martedì 19 febbraio 2008

Io c'entro...un cavolo

Mastella:«Conviene a tutti avere un po’ di umiltà,non mi sembra il caso di mettersi a fare gli spocchiosi, diamoci una mano, ora che siamo tutti in mezzo a una strada…»

Ecco svelata la vera motivazione che sta dietro al progetto di formare un terzo polo centrista.
Ormai clEMENTE non conosce più la vergogna. Lo sappiamo da tempo, i suoi interessi prima di tutto. E allora viva la sincerità! Non è quindi questione di simboli o identità politica ma mera logica di sopravvivenza. In queste ore sta facendo la corte a Casini senza il quale non avrebbe speranze ma anche il leader dell'Udc sembra non volerne sapere di lui:

"Io e Mastella abbiamo storie diverse".

Ed ecco, dunque, subentrare l'orgoglio di clEMENTE:

«Pochi vogliono allearsi con me?Il problema è anche chiedere a me se voglio andare con gli altri.»

Assomiglia tanto a quelli che dicono di essere single per scelta (degli altri).
Naturalmente Casini non può allearsi con Mastella se vuol perlomeno tentare di fornire un'alternativa credibile a Berlusconi e Veltroni.
clEMENTE è nei guai. Ce la farà il nostro eroe a spuntarla anche questa volta???

136 commenti:

Anonimo ha detto...

Si che la spunterà. Vedrete che alla fine Casini se lo prende. Storie diverse? Vengono tutti dalla dc sono maestri nel reimpastare. Casini soltanto non vuole dare troppo a vedere di essere uguale a Mastella ma la pasta è la stessa. Poi se si pensa che nell'udc ci sono esseri come Cuffaro e Cesa...

bepi ha detto...

casini: non fare ca..ate!

Anonimo ha detto...

«Sono sicuro che la verità verrà fuori».
Così il pm Luigi De Magistris il 30 gennaio scorso a Pesaro, durante la presentazione della nuova edizione del libro “La società sparente” (Neftasia Editore, Pesaro, 2007), che racconta la Calabria del malaffare e dell’onorata sanità e la reazione dei movimenti italiani (da Ammazzateci tutti ai Grillini, da Calabria Libre e Gens a Rete per la Calabria e tanti altri) rispetto al trasferimento del magistrato dalla Procura di Catanzaro.
«I giovani hanno inteso la mia fedeltà alla Costituzione e continuano a battersi per una Calabria libera, un’Italia migliore. Non abbiamo perso». De Magistris ha quindi incassato la solidarietà del filosofo Gianni Vattimo, intervenuto a Pesaro, presso la Biblioteca San Giovanni, in qualità di autore della prefazione del libro, definito dal quotidiano La Repubblica «il manifesto politico dei ragazzi calabresi in lotta contro la ’ndrangheta».
Vattimo, già candidato sindaco a San Giovanni in Fiore (Cs), ha ribadito quanto sia essenziale il ruolo della cultura per una società consapevole, responsabile e libera. Il teorico del pensiero debole crede che la vera rivoluzione, per battere il malcostume calabrese e italiano, sia quella culturale.
Salvatore Borsellino, solidale con De Magistris, con rabbia per la situazione italiana ma con fiducia nelle nuove generazioni, ha definito gli autori del libro, Emiliano Morrone e Francesco Saverio Alessio, «scomodi per un sistema di potere che oggi uccide istituzionalmente le coscienze vigili e ieri annientava col tritolo».
Il fratello del giudice Paolo Borsellino è da tempo, in primissima linea, impegnato nella creazione d’una rete per la giustizia che, attraverso Internet, sappia informare, discutere e organizzare una reazione concreta al malaffare italiano.
Borsellino è certamente un riferimento per l’antimafia, così come il movimento "Ammazzateci tutti", "Rete per la Calabria", "Calabria libre", "Gens", Giuseppe Scano, Sonia e Chicco Alfano, Aldo Pecora e Rosanna Scopelliti.
A Pesaro, nel corso della presentazione di "La società sparente", Borsellino ha parlato dei rapporti tra i poteri forti e ha insistito sulla capacità rivoluzionaria dei giovani, portando come esempio i ragazzi di "Energia messinese", associazione che lavora per un’emancipazione culturale e sociale nello Stretto.
Del ruolo di Borsellino e Ammazzateci tutti parla “La società sparente”, al centro di una vicenda giudiziaria. Il Tribunale di Cosenza ha ordinato agli autori l’acquisto delle copie rimanenti della prima edizione in un’area limitata della Calabria, dopo una richiesta di sequestro presentata da un imprenditore del posto.
Gli autori si sono quindi autocensurati nella seconda edizione, lasciando bianche le due pagine sottoposte all’attenzione del giudice e sottolineando in questo modo l’impossibilità di raccontare la Calabria e le sue logiche.
Ma è stata Angela Napoli, anche autore della prefazione e membro della Commissione parlamentare antimafia, a riferire del clima di ostilità in Calabria nei confronti di Morrone e Alessio, più volte minacciati. L’onorevole Napoli, che è sotto scorta per la sua costante, puntuale e oggettiva denuncia di una potentissima criminalità internazionale, ha detto: «La mia solidarietà piena a De Magistris e agli autori. Quando in Calabria qualcuno si muove e denuncia, subisce di tutto. ’La società sparente’, garantisco, è un libro vero, tutto vero. Qualcuno ha pensato di ricorrere al giudice, forse per fermare l’azione coraggiosa dei due scrittori. Ne è uscito un contentino. Si deve tacere? Non si può raccontare una regione dilaniata dalla ’ndrangheta? Fin dove si può arrivare?».
Sono intervenuti anche il pm Silvia Cecchi e l’avvocato Francesco Siciliano, che ha parlato a lungo della gerarchizzazione della giustizia. Per Siciliano, esperto di diritto e autorevole esponente di "Ammazzateci tutti", questa gerarchizzazione ha creato le basi per il caso De Mastella-De Magistris e di fatto sta impedendo che la magistratura arrivi alla verità.
Sono intervenuti anche Fulvio Perrone e Massimo Arcieri, giovani dell’associazione "Energia messinese", nata dai sostenitori di Beppe Grillo a Messina e attiva, lontana dai partiti, in un contesto sociale difficile e bloccato da mafia e assistenzialismo.
Centinaia i presenti, Morrone e Alessio sono stati paragonati a Roberto Saviano dal magistrato Silvia Cecchi. Dal pubblico, grande sostegno e condivisione.
La verità è che, lungi da inutili protagonismi, "La società sparente" si pone come testo dinamico che, partendo dal sostegno delle piazze a De Magistris, indica un percorso comune, oltre i confini della Calabria, d’una rete della giustizia e dei saperi in grado di lottare contro le forze occulte che governano l’Italia.


SPERO TANTO CHE SI ARRIVI PRESTO AD UNA SVOLTA NELLE INDAGINI DI DE MAGISTRIS, PERCHE' DA QUELLE DIPENDONO TANTE CANDIDATURE NAZIONALI IN TUTTI I PARTITI.

Pino

Anonimo ha detto...

Ce la fara'.. ce la fara'..
Da un paese dove gli avvocati di un processato (uno a caso.. il nano mafioso!) chiedono ai giudici di sospendere il processo al loro cliente perche'.. perche' ci sono le elezioni.. che cosa ci si puo' aspettare?!

scroty ha detto...

insomma, io non credo proprio che il campanile supererà la fatidica percentuale alla camera... ma si sa, l'italia clientelare resiste, e tutti i partiti di centro potrebbero cedere ai richiami antichi della DC guerrafondaia cattolicissima...

con rispetto, mastella si dovrebbe nascondere in una campana. così lo suoniamo per benino.

ma con rispetto.

http://jaquelinho87.blogspot.com

Anonimo ha detto...

IL nuovo che avanza : RUTELLI candidato sindaco a Roma.

Motivazione della scelta : Per riuscire a capire un vecchio film è necessario rivederlo almeno due volte .... e di film vecchi, Vater se ne intende.


Felix

Anonimo ha detto...

" Bisogna affidarsi ai giovani, ci vuole un forte cambio generazionale in politica! " dice il saggio Veltroni.

Ma provate a vedere chi sono i giovani che Veltroni sta reclutando. Sono tutti figli di papà, che hanno alle spalle il vecchio già inserito nelle politiche d'Italia e nei salotti di una certa vita sociale.....e con un certo bagaglio di voti elettorali.

