuseppe De Mita ufficialmente non dice nulla, ma da ambienti a lui molto vicini trapela quanto Iannuzzi si sia battuto per la candidatura di Ciriaco De Mita, ma mai e poi mai abbia mediato presentando altri nomi. Negli scenari elettorali possibili il più temuto, sicuramente il più bello, sarebbe lo scontro al Senato tra il capolista della Rosa bianca Ciriaco De Mita e il capolista (da ieri perché lo ha annunciato) del Pd Luigi Nicolais. Uno scontro durissimo, che farebbe molte vittime. Ancora una volta nel Partito democratico. Per esempio il capogruppo in consiglio regionale del Pd Mario Sena per chi dei due farebbe la campagna elettorale? Una questione non da poco.
Di certo è che la rivoluzione veltroniana sinora non ha risparmiato nessuno. E pare che il repulisti prosegua. Con ogni probabilità in Campania non saranno date deroghe per alcun parlamentare. Si chiami De Mita o Brutti o Ranieri. Forse la senatrice da riconfermare Anna Maria Carloni non sarà candidata in Campania, ma tornerà nell'avita Emilia, così da lasciare un posto libero per un'altra bindiana, Franca Chiaromonte. Per l'area Letta pronto un posto o per Eugenio Mazzarella o per Anna Rea. Tra le new-entry da segnalare quelle più accreditate: Enzo Amendo-la, Pina Picierno, Annamaria Parente e Luisa Bossa. Poi una voce eclatante, che dà il segno di quanto Campania e Calabria in questo momento siano accomunate da uno stesso, ingrato destino: tra inchieste giudiziarie e emergenze profonde. Dopo l'ok in Calabria del superprefetto Luigi de Sena a guidare la lista del Pd al Senato, appare meno bislacca la voce che vuole capolista in Campania 2 il prefetto Achille Serra. Che, sebbene in passato sia stato corteggiato da Fi, gode di stima profonda da parte dell'ex sindaco di Roma con cui il prefetto Serra ha lavorato, gomito a gomito, negli ultimi anni.

Simona Brandolini



E LORO ANCORA INSISTONO!
MA QUANDO PERDERANNO LA FACCIA?
QUELLA ANTERIORE E' PERSA DA TEMPO....RIMANE QUELLA POSTERIORE, PIU' DIFFICILE DA PERDERE!!!!!!

Angelo

tricolore ha detto...

bellesempio di legalità ... questi comunisti del cazzo dicono legalità e poi non si mettono nemmeno la cintura ... uolter vai a cagare!

La Meglio Gioventù ha detto...

Noto con piacere che avete abbassato la cresta. Bene. Sappaite che i giovani dell'Udeur non si faranno mangiare in testa da nessuno.
Uniti per una nuova giovane Italia!

Anonimo ha detto...

Sandra Lonardo Mastella
è stata sospesa da ogni carica.

Il provvedimento, pubblicato oggi sulla gazzetta ufficiale, riguarda la carica di consigliere regionale e di presidente del consiglio regionale della Regione Campania. Sospesi anche altri 4 esponenti Udeur.

ROMA, 26 febbraio 2008 - Come prevede un decreto del presidente del Consiglio pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale, la moglie dell'ex ministro Mastella, Sandra Lonardo, è stata sospesa dalla carica di consigliere regionale e di presidente del consiglio regionale della Regione Campania.

Sospesi anche - grazie allo stesso provvedimento - Nicola Ferraro e Fernando Errico dalla carica di consigliere regionale della Campania e Andra Abbamonte e Luigi Nocera dalla carica di assessore regionale. Si tratta di esponenti dell'Udeur coinvolti nell'inchiesta su presunti condizionamenti di appalti.

IL DECLINIO DI UNA GRANDE FAMIGLIA!

Anonimo ha detto...

x Erpiotta, la meglio gioventú

www.cercolavoro.com

Anonimo ha detto...

PARENTOPOLI IN CALABRIA

La magistratura indaga sulle assunzioni familiari, 200 posti sotto esame.
Anche Rifondazione e' dentro fino al collo allo scandalo
All'indomani delle dimissioni di Egidio Masella, assessore al Lavoro del PRC alla Regione Calabria, che il 25 ottobre è stato costretto a rinunciare all'incarico perché tra lo staff del suo assessorato aveva assunto anche la moglie, l'avvocato Lucia Apreda, la procura di Catanzaro ha aperto un'inchiesta sulla scandalosa vicenda della "parentopoli" calabrese.
Il reato ipotizzato per le oltre 200 assunzioni di familiari, parenti, amici e amici degli amici operate nel corso degli ultimi anni sia dalla maggioranza uscente di "centro-destra" che dalla nuova maggioranza di "centro-sinistra" è di abuso d'ufficio.
Per il momento sul registro degli indagati non figurano nomi. Ma nell'inchiesta, delegata al reparto operativo dei carabinieri di Catanzaro, figurano già numerosi documenti e testimonianze relative alle assunzioni di centinaia di ex Co.co.co avvenute per chiamata diretta in base ad un unico requisito: essere un familiare, parente o amico di uno dei 50 eletti nel Consiglio regionale.
Insomma un verminaio di clientele in cui il PRC non solo è dentro fino al collo, ma costituisce uno scandalo nello scandalo. Basti pensare che Rifondazione ha incaricato il consigliere regionale Nino De Gaetano di "raccogliere la documentazione necessaria per istituire commissione d'indagine". Il carattere dell'iniziativa appare a dir poco ridicolo, dal momento che Masella ha ammesso tutte le sue responsabilità: si dà il caso che lo stesso De Gaetano è coinvolto nello scandalo in quanto ha assunto il fratello di sua madre, zio Gregorio, come autista personale.
La "parentopoli" calabrese nasce nel 2002 quando l'allora giunta di "centro-destra" guidata dal forzista Giuseppe Chiaravalloti approvò una legge, la numero 25, meglio nota come la "legge dei parenti" con la quale furono assunti negli uffici regionali, nei consigli di amministrazione o negli organi equiparati degli Enti pubblici, delle Asl o nelle società di diritto pubblico o privato controllate o partecipate dalla Regione centinaia di persone in gran parte familiari, parenti, amici e amici degli amici di assessori e consiglieri con incarichi di portaborse, assistenti, responsabili tecnici, autisti, uscieri, ecc.
Il 27 maggio scorso la nuova maggioranza di "centro-sinistra", alla guida della Regione Calabria dopo la vittoria delle elezioni del 3 e 4 aprile scorsi, invece di battere il clientelismo e moralizzare il palazzo della Regione come promesso in campagna elettorale, ha votato una delibera, la numero 6, la cosiddetta "legge di spoils system" come la chiama Loiero, con cui sono state azzerate tutte le nomine della vecchia amministrazione regionale e, al posto dei parenti e amici di Chiaravalloti e del "centro-destra" ha dato il via libera all'assunzione "fiduciaria" di altre centinaia di familiari, parenti, amici e amici degli amici di Loiero e del "centro-sinistra". Si tratta di una media di circa 6 nomine per ogni consigliere che moltiplicata per i 30 eletti del "centro-sinistra" si arriva a circa 180 "nuove assunzioni".
La legge prevede infatti che ognuno dei 50 consiglieri eletti, assessori, presidente e vicepresidente del Consiglio regionale ha "diritto" ad avere uno staff composto da un minimo di 4 fino a 7 persone. Lo stipendio va da un minimo di 2.800,28 a un massimo di 5.856,61 euro lordi che moltiplicati per le oltre 200 assunzioni parentali su cui sta indagando la magistratura catanzarese costituisce un altro autentico furto dalle tasche delle masse calabresi costrette a pagare fior di stipendi non solo a Loiero e a tutti gli eletti nel Consiglio regionale ma anche ai loro familiari, parenti, amici e amici degli amici.
Altro che "moralizzazione delle scelte, mutamento radicale di indirizzo, azioni di bonifica sociale e culturale"; altro che "lavorare per una Calabria diversa, dove si affermino regole e non privilegi" di cui ciancia il neogovernatore democristiano della Calabria Agazio Loiero in un fondo su "l'Unità" dell'1 novembre; lo scandalo delle assunzioni dirette operate da assessori e consiglieri regionali a favore di familiari, parenti, amici e amici degli amici conferma che, al pari della precedente maggioranza di "centro-destra", anche le cosche parlamentari del "centro-sinistra" che hanno vinto le elezioni, hanno trasformato il Consiglio e la Giunta regionale calabrese in una grande "famiglia".

QUESTO SIGNIFICA FARE PARTE DI UNA GRANDE FAMIGLIA.......E' TUTTO UN MAGNA MAGNA!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

PARENTOPOLI AL FORO COSENTINO

Cosenza: Angela Napoli di An ha chiesto un'ispezione ministeriale

Morrone è d'accordo: «Fare luce su strani episodi»

COSENZA - Angela Napoli, chiede un'ispezione ministeriale presso il tribunale di Cosenza. Dopo il servizio del settimanale "L'Espresso", che si è occupato della questione parentele nel palazzo di Giustizia cosentino. La deputata di An, componente della commissione nazionale antimafia, con una specifica interpellanza, chiede al ministro della Giustizia, di mandare gli ispettori al tribunale di Cosenza, per accertare se vi sia o meno l'ipotizzata "parentopoli" ovvero l'intreccio di parentele fra magistrati, politici e imputati, situazione che avrebbe condizionato vari processi penali e civili. Si sollecita, dunque, un'ispezione "per accertare l'esistenza di situazioni di potenziali incompatibilità a carico di magistrati in servizio presso
quel tribunale".[...]

18/01/2007

GUARDATE BENE LA DATA!
Siamo nel 2008 e che cosa è successo......HANNO MANDATO VIA L'UNICO MAGISTRATO CREDIBILE!

Luca ha detto...

