domenica 17 febbraio 2008

Corro da solo


clEMENTE come Forrest Gump. Corre da solo. E allora... run, clEMENTE, run! E pensare che Forrest ci aveva avvisato. Ve lo ricordate il suo slogan per t-shirt? "Shit happens". La Cosa Marrone capita.


Non possiamo non apprezzare una scelta così coraggiosa...cos'è, se lo fa il Partito Democratico è "innovativo", se lo fa Mastella è una cazzata? Eh no, noi non ci stiamo! Per dimostrare tutto il nostro sostegno abbiamo quindi preparato il nuovo manifesto elettorale di CM con uno dei tanti slogan che ci avete suggerito e che porta un importantissimo messaggio di solidarietà.


Guarda il primo manifesto della Cosa Marrone

108 commenti:

Anonimo ha detto...

Corri,corri...che prima o poi ti arrestano!

Nick (il I°)

Anonimo ha detto...

...e attento a non romperti le corna, scivolando sul tuo simbolo.

MIRKO, progetto di centro ha detto...

Lui vorrebbe correre da solo , ma si è accorto che ormai più che Forrest Gump è diventato il Tenente Dunn: gli han segato le gambe.
Ha chiesto l'aiuto persino di Bubba, alias Piercasinando Ferdini,per realizzare insieme "un progetto di centro".
Cioè, LA COSA MARRONE vuole presentare un PROGETTO DI CENTRO.
Non credo che ci voglia molto: per disegnare un buco del culo posso farglielo io, senza che rompa le balle a Casini/Bubba, che quello ha già i suoi problemi tipo piazzare una centrale nucleare in ogni Regione e trovare dei cervelli alla Homer Simpson che le facciano andare avanti.
Quindi sappiamo già che Calderoli dirigerà quella in Lombardia.
Se fossi lombardo preparerei le valigie...

BUM!!!

ceciliametelladalmatica ha detto...

Mirko penso che votero' te alla fine...non ci sto dormendo la notte per queste elezioni....

mattia ha detto...

Grande Mirko,
quella di Homer/calderoli è GENIALE.

Ale ha detto...

in questa fase, nonostante la promessa di abbassare le TAzzE, Mastella è come un cane rognoso:
cacciato via da tutti ... proprio nel momento del..... BISOGNO !!
amici ... ingrati !!!

Kempeitai ha detto...

Che spettacolo la politica italiana, eh? Davvero unica! Sta assumendo ora l'immagine di una massa informe, indefinibile, puzzolente e mefitica. Tutti hanno gettato via la maschera e addirittura si tirano la zappa sui piedi, come Fini "Kippah", il quale ha asserito: "Il programma di Veltroni è lo stesso del PDL".
MA VA'! Ma quando mai c'è stata differenza tra gli schieramenti politici? Bravo, Fini "Kippah", onore al merito, ti voterò di sicuro... (pensate che potrei siglare la scheda con una "cosa marrone"?

Ema ha detto...

Tranquilli, il nano ha detto che allungherà la vita a 120 anni.... Circa 40 anni in più (in media) per fare tanta COSA MARRONE in più!!!!!!!!!!!
Che goduria....
Sempre tornando alle dichiarazioni del Silvio (scusate se insisto, ma fan troppo ridere le cose che ha detto da Vespa), ricordo che ha dichiarato che nelle infrastrutture è di vitale importanza fare il traforo del Frejus. Ora, c'è un piccolo problema: il traforo c'è già!!!!! Come facciamo?
La soluzione è riempire quello attuale con tanta COSA MARRONE, e poi fare un altro buco.
Sta COSA MARRONE è proprio versatile...

ilpescepuzzadallatesta ha detto...

che schifo che fate ... solo insulti e parolacce!
comunisti che non siete altro!

ceciliametelladalmatica ha detto...

Mai delle elezioni mi hanno fatto capire quanto siamo fino al collo nella cosa marrone come queste..

Ale se chiami mastella cane rognoso mi fai intenerire..poveri cani suvvia..paragonarli al demente...

Ale ha detto...

cara ema,
ok siamo sul blog dementemastella e dobbiamo ridere, ma se qualche volta parliamo (se capiamo) di cose serie non sarebbe male !
Il traforo del Frèjus certo che esiste e certamente perfino "il nano Berlusconi" lo sà;
Come saprai la TAV , argomento a te noto per aver sicuramente manifestato contro, necessita di un tunnel più largo e quindi o si allarga quello che c'è, chiudendolo per anni, o se ne costruiscie un altro funzionale alla TAV;
Se Berlusconi mi allunga la vita o qualcos'altro io accetto volentieri, tu puoi rifiutare !
Se credi alle favole di "cappuccetto rosso" Veltroni, non sei obbligata a credere a quelle del "nano" Berlusconolo;
Se non te ne fossi accorta, sono due favole diverse ! con ognuna i propri estimatori.

Cecilia, scusa per aver offeso i cani, ma anche se dicessi scacciato come un topo offenderei i topi .... ci sono ! posso dire: scansato come la merda di cane...anzi ... come la "COSA MARRONE !
così và bene o pensi che stia offendendo la COSA MARRONE ?

ceciliametelladalmatica ha detto...

Benissimo Ale..mi sembra ottimo...pero' che berlusca a porta a porta abbia detto piu di qualche fesseria e' obiettivamente innegabile...

MIRKO, 120 e non sentirli ha detto...

ECCHECCAXXO!!!Son dieci anni che spero che Andreotti passi a vita migliore e sul più bello che ,forse,DAI CHE CI SIAMO ,(l'ho visto palliduccio ultimamente) mi arriva Berlusconi che allunga la vita a tutti fino ai 120 anni???
EH NO!!!NON E' VALIDO!!
Come caxxo funziona sto mondo!!!
E in pensione a che età mi ci manda?? 100 -110!!!
Io sto bene così, mi accontento dei 75 e poi mi reincarno nel figlio del figlio di Mastella:
ho una splendida idea per la mia prossima vita...
Una cosa unica e innovativa.
UN PROGETTO DI CENTRO.

Ema ha detto...

Ale, in questi tempi di contraddizioni ti posso giustificare, perché evidentemente sono una contraddizione pure io: ti dico solo che sono di destra, tipo "patria, dio e famiglia" anche se con un paio di "ma" (ad esempio toglierei dio..). Questo per chiarire che chi critica il Silvio non è necessariamente un comunista, no-global, disobbediente, girotondino, e aggiungerei grillino, qualunquista, populista e demagogico.
Non credo alle favole del Uolter, come non credo alle favole del Silvio o in quelle dei fratelli Grimm (sulla diversità delle favole non ci metterei la mano sul fuoco).
Sulla TAV ci sarebbero altri discorsi da fare, ma ammetti che se uno mi dice "dobbiamo fare il traforo del Frejus" senza entrare nelle specifiche del contesto a me vien da pensare che chi parla è scemo. Da qui la mia battuta....
Sul fatto di parlare di cose serie mi va benone, sarebe però necessario avvisare gli interlocutori di quando questo avviene: potrei non accorgermene e continuare a far battute ;-P
Per quanto riguarda l'allungamento della vita, ti dico che oggi come oggi il pensiero di lavorare fino a 90 anni e di ricevere 300 o 500 € di pensione per i restanti 30 non mi alletta....

MIRKO, scomparso prematuramente a 95 anni ha detto...