Perchè Veltroni non è andato a trovare giovani che hanno vere capacità politiche e meritocratiche e che purtroppo non hanno agganci alcuni?

Risposta: perchè l'unico suo obiettivo è raccogliere più voti possibili con l'unico sistema che conoscono, quello delle conoscenze e della popolarità.
Basta solo pensare che in Puglia vuole candidare il cantante Al Bano...abbiamo detto tutto!


Antonio

cocis ha detto...

CASINI - MASTELLA - CUFFARO - DELL'UTRI .. .. i 4 moschettieri.... :)

Mago Antheus ha detto...

Se non sapete chi votare, se siete delusi dai soliti politici alle prossime elezioni votate il Mago Antheus. Profondo conoscitore della magia bianca, nera e rossa, toglie negatività e malocchio e ridona a tutti la serenità. Sulla scheda elettorale, lo riconoscerete dagli occhi buoni.

http://www.youtube.com/watch?v=Mjsi98Vtn8o&feature=related

Clemente Celafa Afarcela ha detto...

Ultimissime: Mastella in lista col Mago Antheus. "Ce la possiamo fare" ha detto il noto Ceppalonico presentando insieme al noto Mago i suoi candidati. "Ce la puo' fare" ha vaticinato il Mago Otelma, consultando i pizzini di Silvio a Clemente finemente triturati e sparsi sul tavolo per il rituale. "Ce la deve fare" ha gridato il popolo italiano dalle Alpi a Ceppalone. "Ce la deve fare" anzi "deve fare" anzi "deve andare a fare" anzi: deve anna' a fanculio. Clemente, vafanculio.

fedel ha detto...

Appello di D'Alema a Cuba :
Liberate i prigionieri politici !
Quanti ?

Anonimo ha detto...

nella foto del post vedo un Mastella ....... in.gessato !

Anonimo ha detto...

Perché non scriviamo tutti a Casini, fingendoci dell'UDC, e dichiariamo il nostro voto purché sia escluso Mastella dalla sua coalizione?
Lo voglio vedere sparire....

Ale ha detto...

"Pochi vogliono allearsi con me ? il problema è anche chiedere a me se voglio andare con gli altri"
POCHI ????.....NESSUNO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Mastella vuoi allearti con gli altri ?
NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO !!!!
ma vaffan..lo !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

MAST ..........l'albero in..flessibile !
la moralità personificata !!!!!

Anonimo ha detto...

X fidel

si parla di 4.000/5.000 prigionieri politici CUBANI; un bel numero non c'è che dire per una democrazia del popolo.
è tutta colpa degli Stati Uniti.

ceciliametelladalmatica ha detto...

Pino voglio comprare il libro la societa' trasparente...
E vedete di comprarlo tutti!!!!!

Mi Piace l idea di scrivere a casini!! Mirko ma sei tu il propositore..

Ragazzi che ne dite se lasciamo cuba fuori dal blog? Come altri temi ci si potrebbe discutere delle ore..ognuno ha le sue idee e nessuno puo urlargli di non avarle..

un abbraccio a tutti...

MIRKO, non vedo l'ora ha detto...

Oh, buongiorno.
Vorrei solo dire che con questa storia di Fidel avete rotto un pò le balle.
Chi sostiene che ci siano 5000 prigionieri per cortesia faccia una lista coi nomi e cognomi così ci leviamo il dubbio.

Qui in questo momento cìè un uomo che VOLEVA correre da solo.
Ma si è accorto di non avere le gambe:gli eran state segate in precedenza.
Ora chiede a Casini di prestargli una delle sue, per CORRERE INSIEME, come in quel gioco nelle sagre di paese dove si corre in due legati e con solo una gamba.
Impossibile che questi due , che insieme fanno il QI di un pescecane in calore, riescano nell'impresa di fare un programma decente in breve tempo.
MA se lo fanno, non vedo l'ora di vederlo.
Di fronte a quello del PD che regala l'inserto IDV ( programmino diversivo allegato )e a quello del PDL che uscirà a breve in edizione remestered di quello del 2001, noi restiamo col fiato sospeso in attesa del programma del futuro UDC-M.
Unione Democratica Cosa -Marrone.

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti!
Guardate un po' cosa è successo oggi, roba da prima pagina di corriere.it:

Per De Mita si profila un accordo con Tabacci e la Rosa Bianca, anche se l'ex premier non ha confermato l'indiscrezione. L'unica cosa certa è che «non si tratta di un addio alla politica». «Come diceva un poeta spagnolo, 'Quando morirò morirò con la chitarra in mano', io dico che quando morirò farò l'ultimo discorso elettorale» ha assicurato.

Attenzione, la Cosa Marrone potrebbe ben presto avere un nuovo membro d'onore: CIRIACO DE MITA!!
Ma non siete eccitati ragazzi, De Mita alla chitarra, Pierferdy alle tastiere, Mastella al basso, Pezzotta alla voce e tamburello...
Ecco il complesso musicale che vincerà il prossimo Festival di SanScemo: THE BROWN ASS FACES, con la canzone "Mi sento escluso e me ne vanto".
Buona giornata a tutti
Simo

Anonimo ha detto...

Che bella fine stanno facendo questi stronzi "Mastella ,Casini,ecc.
Vi ricordate Casini,che per tutti quei criminali metteva simbolicamente la mano nel fuoco (Previti, Cuffaro, Dell Utri,ecc.ecc.)? Adesso la mano anzi
il culo se l'e' bruciata veramente. Cosi pure,clemente: niente pensione da ministro, cosi pure niente incentivi di stato per "Il Campanile"...E quel giorno che sara' processato, di sicuro verranno i suoi beni confiscati, anche se li ha intestati tutto alla moglie.
Questa volta "Gli Stronzi" non verranno piu' a galla, resteranno sul fondo e giustizia e' fatta.

MIRKO, prime indiscrezioni programma UDCM ha detto...

LA COSA MARRONE , con l'appoggio da dietro dell'UDC, propone un programma energetico innovativo che permetterà di risolvere il problema dello smaltimento rifiuti.

IL TERMOVALORIZZATORE NUCLEARE.

Dalle menti (??) dei due leader nasce questa idea sinergica per produrre energia nucleare e contemporaneamente eliminare i rifiuti.

Come??

Basta portare la MUNNEZZA in un luogo appositamente isolato e gettarci sopra UNA BOMBA H.

Brillante la deduzione del leader de LA COSA MARRONE che ha detto:
"Se a Napoli la munnezza non sparirà a breve , termonuclearizzeremo la città".

Il ministro dell'ambiente Pecoraro Scanio è rimasto perplesso.
"Non so se questa idea sia buona o cattiva, attendo l'OK dei miei collaboratori che in questo momento sono in una provincia giapponese dove anni fa sfruttarono questo tipo di forma di smaltimento.Mi dicono comunque che vedere il funghetto può esser divertente.E noi VERDI lottiamo anche per il divertimento dei bambini...".

Contrarissimo BERLUSCONI.
"Non si può utilizzare un sistema di smaltimento che a lungo termine rischia di FARMI PERDERE I CAPELLI. Non voglio arrivare a 120 anni CALVO.
Piuttosto la morte".

Ema ha detto...

Mirko, sei troppo mitico!!!!! Nessun commento da Uolter al termonunuclearizzatore?

Anonimo ha detto...

Il vero dramma dell'Italia è che si sta riformando la vecchia DC.
Si stanno avvicinando a poco a poco e lentamente ed ognuno con una scusa differente.
Casini è stata una vera delusione e parlare male di Berlusconi e di Fini non lo rende diverso da chi lotta in politica attaccando gli sempre e comunque gli altri.
Presto vedremo il nostri vecchi democristiani percorrere questa strada del ritorno a casa DC ( Prodi e company)perchè il richiamo è troppo forte e chi nasce democristiano muore democristiano.
Casini in TV dimostra di essere sicuro della sua scelta, ma lo vorrei vedere a casa, quando le telecamere non lo riprendono, come rimpiange questa assurda decisione.
Un politico che vuole crescere e rinnovarsi,ma soprattutto adeguarsi ai tempi, non può motivare la sua uscita in una coalizione per un attaccamento al simbolo.Non voglio essere cattivo,ma cambiare moglie per lui è stato molto facile e allora perchè non lasciare un simbolo che avrebbe portato comunque nel suo cuore,perchè parte della sua vita.
Ma la verità è che il Ridge della politica vuole essere l'attore protagonista e in questa telenovela per lui la comparsa gli è stretta.