Insinuo un dubbio: e se la meglio gioventu fosse proprio il nostro beneamato DEMENTE MASTELLA?
ora che ha abbandonato il suo blog e che ha molto tempo libero perche' non e' piu' ministro e non ha piu' speranze di diventarlo e forse neanche di diventare senatore ...

La Meglio Gioventù ha detto...

Dopo il contenimento del regime, che se lasciato senza freni avrebbe fatto terra bruciata del nostro bel paese, la vendetta mafiogiustizialista dei bioardi rossi non si fa attendere e ha il ritmo della mattanza.

Il cosi detto magistrato de magistris lancia la prima pietra palesando chissà quale reato commesso dal Ministro di Grazia e Giustizia. Subito dopo arrivano le inchieste bizzare di un mafiogiudice, del quale non pronuncio neanche il nome, che accusa mezzo Udeur e addiritttura arresta la gentile Consorte del Ministro. Siamo al golpe. A quel punto i giovani Udeur fanno prontamente quadrato intorno ai loro ufficiali , respingendo coraggiosamente le accuse nemiche e ribattendo colpo su colpo. La Giovane Guardia Udeur non cede di un millimetro e sorregge il partito nella storica seduta al Senato che segnerà la disfatta definitiva dei mafiogiustizialisti e il trionfo della Legalità.
Per i farabutti che hanno malgovernato fino a ieri è la rotta. L'ultima carta giocata dal bole Presidente della Repubblica ex comunista perennemente ricattato dall'ala ultraradicale e xenofoba del governo non funziona e la coalizione si sfascia.
Udeur vince!
Questo è un paese meravilgioso, che alla fine sa chi premiare e chi punire.
Udeu vince!

ceciliametelladalmatica ha detto...

Questo o e' pazzo o ci sta prendendo per il culo..non oso pensare che creda davvero alle stronzate che dice...

Luca ha detto...

Si sono convinto che la meglio gioventu e' il nostro DEMENTE che ormai farneticha dalla rabbia di non esere passato ad essere l'ago della bilancia con enorme potere ricattatorio, a nullita' politica scansato anche dei suoi cuginetti democristiani Casini e Tabacci, che al contrario di lui un minimo di etica ce l'hanno...
Udeur vince? ma ci spieghi in cosa che ormai neanche l'MPA si allea con voi??

Ema ha detto...

La meglio gioventù bruciata, sono 3 le procure che indagano sul ceppalonico, non solo catanzaro.
Eh eh eh, mi raccomando la precisione!!! Non si può fare lavaggio del cervello se non si è precisi nei fatti!!!! Mi meraviglio di te...
Forse stavi guardando talmente tanto al futuro, che hai dimenticato il presente... Bada, che i detrattori dell'udeur si aggrappano a questi cavilli.. Non dare la possibilità alle cose rosse, nere o bianche di screditare la COSA MARRONE!!!!!

MIRKO ha detto...

Molto bella la recensione del film di fantascienza UDEUR VINCE stilata dal nostro amico Il MEGLIO DELLA GIOVENTU'pochi post addietro.
Ebbene, anch'io mi sento di poter contribuire a questo forum di discussione con:

"Terminator è un film di fantascienza del 1984, diretto da James Cameron, primo di un fortunato ciclo cinematografico.
È stato interpretato (anche nei suoi due seguiti) da Arnold Schwarzenegger. L'attore di origine austriaca, dopo essersi fatto conoscere con Conan il barbaro, grazie a questo ruolo divenne una star hollywoodiana."

Non so quale dei due abbia una maggiore trama inventiva, comunque al momento sono due perle imperdibili.
Per collezionisti.

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti!

Torno ora da una riunione e ho letto gli interessanti post di oggi, soprattutto quelli del signore che si firma "lamegliogioventù". Ho capito con grande rammarico e con un po' di nostalgia che non può trattarsi del nostro caro Ceppaloni, perché la verve comica del nostro amatissimo ha poco a che fare con il patetismo di fondo del nostro nuovo amico.

Secondo me costui fa uso di droghe pesanti.
Oppure è il figlio di Mastella.
Oppure sua moglie.
Mastella medesimo non può essere, visto che il blogger misterioso scrive in italiano con una certa proprietà, anzi è quasi poetico nel suo delirio.

Dai, Lamegliogioventù, facci capire chi sei.
Si accettano scommesse.
Secondo me trattasi di Elio Mastella, l'ingegnere da 1800 euro al mese.
Ciao
Simo

MIRKO, no faith ha detto...

SI PREPARAVA AL COLPO DI STATO??
tradotto con bablefish


TIMES-26/02/2008

"...inoltre inquietanti retroscena compaiono a cospetto dell'apparente "morte" dell' UDEUR, partito di CENTRO creato dal Senatore Mastella. Pare che l'ex ministro di grazia e giustizia italiano, vistosi con le spalle al muro, abbia tentato fino all'ultimo di rovesciare lo status attuale dell'Italia con un golpe orchestrato da lui stesso ed eseguito dai suoi militanti , i Giovani dell'UDEUR. Ma il piano è fallito all'ultimo momento perchè, astando a quanto dichiarato da un agente segreto italiano, "al momento di partire con le operazioni molti Giovani si sono assentati perchè avevano da fare i compiti per il giorno dopo".
Comunque per l'Italia si presentano periodi bui e scenari complessi come negli anni '70, quando una serie di attentati..." continua.

savoka ha detto...

x simo delle 17.00:
guarda che 1800 euro al mese sono uno stipendiuccio da morti di fame ...

tricolore ha detto...

il partito "democratico" sono i comunistelli spaccavetrine travestiti ... VERGOGNA!

Anonimo ha detto...

Caro Savoka,
sono felice che tu prenda molto di più dei 1800 euro di Elio Mastella.
Sei per caso Pellegrino Mastella, pagato con denaro pubblico per scaldare la sedia in un Ministero?
Simo

Anonimo ha detto...

x savoka,
ti rispondo al posto di simo (non che lei non possa farlo benissimo) che 1800 euro sono quello che ha detto il figlio del ceppalonico nel famoso filmato, quindi era solo una citazione. detto ciò, saranno pure uno stipendio di fame ma è precluso a molti, compreso il sottoscritto che mantiene una famiglia di 4 persone con i figli non ancora all'università.

tokm i pall

federico ha detto...

ROMA - Ai tempi di Achille Lauro il voto si vendeva per un paio di scarpe (rigorosamente una prima e l'altra dopo le elezioni). Ora la mercificazione dei voti si adegua ai tempi e finisce su e bay. In realta' e' "newechoes", un "cittadino italiano deluso e schifato" dai politici, a cedere al miglior offerente il proprio diritto per il 13 aprile. E l'intento provocatorio e' ribadito anche dall'esiguita' della base d'asta: appena un euro. L'ignoto venditore assicura che nei 19 anni passati il suo voto e' stato sempre "usato con coscienza e coerenza". Per fare un'offerta c'e' tempo fino alle 12.46 del 7 marzo. Avvertito chi e' a caccia di consensi, magari per superare la soglia di sbarramento.

Vai clEMENTE, non tutto é perduto, fai una bella offerta, ma digli al tuo ex amico psiconano di nonrilanciare, sennó ti tocca vendere la cozza!

Anonimo ha detto...

Chi lotta alcuni poteri di malaffare e di malapolitica, non può schierarsi e candidarsi politicamente.
Mi verrebbe oggi da pensare che molte cose successe in Calabria sono state insabbiate per tutelare gli amici.
Così facendo ci hanno tolto la speranza di credere esistono itituzioni sopra le parti.
De Magistris aveva toccato i poteri forti e lo hanno allontanato, De Sena ha (forse)coperto i suoi amici e lo hanno premiato.

Carlo (CZ)

La Meglio Gioventù ha detto...

Non ci fermerete più.

In Italia la vera democrazia, intesa come il governo dei molti, non c'è mai stata. Nonostante le "grandi menti" degli anni sessanta, prima dello scempio sessantottino, avessero posto le basi per uno Stato stabile e finalmente libero, il golpe giustizialista-giacobino del 1992, chiamato volgarmente tangentopoli, di fatto tranciò via i germogli piantati dai Padri Fondatori. In mezzo alle tempeste polpottiane dei giustizialisti fanatici e xenofobi, emerse , intorno al 1994, una figura nobile che raccolse l'eredità dei Grandi. Un uomo che seppe cogliere e rimettere in giuoco quelle forze stuprate dagli assetati di sangue togati in rosso. Quell'uomo era Clemente Mastella. Grazie a lui l'asticella della speranza in questo paese è stata spostata qualche centimetro più in alto. Grazie a lui il concetto di Libertà e Giustizia ancora esiste ed è praticabile dalle menti lucide e non manipolate dai media.
I Giovani dell'Udeur sono pienamente coscienti di questo fatto storico e non si faranno fermare dai rigurgiti giusnazisti delle masse fameliche che oggi riscuotono tanto successo nel paese. Questo blog dedicato interamente a lui serva da testimonianza. A parte qualche commentatore brufoloso che scrive ingiurie -per ignoranza più che per talento- l'orientamento generale è decisamente a favore. Notiamo con piacere, noi Giovani Udeur, che le analisi riportate qui colgono grosso modo nel segno e riconoscono un giusto tributo all'Udeur tutto e al suo sforzo generazionale.
Forza Amici che arriva la Meglio Gioventù e finalmente riparte il paese!

Anonimo ha detto...

Voi " La meglio della gioventu"
Mi permettete?
..Ma andate a prenderla nel culo voi e il vostro Boss, e non state a rompere i coglioni qui'.

La Meglio Gioventù ha detto...

Chi non ha argomenti usa la clava dell'insulto, ma non fa un passo.
E' per questo che noi saremo sempre al governo, e voi sotto. A servirci i pasti. Camerieri.

Udeur e la sua Meglio Gioventù vince!

Ema ha detto...