Mah, ragazzi, voi qui state discutendo comunque sempre della solita vecchia politica.Da una parte il PD e dall'altra il PDL che , apparentemente, propongono di raggiungere con metodologie diverse più o meno gli stessi fini.
Convinti che IL CORRERE DA SOLI sia un atto di coraggio, ma solo per far credere alla gente che C'E' UNA VOGLIA DI NUOVO e di prendere le distanze dalla tanto criticata CASTA, non si sono accorti di essere entrati nel solito circolo vizioso.
NESSUNO di loro che , ad esempio, presenti una lista dei candidati da inserire nei vari ministeri in caso di vittoria.
Io credo che questa sia una cosa fondamentale: perchè se tu, BERLUSCONI, mi dici che se vinci poi mi metti PREVITI alla GIUSTIZIA, IO NON TI VOTO.
E' solo per fare un esempio.
Cioè, ragazzi, qui corriamo ancora il rischio di trovarci con personaggi tipo MASTELLA alla Giustizia, coi risultati che tutti sanno.
Non è tanto il PROGRAMMA IN SE' che fa la differenza(ormai da una parte e dall'altra sono simili): ma chi lo deve attuare all'interno dei vari Ministeri.
Sono le persone, i singoli, che fan la differenza.
Magari un Mastella messo al Ministero della CULTURA mi fa meno danni che messo al Ministero della Giustizia...
Insomma:gente competente nei posti giusti e in base a requisiti di formazione scolastica o lavorativa.
Qui rischiamo ancora di avere ministri che arrivano ad un ministero dicendo:"di BENI CULTURALI non so niente ma mi adeguerò..."
Di questo nessuno parla, a meno che io non mi sia perso qualche discorso fatto in giro da qualche leader.
Sento sempre la solita puzza di vecchio.
Se poi corro il rischio che Prodi o il Bellachioma mi arrivino a 120 anni sento puzza di PUTREFAZIONE, caxxo.
Non so.
Resto perplesso.
Se avete qualcosa da dire voi a riguardo di quanto ho scritto, anche per correggermi di eventuali errori tecnico/concettuali, ben venga...
Aiutatemi a capire...


Anno 2178

Seduto su un marciapiede c'è un vecchietto sull'ottantina sanguinante.Si avvicina un giovane e chiede se ha bisogno di aiuto.Il vecchietto risponde: "Mi chiamo Pierugo Berlusconi e vorrei solo tornare a casa mia ". Il giovane cerca di capire. "Mi scusi, sig. Pierugo, ma chi è che l'ha picchiata così??" "Mio padre", risponde il vecchio. Porca puttana pensa il giovane, longevo il papà. E poi chiede:"Ma perchè l'ha picchiata??". Il vecchio risponde: "Perchè ho risposto male a nonno Silvio".

Oddiononcredoaimieiocchiperfavorefaichesiavero ha detto...

Ansa di oggi:

Berlusconi intercede per Ferrara.
Ceppaloni, 18 Febbraio 2008, Silvio Berlusconi é stato avvistato presso l'abitazione di clEMENTE Mastella. Indiscrezioni narrano di un incontro cordiale allo scopo di fare apparentare le liste di Giuliano "la Bomba" Ferrara e clEMENTE Mastella.
All'uscita dalla piscina a forma di cozza in accappatoio per l'occasione assolutamente marrone, Silvio Nazionale annunciava:
"É una conseguenza logica l'apparentamento di Giuliano con la Cosa Marrone. Chi piú di lui potrebbe aiutare a portare "materiale marrone" alla causa di clEMENTE? Sono sicuro dell'efficacia di questa soluzione al punto tale, di essere pronto a rinunciare anche a Dini per permettergli di aumentare ulteriormente le possibilitá di vittoria finale. L'unico nodo ancora da "sciogliere" é quello del candidato Premier. clEMENTE é il politico a cui per antonomasia spetterebbe di rappresentare la Cosa Marrone, d'altro canto Giuliano offre una figura piú che adeguata al ruolo. Ci consulteremo ed ascolteremo cosa hanno da dire dell'Utri, Campanella e Cuffaro per poi decidere di comune accordo.

berlusca supremo! ha detto...

sfottete sfottete ... che tanto il grande Silvio VINCERA'

Anonimo ha detto...

Pdl - il prezzo delle libertà

come insegna zer-fini
a fare i maggiordomi
non c'è rischio alcuno
un posto da delfini
nel clan dei berlusconi
non si nega a nessuno

che sia pro abortista
oppure per la guerra
fai parte della lista
basta strisciare a terra

non son certo le idee
a far da pregiudizio
lui mette le ghinee
tu spalanca l’orifizio

s’apprestano a entrare
le armate di sua maestà
che dici fanno male?
È il prezzo delle libertà.

ceciliametelladalmatica ha detto...

Mirko sei sempre piu un geniooooooooooooooooooooo!!!

Ragazzi me ne vado a casa...ho un dolore atroce al trigemino...mi sa che se continua cosi questa settimana mi salto la champions...sigh ..peccato...questa e' la vendetta di mastella..lo so...lo sento...

Perlaseriesiamotuttiinvidiosi ha detto...

Notizia Ansa:
Berlusconi candidato all'inquisito d'oro 2008. Indiscrezioni e sondaggi Mediaset lo danno per vincente sicuro. Eccezzionalmente anche il centro-sinistra accetta la sconfitta e dichiara per "bocca" di Vladimir Luxuria: "Questa volta non possiamo competere e dobbiamo ammettere la sconfitta. Auguro a Silvietto mio ogni bene ed un piacevole soggiorno nella suA futura residenza romana di Regina Caeli." Di altro umore clEMENTE MASTELLA che esprime tutto il suo rammarico per lavicenda: "Ovviamente non posso essere contento per Silvio perché quel premio lo sento giá mio o al limite di mia moglie Sandra. Ovviamente c'é ancora la speranza che i sondaggi Mediaset abbiano esagerato i pronostici. Ripeto, questo riconoscimento lo sento fortemente mio e in caso di vittoria a Berlusconi, saró pronto ad intraprendere iniziative legali tramite un mio coscente ben informato, tal Luigi De Magistris, che potrá confermare tutta la mia colpevolezza."

Ema ha detto...

Nulla da dire, Mirko. Al solito dici la cosa giusta.
Dovresti candidarti. Non dico che ti lascerei correre da solo, ti seguirei almeno in bicicletta (sai com'è, da fumatrice non ho proprio i polmoni da atleta)

Ale ha detto...

Mirko, bellissima la storia anno 2178.
d'accordo quasi su tutto, ma vedo una discriminante quando dici che a capo dei vari ministeri ci vogliono persone con preparazione scolastiche e competenze lavorative.
La competenza lavorativa la discriminante !
Con: Fini,Veltroni,Casini, D'Alema e tanti altri che hanno festeggiato il 18° compleanno nelle segreterie dei partiti,che hanno raccolto fondi per essi, che non dovrebbero avere cittadinanza nemmeno in parlamento come la mettiamo ?
eppure due di loro sono stati premier ed altri due aspirano ad esserlo.

Federico ha detto...

Carissimo Mirko, stavolta ho voluto clonarti non nel nome ma nei contenuti, 2 ci sono cascati, vorrá dire che se apriamo insieme un'agenzia pubblicitaria ci facciamo i soldi. Pioché tu stai a Verona e io in Germania, direi che per andare sul sicuro la sede la facciamo qui da me, se no va a finire che lo Psiconano ci censura e ritorniamo disoccupati.

P.S. e non ho usato sostanze chimiche, mandami qualcosa che magari miglioro anche.

Ciao

Alessio ha detto...

Mirko,
se hai l'esperienza "lavorativa" poi entri in "conflitto d'interesse".
Solo chi non ha conflitto d'interesse potrà governare, sostengono alcuni nullafacenti.
Mirko, da futuro candidato, illuminami !

Ale ha detto...

Federico/Mirko, non sei ancora candidato e gia fai il politico alla Mastella, dici bugie,fai promesse, hai scelto la cosa Marrone per affinità ?

Anonimo ha detto...