PIERFERDINANDO.......MA VA' A LAVORAREEEEEEEEEEEEEE!!!!!

Felix

MIRKO, votate UDC-M ha detto...

EMA

Mah, Uolter texas ranger in questo momento è impegnato nel portare avanti la campagna "VALORIZZIAMO I GIOVANI".
Pare infatti che alla guida del bus variopinto che lo porta in giro per l'Italia abbia messo un dodicenne senza patente.
In caso di incidente il giovane , bruciatosi la possibilità di essere VALORIZZATO, verrà TERMOVALORIZZATO.
Veltroni al momento sta facendo un brain storming con lo staff che ha "in cura" il PROGETTO GIOVANI.
Quindi per un pò scordiamoci di rivedere in giro MINNIE e TOPOLINO...sono impegnati con TOPO GIGIO.

Anonimo ha detto...

La società sparente

di Emiliano Morrone e Francesco Saverio Alessio
- Neftasia Editore S.r.l. 2007

Chiesto il sequestro del libro “La società sparente” su ‘ndrangheta e politica

Un ricorso per il sequestro di “La società sparente”, libro sui rapporti fra ’ndrangheta e politica in Calabria (Neftasia, Pesaro, 2007, prefazione di Gianni Vattimo e Angela Napoli) scritto da Emiliano Morrone e Francesco Saverio Alessio, è stato presentato lo scorso 5 novembre al Tribunale di Cosenza, notificato agli autori e all’editore a metà del mese. Nel ricorso, scritto dall’avvocato Francesco Caputo a nome dell’imprenditore Domenico Parrotta, si chiede al giudice di sequestrare il libro o levare le pagine 164 e 165, ritenute lesive della reputazione di Parrotta.
Si chiede, inoltre, di proibire la presentazione del volume, a San Giovanni in Fiore (Cosenza), a Cosenza o nei dintorni, prevista lo scorso 11 novembre. Questa presentazione, altrimenti evitata a San Giovanni in Fiore, ha invece avuto luogo in un albergo appena fuori del comune calabrese. Il giudice di merito ha fissato un’udienza il prossimo 12 dicembre, rilevando l’avvenuta immissione in commercio del libro, già prima del deposito del ricorso.
Gli autori hanno subìto minacce nei giorni scorsi: Alessio il 26 ottobre e Morrone il 12 novembre. Il giornale “Il Quotidiano della Calabria” ha riportato delle dichiarazioni di Morrone, in un articolo a pagina 24 del numero del 3 novembre, sull’esistenza di forti pressioni ed episodi contro la diffusione e discussione del libro nell’area silana, di cui gli autori sono originari.
«Il clima che stiamo vivendo – dice Emiliano Morrone – è tremendo: prima minacce, poi forme di boicottaggio, poi altre minacce e, infine, un ricorso per il sequestro di “La società sparente”». «Peraltro – prosegue il giornalista – nel nostro libro abbiamo anche riportato alcune vicende già note e ci siamo ben guardati dall’accusare chicchessia, tutelando pienamente, in casi specifici, la reputazione di soggetti contro cui non vi sono elementi di prova». «Che cosa si può raccontare di questa Calabria distrutta dalla ’ndrangheta e da una politica irresponsabile?», si chiede Morrone, che aggiunge: «Tentano di isolarci come hanno fatto per Aldo Pecora e il pm Luigi De Magistris. Alessio e io siamo ora in grave pericolo, ma abbiamo la vicinanza di “Ammazzateci tutti”, della “Rete per la Calabria”, di Salvatore Borsellino, di Gianni Vattimo, dei deputati dell’Antimafia Angela Napoli e Giacomo Mancini e del parlamentare Franco Laratta».
E ancora: «Adottano la classica stragia della tensione. Non temo per me, ma per la mia famiglia. Mia madre è una cardiotrapiantata, qualcuno vuole farle scoppiare il cuore. Sappiamo bene i limiti del diritto di cronaca e della libertà di opinione; per questo, abbiamo scritto con correttezza e rispetto». Alessio sostiene che «non è ammissibile quanto sta avvenendo» e che «le istituzioni non possono più rimanere immobili e in silenzio». Per Alessio, «adesso dovrebbe intervenire il governatore Loiero, anche perché, come me e Morrone, ha ricevuto gravi intimidazioni». «Loiero, che rappresenta tutti i calabresi, ci metta – precisa Alessio – nelle condizioni di vivere tranquilli e non denunci solo il suo isolamento personale».


Pino

anonimo VEneziano ha detto...

Cecilia .... Mirko, (POTREI DIRE CHE ANCHE TU ROMPI LE BALLE CON I TUOI COMMENTUCOLI CHE PUNTUALMENTE LEGGO , MA NON RIBATTO INSOFFERENTE) il problema di Cuba esiste ed ognuno di noi ha un'idea da esprimere !
Se voi vi appassionate solo con Mastella ( questo è il post..o giusto) io mi appassiono anche con ..tro Fidel Castro ultimo dittatore vivente impostosi con la rivoluzione popolare; dal popolo ha avuto il potere e non l'ha mollato più, anzi dandolo in eredità alla sua famiglia .
Per assurdo tra Mastella e Castro potremmo azzardare qualche similitudine :
Longevi nel potere,
Promotori di corruzione,
Tutti e due al capolinea,
con una sola grande differenza: Castro, in spiaggia caraibica ha avuto di fronte la Florida mentre il clEMENTE in piscina a cozza ha di fronte qualche montagnetta di rifiuti campani.

ceciliametelladalmatica ha detto...

ANONIMO VENEZIANO QUESTO PERO' E' UN BLOG CHE TYRATTA DI MASTELLA..MAGARI UN DOMANI NE APRIAMO UNO MULTI TEMATICO..MA SE CI INFILIAMO TUTTI I TEMI POSSIBILI NON NE USCIAMO PIU...
scusate mi era scattata la maiuscola per errore...

MIRKO, profondamente turbato dal problema CUBA dal 1963 ha detto...

Ma allora continua a leggermi...è bello sapere che c'è gente a cui sto sulle balle che però continua lo stesso a leggere i miei commenti...Spero che l'insofferenza che ti creo possa in qualche modo avvicinarti alla sofferenza provata dai poveri cubani che hanno sofferto il regime di Castro o a quelli che in questo momento piangono il suo abbandono.
Ma mi raccomando continua a leggermi...ADORO i masochisti.
Ah, e non rispondere a questo post: l'insofferenza tienitela dentro, ti fa più misterioso.
TI AMO

pisellolungo ha detto...

mirko, cecilia & co.
il proiblema cuba non è slegato da quello di mastella, si tratta in entrambi i casi di comunisti o amici dei comunisti (mastella, sono stati insieme al governo!).
La questione è che bisognerebbe impedire a chi ha avuto a che fare con i comunisti e con il comunismo di fare politica e anche di avere qualsiesi ruolo di responsabilità (scuola, uffici, polizia, università, etcetera).

MIRKO ha detto...

x PISELLOLUNGO
Tu con la scusa di Cuba vuoi aprire un dibattito sui valori del comunismo che non avrebbe mai fine...Ci sono milioni di cose che uno potrebbe dirti in favore del comunismo e contro il regime capitalista American Style o europeo...e viceversa.Perchè trasformare questo blog divertente in un covo di gente che discute di idee che tanto non CAMBIERA' MAI???
Per me è meglio non parlare di CUBA, che proprio con Mastella non c'entra niente.Poi se tu o gli altri volete andare avanti, leggerò i vostri commenti con INSOFFERENZA, MA SENZA RIBATTERE, TENENDOMI TUTTO DENTRO. Voglio sentirmi anch'io decadente e morire tra le mie sofferenze.
ADDIO

Anonimo Veneziano ha detto...

caro Mirko il permaloso,
se tu mi "AMI"
io "non ti odio"
continua pure a giovare con la sabbia, a costruire i tuoi castelli.
nascondersi dietro ad un dito per non guardare la realtà questo si che è MASOCHISMO !
contento tu contenti tutti.
mi dispiace per te ma continuerò, anche se volutamente fuori tema, ad intervenire su questo blog (i tuoi commenti non sono richiesti).
Tra quelli che piangono l'abbandono di Castro, immagino ci sia anche tu con in una mano una bandierina di Cuba e nell'altra l'effige del CHE !