Caro La meglio gioventù, ancora mi cadi in errori e imprecisioni!!! Ma insomma!!!!!
Qua c'è gente che si sta facendo il mazzo per la COSA MARRONE e tu rovini tutto con le tue imprecisioni??????????
Guarda che se non la smetti la COSA MARRONE ti caccia, bada!!!
Tangentopoli non è stato un golpe giustizialista. Tangentopoli era il nome dell'inchiesta che ha scoperto la corruzzione di determinate cariche istituzionali. Quello che tu chiami golpe-giustizialista è venuto a seguito di tabgentopoli....
Guarda che così non va bene, o ti metti a studiare bene la storia e i fatti, oppure i GIOVANI MARRONI e anche un po' a chiocciola saranno costretti a mandarti a quel paese, come ha fatto anonimo delle 9.38, evidentemente stufo dei tuoi continui errori.....

La Meglio Gioventù ha detto...

Cara Ema,

golpe giustizialista non lo chiamo io ma la storia. Di fatto una intera classe politica raffinata e portatrice di veri ideali incorruttibili fu spazzata via dai magistrati comunisti. Tangentopoli fu un invenzione per il popolo bue. Un innesco liguistico ideato per far deflagrare la bomba dell'odio delle masse frustrate contro una classe dirigente di prim'ordine. Di ordine certamente superiore rispetto a quello dei suoi rappresentati. Questo per quanto concerne la storia, che non è un opinione ma si fonda su fatti; e non pugnette come pensate qui.
Dopodichè va da se che se la Cosa Marrone si dimostrerà ostile nei confronti dei Giovani Udeur (come tu fai palesare nel tuo post), allora sia chiaro che perderebbe il diritto di fregiarsi del glorioso simbolo, e se non dovesse bastare un altolà amichevole, ci riserveremo il diritto di intervenire nelle sedi più opportune.

Cordialità
La Meglio Gioventù che avanza come una marea purificatrice.

MIRKO ??? ?????????? ha detto...

PENNARELLI

Ieri sera mentre mia morosa mi parlava, io come fanno tutti gli uomini annuivo e intanto pensavo ad altro.Il mio pensiero era rivolto in quel momento alle varie azioni che avrei potuto compiere armato del mio pennarello PENTEL FELT nero a punta grossa.Tra le tante azioni di sabotaggio , tipo quella già raccontata ieri, me ne sono venute in mente molte su Bellachioma e Casini .E anche bastarde. Poi ho pensato: e se comparisse lui, il clEMENTE, cosa potresti scrivere?? Beh, l'unica cosa che mi è venuta in mente è: "TI VOGLIO BENE". Ormai mi è entrato nel sangue, se mai dovesse scomparire dalla vita politica credo che mi mancherà molto.In fin dei conti a parte qualche indulto e qualche raccomandazione qua e là, a lui dobbiamo alcuni momenti indimenticabili.Momenti che rimarranno nella storia. Ed è per questo che in questo momento, forse per un atto di pietà, sto veramente pensando di impugnare la tessera elettorale (dopo 13 anni di disuso) e recarmi ai seggi per votare LA COSA MARRONE.
Credo che sia un bel gesto di solidarietà, come quando a 20 anni adottai un cane zoppo al canile che nessuno prendeva.
Ci sto pensando.
E sto male dentro, perchè una parte di me dice che non dovrei farlo.
Ma in me c'è del buono.
Forse passare al LATO OSCURO della COSA MARRONE poi non è così male.
Mi chiedo solo se una volta che ci sarò dentro potrò in qualche modo uscirne.
In fin dei conti,comunque,quando è fino al collo si respira ancora.

ceciliametelladalmatica ha detto...

Mirko sono commossa...devo dire piu per il cane zoppo che per la cosa marrone...

Ma dopo il tuo toccante intervento...forse anche io impugnero la tessera elettorale..

Non lasciamo morire la cosa marrone!!!!


P.S. Come si chiama il cagnone?

ceciliametelladalmatica ha detto...

Cat ma dove sei finito????
Ci manchi...

mattia ha detto...

Oh Mirko,
è quello che dicevo io ieri,
votare la cosa marrone per noi del
blog è diventato quasi un dovere.
Perchè "noi" glielo dobbiamo per quello che ha fatto per noi,
mi torna in mente quando anni fa in germania ha inscienato quella incredibile pantomima ineguagliabile....
O quando ha letto quella poesia che lui credeva di Neruda.....

mattia ha detto...

O quando ha partecipato ad annozero
andandosene a metà serata....
O quando a preso l'aereo di stato per andare a vedere il gran premio....

savoka ha detto...

siete tutti delle merde
MASTELLA VINCE!

MIRKO ha detto...

CECILIA

Il cane si chiama SHANKA, perchè è sciancata...
Poi ho una tartaruga d'acqua di 4 anni che ho chiamato Wilson, perchè le parlo sapendo che non mi capisce, come il pallone di Tom Hanks in Castaway...
Generalmente mi avvicino a lei e comincio a fischiettare un motivetto dei Wolfsheim, e lei allunga il collo per ascoltare.
L'altro ieri mi sono avvicinato e le ho fischiettato UDEUR VERRA'.
Ha tirato in dentro il collo così rapidamente che le è venuto un colpo di frusta.
Ora ha il collarino.

ceciliametelladalmatica ha detto...

Mirko ti giuro che se non fossi gia accoppiata ti verrei a cercare...sei il mio ideale di uomo...ciao mattia...partiamo con la campagna pro cosa marrone...che mondo sarebbe senza mastella...

Anonimo ha detto...

sto facendo la campagna elettorale per il pdl, l'unica salvezza della nazione!
saluti cat

La Meglio Gioventù ha detto...

X Mirko

E' terribilmente crudele violentare in questo modo gli animali al solo scopo di screditare il futuro gruppo dirigente italiano. Se hai veramente rotto il collo alla tua tartaruga per dimostrare che rifiuta il nostro inno sei da arresto immediato.
E poi l'Udeur verrà è un gran bel inno. Non ci crede nessuno che il tuo animaletto si sia torto il collo per un pezzo d'artista del genere.

ceciliametelladalmatica ha detto...

Piantala anonimo..cat al massimo farebbe la campagna per il partito della gnocca..

Ema ha detto...

Mirko, mi hai commossa. Io contrariamente ho sempre impugnato la tessera elettorale, e quest'anno invece stavo pensando di venderla su e-bay come stanno facendo in molti...
Ma dopo il tuo post.... Mi si è incrinato il cuore...
Se poi sulla scheda non ci sarà la COSA MARRONE, la disegnerò io con un bel pennarello e poi ci farò la croce sopra...
Grazie, grazie per aver riacceso in me quel senso di dovere civico che dovrebbe contraddistinguerci tutti!!!
X la meglio gioventù: per fortuna che ci sei tu che, cazzo, di fatti te ne intenti!!!!

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti!

Intanto vorrei manifestare la mia solidarietà alla tartaruga di Mirko, prego il suo padrone di portarla subito dall'ortopedico sperando che riesca a tornare in salute dopo lo shock subito. Tu però Mirko queste cose non le devi fare, far ascoltare l'orrendo inno dei giovani dell'UDEUR a un povero animaletto indifeso... Guarda che ti denuncio al WWF!!!!

E poi vorrei farvi notare che colui che si firma Lamegliogioventù è il più gran burlone della storia di questo blog.
Lo dimostra la sua frase: "E poi l'Udeur verrà è un gran bel inno. Non ci crede nessuno che il tuo animaletto si sia torto il collo per un pezzo d'artista del genere."

E' chiarissimo che sta scherzando, ci sta pigliando tutti in giro! Non crederete veramente che sia un vero sostenitore del clEMENTE!
E' un buontempone.
Se no è veramente il figlio di Mastella...

Ciao!
Simo

Anonimo ha detto...

Ciao Ceci,
mi sa che il nostro Cat è in vacanza con qualche morosa.
Come giustamente hai fatto notare, quello delle 11.39 è un clone.
Certo che se Cat fondasse veramente il Partito della Gnocca potrebbe dare del gran filo da torcere a Mirko e al suo Partito dei Paninari...
Però che bella gara sarebbe!
Altro che Veltroni e il nano...

Simo

MIRKO ha detto...

x LA MEGLIO GIOVENTU' BRUCIATA

In effetti io sono con te nel sostenere che l'inno è molto bello.O almeno è molto meglio del secondo singolo uscito.In effetti mi sembra strano che la mia tartaruga non abbia apprezzato.Molto probabilmente non è stata colpa dell'inno in sè, ma dell'alito da cane da caccia che avevo l'altro ieri.Fischiettandole sul coppino probabilmente l'ho investita col mio humus biliare e ciò deve averla fatta ritrarre bruscamente.
Comunque l'ho portata dal veterinario e mi ha detto che con una dieta bilanciata di gamberetti ed aulin dovrebbe guarire in 12 anni (le tartarughe sono lente in tutto).
Come dici tu probabilmente la causa è da imputare a fattori esterni alla melodia del brano.
In effetti se ci penso bene mia morosa ha spesso la cervicale...e ci baciamo gran poco ultimamente.
Beh, vi saluto:vado a spararmi l'insalata di maionese e crauti alla mensa aziendale.

UDEUR VINCE!!
Anche se andrebbe bene un pareggio in casa in sto momento.

La Meglio Gioventù ha detto...

Mirko!

Intanto Udeur vince anche a te, ma la prossima volta aggiungi Giovani Udeur vince, è più efficace e moderno, fidati.

Ora, secondo me nel considerare le varie cause che hanno potuto concorrere a questa distorsione, mi pare di capire che il fatto si è ridimensionato, della tua fedele tartaruga dovresti considerare questa: è molto ma molto probabile che il tuo animaletto, preso dalla foga dell'irresistibile ritmo dell'inno, un fox-trot scatenato con sottofondo jamme-jà, dicevo è molto probabile che l'anfibio scudato (come l'Udeur!), si sia slogato il collo in un tentativo di pogare andato a male. In poche parole Mirko, l'animaletto stava ballando il nostro bell'inno e tu invece di lamentarti dovresti andarne fiero.
Sappi che se non dovesse sopravvivere lo iscriveremo alla lunga lista dei martiri Udeur.