FEDERICO

Scusa ma non ho capito in che senso mi avresti clonato nei contenuti e quando.E chi sono i due che ci sono cascati.

ALE
Tu mi parli di premier, io ti parlo di Ministri. E' diverso.
Immagina l'Italia come una Azienda. L'amministratore delegato (cioè il premier) deve avere uno staff di persone nei vari settori competenti.Non puoi metterci alla contabilità un chimico e alla ricerca e sviluppo un ragioniere.Nel giro di un mese chiudii battenti.L'amministratore delegato ha il compito di far funzionare l'azienda: deve solo scegliere le persone giuste da collocare nei punti giusti.Non è lui il fulcro.
Se le sue scelte sono OK , per dirla in parole povere, l'azienda funziona e lui può anche starsene a casa a quel punto, rendendo conto del suo operato solo al suo CAPO (in questo caso siamo NOI).

L'Italia potenzialmente potrebbe essere una Ferrari. Solo che in questo momento monta i pistoni di una 500 e la marmitta di un CIAO...
Monta pezzi sbagliati.

Io credo che sia un nostro diritto sapere in anticipo che pezzi vuole montare uno sulla nostra automobile quando ci mette le mani.

CIAO

Vado a correre da solo.

p.s:
visto il tema Forrest Gump, diamo a Mastella un tavolo da ping pong , una racchetta e mettiamolo agli esteri.
Poi lo spediamo in Cina e ce lo lasciamo...

MIRKO ha detto...

Quello di prima ero io...scusate l'anonimato.

ALE non faccio promesse: mica mi devi votare...
Sto solo dicendo la mia come tu dici la tua.
Comunque le mie erano solo teorie da prendere con le pinze.
Poi so che ognuno restarà sempre con le proprie opinioni ed è per questo che non vado oltre.
Non voglio convincere nessuno.
CIAO

Federico ha detto...

Mirko,

clonato nei contenuti nel senso: le 2 notizie ANSA di cui sopra potrebbero trarre in inganno per stile e contenuti, nel senso che quando 6 in forma roba del genere la scrivi.
2 ci sono cascati, nel senso che magari ci sono cascato io perché non avevo visto che avevi appena scritto qualcosa e perché pensavo che la Ceci si riferisse al mio commento quando ha scritto
"Mirko sei sempre piu un geniooooooooooooooooooooo!!!".

Pazienza, se non vuoi aprire l'agenzia pubblicitaria dovró trovarmi un altro socio :)

Ciao

ceciliametelladalmatica ha detto...

si Fede mi riferivo ai tuoi due messaggi stile Mirko...ergo...Fedeeeeeeee sei un genioooo.. casco sempre in tutto..speriamo non nella cosa marrone..
E apritela quest agenzia..

Ema ha detto...

Alessio, cosa intendi quando dici "se hai l'esperienza lavorativa poi entri in conflitto d'interesse". Faccio un esempio. Il mio pensiero (e se non ho interpretato male anche quello di Mirko) è questo: abbiamo da trovare il ministro dell'economia. Cerchiamo tra i "nostri" e prendiamo il CV più idoneo: sicuramente un ragioniere laureato in economia, con un master sulla finanza è meglio di un ingegnere con una laurea in ingegneria civile.
Prendendo spunto da questo esempio, mi spieghi dove individueresti il conflitto d'interessi?

MIRKO ha detto...

FEDE.

Ah, ora ho capito. Tranquillo, quando si tratta di sparare cagate siamo sul posto giusto.LA COSA MARRONE si deve diffondere.

Anonimo ha detto...

Chiunque tu sia, i miei più vivi complimenti. Quest uomo marrone si merita solo roba marrone.

Grazie

aLESSIO ha detto...

ema,era proprio quello che volevo che dicessi.
non sempre però l'esperienza lavorativa deriva da lavoro dipendente a volte ci sono industriali con fior di competenze, ma costoro,secondo "alcuni" non potrebbero fare politica.

Anonimo ha detto...

E vai allora Mirko, apriamola l'agenzia con la benedizione della Ceci e quella del Piotta.

P.S.
Grazie Ceci, ogni tanto devo lasciar correre la cosa marrone da sola per non andare in depressione e mi escono certi lanci Ansa

aLE ha detto...

RAGAZZI, SIAMO CONFUSI CHE METà BASTEREBBE, VI METTETE A SCAMBIARE NOMI RUOLI E PERSONALITà E POI CI LASCIATE NELLA MERDA A LIEVITARE.

Federico ha detto...

ale, non essere volgare, si chaima cosa marrone!!

Ale ha detto...

FEDERICO, sono daltonico e quindi la chiamo per nome !

Federico ha detto...

Suvvia, non fare il pignolo, il daltonismo per il marrone non esiste!! Figurati se clEMENTE nostro l'avrebbe chaimata cosí se avesse solo lontanamente potuto immaginare di escludere qualche votante a priori!! tutti possono vedere la cosa marrone

Ale ha detto...

si Federico, la cosa Marrone se la vedi la eviti (altrimenti la pesti ... e vedi quanta "fortuna" ti arriva )
certo che per oggi il tempo non ci manca visto che dialoghiamo in due;
che gli altri siano andati sulle TAzzE a v.otare ?

Federico ha detto...

Guarda Ale, non so da voi ma qua c'é in giro un influenza bast..da che ne presi un bel po'. Anche io non é che stia d'incanto, anzi! Comunque adesso stacco e vado a casa, c'é poco lavoro.

Ciao e buona serata

mattia ha detto...

Sono d'accordo con Mirko,che poi mi pare riprenda una proposta di Grillo,
sul fare in anticipo la squadra di governo in base alla quale poi l'elettore valuterà le sue scelte,
inoltre potrebbe essere uno stimolo per i concorrenti a non fregare gli elettori facendo ministro qualche balordo come demente....
Sulle capacità dei candidati il discorso è più complicato,secondo me.
Ci sono stati dei ministri come lunardi per esempio o come sirchia
o come pecoraro scanio o tremonti che nonostante la preparazione specifica hanno avuto risultati tuttaltro che esaltanti.
Forse oltre alla competenza bisogna avere altre doti come saper riconoscere il valore dei propri collaboratori,
non avere interessi in conflitto,
nel caso di tremonti avere un qi superiore a 75,
avere capacità dirigenziali e doti umane superiori alla media ecc.

Ale ha detto...

Mattia, chiedo che sia tu con QI "OLTRE IL POSSIBILE" a selezionare i vari ministri.
scommetto che sceglieresti, visto la carriera di successo, Bassolino per l'ambiente !

Ema ha detto...

X Alessio: il conflitto d'interessi, come qualcuno erroneamente crede, non nasce nel momento in cui uno è imprenditore piuttosto che dipendente o cocopro. Nasce nel momento in cui qualcuno ha degli interessi da salvaguardare in contrasto gli uni con gli altri. Faccio un esempio non politico: io sono volontario AVIS e AIDO (rispettivamente donazione sangue e donazione organi). Vedo una persona che sta male, sta morendo. Cosa faccio? a) le salvo la vita così ho la possibilità di incrementare le donazioni di sangue acquisendo un nuovo donatore; b) la lascio morire così ho la possibilità di incrementare le donazioni di organi. Le due cose sono in contrasto tra di loro, perché come AIVS ho interesse che viva, come AIDO ho interesse che muoia (è un esempio per assurdo, s'intende).
Questa è la definizione che ne da l'enciclopedia: Si verifica un conflitto di interessi quando viene affidata un'alta responsabilità decisionale ad un soggetto che abbia interessi personali o professionali in conflitto con l'imparzialità richiesta da tale responsabilità, che può venire meno visti i propri interessi in causa. Come vedi non si parla del tipo di contratto del soggetto in esame....

mattia ha detto...