Anonimo Veneziano ha detto...

Cecilia è vero in questo blog si parla di Mastella, e sono un suo, divertito, e tra i primissimi estimatore, anche se non sono mai intervenuto nei commenti; ero un lettore "passivo" anche quando parli dei tuoi animaletti, o cater ci ha diverto con le sue "avventure" amorose.
In questo senso ,converrai con me ,il blog, se non si minaccia ,non si offende ecc. ecc. è, e deve essere LIBERO.

LEE HARVEY OSWALD ha detto...

Io tutte le mattine mi sveglio e dico: "CAZZO, il problema di CUBA!!!Devo fare qualcosa contro i comunisti".
Poi però penso: sono in Italia, ho già i miei problemi.
Che poi a Cuba non è che stan così male...
Un pò come in Irak. C'era Saddam, c'era la dittatura, è vero.Qualcuno moriva , è vero. Ma da quando in Irak ci sono i CAPITALISTI ci son stati molti più morti...E poi Saddam e Castro ce li han messi su loro, I CAPITALISTI. E poi han fatto di tutto per tirarli giù...
Ma allora chi devo combattere???
E via così, all'infinito...

tricolore ha detto...

le somiglianze fra cuba e ceppaloni
1) in entrambi i posti c'è un regime;
2) entrambi i capi sono andati al potere con i comunisti;
3) entrambi sono sotto embargo;
4) entrambi i capi sono stati al potere per decenni;
5) entrambi faranno la fine che meritano ...
devo forse andare avanti?

Anonimo ha detto...

comunisti, mastelliani, fascisti, centristi, diccisti, diccisti (non è un errore, è che rompono sempre il doppio, siamo solo dei poveri co...... che ci facciamo gabbare come il milan, juve, inter ecc. la verità è che sono tutti uguali, da dove li cominci e prendi.

tokm i pall

doge veneziano ha detto...

lee harvey oswald - mirko

te saluto !

ceciliametelladalmatica ha detto...

Va be ragaz..ok per chi vuole fare commenti fuori tema alla fin fine se cuba non vi fa dormire io che ci posso fare?
...ma qua stiamo nella merda fino agli okki..

P.S io prendo molto sul serio i miei "animaletti" visto che porto avanti serie battaglie da anni e credo nella frase di ghandi che la civilta di un popolo si vede da come tratta i suoi animali..
Degli esseri umani mi frega alquanto meno se proprio lo volete sapere...

Anonimo ha detto...

La verità è che Cuba è solo un posto dove chi la difende ci va soltanto come meta turistica; provate a chiedergli di trasferirsi a vivere e vediamo cosa dicono. Hanno fatto di Cuba una città mito....che tristezza sentire dire "Quest'anno vorrei tanto ad andare a Cuba!" e poi?
Perchè, se proprio volete parlare di Cuba,perchè non vi soffermate sulle realtà quotidiane della gente normale e dopo si può parlare se è uno stato giusto o sbagliato.

Giusto per rimanere in tema blog:

C-U-B-A = Clemente - UDEUR -
BENEVENTO - Alessandra (Sandra).

Felix

Anonimo ha detto...

il nostro forse non ha capito che è un politico (se mai lo è stato)finito - un appestato politico - un re mida dei voti al contrario - nessuno lo vuole perchè tutti sanno che sono più i voti che ti fa perdere che quelli che prende (a ceppaloni)

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 16,25 hai sbagliato re.
Clemente è il Re Merda, quello che quando tocca la cosa diventa marrone . E da questo il nome del suo nuovo partito.

ATTENTI A NON SFIORARLO-RIPETO-ATTENTI A NON SFIORARLO!!!!!!!!!!!!!!!

Felix

mattia ha detto...

A me piacerebbe andare a Cuba sia come turista che come residente,
come mi piacerebbe in altri posti del resto.
A questo punto voglio dedicarvi questo brano di un Finardi vecchia maniera che trovo bello ed attuale:

CUBA

Forse è vero che a Cuba non c'è il paradiso
che non vorremmo essere in Cina a coltivare riso
che sempre più spesso ci si trova a dubitare
se in questi anni non abbiamo fatto altro che sognare.

E` che viviamo in un momento di riflusso
e ci sembra che ci stia cadendo il mondo addosso
che tutto quel cantare sul cambiar la situazione
non sia stato che un sogno o un'illusione.

Ma no non è un'utopia,
non è uno scherzo della fantasia,
no non è una bugia,
è solo un gioco dell'economia.

E se in questi anni tanti sogni son sfumati,
in compenso tanti altri li abbiamo realizzati.
C'è chi silenziosamente si è infiltrato dentro al gioco
e ogni giorno lentamente lo modifica di un poco.

Ed è normale che ci si sia rotti i coglioni
di passare la vita in dibattiti e riunioni
e che invece si cerchi di trovare
nella pratica un sistema per lottare.

Ma no non è un'utopia,
non è uno scherzo della fantasia,
no non è una bugia,
è solo un gioco dell'economia.

Anonimo ha detto...

Il Nostro è veramente un Re Mida al contrario e i suoi potenziali alleati lo sanno: quel che lui tocca si trasforma in... cosa marrone!

Buona serata a tutti!
Simo

ceciliametelladalmatica ha detto...

Ale cavolo e dai pure tu...basta con gli insulti pensatela ognuno come vuole senza insultarvi..mattia ha postato una canzone a difesa delle sue idee..gli hai dato del comunista di merda e mo basta..
Ma mi spiegate com e' che siamo finiti a scannarci di nuovo sul comunismo con tutte le cose serie a cui pensare?

ale ha detto...

cecilia, tu parli perchè pure tu sei comunista. mastella esiste perchè ci sono i comunisti, se non ci fossero i comunisti a difenderlo mastella sarebbe già bello e finito. Ha detto bene tricolore che ceppaloni è uguale a cuba (magari le femmine son peggiori ...)

Ale ha detto...

X Ale delle 17,45
come un pidocchio parassita non hai nemmeno la capacità di trovarti nome !
COGLIONE DI UN CLONE ! DEMENTE !
Cecilia,
io sono Ale, l'amicone di Mattia e veramente questa volta niente da dire a Mattia anzi....
chiedo scusa per il demente avvocazzo !
non userò più questo nome.

ceciliametelladalmatica ha detto...

Oh ale meno male..mi sembrava strano che ti fossi espresso in quel modo...

ceciliametelladalmatica ha detto...

Oh ale meno male..mi sembrava strano che ti fossi espresso in quel modo...

fidel (ti) castra ha detto...

attento mattia!

Anonimo ha detto...

le avventure di demente sono + interessanti di LOST e BEAUTIFUL messi assieme

Anonimo ha detto...

Dall foto "Io c'entro...un cavolo"

Mi ricorda quando in gioventu' si andava a spasso in tre amici e quello di sinistra (intendo come posizione non come politica)diceva
a quello di destra: oggi io mi sento palla e l'altro rispondeva : io pure!
Quello al centro normalmente si incazzava come una bestia.
In mezzo a due palle c'e sempre il pirla.

Qanto scritto e' vero, si parla degli anni 1966/67.

rocco.

Antaress ha detto...

Non c'è limite al peggio...
PS: vi ho segnalati nel mio blog ;)

Anonimo ha detto...

Simo delle 17.47 sei arrivata in ritardo il tuo commento è come quello delle16.56, un pò più di creatività la prossima volta.

Anonimo ha detto...

"Sagra del maiale", sabato di festa per l'associazione nuova Rossano.
20/02/08 - Rossano(CS).

"Oggi con il progresso tecnologico questa pratica dell’uccisione del suino è ormai poco conosciuta. Ma nelle campagne della nostra città si rinviene traccia di questa tradizione. L’iniziativa ha lo scopo di promuovere le antiche tradizioni cittadine e di far scoprire alle nuove generazioni la lavorazione del maiale, gli odori, i sapori di questa millenaria tradizione”.

Ospite d'onore:
Clemente Mastella(nelle parte del porco);

Ospite d'eccezione: Pierferdinando Casini(nella parte dell'allevatore);

Siete tutti invitati a partecipare, occasione di riunione per tutte le famiglie.