Buon appetito e buon Udeur a tutti.

Lucignolo ha detto...

Per me "la Meglio Gioventù" altri non è che il Mirko stesso.

Anonimo ha detto...

Lucignolo, ti é andato lo srtorace di traverso stamattina? Fai il piacere, vai sulla tazza con la migliore gioventú Udeur e lasciate che la cosa marrone si liberi da voi!

Anonimo ha detto...

ciao a tutti
sono appena tornato dalle vacanze sulla neve e sono parecchio impegnato ma ho letto qualche post arretrato. Ovviamente Ceci e Simo hanno ragione, io fonderei il partito della Gnocca anche se ultimamente non "intrallazzo" piu' di tanto (sara' l'eta'?) ma mi tengo le donnette che ho a disposizione. Non saro' in Italia se le elezioni saranno il 13 aprile, quindi non voglio fare campagne politiche etc. La cosa divertente e' che a Cortina c'erano veramente dei Giovani Udeur, tutti eleganti, con una certa parlantina, educati e veramente convinti delle capacita' e dell'onesta' del Ceppy ed era divertente starli ad ascoltare. Appena ho parlato loro di questo blog si sono adirati additando i bloggers di questo sito come dei mascalzoni che non riconoscono la verita' dalle macchinazioni politico-giornalistiche. Il problema e' che questi ragazzi mi sembravano i "testimoni di Geova" per la loro cocciutaggine, ma chi conosce la verita' fino in fondo? A chi e' stato fatto i llavaggio del cervello? A noi o a loro?

ciao Cat

P.S. vedo che hanno clonato pure N.P.!!

Ema ha detto...

C'è per esempio Mastella che gli [a Silvio] manda messaggi strazianti: «Restiamo uniti, non facciamoci del male». Gli avevan promesso 20 deputati e 10 senato­ri se faceva cadere il governo. Lui ha eseguito, ma ora è ridotto a tenere riunioni al bar con i pochi parenti e amici rimasti a piede libero (gliene arrestano un paio al giorno), in attesa di una chiamata che non arriva. Intanto fa le ordinazioni: «Ragazzo, un Campari e tre collegi sicuri. E la chiudiamo lì». Lo trattano come un rifiuto tossico-nocivo. Ma in suo favore, oltre al Vaticano, si stanno spendendo Lino Jannuzzi e Mario Borghezio, che da pregiu­dicati (diffamazione e incendio doloso) godono di un certo credito. Magari, dopo opportuno trattamento in termovalorizzatore, un posto a Clemente glielo trovano. Semprechè Lega e An non facciano storie. Perché Fini, ieri, ha dichiarato che «se uno è indagato o, a maggior ragione, condannato per reati particolarmente odiosi, come la corruzione, o che abbiano a che fare con l'associazione mafiosa, opportunità vorrebbe che nelle liste ci fosse più rigore e più scrupolo: in attesa di sentenza definitiva, si può anche saltare un giro».

Povero clEMMY, me lo immagino in mezzo alla strada, con una tazza a forma di cozza in mano che elemosina collegi e poltrone!!!! Che immagine straziante, quasi peggio degli animali randagi magicamente spariti dalle strade di Pechino.....
Possiamo fare qualcosa per lui, oltre a votare la COSA MARRONE???

MIRKO ha detto...

x LA MEGLIO GIOVENTU' BRUCIATA

Ora che mi ci fai pensare...Però trovo strano che le piaccia il fox-trot jamme-jamme. In genere si rilassava coi Wolfsheim, che fanno musica elettronica melodica tedesca.Allungava il collo e io le grattavo il sottogola. Possibile che un'anfibio così pacato,composto e sensibile, possa essersi tramutato in uno scatenato pogatore tanto da causarsi una lesione di tal portata??Può l'inno UDEUR VERRA' avere questi poteri??
A questo punto non mi resta che ammettere che tale brano è così bello che persino il mondo animale ne apprezza il ritmo.
Ma come tutte le cose che rasentano la perfezione, UDEUR VERRA' ha un lato di perdizione che non credo passerà inosservato.
Spero che il Vaticano non apra un indagine deontologica su questo pezzo.Spero che non giunga mai alle loro orecchie inquisitorie.
Vedere il Tedesco che pogando saluta la folla e poi ci si getta sopra dalla finestra di piazza san.pietro a 'mo di rock star potrebbe essere racapricciante.

UDEUR GIOVANI VINCERA', anche se i bookmakers la danno 24 a 1.
IO SONO CON TE!

Surkampf ha detto...

Fammi un po capire Cat; un minuto fa stavi a Cortina, qualche settimana fa in Angola, poi de qua poi de là sempre a zompare in vacanza, sempre a non fare un cazzo, sempre con la pancia all'aria, sempre all'estero, sempre in vacanza.
Francamente gli italiani sono stufi di essere presi per il culo da gente come te. Evasori ed elusori fiscali, nullafacenti che pontificano vivendo sulle spalle della comunità. Parassiti con la puzza e la striscia di coca sotto il naso.
Piccoli briatori aspiranti bilionaire c'avete veramente rotto.
Meglio i mastella ai finti "bravi italioti" come te.

Anonimo ha detto...

Bentornato Cat,
noto con piacere che stai mettendo la testa a posto, invece del partito della Gnocca potresti fondare quello dei Don Giovanni Pentiti...! :-)

A parità di intelligenza (nulla) e di capacità di discernimento (mai esercitata), credo che i Testimoni di Geova subiscano un vero e proprio lavaggio di cervello, ai giovani Udeur invece più che lavaggio di cervello penso facciano un elettroshock, altrimenti proprio non si capisce come possano ancora credere che il clEMENTE sia la speranza per il futuro.

Se no c'è una terza possibilità: visto che ormai sono rimasti in pochissimi, per il clEMENTE non è un gran investimento il regalino per tutti: chi si merita un Rolex tarocco, chi una confezione di torroncini scaduti, chi un posto come spugnetta per francobolli al comune di Ceppaloni, chi invece (ma solo ai più motivati) una poltroncina di portinaio in un Ministero.
Sarebbe stato carino chiedere ai frequentatori di Cortina dell'UDEUR qual'era la loro motivazione...!

Chissà come sei abbronzato!
Ciao
Simo

Anonimo ha detto...

Processo Loiero: Pm riformula capi d'imputazione.

martedì 26 febbraio 2008

Il sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro Salvatore Curcio ha presentato oggi, al giudice per le indagini preliminari l'integrazione dei capi di imputazione per il procedimento giudiziario a carico, tra gli altri, del presidente della Giunta regionale, Agazio Loiero. In particolare, l'inchiesta avviata dal pm Luigi De Magistris, attualmente in ferie, avrebbe portato alla luce , in questo specifico filone, un'ipotizzata associazione per delinquere finalizzata a dirottare appalti della sanita' nelle mani della societa' Ital Tbs. Nell'ultima udienza, il gip aveva chiesto al pm di integrare i capi di imputazione relativi alle gare di appalto per i servizi relativi alle strutture sanitarie Mater Domini di Catanzaro, Crotone, Locri e Reggio Calabria, mentre il giudice per le indagini preliminari aveva ritenuto corretti i capi di imputazione riferiti alla gara di appalto per la manutenzione delle apparecchiature elettromedicali dell'ospedale Pugliese di Catanzaro. Oggi, dunque, il pm Curcio ha presentato le spiegazioni, in attesa della prossima udienza. Il quadro ricostruito dal pm De Magistris vedrebbe al centro dell'inchiesta un patto illecito che, grazie al contributo garantito dalle funzioni svolte da Loiero, avrebbe consentito agli imprenditori della Ital Tbs spa di accaparrarsi gli appalti. Il presidente della Regione e' indagato nella sua qualita' di presidente della Regione, ma anche in riferimento a vicende avvenute nell'aprile del 2005, prima, dunque, delle elezioni regionali. (AGI)


Cosa ha fatto De Sena e company quando controllavano il territorio?

Anonimo ha detto...

surkampf
io abito e lavoro in Inghilterra (e posso pure votare qui). In angola sono andato per lavoro, a cortina in vacanza (una delle mie fanciulle ha una casa in quella ridente cittadina montana e quindi la sfrutto). Sono stato a Cortina fino a domenica e martedi sono ripartito per l'inghilterra. Non sniffo, e non ne ho mai avuto bisogno. Io le tasse le pago in Inghilterra, ma le consulenze che faccio per compagnie italiane le pago in Italia (non faccio come Valentino Rossi).
Comuqnue ricordati sempre: io non sono pagato dallo stato italiano ne' tantomeno dalle tasse degli italiani, lavoro nel privato e me la godo. Non vivo quindi alle spalle della comunita' come i tuoi amichetti che vivono di politica.
Il Billionaire e' un posto da cretini che hanno voglia di osteggiare, io non ne ho bisogno.

ciao Cat

La Meglio Gioventù ha detto...

X Mirko

mamma mia bisogna segnalare immediatamente il tuo post al comitato giovani Udeur che tra l'altro ne cura i diritti. In effetti credo che si sia sottovalutato l'impatto psicoemotivo dell'inno. Già perchè pare che l'irresistibile melodia di "Udeur Verrà" abbia in effetti qualità psicoattive, (la tua tartaruga ne sa qualcosa) un pò come i funghi, certi funghi ecco. Quindi il tremendo rischio palesato da te esiste, è reale. Per fortuna che esiste Udeur Giovani pronti all'azione. Anche se, detto tra noi, sono convinto che qualcuno pagherebbe un bel pò per assistere alla scena descritta da te.

Bene, per oggi possiamo dirci ampiamente soddisfatti. Udeur Giovani ha salvato nientemeno che il Papa. Grazie per l'apporto, a questo punto è inutile aggiungere che sei entrato a fare parte di diritto nella Meglio Gioventù!