Posso capire la tua stizza,Ale,
l'avrei anch'io se dovessi difendere uno poco intelligente come tremonti.
Questa è la tua condizione,
se poi vinci l'elezioni guarda che ti potrebbe venire l'ulcera a difendere balordi come castelli o gasparri.
Per non parlare del tuo premier che dice che ci farà vivere fino a 120 anni e vuol fare il traforo del frejus al traforo del frejus...
Quello che invece a me preoccupa moltissimo è che lui possa vivere fino a 120 anni,
se calcoliamo che è circa solo 20 che fà dei danni vuol dire che ce ne aspettano altri 45,
sarebbe un incubo.

Chia®a di Notte (Klára) ha detto...

ATTENZIONE...
chiara-di-notte.blogspot.com

Un blog che nasconde storie di pedopornografia, si collegano in second life
o vari forum in tutto il web, spacciandosi per donne, con escamotage varie propongono siti porno e foto tutte su minorenni.
Mi è arrivata un e-mail dove mi dicono che il BLOG CLONE, Cioè questo... www.chiara-di-notte.blogspot.com
Nasconde una rete di pedofili milanesi e di stare attenti.
Noi stamo molto attenti anche perche ogni giorno combattiamo con questo schifo, ma blogger che fa? non si sa, abbiamo fatto presente il problema, senza risultati.
Un aiuto a tutti voi Blogger, combattete questa rete pedopornografica che si spaccia per me.
Segnalate il blog; www.chiara-di-notte.blogspot.com
e denunciate.

veltrusconi ha detto...

ATTENZIONE!!!!!! Sulla rete si è diffuso un sito altamente nocivo, evitate di andarci,potreste essere contagiati dal bolscevichismo. ALTAMENTE SCONSIGLIATO!!!!!

http://home.rifondazione.it/xisttest/

Ale ha detto...

visto l'intelligenza che ti attribuisci, dando voti a destra ...ma non a manca, Mattia, mi hai convinto ! hai ragione tu su tutti i fronti, ma mi dispiace per te dovrai sorbirti, forse, il prossimo governo di ladri, assassini, imbecilli, deficenti che cercheranno di disfare quello che non ha fatto il prode PRODI.
"peccato" però che il "nano" non si sia alleato con Mastella, avete un'arma in meno ! coraggio però c'è sempre il conflito d'interesse come cavallo di battaglia !!!!

Anonimo ha detto...

Attenzione, informazione dal sito di Bruno Tabacci:
La Casta prova a infiltrarsi nel blog? Molte società di comunicazione al servizio dei partiti lo fanno

I blogger più attenti hanno notato un'affluenza sospetta di commenti pro-Udc subito dopo la rottura tra Casini e Berlusconi

Er Piotta, dove stai? sei andato a fare un giretto da Bruno Tabacci?

Anonimo ha detto...

POL - Pd Calabria: nel giorno di De Sena l’ombra della Bruno Bossio.

Roma, 18 feb (Velino) - Sui giornali nazionali, la notizia non ha trovato spazio. Ma ieri, sulla prima pagina di Calabria ora, aveva meritato il secondo titolo dopo quello di apertura, dedicato all’arruolamento di Luigi De Sena, vicecapo della polizia, nelle file del Partito democratico. “De Sena Capolista”, strillava Calabria ora, informando che il numero due della polizia potrebbe accettare di guidare le liste del Pd in Calabria nella competizione per il Senato. Riguarda indirettamente il Pd anche l’altra notizia di rilievo ospitata in prima pagina: “Bruno Bossio a giudizio per truffa”. Il legame col Pd è rappresentato dal fatto che la manager Enza Bruno Bossio è la moglie del capogruppo in Consiglio regionale, Nicola Adamo, ex segretario regionale dei Ds e numero due della giunta Loiero. La Bruno Bossio è stata rinviata a giudizio - assieme ad altre 15 persone - dal gup del Tribunale di Lecce, Carlo Cazzella, per truffa e falso ideologico. Secondo l’accusa, avrebbe contribuito a frodare l’Unione europea consentendo a un’azienda pugliese - la Nature srl - di ottenere vantaggi dai finanziamenti regolati dalla legge 488. La prima udienza del processo è stata fissata il prossimo 2 aprile a Lecce. I fatti dai quali discende il rinvio a giudizio risalgono al 2002, quando la Bruno Bossio, in veste di componente della commissione ad hoc nominata dal ministero delle Attività produttive, effettuò i controlli sulla spesa dei fondi ottenuti dalla Nature srl ai sensi della legge 488.
Secondo il sostituto procuratore Imerio Tramis - la cui versione è stata confermata dal gup Cazzella - i componenti della commissione, “in concorso tra loro, con i responsabili della società e col consulente aziendale Gianfranco Napolitano, in violazione dei loro doveri, ponevano in essere raggiri finalizzati a consentire a tale società di ottenere, in danno dello Stato e della Comunità europea, l’ingiusto vantaggio consistito nella definitiva concessione del finanziamento di 3.721.402,50 euro”. Non è la prima volta che le cronache giudiziarie si occupano della Bruno Bossio (e del marito). In un articolo di spalla pubblicato nella stessa pagina 8, interamente dedicata al caso, Calabria ora racconta che “nel curriculum manageriale di Enza Bruno Bossio ci sono due cose: il sogno infranto della Silicon Valley bruzia e buona parte delle società al centro delle indagini di Poseidone, prima, e Why Not, poi. Clic, Cm Sistemi, Intersiel, Sispi, Telcal, Finsiel. Ci sono le storie dello sviluppo pensato, finanziato e affidato all’informatica e le ipotesi di truffa all’Unione europea avanzate da Luigi De Magistris con le maxiperquisizioni del 5 settembre 2006, il giorno in cui la Calabria scoprì che l’imprenditrice e suo marito, l’allora assessore regionale Nicola Adamo, erano indagati. Storie intrecciate con i nomi delle aziende finite nel mirino della procura di Catanzaro”. Al contempo, Calabria ora informa - ma in questo caso a pagina 5, quella dedicata all’operazione De Sena - che Carlo Guccione, numero uno dei Ds in Calabria, e il presidente del Consiglio regionale, Peppe Bova, stanno spingendo per una candidatura di Adamo nella lista per Montecitorio. Una scelta sulla quale si allunga però l’ombra delle vicende giudiziarie della Bruno Bossio. Vicende che stridono con l’immagine “law and order” che il Pd punta probabilmente a dare di sé candidando il vicecapo della polizia come capolista calabrese per il Senato.

Bravo Veltroni a tenere dentro il PD calabria il sig.Nicola Adamo marito della Bruna Bossio.....che garanzia!

Anonimo ha detto...

Mastella: "No a diffidenze reciproche"

"Se qualcuno non vuole un'alleanza di centro, si assumerà la responsabilità storica di non averla realizzata". Lo ha detto Clemente Mastella a Sky Tg24 in riferimento a una possibile coalizione fra Udeur, Rosa Bianca e Udc. "Diventerebbe un suicidio generale - ha proseguito - come la balena bianca di cui si parlava diffusamente con la Dc. Saremo come tanti piccoli balenotteri: chi prima, chi dopo ci areneremo sulla spiaggia morendo".

Sí clEMENTE, chi prima (tu) chi dopo (tutti gli altri), é esattamente la fine che finalmente ti spetta, arenato su di una spiaggia politica come una grassa balena marrone, dove i cittadini potranno sputarti addosso x tutti i danni provocati.

Ma secondo te, con tutta la cosa marrone che ti sei tirato addosso da solo, chi potrebbe avere il fegato diallearsi con te? Nessuno é disposto a perdere il proprio possibile elettorato per quei 3.000 amici/camorristi e leccaculi che porteresti in dote.
Ti vogliamo vedere ad Ammameth, ma non in villa, in carcere!!