Annibale ha detto...

oggi vedo è la festa dei cloni, anzi dei coglioni !

Annibale ha detto...

cecilia,
anche se il porco è Mastella,ti prego di non andare!
da animalista INDULTERESTI il MASTELPORC.
Ale

Anonimo ha detto...

Dall' Udeur appoggio a Loiero.

Mercoledì 20 Febbraio


Nomina di Domenico Tallini a capogruppo dei Popolari Udeur alla Regione e confermato sostegno alla maggioranza di centrosinistra che governa l'ente. E' quanto si afferma in un comunicato del gruppo regionale dei Popolari Udeur. Le decisioni sono state adottate, è scritto nel comunicato, "preso atto del contenuto della nota a firma del segretario nazionale del partito e preso atto altresì che allo stato il gruppo regionale, anche a causa delle recenti vicissitudini politico-giudiziarie, risulta attualmente composto dall'on. Domenico Tallini e dall'on. Giulio Serra". I consiglieri Tallini e Serra, è scritto ancora nel comunicato, "riconfermano in un momento assai difficile e delicato dello scenario politico regionale, il sostegno all'attuale maggioranza non essendo venuti meno quei presupposti che sin dall'inizio della legislatura hanno visto i sottoscritti condividerne il progetto politico".(ANSA).

MI VENI MI MORUUUUUUUUU!!!!
Aiutateci a fare cadere questo governo Calabrese, perchè neanche con gli avvisi di garanzia e gli arresti questa gente si dimette.
Ma come può Veltroni pensare che in Calabria possa vincere con la candidatura di De Sena capolista, mentre tutto il resto è....fogna!

Pino

VOTA BERLUSCONI ha detto...

VOTA BERLUSCONI!!!!VOTA POPOLO DELLA LIBERTA'!!!!!!

Anonimo ha detto...

La 'ndrangheta come Al Qaeda
Mercoledì 20 Febbraio.

E' la più forte, la più pericolosa, la più ricca e capace di adattarsi alla globalizzazione di uomini e capitali grazie al controllo ormai mondiale sul traffico della cocaina; la droga dei ricchi che diventa sempre più diffusa anche tra le fasce medie. Una holding che si ricrea in tutto il mondo su basi familiari e senza strutture di vertice, qualcosa a a metà tra un 'logo' di successo - come le catene internazionali di fast food - e l'organizzazione de-strutturata propria di Al Qaeda. La 'ndrangheta mette paura e l'antimafia quasi urla il suo allarme in 237 pagine utilizzando una categoria dell'analisi delel società post moderne resa famosa dal sociologo Zygmunt Bauman: la 'ndrangheta e' la "mafia liquida", capace di essere dovunque senza apparire. Un allarme fortissimo, un richiamo diretto allo Stato e alla politica con un invito immediato e pressante da parte del Presidente della commissione Francesco Forgione: i partiti scelgano con oculatezza i candidati perché altrimenti la Calabria non ce la può fare. Ecco i principali capitoli della relazione. - Tentacoli a Milano, Roma, Emilia, Liguaria e Piemonte Il rapporto illustra- documentandolo- l'espandersi tentacolare delle 'ndrine in diverse regioni e Milano e Roma. I settori di inserimento sono quelli economicamente trainanti. I capitali - immensi- arrivano dal traffico di cocaina - Cocaina in mano alla mafia calabrese Le 'ndrine sono broker a tutto campo del traffico di cocaina in Europa e sempre più nel mondo. La struttura e a compartimenti stagni e segmenti che non conoscono l'intero sistema in cui si snoda il narcotraffico. Come una cellula di Al Qaeda, una 'ndrina puo' cadere ma non compromette la rete che si estende in tutti e cinque i continenti con una presenza tanto più forte quanto meno appariscente. - Sa-Rc controllata metro per metro La Salerno Reggio Calabria è sotto controllo, metro per metro, della 'ndrangheta. La relazione enumera i 'segmentì e le relative famiglie che - d'intesa- si sono spartite gli "infiniti" lavori di ammodernamento dell' autostrada. - Un 'cartello' controlla porto Gioia Tauro Una sorta di "cartello" delle cosche controlla gran parte delle attività legali del più grande porto del Mediterraneo. In mano alle 'ndrine tutte le attivita' illegali. Su 3 milioni di container l'anno solo 1000-1500 vengono controllati. - Nessuna denuncia da industriali Calabria L'Antimafia segnala che nessun industriale della Calabria ha denunciato infiltrazioni. C'é una situazione ben diversa da quella che della Confindustria siciliana che si è impegnata ad espellere gli imprenditori che pagano il pizzo o che partecipano agli affari dei clan. - La debolezza della politica Nella Calabria di oggi gran parte delle attività economiche, imprenditoriali e produttive sono condizionate, infiltrate e alcune dirette dalla cosche della 'ndrangheta. La Calabria, da anni, e' "investita da una drammatica questione morale". "La forza della 'ndrangheta - si legge nel documento di cui e' stato relatore il presidente dell'Antimafia - è l'altra faccia della debolezza della politica. Ma le ragioni di questa non possono essere cercate fuori da sé. La debolezza è l'elemento centrale di un sistema clientelare di potere che per riprodurre consenso e voti non può essere messo in discussione, pena la crisi della sua presa sociale".(ANSA)

....tutto questo significa che la speranza non è l'ultima a morire, è proprio morta!

Mika

Anonimo ha detto...

''La prima relazione sulla 'ndrangheta, approvata all'unanimità dalla Commissione parlamentare Antimafia, è la conclusione di un importante lavoro svolto in questi due anni dalle Istituzioni impegnate contro il multiforme fenomeno mafioso". Così il portavoce nazionale dell'Italia dei Valori, Leoluca Orlando, sulla relazione presentata stamani dal presidente Forgione.

Mi viene da ridere leggere queste parole dette da Orlando. Lui, che quando governava la Sicilia aveva strane amicizie. Lui, che ha rovinato una regione. Lui, che con il suo percorso siciliano, si trova in un partito con il magistrato Di Pietro.
PUAH!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Prima di parlare guardati dentro casa, mio caro Orlando. Ricordati che in Sicilia ti conoscono tutti!

Salvatore

Anonimo ha detto...

Locali affittati e mai usati
in manette consigliere regionale.

'Affitti d'oro' ha portato all'arresto di sei persone. L'accusa è di corruzione. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, ogni anno il Consiglio regionale della Campania versava 500 mila euro per l'affitto di locali mai usati
Locali affittati dal Consiglio regionale della Campania per ospitare alcuni uffici, per un totale di cinquecentomila euro all'anno, ma mai nemmeno inaugurati. Un "affare" che il consigliere regionale Roberto Conte aveva messo in atto realizzando una società con gli imprenditori Antonio e Carmine Buglione e anche grazie a Lucio Multari, ex dirigente del Consiglio regionale, licenziato nel 2006.
Per questo Conte e altre 5 persone sono finite agli arresti domiciliari, con l'accusa di corruzione. In manette, oltre a Conte, consigliere regionale e segretario dell'ufficio di presidenza, un passato nei Verdi, poi transitato nelle fila della Margherita e da qui al Pd tra i 'rutelliani coraggiosi', sono finiti gli imprenditori Antonio e Carmelo Buglione, titolari anche della ditta che ha in appalto i servizi di vigilanza per la sede del Consiglio; Lucio Multari, ex potente dirigente del settore Amministrazione, Contabilità e Gestione del personale del Consiglio licenziato nel 2006 per "giusta causa", che in questa vicenda ha avuto un'auto di grossa cilindrata; Giuseppe Ranieri, commercialista del napoletano nominato amministratore della csocietà costituita da Conte e dai Buglione, l'Europea Immobiliare srl; Emanuele Cameli, medico tarantino diventato però componente dello staff di Conte in Consiglio.
Politici, imprenditori, burocrati ma anche medici e casalinghe in un sistema che, in Campania, ruotava intorno alla corruzione. E' quanto emerso dall'inchiesta condotta dalla Procura di Napoli e dalla polizia tributaria della Guardia di Finanza che ha condotto l'operazione "Affitti d'oro". Vantaggi economici per tutti gli attori della vicenda: per Conte, innanzitutto, in possesso anche di una scrittura privata, rinvenuta nel corso di una perquisizione nella sua abitazione, nella quale era stabilito l'esatto ammontare della sua partecipazione a "Europa Immobiliare", società che gestiva l'affitto dei locali.
A causa di analoghe vicende, Multari - che aveva ricevuto in compenso un'autovettura di grossa cilindrata, formalmente intestata a una delle società degli imprenditori - fu licenziato nel 2006. In quello stesso periodo vi fu anche un mutamento nella titolarità formale delle quote intestate: dalla casalinga prestanome passarono al medico (che opera a stretto contatto con il consigliere regionale) e poi alla moglie del dirigente.
Roberto Conte è stato sospeso dal Pd.
La segreteria regionale del Pd campano, "nel ribadire fiducia nell'operato della magistratura e rispetto della presunzione costituzionale d'innocenza per le persone indagate - si legge in una nota - ha deciso in via cautelare di sospendere dagli incarichi di partito il consigliere regionale Roberto Conte, in attesa che sia definita la vicenda giudiziaria".