Udeur Giovani Vince ueber alles (su gentile concessione di Papa Ratzinger, riconoscente)

MIRKO, giovane udeur pronto al'azione come un G.I JOE ha detto...

KLEM MIT UNS!!!

Anonimo ha detto...

Mi sa che Mirko e Lamegliogioventù sono diventati amici.
Mirko perché non te lo porti nel Partito dei Paninari? E' veramente simpatico!
Voi due insieme siete un duo comico meraviglioso... posso produrvi uno spettacolo? Sbanchiamo i cabaret di mezza Italia. Andiamo anche in tournée a Ceppaloni, promesso.
Vostra
Simo

Anonimo ha detto...

Roma, 25 febbraio 2008 -

Uno dei due vigili urbani che ieri mattina hanno multato il pullman elettorale di Walter Veltroni e' stato fatto oggetto di minacce. Lo fa sapere Alessandro Marchetti, segretario generale del Sulpm, che racconta: "Ieri sera, verso le 21.15, hanno citofonato ad uno dei due vigili che ieri ha multato il pullman elettorale di Veltroni, dicendogli 'bella cazzata che hai fatto stamattina tanto questa la paghi'. Alla sua richiesta di chi sapere chi stava parlando, l'uomo ha risposto 'tanto te ne accorgi'. Subito il vigile, per nulla intimorito si e' vestito ed e' sceso per vedere chi fosse. Non c'era nessuno, ha chiamato il 113 e gli hanno detto di andare al commissariato. E' risalito per prendere le chiavi ed ha telefonato al nostro rappresentante sindacale presso il suo Gruppo che mi avvertito immediatamente".
"Poi- prosegue il racconto di Marchetti- Ha preso l'auto e si e' accorto dei fari di un'altra auto che e' partita insieme a lui, mantenendosi a 50 metri di distanza. La zona Colli Aniene a quell'ora e' vuota, ma all'inizio ha pensato che fosse normale, ha cominciato allora a fare manovre diversive, girando intorno a delle piazzette, a delle aiuole, intorno ad un palazzo, ma questi due fari lo hanno seguito. Si e' fermato e alla stessa distanza si sono fermati. A quel punto ha richiamato il 113, gli hanno detto di rimanere al cellulare fino a che potesse arrivare al commissariato di piazza Bologna in modo da essere rintracciabile".



BRRRRRRAAAAVI!!!!!!!!
IL BUON GIORNO SI VEDE DAL MATTINO!
BRRRRRRRAAAVI!!!!!!!!

mattia ha detto...

A questo punto tricolore mi ha insinuato l'idea che Mirko e lamegliogioventù possano veramente essere la stessa persona.
Mirko,sei tu
oppure hai altre personalità?
Non è che anche ceppaloni sia una faccia della tua medaglia?

Federico ha detto...

Cia Cat, non rispondere ai cretini, questo surkampf altri non é che il nostro Erpiotta travestito. Bentornato e goditi la vita in Inghilterra tu che puoi (saluti alla farmacista russa). Surkampf, al posto di rosicare come topo gigio Veltroni, rimboccati le maniche e vá a lavurá, BARBUN!

Anonimo ha detto...

Ciao fede
come ho gia' spiegato il mio lavoro non esiste in Italia ed e' per questo che lavoro all'estero. Ma le tasse che pago in Italia le usano gli italiani (soprattutto falsi invalidi e fannulloni vari), non io che non ci vivo.
Comunque tutto bene, mi hanno contattato da Amburgo (tu vivi in quell'area?) e ora vedo se la paga e' buona e le condizioni di lavoro ottimali.

certo che mi godo la vita!!

ciao Cat

P.S. Simo sono abbronzatissimo!! Fa un certo effetto vedere tutti gl iinglesi pallidi che sono in ufficio con me

Surkampf ha detto...

Della serie piccoli Briatore crescono.

Anche il tuo idolo sempre abbronzato se la tira che lui paga le tasse in Inghilterra. Poi a scavare viene fuori che tanti anni fa è fuggito a gambe levate dal paese perchè inquisito per una brutta faccenda di corruzione.
Secondo me, sbaglierò, ma tu sei il classico paraculo versione export che abbelisce il suo presente per obliare il suo passato tristino.

SuR.

Anonimo ha detto...

x caterpillar delle 15.52
IGNORANTE! si dice "OSTENTARE" non "OSTEGGIARE" ... si vede che sei solo un frustrato pippaiolo ...

ciao simo

ceciliametelladalmatica ha detto...

mi sto ammazzando dalle riste...Cat ben tornato!!!
Qualke giorno fa in occasione di trasferta in inghilterra stavo per chiamarti...
Ema che piacere vedere qualcuno che si preoccupa degli animali cinesi...credevo di essere l unica folle..
Fanculo alla cina e alle sue olimpiadi!
Mi sono sfogata scusate..

Anonimo ha detto...

Chiedo venia per l'errore "osteggiare" invece di "ostentare", me tapino!! Pippaiolo mai!!!

Sur: se fossi un paraculo avrei un lavoro in Italia, ma al contrario devo lavorare all'estero. Ti faccio la lista dei paesi in cui ho abitato negli ultimi anni:

USA 2 anni
Giappone 1 anno
Olanda 2 anno
Francia 1 anno
Inghilterra 2 anni

Il mio passato tristino? questa e' bella!! Mi sa che sei tu la persona triste dato che non hai di meglio da fare che insultare gli altri.

Ceci: chiamami la prox volta, N.P. e SPO hanno il mio indirizzo email.

ciao Cat

Anonimo ha detto...

Cat, giuro che non sono stata io a scrivere quel commento acido delle 16.52!

C'è qualcuno che mi clona e sono quasi sicura sia il solito Erpiotta travestito da Surkampf che si sta rodendo dall'invidia per la tua vita movimentata, tra Cortina, l'Angola, Milano e Londra.
Lui poverino probabilmente vive in un paesello sperduto e passa le sue serate guardando il Festival di Sanremo. Ah, e vota Mastella...!

Devi essere comprensivo Cat, con chi è più sfortunato!
Simo

Anonimo ha detto...

Quindi secondo te tutti quelli che lavorano in Italia sono paraculi ?

Mentere i latitanti che sono, dei cervelli in fuga?

Io non insulto gli altri, insulto solo te.

SuR.

Anonimo ha detto...

SuR (mi sembri il vecchio Eros):
ho la vaga impressione che tu capisca roma per toma. Io ho sempre lavorato nel mondo accademico e trovare un posto in italia piu' che bravo nella maggior parte dei casi devi essere un paraculo (ricordati dei primari di Vibo Valentia). Non ho detto che tutti quelli che lavorano in Italia sono paraculi. Oh guarda, mi hanno appena invitato come keynote speaker (sai cos'e'?) per un meeting scientifico in Germania proprio ora.

Ma dimmi la verita' SuR, ti rodono le chiappe e'? Io godo e tu rosica e insultami pure ma una vita come i "piccoli Briatore crescono" te la sogni tutte le notti.

Simo: non importa per il commento, ho sbagliato comunque, scrivo un po' in fretta perche' ho da fare un sacco di cosette.

Ora vi saluto,

ciao Cat

Lucignolo ha detto...

Io sono dalla parte di Caterpillar, chi ti critica è qualche povero sfigato comunista.
W la ricchezza, il benessere e la destra!!!

Anonimo ha detto...

“Venti di guerra” all’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria.

A sollevare le polemiche la neo - eletta Consulta degli studenti che ha scelto di sposare la causa dei colleghi di Bologna nel denunciare le presunte azioni illecite dell’attuale direttore Alessandro Manganaro. La questione, controversa, necessita di alcuni chiarimenti preliminari. Fino all’emanazione del Decreto del Presidente della Repubblica n.212 del 2005, nelle Accademie, così come nei Conservatori di Musica, ma con percorsi annuali diversi, esistevano dei corsi di studio oggi denominati “vecchio ordinamento” che per le Belle Arti avevano durata quadriennale. I diplomi conseguiti in entrambe le istituzioni hanno valore
equivalente, ai fini dei titoli e degli sbocchi lavorativi, alle lauree universitarie, secondo quanto stabilito dalla Legge 508 del 1999. Il Dpr n. 212/2005 ha di fatto riorganizzato i percorsi formativi degli enti per l’alta formazione artistico – musicale, stabilendo, in particolare per le Accademie, di ripartire i corsi di studio in un triennio che consente l’acquisizione di un diploma di primo livello e un biennio di secondo livello o specialistico. Nulla di tanto lontano dall’attuale 3+2 in cui sono ripartiti gli attuali corsi universitari. Le modifiche all’ordinamento degli studi non mutano per i diplomati neanche le possibilità di accesso ai corsi di specializzazione per l’insegnamento (Ssis). Nello stesso decreto, all’articolo 12, comma 2, sulle Norme Transitorie si legge che: “Le istituzioni assicurano la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli, secondo gli ordinamenti didattici vigenti, agli studenti già iscritti alla data di entrata in vigore dei nuovi ordinamenti didattici” e “disciplinano altresì la facoltà per gli studenti di optare per l'iscrizione a corsi dei nuovi ordinamenti”. Al fine di facilitare tale opzione le istituzioni sono tenute a riformulare in termini di crediti, gli ordinamenti didattici vigenti e le carriere degli studenti già iscritti. Orbene, secondo la nota stampa a firma della Consulta, sarebbe proprio questa “facoltà di opzione”di iscrizione al vecchio ordinamento a essere stata negata dal direttore Manganaro agli studenti immatricolati negli anni tra il 2005/2007. Il condizionale è d’obbligo se, interpretando alla lettera il comma 2, starebbe alle istituzioni disciplinare tale facoltà di opzione. Una negazione, a detta della Consulta, dei criteri espressi dal Dpr 212/2005, motivata “dalla mancata comunicazione della possibilità d'iscrizione al vecchio ordinamento” che li avrebbe “costretti a scegliere” i piani di studi triennali, differenti dai precedenti per una più rigida articolazione delle materie di studio. Ancora una “facoltà di opzione” che, secondo quanto riportato dal comunicato, lo stesso dirigente del Miur, Bruno Civello, avrebbe garantito, in una nota, agli iscritti dell’Accademia di Firenze.
Per gli studenti, a peggiorare la posizione di Manganaro la mancata esposizione all’albo della scuola, “contravvenendo ai dettami dell’art.22 comma 1 della 241/90 sulla trasparenza degli atti amministrativi” di una nota del Miur ricevuta dal direttore, e di cui lo stesso avrebbe fatto menzione nell’assemblea del 13 dicembre 2007, sulla chiusura dei corsi del vecchio ordinamento. La consulta conclude chiedendo “una forte presenza delle istituzioni competenti, della magistratura, al fine di verificare e perseguire gli eventuali responsabili della grave violazione del Dpr 212/05, per favorire una maggiore trasparenza dell’attività amministrativa e applicazione delle normative vigenti, fondamentali per la crescita culturale, artistica e legale della nostra accademia e del territorio”.