Lucignolo ha detto...

Certo che, chiamare balordi Castelli, Gasparri o Tremonti uno che ha mandato al governo Prodi, Rutelli e Parisi.... Ce ne vuole di faccia tosta, Mattia!!!

Roma Veltrona ha detto...

Ero fascista ma per colpa di Berlusconi voterò comunista.

no pasaran ha detto...

Noi eravamo componenti della banda di Ludwig, ma per colpa del nano malefico siamo diventati camerieri in un ristorante islamico.

Marco Spaltro ha detto...

l'altra sera ho letto il programma del PD e mi sono cadute le braccia. Ma scusate questi sono politici di professione (tra l'altro Veltroni non ha neppure una laurea), e tutto cio' che mi tirano fuori per far riprendere l'Italia e' qualche assegnino per i precari?? Poi dall'altro lato c'e' il PDL il cui candidato premier e' un settantenne che ha perso tutto l'effetto novita' di cui era originariamente il portatore. Ora si e' immedesimato anche lui nella casta che ci governa. Ragazzi, il mio consiglio e' quello di non dare retta a questi politici, non sprecate energie a sostenere uno o l'altro. L'effetto sara' lo stesso, nessuno tentera' di cambiare vermente l'Italia, nessuno cerchera' di aiutare noi giovani. www.giovanitaliani.blogspot.com

Anonimo ha detto...

Csm si spacca su Procuratore Catanzaro.

lunedì 18 febbraio 2008.

Il Csm si spacca sulla scelta del nuovo procuratore di Catanzaro. La Commissione per gli incarichi direttivi di Palazzo dei marescialli si e' divisa tra tre candidati, rimettendo di fatto la scelta al plenum. Si tratta di Antonio Vincenzo Lombardo, procuratore di Palmi; Salvatore Boemi, procuratore aggiunto a Reggio Calabria e Roberto Saieva , procuratore di Patti. Boemi ha ottenuto due voti: quelli del laico dei Ds Vincenzo Siniscalchi e del togato del Movimento per la Giustizia Ciro Riviezzo. Due consensi sono andati anche a Roberto Saieva, procuratore di Patti, sostenuto dalla presidente della Commissione Ezia Maccora (Magistratura democratica) e da Giulio Romano (Magistratura Indipendente). Un solo voto per Lombardo, proposto dal togato di Unicost Giuseppe Maria Berruti. Si e' invece astenuto il laico della Cdl Ugo Bergamo. La proposta sara' trasmessa al ministro della Giustizia Luigi Scotti che in base alla legge deve esprimere un parere sui candidati, comunque non vincolante per il Csm. Il posto di procuratore di Catanzaro e' stato lasciato libero da Mariano Lombardi, che dopo aver ottenuto dal Csm -per evitare un trasferimento d'ufficio- di essere assegnato alla Corte d'appello di Messina come consigliere, e' andato in pensione il mese scorso. (ANSA).

Anonimo ha detto...

Il leader di Diritti Civili, Franco Corbelli, candidato dal suo movimento al Senato in Calabria alle elezioni politiche, critica la scelta del Pd di candidare capolista al Senato nella circoscrizione calabrese l'ex prefetto di Reggio Calabria Luigi De Sena. "Sorprende e inquieta - sostiene Corbelli - la scelta del Pd di candidare in Calabria l'ex super prefetto di Reggio. Stimo molto De Sena, tanto da essere stato l'unico, lo scorso anno, ad averlo proposto quale capo della Polizia quando è stato, improvvisamente e sorprendentemente trasferito dalla città dello Stretto. Ma non posso oggi condividere questa scelta, che suscita forti perplessità e pone qualche inquietante interrogativo. Perché il Pd candida De Sena dopo averlo, con il Governo Prodi, immotivatamente trasferito da Reggio, dove era stato mandato dall'ex Ministro degli Interni, Pisanu, subito dopo l'omicidio eccellente politico-mafioso dell'ex vicepresidente del Consiglio Regionale, Francesco Fortugno? Perché gli è stato, di fatto, prima impedito di continuare il suo importante lavoro in Calabria, anche e soprattutto con riferimento alle delicate indagini proprio sul caso Fortugno e adesso lo si vorrebbe portare in Parlamento?". "La candidatura di De Sena - afferma ancora Corbelli - è un errore. L'ex superprefetto che diventa uno dei 315 senatori italiani non serve alla Calabria.. La candidatura di De Sena diventa, per queste regioni, un mistero al pari dell'apparentamento concesso dallo stesso Pd (solo) alla lista di Antonio Di Pietro e il tentativo (fallito) di quest'ultimo di arruolare e candidare con la sua Lista di Italia dei Valori alla Camera il pm Luigi De Magistris. Tutti fatti, questi, che inquietano. Per questo chiediamo al Pd di rivedere questa scelta e allo stesso ex prefetto di Reggio di rinunciare alla candidatura per fugare ogni sospetto". (ANSA)

Senza parole........

Anonimo ha detto...

"Il Prefetto De Sena è persona degna, ma non capiamo perché il Partito Democratico lo abbia candidato come capolista in Calabria motivando tale scelta come un contributo alla legalità". E' quanto afferma, in una nota, il vice segretario dell'Udc, Mario Tassone, vicepresidente della Commissione parlamentare antimafia. "Ricordo che il super-prefetto di Reggio Calabria con l'incarico di far luce sul delitto Fortugno - prosegue Tassone - fu rimosso dall'incarico proprio nel momento in cui c'era l'impegno a individuare i responsabili veri di un assassinio che rimane tuttora avvolto nel 'mistero'. Dunque, prima si rimuove un uomo delle istituzioni, impegnato in un'inchiesta così difficile e delicata, e poi lo si candida alle elezioni politiche nella stessa Regione dove stava svolgendo le indagini?". "Evidentemente - sostiene ancora Tassone - qualcosa non quadra. Il vice ministro Minniti è ancora debitore di una informazione corretta ed esauriente nei confronti della Commissione parlamentare antimafia, all'interno della quale erano sorti interrogativi ben precisi sulle ragioni che comportarono la rimozione di De Sena nel momento in cui la Commissione stessa stava valutando la sua relazione sullo stato della criminalità in Calabria. E' inevitabile che questa candidatura sia fonte di ulteriore preoccupazione e di qualche sospetto in più". (ANSA)


Vorrei tanto sapere cosa ne pensa chi sostiene questa strana candidatura in Calabria.

Italo

Anonimo ha detto...