(20 febbraio 2008)

da Repubblica.

PD IL NUOVO CHE AVANZA....
....AVANZA DI GALERA!!!!!!!

Anonimo ha detto...

La decisione presa nell'ambito
della campagna di «moralizzazione»
della tv in vista delle Olimpiadi.
La Cina adesso se la prende con Paperino e Topolino. I due simaptici personaggi saranno, infatti, banditi dagli schermi televisivi nelle «ore d’oro» della sera, quando decine di milioni di ragazzi cinesi si mettono davanti alla TV. Lo ha decretato la State Administration of Radio, Film and Television, che oggi ha annunciato l’estensione di un’ora - dalle cinque alle nove di sera - del divieto per tutte le reti televisive di trasmettere cartoni animati stranieri. La misura è stata presa per «creare un ambiente favorevole per l’ innovazione nell’industria cinese dei cartoni animati».
La Sarft ha inoltre chiesto alle reti televisive di mantenere un rapporto di 7 a 3 tra le trasmissioni di cartoni cinesi e di cartoni stranieri. La decisione viene mentre è in corso una campagna di «moralizzazione» del contenuto delle trasmissioni televisive e radiofoniche che, secondo la politica promossa dal presidente Hu Jintao, devono riflettere un’ immagine «armoniosa» della società. Le autorità cinesi ritengono che l’esigenza di mostrare anche dagli schermi televisivi (e da quelli dei computer, se si considera che anche Internet subisce continuamente pesanti interventi censori) una realtà di armonia sia diventata impellente con l’avvicinarsi delle Olimpiadi, che si terranno dall’8 al 24 agosto a Pechino.
Il primo divieto ai cartoni stranieri - dalle cinque alle otto - era stato imposto nell’estate del 2006, anch’esso motivato dalla necessità di proteggere l’industria locale, che nel 2007 ha prodotto 186 cartoni con un aumento del 23 per cento sull’anno precedente. I siti interattivi su Internet, il principale canale di espressione dell’opinione pubblica cinese nonostante la censura, ospitano un gran numero di commenti, in gran parte critici verso l’ennesimo intervento censorio.«Non ci sarà più concorrenza ed i cartoni cinesi non avranno lo stimolo a migliorare», ha scritto su Sina.com un navigatore che si firma BJ. «La chiave è migliorare la qualità dei cartoni cinesi», ha aggiunto un altro anonimo cittadino, «la gente li guarderà quando saranno migliorati».

Che bello vivere in un paese comunista,ecco perchè l'Italia è invasa dai cinesi.
Scusate,ora devo scappare per mettermi davanti alla mia edicola ad aspettare che apra,oggi è uscito "Topolino" e non
l'ho ancora comprato.

Carlo (Roma)

annibale ha detto...

il blog " GIOVANITALIANI " tra i blog linkati ed in MENU di dementemastella, in Cina è stato cancellato per aver parlato della strage di Tienammen.
viva la demoKrazia del popolo !

Anonimo ha detto...

SVEGLIA!
Cosa vi è successo? Non leggo un commento dalle 22.43 di ieri sera :«Conviene a tutti avere un po’ di umiltà,non mi sembra il caso di mettersi a fare gli spocchiosi, diamoci una mano, ora che siamo tutti in mezzo a una strada…».

BUONA GIORNATA A TUTTI!

Mika

mattia ha detto...

Buongiorno,
noto con piacere che nel blog è arrivato un mio ononimo,
ho visto che è il secondo commento che fà.
Ho lincato sul suo nome e mi si è aperta la pagina dell'Unità,
boh....
L'argomento di oggi potrebbe essere demita che è scappato dal pd e forse va nella cosa marrone...
Noto con rammarico che uolter stà strumentalizzando il Grillo.
Parla di novità lui,
ma cosa ci sarà di nuovo io non lo so.

ceciliametelladalmatica ha detto...

Buon giorno a tutti ragazzi..sono disfatta...
Cavolo gli ultimi commenti sui politici campani e calabresi sembra un bollettino di guerra....ciao mattia..mattiniero anche tu oggi...

mattia ha detto...

Buondi Ceci,
come è andata la cempion???
E di demita cosa ne pensi....

ceciliametelladalmatica ha detto...

La cempion mi ha distrutta...che freddo...che casino...che palle...!
Che dirti di de mita..ti rispondo con le parole di una mia collega...quando le ho detto ..sai chede mita e' uscito dal pd?
Mi ha risposto...ma non era morto...?
Ecco penso esattamente questo...
Buon per il PD che si e' tolto dalle scatole..per una volta condivido la lettera che gli ha scritto quel pazzoide assoluto di cossiga...

ceciliametelladalmatica ha detto...

UUUUU leggetevi questa che e' bella...

ELEZIONI. TABACCI: NO A MASTELLA, NON SI VOTA SOLO A CEPPALONI


(DIRE) Roma, 21 feb. - Il candidato premier per la Rosa bianca,
Bruno Tabacci, intervistato da Luca Giurato a "Unomattina", dice
no a Mastella perche' "ha un problema con l'elettorato italiano,
dal momento che non si vota solo a Ceppaloni".

Anonimo ha detto...

...ma questi "zombi" della politica italiana alla de mita, dovrebbero togliersi tutti dai
coglioni e fare i nonnini.

Ema ha detto...

Hahahahahahahaha

MIRKO ha detto...

Ormai il clEMENTE è finito...Nessuno se lo piglia:è politicamente morto. Persino il suo mentore è stato lasciato a casa...Meno male.

C'è una domanda che vorrei fare: ho letto il programma dell'IDV e mi sembra molto più dettagliato di quello del PD, in tutti i punti trattati.

Ovviamente Di Pietro che non è stupido ha raccolto tutte le proposte di Grillo sapendo che gli porteran molti voti.

Però se leggo il DI PIETRO/GRILLO programma mi pare molto più preciso, chiaro e traducibile di quello del PD.

In attesa sempre di quello de LA COSA MARRONE e del PDL, volevo sapere cosa ne pensate.

Ovviamente non sto facendo uno spot elettorale nei confronti di IDV, volevo solo sapere cosa ne pensate in generale dei programmi visti fino adesso.

Un saluto a tutti e un grazie a chi vorrà rispondermi(anche a parolacce).

Anonimo ha detto...

".....Nella relazione dell'Antimafia si parla anche dei lavori per la realizzazione del nuovo ospedale di Vibo Valentia subappaltati alla ditta Ediltrasporti dei fratelli Evalto, figli di Domenico Evalto, appartenente alla cosca Anello-Fiumara. La sanità calabrese, secondo l'Antimafia, è la "metafora dello scambio politico-mafioso". Una situazione che riguarda il settore privato e pubblico. "E' storia di oggi - si afferma nella relazione - ma anche storia di ieri, mai interrotta. A conferma di rapporti mafiosi che durano nel tempo."

LEGGO questo e altro sulla sanità calabrese e su quella di Locri. " Rapporti mafiosi che durano nel tempo, così come le assunzioni", mi viene da riflettere e pensare e la cosa che più mi fa paura è l'essermi ricordato di avere letto o sentito, che l'on.Laganà (PD) ed il marito (l'on.Fortugno ucciso da non si sa ancora per quale motivo) sono stati nel tempo figure istituzionali all'interno dell'ospedale di Locri. Come è possibile che non si sono accorti mai di nulla? (sarà poi così?)
Ogni giorno che passa una sorpresa per questa martoriata Calabria.
Cosa altro ancora ci aspetta ancora?