STUDENTI CONTRO IL POTERE DELLE ISTITUZIONI.

Anonimo ha detto...

Luca Rocca - Non sono pochi i seguaci di Antonio Di Pietro su cui pendono inchieste, richieste di condanne, sentenze avverse e tante, troppe, ombre. Lo stesso «Tonino nazionale» è indagato dalla Procura di Roma - con la tesoriera del partito, l’onorevole Silvana Mura - per truffa aggravata, appropriazione indebita e falso in un procedimento che cerca di fare luce sulla gestione delle risorse finanziare dell’Italia dei Valori. L’ex Pm è «sotto processo» anche all’ordine degli avvocati di Bergamo perché quando lasciò la magistratura per fare il legale, prima difese il suo miglior amico accusato della morte della moglie a Montenero di Bisaccia, eppoi si costituì parte civile nello stesso procedimento. Tradendo due volte: l’amico e il cliente.

BROGLI ELETTORALI
Tra gli uomini più vicini a Di Pietro nei guai c’è Paride Martella, esponente dell’Idv e consulente personale al ministero: arrestato nell’inchiesta sulla società «Acqualatina» che gestisce il servizio idrico nella provincia pontina. Al secondo nome si arriva tramite un vecchio compagno di strada dell’ex Pm, fuoriuscito polemicamente, Elio Veltri. A Radio Radicale Veltri ha raccontato un episodio definito «sconcertante»: «Quando Di Pietro venne ad Amantea fece uno o due comizi con il sindaco che allora era inquisito per concussione e che, mi pare, fu pure arrestato. E ora che è consigliere regionale è indagato per associazione mafiosa». Il sindaco è Franco La Rupa. Va detto che non è mai finito dentro, ma nel 2005 è stato indagato dalla Procura di Paola per presunti brogli elettorali e illeciti nell’utilizzo di fondi della legge 488, mentre l’estate scorsa lo ritroviamo coinvolto nell’operazione «Omnia», indagato per concorso esterno in associazione mafiosa. Il Pm s’è battuto per l’arresto, il gip si è opposto. Tre mesi fa hanno nuovamente contestato l’associazione mafiosa a La Rupa nell’inchiesta «Nepetia» per collusioni con la ’ndrangheta perché ai tempi in cui da sindaco di Amantea saliva sul palco con Di Pietro, La Rupa avrebbe favorito la cosca Gentile. In Liguria due consiglieri su tre hanno avuto problemi giudiziari e quando s’è trattato di svolgere il congresso provinciale, le fazioni in lotta se le sono date di santa ragione. Gustavo Garifo, capogruppo provinciale dell’Idv di Genova, lo hanno ammanettato a ottobre per aver lucrato sugli incassi delle multe. Andrea Proto, consigliere comunale, reo confesso, ha incassato una condanna a un anno e nove mesi per aver raccolto la firma di un morto. Quanto a Giuliana Carlino, consigliere comunale Idv, indagata per averne falsificato migliaia di firme, Di Pietro si è scagliato contro l’ipocrisia della legge e nonostante fosse «iscritta» l’ha candidata alle comunali. Dopo il voto venne prosciolta.

Anonimo ha detto...

CORRUZIONE AGGRAVATA
Per corruzione aggravata è entrato in carcere il segretario Idv di Santa Maria Capua Vetere, Gaetano Vatiero, che secondo i magistrati favoriva alcune Spa in cambio di quote societarie. E che dire di Mario Buscaino, già sindaco di Trapani, nel luglio del 1998 accusato di concorso in associazione mafiosa per voto di scambio. Il filone è quello dello smaltimento dei rifiuti che secondo gli inquirenti era totalmente controllato dai boss Virga e Santapaola. Tre anni dopo beccò 10 mesi di reclusione per infrazioni di carattere amministrativo sul funzionamento di due discariche. Sette anni dopo, fuori dall’Idv, Buscaino corse con la Margherita ma inciampò in un’altra storia di mafia a appalti.

PERCENTUALI SULLE PAGHE
Così Fabio Giambrone, coordinatore siciliano del partito dell’Idv, pretese il ritiro della candidatura dell’ex collega di partito: ma di fronte alla conferma della fiducia a Buscaino da parte dell’Ulivo, l’Idv non protestò più di tanto. Tra i dipietristi c’è anche chi è accusato di aver preteso dai propri collaboratori una percentuale delle loro retribuzioni. È il caso di Maurizio Feraudo, consigliere regionale calabrese, indagato per concussione (per anni avrebbe preteso la corresponsione di un tot sullo stipendio da un suo autista) e truffa, causa domande di rimborso su missioni mai compiute. Feraudo è stato contestato perché, come componente della commissione regionale antimafia, ha espresso solidarietà a Pietro Giamborino, inquisito nell’operazione antimafia «Rima». A Foggia, invece, l'ex assessore ai Lavori pubblici e coordinatore provinciale del partito, Orazio Schiavone, è stato condannato a un mese e dieci giorni per esercizio abusivo della professione. Un altro ex assessore dell’Idv, questa volta a Pescara, e rimasto coinvolto nell’inchiesta «Green Connection» sulla gestione del verde pubblico: è Rudy D'Amico, accusato di associazione a delinquere, abuso d'ufficio, tentata turbativa d’asta e tentata corruzione. E ancora. Vincenzo Iannuzzi, ex sindaco di Lungro (Cosenza), condannato nel 1992 per «falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale» e riabilitato dal tribunale di sorveglianza di Catanzaro qualche anno dopo: Di Pietro l’ha premiato candidandolo al Senato.

Anonimo ha detto...

MAFIA E ’NDRANGHETA
Stando ai boatos, prossimo transfuga dall’Udeur all’Idv è Ennio Giuseppe Morrone, che sul sito dell’Italia dei Valori veniva trattato così: «Dal 3-9-03 è indagato dalla Dda di Catanzaro nell’inchiesta sulla penetrazione della 'ndrangheta nei lavori della Salerno-Reggio Calabria (...)». Tra i candidati a palazzo Madama, Di Pietro ha puntato su Giuseppe Soriero a cui il foglio calabrese «Il Dibattito» ha dedicato spazio per l’imbarazzata testimonianza al processo di Palmi sulle infiltrazioni mafiose al porto di Gioia Tauro. L’importante esponente Idv si sarebbe rifiutato di fare il nome del mafioso suggeritogli da un imprenditore per evitare ritorsioni.

DOUBLE FACE SULLA P2
L’avvocato europarlamentare Udeur, dato in transito per l’Idv, Armando Veneto, ha smentito seccamente il passaggio in curiosa coincidenza con le reminiscenze dell’ex coordinatore Idv di Catanzaro, Franco Romano, che a Radio Radicale ha ricordato la sua orazione funebre alle esequie del boss Piromalli, orazione ripresa da Marco Pannella per attaccare Di Pietro. E se l’Idv, ufficialmente afferma di «ripudiare la P2 e similari associazioni che tendono a sostituire il potere legale con un potere senza consenso democratico», proprio nell’Idv si materializza un ex piduista. È Pino Aleffi, tessera 762 della loggia di Licio Gelli, candidato in Sardegna. C’è poi Giuseppe Astore, deputato e coordinatore regionale in Molise, coinvolto nel 1989 nell’inchiesta sull’Erim (Ente risorse idriche molisane) poi uscito dal processo.

COME LADY MASTELLA
Per l’ex tesoriere dell’Udeur passato con l’Idv, Tancredi Cimmino, nel 1998 fu chiesto prima il suo arresto e poi il rinvio a giudizio per associazione camorristica, falso e peculato per appoggi elettorali del boss Carmine Alfieri. L’arresto fu negato, poi prosciolto. Aldo Michele Radice, portavoce Idv in Basilicata, consigliere del ministro Di Pietro, è invece alla sbarra dal 2006. Il Pm ha chiesto 9 mesi per una storia simile a quella di lady Mastella: la raccomandazione di un manager sanitario. Poco prima della presentazione delle liste 2006, Di Pietro fu costretto a rinunciare alla candidatura di Alberto Soldini, contestato presidente della Sambenedettese calcio: gli ultrà gli tirarono addosso pietre e sputi. La black list continua con Sergio Scicchitano, avvocato personale dell’ex Pm, e dal 20 luglio 2006 membro del Cda dell’Anas con Di Pietro ministro delle Infrastrutture. Candidato nel 2001 al Senato e capolista, nel 2005, alle regionali del Lazio, Scicchitano è il liquidatore giudiziale della Federconsorzi, il cui crac coinvolse 15mila risparmiatori. Sul sito di Tonino i fan accusano Scicchitano di non aver eseguito, in almeno due casi, sentenze passate in giudicato che risarcivano in parte i piccoli risparmiatori. A dirla tutta, nel 2002, Scicchitano viene anche nominato dal comune di Roma delegato per la tutela dei consumatori. Carlo Rienzi, presidente del Codacons, non la prende bene: «La nomina di Scicchitano è illegale, rappresenta il pagamento di un debito politico da parte di Veltroni all’Idv per il suo appoggio politico». Voto di scambio, per dirla coi Pm di Napoli.