La parabola dei siti internet dei partiti
18/02/08 - Rossano

"Prendi il voto e chiudi il sito"

Costruiti, sfruttati e abbandonati. E’ questo il breve ciclo di vita che accomuna tanti siti web della politica locale italiana, così come tra l’altro conferma un bell’articolo di Riccardo Ferrazza pubblicato nelle scorse settimane da “Il Sole 24 Ore”. Ne da notizia Marianna Montesanto, che cura la rubrica Web “Pourquois Pas?” su www.8tj.eu. Tantissime pagine Internet, allestite dai comitati elettorali dei candidati, vengono affannosamente utilizzate come “vetrina” per i propri programmi e per l’immagine accurata del proprio “cavallo di razza”. Ma poi, una volta raggiunto lo scopo (ma anche in caso di sconfitta elettorale!), questi stessi siti, tanto coccolati prima del voto, vengono lasciati alla deriva. “È così -continua a riferire Montesanto- l’elettore-navigatore, che torna a visitare quelle pagine web, si trova di fronte a contenuti ed immagini vecchie, con notizie risalenti a molto tempo prima. Insomma, quasi una tomba virtuale! In alternativa c’è una schermata fissa in cui il politico ringrazia i suoi sostenitori”. Della serie: “grazie e a risentirci al prossimo voto!”. La “nuova stagione”, se così possiamo definirla potrebbe essere, ad esempio, il sito che Walter Veltroni ha preparato durante la sua corsa al Partito Democratico: un blog, un canale web tv, la possibilità di inviare video-domande. Insomma: un vero e proprio concentrato di tecnologia al quale il sindaco di Roma aveva abituato i suoi sostenitori. Ma, anche in questo caso, la “novità” è rimasta ibernata al 19 Settembre di un anno fa. Centro-destra o centro-sinistra, nord-sud, sindaco
o governatore, la sindrome del “prendi il voto e chiudi” purtroppo non fa distinzioni politiche, il tempo passa e le abitudini restano. Purtroppo. “Eppure, forse, termina Montesanto, si dovrebbe guardare alla comunicazione, pourquois pas? anche a quella politica, con maggiore senso della realtà, rendendola un pochino più utile, nel lungo periodo, a colmare quel gap di dialogo ed interazione tra cittadini e loro rappresentanti politici ed istituzionali. In quest’altra prospettiva sarebbe possibile arrestare il dilagare, sul web, del cimitero dei siti elettorali.

Giuseppe

Roma Veltrona ha detto...

E' partito il pullmann di Veltroni, che sta guadagnando 2 punti al giorno.

Roma Bisaccia ha detto...

Il programma politico di Di Pietro: "Rete 4 sul satellite."

Roma Piaciona ha detto...

Rutelli: "Mi sono confrontato con la città".

Anonimo ha detto...

Nessuno ha fatto commenti sull'apparizione della nostra(na) Sandra in TV .... sono sbalordito ... ma l'ho vista solo io ? E' stato un incubo ? Ho fatto fatica a non prendere a calci il televisore !!! Poi ho pensato che se qualcuno ancora non aveva capito chi è Clem, guardando la moglie alla La7, non puo' non avere aperto, anzi sbarrato gli occhi !! Una intervista incredibile !!! Roba da portineria di periferia ..... Ma questa è Presidente in Campania ?? Ecco perchè non funziona niente !!!

Anonimo ha detto...

Ma Veltroni pensa che con l'uso del pulman c'è anche la raccolta punti?
Guadagnare punti con queste autostrade significa arrivare in ritardo al traguardo finale. E poi,il massimo delle "GITE" in pulman: realizzare i filmini (anzi un documentario).................MEGALOMEN DI UN VELTRONI!

Da oggi Veltroni cambia nome: MEGALOMAN ....ME-ME-GA-GA-LO-LO-MAN! (ve lo ricordate?)

Felix

Ema ha detto...

X Anonimo delle 3.36: quando ho girato su Tetris stava finendo, ho visto solo la Sandrona che litigava con qualcuno... Ci fai un riassunto?

mattia ha detto...

Fidel ha lasciato,
onore ad un capo di stato che solo la storia può giudicare,
ripeto solo la storia....
e noi comunisti.

MARIN FALIERO ha detto...

clEMENTE corre solo.
Fidel non corre più.


Che la Storia sia ad una svolta?



marinfaliero.blogspot.com

Anonimo ha detto...

FIDEL HA LASCIATO ? è MORTO ?

mattia ha detto...

Per arrivare ad una svolta nella storia bisognerebbe che non corresse più molta altra gente,
l'elenco sarebbe lunghissimo,ti lascio immaginare da chi comincerei...

Ale ha detto...

Mattia,
il grande estimatore di fidel castro, tributa gli onori ad un capo di stato comunista mai eletto.
la stroria ha già giudicato i comunisti mascherati da dittatori.
Cuba, come per Polonia, Ungheria, Slovenia ecc. ha bisogno di democrazia e non di demoKrazia per dare speranza ai cubani che vengono trattenuti sull'isola come ostaggi !
Viva la libertà per Cuba ed i Cubani !!!

mattia ha detto...

Non siamo ancora riusciti a giudicare obbittivamente neppure la seconda guerra mondiale e la dittatura fascista nel nostro paese e tu ed altri sapientoni avete già giudicato eventi ancora recenti come le dittature di altri stati,
voi siete i depositari delle verità,
per sentito dire,
voi vi riempite la bocca di slogan riguardanti sistemi di governo a voi del tutto sconosciuti.
Io dico che prima di guardare in casa di altri sarebbe meglio che giudichiate il nostro sistema di governo ed i nostri governanti,vecchi e nuovi.
Mi pare che non abbiamo le carte in regola per sentenziare,
potremmo al massimo cercare di capire e confrontarci e magari con modestia ammettere che l'Italia come libertà non è ai primissimi posti nel mondo.

Anonimo ha detto...

In mattinata ha parlato anche Clemente Mastella, che con l'Udeur sarà, appunto, la «terza punta» del fronte del centro. Il partito del Campanile correrà probabilmente da solo, anche se per l'ex Guardasigilli, intervenuto a Panorama del giorno, «un'alleanza al centro invece si potrebbe fare». Quello che ormai è certo è che non ci saranno accordi con Berlusconi: «Visto come si sono messe le cose è meglio che ognuno vada per la sua strada...». Mastella ha poi voluto smentire la voce che alle politiche sarà candidata anche la moglie Sandra Lonardo. «Non è vero - ha precisato -. Se andremo con gli altri questo, assolutamente, non accadrà». Mastella ha assicurato anche che «non verranno candidati altri miei parenti» e che «chi afferma questo lo fa per continuare ad accusarci di essere un partito familista».

Le ultime parole famose!! il buon clEMENTE scrive (vedi sopra)
Mastella ha poi voluto smentire la voce che alle politiche sarà candidata anche la moglie Sandra Lonardo. «Non è vero - ha precisato -. Se andremo con gli altri questo, assolutamente, non accadrà».

capito?? se andremo con gli altri!!! é un'altra minaccia! o vi alleate con noi oppure portiamo la Sandra in Parlamento (ma 'ndo vai??)
clEMENTE, candidati per il parlamento tunisino che hai piú speranze. Fanculo

Ale ha detto...

Mattia ,sintetizzando, a te piacerebbe vivere a Cuba perchè in italia c'è meno libertà !
ACCOMODATI !
scrivici una cartolina ! Magari mandaci una foto con autografo del lider maximo.
......e poi parlano di libertà ,innocazione,benessere ...questi ...comunisti cechi! (non vedenti)

Ema ha detto...

Per Ale e Mattia: non è una questione di comunisti o fascisti. E' una questione di democrazia o dittatura. Indipendentemente dal colore che governa, è la forma di governo quella importante. Non ho studiato i grandi pensatori classici, ma mi è sempre stato insegnato che la democrazia è meglio della dittatura (anche se mia nonna dice che stava meglio quando c'era il duce).
Il problema dell'Italia oggi è che non ci troviamo più in democrazia, ma in oligarchia, che è diverso....

mattia ha detto...

Certo che Cuba non sarebbe male...
Un pensierino ce l'ho fatto più volte sai,
è pur sempre un'isola dei caraibi.
Ema ha centrato il nocciolo,
il problema è che noi italiani non siamo in grado di criticare gli altri,
perchè abbiamo grossi problemi che continuiamo a non voler risolvere,
uno tra i più grossi è questa razza di politici che non augurerei neanche al kenia,per esempio.

Ale ha detto...

l'Oligarchia Italiana è la degenerazione della classe politica che si autocandida,che stiamo per correggere con mezzi democratici, ma che è lontana mille miglia dalla dittatura comunista di Castro ,che ha sequestrato il popolo Cubano e lo ha segregato in una gigantesca prigione !!!
Mattia approfitta di queste ultimi mesi di dittatura castrista per goderti la libertà Komunista perchè
è facilmente ipotizzabile una ribellione della popolazione Cubana proprio il giorno dei funerali di Castro.
Mandaci una cartolina e fatti fotografare con l'ex lider maximo finchè sei in tempo !

mattia ha detto...