Illuso calabrese

Anonimo ha detto...

Sanità, Gup: no ad annullamento delle intercettazioni.

giovedì 21 febbraio 2008.

Il gup di Catanzaro, ha rigettato la richiesta di inutilizzabilita' delle intercettazioni telefoniche presentata dai difensori di alcune delle persone per le quali e' stato chiesto il rinvio a giudizio nell'ambito di un'inchiesta su presunti illeciti nell'assegnazione di appalti nel settore della sanita'. Il gup ha ritenuto il contesto e le motivazioni iniziali addotte dal pm che ha avviato l'inchiesta, Luigi De Magistris, sufficienti a disporre le intercettazioni.

Perchè non volevano che si sentissero le intercettazioni? Forse perchè questi indagati (da De Magistris) hanno messo le mani dentro la marmellata e sono stati scoperti?
Che figura faranno i vertici del PD che stanno giustificando e coprendo le loro malefatte?
Forse anche loro sono coinvolti?

Mah!


DA OGGI DE MAGISTRIS NON PUO' FARE IL MAGISTRATO (ultima ORA) E ALLORA TI ASPETTIAMO TUTTI CANDIDATO NEL PDL COME CAPOLISTA.
E ALLORA SI CHE VEDREMO E SAPREMO TAAAAAANTE COSE.
DE SENA contro DE MAGISTRIS (politicamente intendo)

Ema ha detto...

X Mirko: quella di Di Pietro di pubblicare subito il programma e metterlo a disposizione della rete per essere ampliato, commentato ecc ecc è stata oggettivamente una bella mossa, secondo me la mossa sbagliata è stata quella di allearsi col Uolter.
Faccio un esempio: uno dei punti era quello di limitare il possesso a privati delle frequenze tv (riducendo Mediaset a 1 rete, ad esempio), ma appena dopo la stretta di mano Uolter ha detto "noooo, non lo faremo, poro silviuccio". Allora mi prendi per il cuuuuuuuuuuuuu????
Mi va bene che trovi dei punti essenziali, me li metti a disposizione per sentire la mia opinione, poi ti allei con chi quei punti non li condivide......
Questa è la mia opinione, sempre in attesa di commentare gli n punti della COSA MARRONE, ovviamente.....

MIRKO ha detto...

EMA
E infatti è questo che non ho capito: nel suo programma mette dei punti che poi saranno praticamente impossibili da attuare nel caso di vittoria del PD+IDV. Cioè, come fa a fare un programma così diverso e poi pretendere di rispettarlo??Sembra una presa per i fondelli.Però come punti in sè è fatto bene.O almeno è meno generico.

Non oso immaginare cosa inventerà il CENTRO come programma...

CIAO

Anonimo ha detto...

ITALIANIIIII!!!!!!
Mettetevelo in testa,
se voi volete piu illegalita, che la mafia resta intoccabile e piu corruzione allora dovete votare
Berlusconi lui vi garantira'
Liberte', Illegalite' e Impunite'.
Se siete gente onesta e vi piace la legalita, allora dovete votare altro.
Non dimenticate che Berlusconi ha costruito il suo impero con i soldi della MAFIA e quelli li vogliono indietro con l'interesse del 100%. Mi sapete spiegare perche' Berlusconi e sempre circondato da una ventina di bodygards da noi pagati e Prodi
soltanto da un paio?
Paura, paura della Mafia.
Voglio i soldi e l'interesse.

lucignolo ha detto...

di pietro è uguale a mastella, non a caso è meridionale anche lui!

Anonimo ha detto...

Giusto Lucignolo, Di Pietro è un opportunista ecco perchè si è alleato con l'Obama Amatriciano.
Nella sinistra si farà comunque i cazzi suoi, il governo di Mortadella continuerà e il suo compito sarà di togliere dai piedi dell'Obama Amatriciano i suoi rivali politici mediante l'uso dei magistrati, farà sentire al Cavaliere il suo "tintinnio di manette". Sono cambiati i personaggi ma le regole sono le stesse.

Anonimo ha detto...

Basti pensare che Di Pietro ha nel suo partito Leoluca Orlando, il Cuffaro degli anni '80, una grande coerenza giustizialista.

Anonimo ha detto...

Io voglio essere ottimista e pensare che non ce la fara'.

Anonimo ha detto...

MERIDIONALE - SETTENTRIONALE!!
Tutte stronzate!!!!
La Padania e' il meridione della
Svizzera, dell'Austria, della
Germania che faccia il confronto con loro e vedranno che sono anche loro dei terroni e delle merde meridionale.

Dinamo Pigrese Blog's ha detto...

Dove dovrebbe andare Mastella?
Ve lo devo proprio dire?!?

:-)

Ema ha detto...

Per anonimo delle 13.47: dici che se vogliamo la legalità dobbiamo votare altro. Il problema per me e per credo molti altri italiani, è: altro chi? altro che?
L'impressione generale (abbastanza supportata dai fatti) è che sinistra, destra, centro, sopra, sotto, rossi, neri, bianchi siano tutti la stessa identica cosa!! E per noi elettori ormai è una gara a chi "magna" di meno...
Ecco perché si sentono molti che dicono che non andranno a votare o che annulleranno la scheda (mi raccomando, non lasciatela bianca, perché ho sentito da mio cugggino che quelli addetti ai seggi quando la scheda è bianca la croce ce la mettono loro)...
Ma per fortuna che c'è la COSA MARRONE!!!!!!!!! Almeno sai cosa aspettarti e ti senti meno preso per il cuculo......

Anonimo ha detto...

Speriamo di no, cazzo!

iraniano ha detto...

Se DeMita si apparenta al centro per la campania c'è ancora meno bisogno di Mastella. Incrocio le dita

Anonimx ha detto...

Ragazzi venite a trovarci su http://berlusconivsveltroni.blogspot.com

mattia ha detto...

Anch'io penso che i programmi siano una presa per il culo.
Io sono rimasto deluso da quest'ultimo governo perchè pensavo che sarebbero state fatte cose che si sentivano in campagna elettorale come il tassare le rendite,cambiare la legge elettorale,fare la legge sul conflitto di interessi,rendere illegale il falso in bilancio,cambiare la legge Biagi/maroni ecc.
Tutto questo,incluso uscire dalle varie guerre compresa l'Afghanistan,
non solo non si è fatto,ma non se ne parla neanche più.
Ora anche dipietro mi pare che faccia propaganda sapendo che non conterà un tubo e quindi farà finta di indignarsi per le eventuali e sicure omissioni dei programmi.
Questo è un gioco dell'oca,
si ritorna sempre al punto di partenza,senza mai andare avanti di una casella.

Anonimo veneziano ha detto...

Mattia condanna il governo voluto ed eletto con il suo voto, una maggioranza cade e si tenta di eleggerne un'altra
, magari Veltroni; se però dalle votazione dovesse uscire una maggioranza di 24.001 voti, contraria a quella auspicata da "VOI" , non rompete i "Maroni e i Marini" ,chiudetevi in casa ed aspettate il prossimo turno !

Anonimo ha detto...

QUESTO BUFFONE E' PIENO DI FALSITA'
(capelli, visage, altezza e quello che dice).
E' da mettere in un cesso e tirare la catena

Almunia smentisce Berlusconi Almunia: "Mai approvato il programma di Berlusconi"

Il commissario europeo agli affari economici Joaquin Almunia non ha mai ricevuto un programma economico del centro destra. "Non avendolo mai ricevuto non posso neanche commentarlo", ha detto oggi Almunia. Nei giorni scorsi Berlusconi aveva detto che il programma economico del centro destra era stato inviato a Bruxelles e che avrebbe avuto un parere favorevole.

Anonimo ha detto...

Caro Mattia e cari tutti,

ti do perfettamente ragione, sono settimane che lo dico, non andrò a votare proprio perché schifata e sfiduciata sia da chi ha fatto proclami miracolosi (adesso però passati di moda, neanche il nano pelato osa più promettere benessere e felicità) sia da chi prometteva di dare ai poveri togliendo ai ricchi (l'unica cosa che hanno dato ai poveri è aumentare la loro povertà).