CHI E' MASTELLA AL SUO CONFRONTO?
Bravo Di Pietro vero esempio di illegalità!

Anonimo ha detto...

“San Marino Airlines” ed è subito questione politica
I Popolari Sammarinesi hanno presentato oggi stesso una interpellanza al governo circa la “San Marino Airlines”, una compagnia pubblicizzata allo stand della Regione Calabria del BIT a Milano e di cui nella Repubblica di San Marino non si era saputo mai nulla.
Nella interpellanza si ipotizza che dietro alla vicenda ci sia il tentativo di effettuare operazioni scorrette attraverso San Marino fino a supporre che “questa società San Marino Airlines sia da annoverare tra le classiche “lavatrici”.”
Insomma viene avanzato il sospetto che si sia in presenza di un ennesimo scandalo che potrebbe ripercuotersi negativamente sulla immagine della Repubblica di San Marino.


AH!DE MAGISTRIS....DOVE SEI FINITO?

Anonimo ha detto...

Nasce “San Marino Airlines” e a San Marino nessuno sa nulla.

Al BIT (la Borsa Internazionale del Turismo) di Milano nello stand della Regione Calabria è stato presentato nei giorni scorsi una nuova compagnia aerea con livrea bianco azzurra, i colori della bandiera della Repubblica di San Marino, e, nella coda, tanto di stemma ufficiale della Repubblica di San Marino.
Sembra che a San Marino nessuno ne sappia nulla. Nessuna dichiarazione in merito ha rilasciato il governo di San Marino e nemmeno Antonello Bacciocchi, Segretario di Stato al Turismo, che ha inaugurato al BIT lo stand di San Marino.
Ne riferisce Antonio Fabbri di L’Informazione di San Marino.
Scrive, fra l’altro, Fabbri: da più parti si mette in dubbio che, “nonostante venga usato lo stemma ufficiale della Repubblica, ci sia stata autorizzazione ad usare l’emblema sammarinese. Circostanza che non potrebbe di certo far chiudere un occhio alle autorità sammarinesi”.

Anonimo ha detto...

COSA TI PUO' CAPITARE(pardon) COSA AVRAI IN CAMBIO, SE VOTERAI UDEUR (quello che è rimasto del partito):

1- Una mano ignota disegnerà con un chiodo il profilo di Veltroni sulla portiera della tua auto;

2- dopo tre giorni avrai disimparato ad andare in bicicletta;

3- dei tuoi tre figli,il primo diventerà nutella-dipendente,il secondo farà propaganda elettorale per Pecoraro Scanio e il terzo vincerà il campionato brianzolo di cerchietto,ma risulterà positivo all'antidoping (superato il limite consentito di pizza margherita);

4- tua moglie comincerà a collezionare farfalle da combattimento;

5- finanzierai un amico che intende lanciare sul mercato un rivoluzionario prodotto che evita la caduta dei baffi ai gatti.


Mi sono permesso di utilizzare questi cinque punti (già previsti da altri) di programma perchè
utili alla comunità.

Felix

ceciliametelladalmatica ha detto...

Voto Felix..giorno a tutti

Surkampf ha detto...

Sapete così un key speaker?

Uno sfigato che, a differenza del ghost writer che ha una sua dignità in quanto se non altro produce testi propri(anche se sempre più spesso ricorre al copia e incolla), legge discorsi scritti da altri in eventi pubblici. Una specie di aspirante attore fallito, un mezza tacca che se la tira ma che di per se non produce nulla perchè non ha nulla da dire.
Cat, lo sapevo che eri un paraculo parolaio.

Fai il piacere; va a dar via il cul...

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti!
Una domanda per il signor Surkampf: ma perché ce l'hai tanto con Caterpillar?
Sei roso dall'invidia?
Facci capire il perché di tanto livore...
Questo è un blog pacifico!

Simo

Surkampf ha detto...

Perchè non sopporto chi se la tira da superiore quando è solo una merdaccia.

Nessun livore, capirai che me ne frega, ma lo stronzetto che fa la fighetta si merita solo pietre.

ceciliametelladalmatica ha detto...

Se hai queste opinioni di una persona che non conosci che si limita a scrivere su un blog hai parecchi problemi figlio mio...

Ciao Simo..

mattia ha detto...

Buongiorno,
vedo che il blog si sta animando.
A parte la vita privata di Caterpillar,
quale è oggi l'argomento di discussione?
La bertè,
il campionato,
il tempo,
LA COSA MARRONE?

Anonimo ha detto...

Ciao Ceci, ciao Mattia,

vista l'ultima risposta di Surkampf credo sia opportuno non dargli più retta. Come si permette di giudicare "stronzetto" o "merdaccia" una persona che neanche conosce... Boh, deve essere veramente un povero frustrato che vive in un paesello, non sa cosa vuol dire fare carriera e passa le serate a guardare Maria De Filippi in TV. Non sono problemi nostri.

Parliamo di argomenti più interessanti, tipo clEMENTE.
Non riesco più a trovare, neanche nell'"Eco di Ceppaloni", una notizia che lo riguarda.
Mi manca moltissimo.
Lui, il suo faccione da luna piena e tutte le stronxxate che gli escono dalla bocca.
Sto diventando malinconica.
Qualcuno ha sue notizie?
Qualcuno legge il Campanile????
ARIDATECE MASTELLA!!!!!

Simo

Anonimo ha detto...

Surkampf:

vedo che ti sei informato su internet! Ma guarda che io avevo scritto "keynote speaker"! E' un'altra cosa. Un keynote speaker e' una persona invitata in un congresso scientifico a tenere una lecture (di solito 40 minuti e mostra dati propri) mentre gli altri partecipanti fanno interventi della durata massima di 15-20minuti. Il keynote e' invitato (e spesato), mentre gli altri fanno richiesta per poter intervenire e pagano le proprie spese congressuali.

A me non interessa se mi insulti, io mi diverto una cifra!!! Comunque ricordati che hai cominciato tu e io non ho bisogno di offenderti (questo significa essere superiori).

ciao Cat

ceciliametelladalmatica ha detto...

Wow amo queste dispute...perche amo vedere tutti che si schierano a difendere gli "amici del blog"..
Se nella nostra vita valesse lo stesso principio saremmo veramente una societa' civile...

Capperi ragazzi manca anche a me mastella...non l avrei mai creduto...

mattia ha detto...

Chi è che conosce due parlamentari,
cosi apriamo un giornale di area politica di centro/cosa marrone,
lo potremmo chiamere
"clEMENTE MASTELLA"
diventiamo coperativa,ci facciamo dare i contributi,
cosi' possiamo identificarci con quei cani come ferrara,veltri,diaconale ecc..
E' un'idea come un'altra....

Surkampf ha detto...

Voi difendente "gli amici del blog" altri difendono gli amici del quartierino, altri ancora gli amici degli amici. Il meccanismo è lo stesso.

Ma qui appare un dato: da un lato abbiamo il solito cialtrone versione export che alimenta il mito del malfunzionamento dell'università italiana (lo alimenta per invidia in verità lui se n'è andato perchè era scarso ma per salvarsi sputtana tutta l'accademia italiana), dall'altro abbiamo le gallinelle cococo che si bevono qualsiasi stronzata del fallito versione export pur di ricevere una carezza alle piume.

Bravi. Bravi. Bravissimi!

Ema ha detto...

Buongiorno Ceppalati!!
Pure io sto setacciando tutte le pubblicazioni cartecee o elettroniche, ma di clEMENTE o dell'udeur non trovo tracce da quasi una settimana.
clEMMY dove seeeeeiiiii???
PS: appoggio la proposta di Mattia, ma non conosco parlamentari, mi spiace... E si che ce ne sono tanti, per la legge dei grandi numeri almeno uno dovrei conoscerlo....
Però sono di zona, posso fare un salto nel ferrarese e farmi fare un paio di firme da Fini, Sgarbi o Franceschini.....

ceciliametelladalmatica ha detto...

Mi piace l idea mattia..io non ho ancora capito cosa dice questo qua sopra..si vede che amici non ne ha...

scorengia ha detto...

Surkampf non ha amici, aiutatelo!

scorengia ha detto...

Surkampf é un barone dell’universitá italiana

Anonimo ha detto...

I cosiddetti "copia e incolla" sono da considerarsi nella sfera lavorativa dei divulgatori d'informazione.
Criticarli od offenderli non ha senso.Chi lo fa probabilmente non vuole che le cose si sappiano.La bellezza dei blog,sta proprio nell'informazione totale del mondo intero.
Chi è contro questo "lavoro" può anche non leggere quello che si scrive e pensare di più a idee per migliorare la nostra qualità di vita.

VOTA ANTONIO!VOTA ANTONIO!VOTA ANTONIO!!!!!!!!!!


Antonio

Surkampf ha detto...

E' ora di finirla di chiamare i Professori Universitari baroni.
Certo, io sono un professore universitario italiano, non sono mafioso, non sono paraculato, mi sono fatto il culo per arrivare dove sono, pubblico regolarmente nelle riviste di settore e detesto, anzi disprezzo chi da fuori per farsi bello sputa palate di merda sull'universtià italiana.

E adesso vi lascio al vostro cialtrone versione export che sicuramente avrà nuove fregnacce da raccontare.

Addio

Anonimo ha detto...

L'unica cosa giusta che hai detto è che" ... ti sei fatto il culo...".
Per arrivare al successo la maggior parte degli italiani danno il proprio culo...e non solo quello.
E poi ritenere che le Università italiane sono delle oasi...Mah!

Andrea

scorengia ha detto...