Ma più che di ribellione popolare parlerei di infiltrazione statunitense volta a riprendersi l'isola per fini squisitamente economici,non certo umanitari.
Dopo l'eventuale fine della dittatura e l'instaurazione della "democrazia" guardiamo insieme quanti bambini moriranno di fame e malattia a Cuba,
come è successo nell'Europa dell'ESt,addirittura in Russia.
Questo però non lo dicono mai i sapientoni giudicanti,eh!

g. ha detto...

Mattia ma in che mondo vivi?? Da quand'è che si devono tributare onori ad un DITTATORE?? Ripeto: dittatore...che non vuole dire "persona autoritaria", ma uno che ha fatto uccidere i propri oppositori politici; i cittadini che osavano ribellarsi e che ha fatto TRUCIDARE (dal tuo amico pacifista che guevara) i prigionieri della guerriglia! Ma non pensavo che esistessero ancora persone cosi orribili! Poi ammazza, solo TU e la storia potete giudicare...scendi dal piedistallo! Cmq se vai a cuba dicci addio, perchè non potrai più venire sul blog...sai com'è...internet lì non è molto ben visto...metti che qualcuno per sbaglio digita "libertà" o "democrazia"?! E' un casino!!!

Anonimo ha detto...

....ma perche' non ve ne andate affanculo su un'altro blog. Che ce ne frega di Castro e Cuba, a me m'interessa sapere soltanto quando
crepa clEMENTE.

Ema ha detto...

Veramente, Mattia, il Kenia è messo più o meno come noi... Dall'intervista fatta a Renato Kizito Sesana, padre
comboniano:
La situazione presente in Kenya è nata dalle elezioni del 27 dicembre che sono state contestate aspramente e che hanno visto la vittoria ufficiale, per poche
centinaia di migliaia di voti, di quello che era già il Presidente, Kibaki. Subito dopo si sono scatenate reazioni
molto violente da parte dell’opposizione, accusando il governo di brogli elettorale
e rifiutando di riconoscere Kibaki come Presidente. La cosa che sembra adesso molto chiara è che la violenza che si è scatenata dopo l’annuncio della vittoria
di Kibaki è stata preparata con cura in diverse parti del Kenya. Si era creata, durante tutto il periodo pre-elettorale, una strana campagna per cui l’opposizione diceva “è il nostro turno”,
sottintendendo il fatto che c’erano stati due presidenti Kikuyu, un presidente Kalenjin quindi era il turno dei Luhya,
che sono numericamente la terza tribù del Kenya. Questo aveva già dato una forte connotazione tribale alla campagna. Nelle ultime settimane ciò era stato aggravato dal fatto che l’opposizione aveva iniziato a dire “se non vinciamo vuol dire che ci sono stati
dei brogli”. La corruzione in Kenya, che era gravissima ai tempi del presidente precedente Daniel Arap Moi, è stata ridotta ma è comunque a un livello molto
grave e la gente di questo è
estremamente stanca, non ne può più. Il governo, poi, si è probabilmente tirato la zappa sui piedi perché ha spostato gli
interessi commerciali del Kenya
dall’Europa, dagli Stati Uniti e
dall’Inghilterra verso il Giappone e l’oriente in genere. Mentre Raila Odinga, capo dell’opposizione che ha quasi la
fama di uomo di sinistra, in realtà ha senz’altro fatto promesse agli americani
e all’Occidente di riavvicinarsi. Kibaki aveva rifiutato una base militare degli americani sulla costa del Kenya. Ci sono
state senz’altro delle interferenze e appoggi a livello mondiale su quello che
sono state le elezioni nel Kenya. Secondo me la questione tribale è solo una maschera che viene messa sopra altre questioni. E’ uno strumento che gli uomini politici hanno manipolato ed esacerbato prima per avere dei voti e poi
per scatenare la violenza. Gli uomini politici dei diversi partiti e dei diversi
popoli del Kenya si trovano, parlano… le persone della classe medio alta si trovano, parlano, vanno a cena insieme nei grandi ristoranti di Nairobi, che sono
tantissimi, e nei più grandi quartieri ricchi di Nairobi. Non c’è stata nessuna rivalità,
non c’è stato nessun problema. Sono
stati i poveri che sono stati scatenati alla gola gli uni degli altri sotto il pretesto di
questa rivalità etnica. Io penso che prima di tutto, per trovare una soluzione a questo problema, ci voglia del tempo perché le due parti hanno cominciato subito su posizioni così diverse e così
rigidamente diverse che è impossibile che cambino in poco tempo. Bisogna dar loro il tempo di cambiare le posizioni
salvando la faccia. Credo saggia la posizione di Kofi Annan
che è venuto senza mettersi limiti di tempo. L’importante è che smettano le violenze e la reazione alla violenza. Se veramente i leader lo volessero, se
Kibaki e Raila Odinga volessero fermare i loro seguaci sono convinto che potrebbero farlo nel giro di pochissime ore. Basterebbe una condanna ferma e precisa della violenza, che non c’è
ancora stata. Poi potranno negoziare e parlare come vogliono. Ma la paura è che ci sia la tentazione di usare la
violenza. Da parte del governo di usare la repressione della polizia, da parte dell’opposizione di usare la violenza dei
disoccupati, disperati, giovani che
vengono scatenati, pagati contro la tribù del Presidente illudendosi che questo
porti dei vantaggi alla loro posizione politica.

gillo ha detto...

X anonimo delle 12,57,
"a me mi"
non dovresti essere su questo blog ,ma essere a scuola di grammatica !

Ale ha detto...

Ema,
appassionato ed appassionante questo "articolo giornalistico" del padre comboniano.
quest' estate ero a Malindi e sulla strada per l'aereoporto per Mombasa, il nostro pulman è stato fermato da alcuni rivoltosi; ce la siamo cavata cedendo loro una tanika di gasolio e qualche successivo odore di "cosa Marrone".
Credimi Ema non bestemmiate, non accostare nemmeno per scherzo l'Italia al Kenia o a Cuba!

cocis ha detto...

mastella ci ripensa... :)


«ALLEANZA ANCORA POSSIBILE» - In mattinata ha parlato anche Clemente Mastella, che con l'Udeur sarà, appunto, la «terza punta» del fronte del centro.

Lucignolo ha detto...

Voi comunisti prima di cominciare a parlare di democrazia dovreste prima lavarvi la bocca con l'Amuchina e poi accettare di fare il processo alle persone prima di impiccarle, per esempio, come è successo a piazzale Loreto, vi ricordate??

Ale ha detto...

lucignolo,
la guerra è finita !!
piazzale Loreto appartiene ad un'altra epoca che nessunoooooo ! vuole rivivere.
Anche tu, come Mattia, cambia paginaaaaaaaa!

Anonimo ha detto...

Anche non essendo comunista, l'unica cosa che mi dispiace é che a piazzale Loreto non c'eri anche tu, L'ucignolo

Anonimo ha detto...

come spettatore?

Anonimo ha detto...

anonimo sei uno dei boia ?

Anonimo ha detto...

Raul Castro "ereditaa" la demoKrazia Cubana !

Anonimo ha detto...

Io vorrei che tornase il fascismo per le poche ore che bastano per cuocerti un po'.

Ema ha detto...

Ale, tranqui, l'accostamento era abbozzato. So bene che "c'è chi sta peggio"(per dirla in modo semplicistico).. ma sta cosa dell'opposizione convinta di vincere, che perde e poi accusa brogli mi è sembrato un deja-vu.... ;-P

Anonimo ha detto...

Sui giornali nazionali, la notizia non ha trovato spazio. Ma ieri, sulla prima pagina di Calabria ora, aveva meritato il secondo titolo dopo quello di apertura, dedicato all’arruolamento di Luigi De Sena, vicecapo della polizia, nelle file del Partito democratico. “De Sena Capolista”, strillava Calabria ora, informando che il numero due della polizia potrebbe accettare di guidare le liste del Pd in Calabria nella competizione per il Senato. Riguarda indirettamente il Pd anche l’altra notizia di rilievo ospitata in prima pagina: “Bruno Bossio a giudizio per truffa”. Il legame col Pd è rappresentato dal fatto che la manager Enza Bruno Bossio è la moglie del capogruppo in Consiglio regionale, Nicola Adamo, ex segretario regionale dei Ds e numero due della giunta Loiero. La Bruno Bossio è stata rinviata a giudizio - assieme ad altre 15 persone - dal gup del Tribunale di Lecce, Carlo Cazzella, per truffa e falso ideologico. Secondo l’accusa, avrebbe contribuito a frodare l’Unione europea consentendo a un’azienda pugliese - la Nature srl - di ottenere vantaggi dai finanziamenti regolati dalla legge 488. La prima udienza del processo è stata fissata il prossimo 2 aprile a Lecce. I fatti dai quali discende il rinvio a giudizio risalgono al 2002, quando la Bruno Bossio, in veste di componente della commissione ad hoc nominata dal ministero delle Attività produttive, effettuò i controlli sulla spesa dei fondi ottenuti dalla Nature srl ai sensi della legge 488.
Secondo il sostituto procuratore Imerio Tramis - la cui versione è stata confermata dal gup Cazzella - i componenti della commissione, “in concorso tra loro, con i responsabili della società e col consulente aziendale Gianfranco Napolitano, in violazione dei loro doveri, ponevano in essere raggiri finalizzati a consentire a tale società di ottenere, in danno dello Stato e della Comunità europea, l’ingiusto vantaggio consistito nella definitiva concessione del finanziamento di 3.721.402,50 euro”. Non è la prima volta che le cronache giudiziarie si occupano della Bruno Bossio (e del marito). In un articolo di spalla pubblicato nella stessa pagina 8, interamente dedicata al caso, Calabria ora racconta che “nel curriculum manageriale di Enza Bruno Bossio ci sono due cose: il sogno infranto della Silicon Valley bruzia e buona parte delle società al centro delle indagini di Poseidone, prima, e Why Not, poi. Clic, Cm Sistemi, Intersiel, Sispi, Telcal, Finsiel. Ci sono le storie dello sviluppo pensato, finanziato e affidato all’informatica e le ipotesi di truffa all’Unione europea avanzate da Luigi De Magistris con le maxiperquisizioni del 5 settembre 2006, il giorno in cui la Calabria scoprì che l’imprenditrice e suo marito, l’allora assessore regionale Nicola Adamo, erano indagati. Storie intrecciate con i nomi delle aziende finite nel mirino della procura di Catanzaro”. Al contempo, Calabria ora informa - ma in questo caso a pagina 5, quella dedicata all’operazione De Sena - che Carlo Guccione, numero uno dei Ds in Calabria, e il presidente del Consiglio regionale, Peppe Bova, stanno spingendo per una candidatura di Adamo nella lista per Montecitorio. Una scelta sulla quale si allunga però l’ombra delle vicende giudiziarie della Bruno Bossio. Vicende che stridono con l’immagine “law and order” che il Pd punta probabilmente a dare di sé candidando il vicecapo della polizia come capolista calabrese per il Senato.

Bravo Veltroni a tenere dentro il PD Calabria il sig.Nicola Adamo marito della Bruna Bossio.....che garanzia!


Vi preoccupate di Castro e di Cuba mentre le coppie politiche (mariti e mogli) si sono mangiati l'Italia e gli italiani. LORO nelle ville NOI nei bilocali in affitto!!!!!!!!!!!!!!!!!!

spo ha detto...

adesso basta: chi esprimerà opinioni in difformità dallo spirito del blog (mastella è una merda) sarà CENSURATO!

Anonimo ha detto...

Mastella è una merda !
i comunisti sono una merda!
siamo in tema !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ema ha detto...

x ilPescePuzzaDallaTesta: ottime argomentazioni!!!!!!!!!! Vado a fumare (sai com'è, son donna.. mi manca la materia prima così mi accontento della sigaretta del dopo..)

Anonimo ha detto...

x il pesce...
e tu guardi !!!

mattia ha detto...

spo capisco la tua rabbia nei confronti di questa gentaglia che viene nel blog a difendere l'indifendibile ... ma non possiamo abbassarci al loro livello e non possiamo essere antidemocratici: si qualificano da soli con le loro argomentazioni.
ah ... MASTELLA E'UNA MERDA!

geppo ha detto...

Mattia anche tu ti mimetizzi tra questa gentaglia che vuole difendere l'indifendibile Castro !
MASTELLA (alias Mattia) E' UNA MERDA !

Federico ha detto...

Caro Pesce/Piotta/Avvocazzo/Pellegrino, sei cosí succube del Ceppaloniano (o magari é solo rispetto paterno, vero Pellegrino?) che non riesci (?) forse non vuoi nemmeno scriverlo correttamente. Si scrive Mastella di MERDA e non Mastela di Merda

Geppo ha detto...

A Cuba attraverso la "libreta" i cubani ritirano i generi di prima necessità: pane, zucchero, farina, riso, pollo ecc.
La lbreta è una tessera di razionamento usata durante e nel dopo guerra in Italia.
OTTIMA FORMA DI GOVERNO A CUBA CHE VIGE DA OLTRE 50 ANNI !
Ecco cosa difendi Mattia !!!!
Mastella è una Merda !

SPO ha detto...

ciao a tutti!
mattia, concordo con te...ma purtroppo quello di prima non ero io! Infatti se clicchi sul suo nome viene fuori direttamente un sito (che in questo caso è questo blog), mentre se clicchi sul mio esce il mio profilo. Stai attento, non farti ingannare...anche perchè non scriverei mai quelle cose, non è il mio stile!

Anonimo ha detto...

ma lasciatelo perdere!
in ogni blog che si rispetti c'e sempre il rompicocozzi.

cirillo u' pazzo.

ale ha detto...

piotta/pesce/avvocazzo/mattia sono sempre la stessa persona: amici di castro e di mastella, cioè MERDE UMANE!

Ale ha detto...

X Ale delle 18,24
avvocazzo,imbecille adesso ti metti a clonare anche me ! DEMENTE !!!!!

Anonimo ha detto...

I run alone clemi, why six you break off coglioni.

ceciliametelladalmatica ha detto...

ammazza ragazzi che giornata incendescente!!!!
Cacchio stiamo nella merda qua in italia ma vi pare che possiamo pensare ai cubani???????
Cominciamo dai guai di casa nostra...

Anonimo ha detto...

ciao ceci, io i cubani una volta li fumavo poi il medico me li ha proibiti!

rocco.

Bengodi Sity ha detto...

ma sta cosa di Forrest Gump l'avete copiata voi da BLOB o l'ha copiata BLOB da voi? :-)

TittyBoop ha detto...

Ma che fate? RIELABORATE le idee degli altri senza citarli?

Vi faccio presente il mio blog che sanciva la nascita de LA COSA MARRONE già il 9 febbraio: http://tittiboop.spaces.live.com/blog/cns!AFA70CCF3C58457C!4011.entry

Senza intenti polemici, anzi... ammirando il vostro lavoro.
Tiziana