Surkampf é professore all’universitá del Sannio piazzato da Clemente Mastella, si occupa di genetica delle patate e pubblica regolarmente su riviste senza Impact factor, ovvero riviste che non valgono nulla. Ma non sa cos’é un keynote speaker perché non l’hanno mai invitato a nessun congresso!

Anonimo ha detto...

ma secondo voi un "barone universitario" scriverebbe mai in questo blog???!!!???
questo surkampf deve essere un qualche assistentucolo precario leccaculo che trae il suo unico piacere dall'appropriarsi di un titolo di "professore" che nemmeno gli compete!
Una volta cancellato mastella potrebbe essere una buona idea trasformare il blog in "dementiBaroni" per sputtanare tutte le malefatte degli unioversitari italiani, CASTA di mangiapane a tradimento e truffaldini (per esempio il famoso "professor" pianese amico di camilleri).
ciao cat

Anonimo ha detto...

Appunto, caro Surkampf, se sei professore universitario come fai a non sapere cos'è un keynote speaker???
Altro che professore universitario, è già tanto se hai la licenza media...!
E adesso smettila di ammorbarci con le tue frustrazioni, il web è pieno di blog su altri argomenti, perché venire su questo dove si dovrebbe chiacchierare amabilmente di clEMENTE?
Non è che ti ci ha messo lui nel posticino che occupi?

Addio (spero!)

Simo

Anonimo ha detto...

ciao cat delle 12.30

perche' non scrivi con un altro nick? Il mio sembra gia' abbastanza inflazionato in questo blog.

thanks

ciao Cat

Surkampf ha detto...

Ma vergognati, Andrea.
Le università italiane non hanno niente da invidiare a quelle straniere. Le cose da noi vanno molto bene, anche se qualcuno per un discorso prevalentemente opportunistico cerca di screditare il nostro lavoro. Difatti sono sempre di più i docenti stranieri che chiedono il trasferimento in un istituto italiano. Il trend ha incominciato ad invertirsi almeno da cinque anni. Praticamente adesso ci liberiamo del peggio (un pò come l'immondizia che scarichiamo in Germania), e importiamo il meglio. Informatevi, l'ignoranza non è una scusa valida.

Surkampf ha detto...

A già, dimenticavo che sto parlando con quelli che si bevono tutte quelle fregnacce su Mastella & Co e non si sono accorti di quello che è veramente successo in questo paese.
Poveracci, sveglia bambacioni che adesso la mamma vi cambia il pannolone!
Se credete alle carte false dei magistrati golpisti stiamo freschi. Bel futuro che ci attende.
Amen

Anonimo ha detto...

Ho capito: a Surkampf il posto di bidello all'Università gliel'ha proprio trovato Mastella.
Siamo messi bene!

Simo

federico ha detto...

Surkampf, sei un c@gli@ne con la patente, ma che dico, con la laurea honoris causa. L'unico motivo per cui docenti stranieri vogliono insegnare nelle universitá italiane, é perché lavorano 1/4 di quello che dovrebbero lavorare all'estero enel tempo libero si fanno i cazzi loro a pagamento nel loro campo professionale! Sveglia bacucco, ma pensi davvero di poter fare qualcosa di uile in questo blog? A chi vuoi lavre il cervello? la maggiorparte delle persone qua, é gente sveglia che ha imparato a pensare con la propria testa, non con le TV dello psiconano. Vai a fare il grande fratello da un'altra parte, che magari ti si caga di piú!

scorengia ha detto...

Docenti stranieri in Italia? Al massimo vengono per un anno sabbatico o arrivano da Albania e altri stati non propriamente sviluppati. Ti sembra che americani, inglesi, tedeschi vengano in Italia a guadagnare un quarto del loro salario e a utilizzare strumentazioni desuete? Vivi in un altro mondo? Ma di che vai cianciando?
Grazie a quelli come te l’universitá é una schifezza. Chi é il cialtrone? Uno che va all’estero perché ha richieste o uno che parla a vanvera?

Anonimo ha detto...

Ragazzi lasciamo perdere queste ridicole beghe universitarie, non interessano a nessuno.
Guardate quello che dice Veltroni:
«Il Pd è il partito dell'Italia che lavora»
Candidati il sopravvissuto della Thyssen, un'operatrice
di call center e una lavoratrice Asl.

Sara' una mossa vincente? O solo propaganda?

ciao Cat

Federico ha detto...

Ciao Simo, Cat, Mattia e Ceci, scusate se non ho salutato prima, ma ho avuto un bisogno inpellente (non la cosa marrone) di rispondere al "professore universitario" Erpiotta, dopo aver letto il suo ultimo commento.

Ema ha detto...

L’Italia è al quattordicesimo posto nella classifica complessiva per nazioni, senza avere però nessuna università nelle top 20, una sola tra le prime 50 (l’università di Milano che è quarantaseiesima nella classifica di medicina) e le altre cinque posizionate dopo il cinquantesimo posto.
Cavoli, che prestigio....
Chiuso il discorso universitario, prendo spunto dal commento di Cat.
Secondo me il candidato della Tyssen ci sta solo per propaganda, la dipendente Asl dovrebbe solo baciarsi i gomiti per la fortuna che si ritrova...
Ma il punto è questo: senza discutere le esperienze professionali, che competenze hanno questi tre di politica? Forse l'operatrice di call center ha una laurea in scienze politiche? O ce l'ha la dipendente Asl?
Oppure la dipendente Asl la mettono alla sanità, l'operatrice alle telecomunicazioni e il metalmeccanico al lavoro?
Secondo voi, è giusto pigliare il primo che passa per strada e candidarlo, oppure è meglio candidare persone che abbiano determinate competenze, o un determinato curricula culturale e professionale?
Secondo me la seconda che ho detto (W quelo), ma è la mia opinione...

Anonimo ha detto...

Ciao Fede, rinnovo l'invito di prima. Meglio ignorarlo il bidello, è un bluff, un omino piccolo piccolo, inutile dargli retta se no non ce lo togliamo più dalle palle.

Sul quesito di Cat: mah, il problema non è candidare queste persone, ma tenersi vicino sempre le solite facce da cXXXlo politicanti di professione. Alla fine sono sempre loro che comandano, e abbiamo già testato la loro "bravura", la loro onestà (!!!) e il loro scarso senso dello Stato.
Io continuo a pensare di votare una bella scheda nulla scrivendo "non mi sento rappresentata", oppure di non andarci proprio e di farmi un bel weekendino da qualche parte (tipo beauty farm).

Vado a pranzo!
Simo

Ema ha detto...

Mi sono accorta di aver essermi espressa male...
Sono d'accordo al fatto che finalmente si vedano facce nuove, e sono d'accordo che chiunque abbia la possibilità di entrare nella vita politica, ma secondo me c'è una differenza nella politica locale e in quella nazionale e, sempre secondo me, per arrivare alle istituzioni nazionali non basta la buona volontà, ma anche determinate competenze.
Era questo che volevo dire ;-p

ceciliametelladalmatica ha detto...

Ciao tutti cari..trovo le mosse di veltroni squisitamente politiche, vedete quanto sono bravo che candido anche i morti di fame...mi fa piacere solo perche' almeno sti due non faranno piu un lavoro di merda...

Ho invece appreso con piacere della candidatura di Sonia Alfano in sicilia..l ho conosciuta al presidio pro De Magistris e mi ha colpito perche diceva che per andare a tutti questi presidi si era gia giocata tutte le ferie passate e future...
Sarebbe bello che la rinascita partisse dalla sicilia..ma non e' cambiato niente neanche quando hanno fatto fuori Falcone e Borsellino...quindi temo che sia una battaglia persa..ma solidarizzo con Sonia e tutti i sostenitori..non posso dargli il mio voto ma gli do tutto il mio affetto...


P.S. per la questione università su repubblica oggi c era un articolo strepitoso...

ceciliametelladalmatica ha detto...

Ciao tutti cari..trovo le mosse di veltroni squisitamente politiche, vedete quanto sono bravo che candido anche i morti di fame...mi fa piacere solo perche' almeno sti due non faranno piu un lavoro di merda...

Ho invece appreso con piacere della candidatura di Sonia Alfano in sicilia..l ho conosciuta al presidio pro De Magistris e mi ha colpito perche diceva che per andare a tutti questi presidi si era gia giocata tutte le ferie passate e future...
Sarebbe bello che la rinascita partisse dalla sicilia..ma non e' cambiato niente neanche quando hanno fatto fuori Falcone e Borsellino...quindi temo che sia una battaglia persa..ma solidarizzo con Sonia e tutti i sostenitori..non posso dargli il mio voto ma gli do tutto il mio affetto...


P.S. per la questione università su repubblica oggi c era un articolo strepitoso...

Surkampf ha detto...

Poberacci, come siete messi!

Invocate il competente, il politicamente e tecnicamente competente pensando che basti una preparazione "adeguata" per poter pensare e realizzare le linee di sviluppo di un paese. Per creare un futuro. Questo vi tranquilizza. Intanto preparatevi a fare la fame, bambacioni.
L'operaio della Thyssen è lì solo per maquillage. La 26 enne romana prescelta da veltroni per rappresentare "i giovani che portano la carica della loro inesperienza" è la figlia del suo ex capolista ai tempi delle elezioni comunali romane e via così.
Vivete in mezzo alla munnezza e gettate via uno come Mastella. Ditemi voi dove sta la coerenza.

Per quanto riguarda le classifiche degli atenei, fanno ridere. Se vuoi essere seria cita le unità di misura in base alle quali sono redatte queste classifiche. Ti accorgerai che per la maggior parte sono un rapporto tra budget / nr studenti ed è tutto detto.

cat delle 12.30 (caterina) ha detto...

ah ... sempre a proposito delle parole di quel tale surkampf, i "professori" universitari che vogliono venire in italia sono al massimo rumeni, rom, albanesi e nigeriani ... insomma gente che viene dal sottosviluppo.

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 218   Nuovi› Più recenti»