Adesso quello che si promette è di raccogliere la rumenta dalle strade di Napoli e provincia (ma dai... incredibile, non l'avrei mai osato sperare, davvero strano raccogliere la rumenta dalle strade in un paese del G8!) ed evitare di candidare politici condannati (ma dai... incredibile, non avrei mai pensato di essere governata da gente con la fedina penale pulita!!!).
Ah senza contare la promessa bipartisan di ridare potere ai salari... Ma dai, non avrei mai pensato che si potesse fare una cosa del genere, come pensano di ridare potere ai salari, con la kriptonite????

Mattia, se fosse almeno il Monopoli invece del gioco dell'Oca si potrebbe, che so, prendere tutta questa risma di delinquenti (a destra, a sinistra, al centro, di fianco, di sotto e di lato) e spedirli tutti in PRIGIONE senza neanche passare dal via.
Poi potremmo finalmente candidare Mirko e il suo Partito dei Paninari...!

E con questo, buona serata a tutti.
Simo

Anonimo ha detto...

Caro Mattia e cari tutti,

ti do perfettamente ragione, sono settimane che lo dico, non andrò a votare proprio perché schifata e sfiduciata sia da chi ha fatto proclami miracolosi (adesso però passati di moda, neanche il nano pelato osa più promettere benessere e felicità) sia da chi prometteva di dare ai poveri togliendo ai ricchi (l'unica cosa che hanno dato ai poveri è aumentare la loro povertà).

Adesso quello che si promette è di raccogliere la rumenta dalle strade di Napoli e provincia (ma dai... incredibile, non l'avrei mai osato sperare, davvero strano raccogliere la rumenta dalle strade in un paese del G8!) ed evitare di candidare politici condannati (ma dai... incredibile, non avrei mai pensato di essere governata da gente con la fedina penale pulita!!!).
Ah senza contare la promessa bipartisan di ridare potere ai salari... Ma dai, non avrei mai pensato che si potesse fare una cosa del genere, come pensano di ridare potere ai salari, con la kriptonite????

Mattia, se fosse almeno il Monopoli invece del gioco dell'Oca si potrebbe, che so, prendere tutta questa risma di delinquenti (a destra, a sinistra, al centro, di fianco, di sotto e di lato) e spedirli tutti in PRIGIONE senza neanche passare dal via.
Poi potremmo finalmente candidare Mirko e il suo Partito dei Paninari...!

E con questo, buona serata a tutti.
Simo

MIRKO, faccio una battuta conscio del fatto di creare insofferenza in anonimo veneziano ha detto...

BERLUSCONI NON MENTE MAI!!!
E' solo che il programma lo hanno inviato con posta ordinaria e a Bruxelles deve ancora arrivare.
E' colpa delle POSTE.
Oppure lo hanno intercettato i comunisti e ci han fatto gli scarabocchi sopra o peggio ancora lo han deviato a Cuba...

"Io mi impegno in questo momento a firmare un contratto con gli italiani nel quale dichiaro che se solo uno di questi punti non verrà mantenuto io uscirò dalla politica"...LUI NON MENTE MAI!!!

PRODI invece ha voluto fare lo SBORONE: 208 pagine.
MA non ha promesso, in caso di fallimento, di uscire dalla politica.
Il fatto è che nell'ultimo Governo lui in politica non ci è mai stato.

Ema ha detto...

No, Mirko, è stato macerato con le 200 tonnellate (o quant'erano) di posta non consegnata a Milano....

Anonimo ha detto...

Cosi vengono presi per culo gl'italiani da queste canaglie

( I processi che si fanno a Berlusconi sarebbero politici)

Bondi: "Divieto candidature non vale per procedimenti politici"

Il coordinatore apre poi il capitolo delle esclusioni per procedimenti penali in corso, chiarendo che il criterio non vale però per "quelli che, come sappiamo, hanno un'origine di carattere politico".
MALEDETTI!!!!!!!!

ceciliametelladalmatica ha detto...

Mi state facendo morire dal ridere...
Quoto la Simo in pieno..

Anonimo veneziano ha detto...

Mirko,da come si prospetta, Veltroni promette delle cose di "destra" e Berlusconi delle cose di "sinistra";
io che sono sfacciatamente di centro destra chi dovrei votare ?
I programmi Veltroni / Berlusconi sono simili? ed alloda chi voto se fossi di cetro sinistra visto che a fare delle cose di sinistra è il centrodestra ?
MIRKO ILLUMINAMI !
Probabile che il programma di cui sparli è finito in qualche pulman dove lo stanno fotocopiando !
Prossimo annuncio : Veltroni dopo TAV ed inceneritori è favorevole alla costruzione del ponte sullo stretto !
SCOMMETTIAMO !!!!!!!!!

Carmine Pisano ha detto...

DOVETE SMETTERLA DI INSULTARE CLEMENTE MASTELLA!
Carmine Pisano
c_pisano@hotmail.it

Carmine Pisano ha detto...

dimenticavo...

3283571135
089794538

Anonimo ha detto...

IO PROPONGO UN MEDAGLIA D'ORO A BEPPE GRILLO, MARCO TRAVAGLIO E ANTONIO DI PIETRO.
PER LA LORO CAMPAGNA:.
PER UN PALAMENTO PULITO;
PER LA NON CANDIDATURA DI PARLAMENTARI GIA' STATI a DIVERSE LAGISLATURE......
e per il secondo Vaffanculo day
che di certo fara' abolire le sonvezioni di stato alla "Casta dei giornali"
BRAVI E MERITO VOSTRO SE QUESTO STA AVVENENDO

Anonimo ha detto...

Caro Carmine Pisano, eteronimo di Er Piotta,

ma chi se lo sta filando Clemente Mastella? E' da un bel po' che i post non riguardano più lui.
Poverino ormai non se lo fila più nessuno, neanche il suo ex padrino De Mita tutto felice di essere stato accolto a braccia aperte da Casini e fdalla cumpa degli ex democristiani.

NON LO VUOLE PIU' NESSUNO! SIGH!

Farei una campagna di sensibilizzazione del tipo "Non abbandonare un Mastella" oppure "Adotta anche tu un Mastella".
Ricordate, ragazzi, senza di lui questo blog non ha più ragione di esistere e noi cosa faremmo tutto il giorno??? Ci stracceremmo le vesti, ci batteremmo il petto, piangeremmo tutti lacrime amare, sentiremmo così tanto la sua mancanza che potremmo addirittura creare un blog tipo "aridatecemastella.blogspot.com".
E non pensate ai nostri poveri SPO e NP!!!!
Disoccupati cronici, senza neanche la consolazione di un qualche sussidio, un'ombra di cassa integrazione, niente!
Ragazzi, non abbandoniamolo. Ricominciamo ad insultarlo, non continuiamo ad ignorarlo.

Adesso veramente devo andare, aribuona serata.
Vostra
Simo

Anonimo ha detto...

correttura:.
un= una
PALAMENTO= parlamento
sonvezioni = sonvenzioni

Sono eccitato e mi girano le palle quando sento il nome Berlusconi

Anonimo ha detto...

Pdl: non candidiamo i condannati. Ma per Berlusconi non vale

Veltroni se l’era augurato. «Anche altri partiti dovrebbero inserire dei vincoli alle proprie candidature, analoghi a quelli che il Pd si è dato nel suo codice etico». La destra l’ha preso in parola. Ovviamente, a modo suo.

Anonimo ha detto...

mastella non lo vuole nessuno perche' la cosa marronre puzza di m...a

Obama all'amatriciana ha detto...

Non votate Berlusconi, votate Obama all'amatriciana, l'uomo davvero nuovo, il vero taglio col passato.

Obama all'amatriciana ha detto...

Veltroni: un tranquillo "we can" da paura.

il tafàno ha detto...

Vota il tafàno e non te ne pentirai.

Obama all'amatriciana ha detto...

Sono amatriciano, amo pasta asciutta e parmigiano, voto amatriciano.

Anonimo ha detto...

Le omissioni di Forgione. Silenzio sui politici collusi.
22/02/08 - Cosenza.

Francesco Forgione, il Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, è a rischio di ricandidatura. Reduce da due mandati parlamentari, Rifondazione Comunista lo avrebbe inserito nell’elenco di “color che son sospesi”. E anche per questo si capisce l’accelerata che ha dato, negli ultimi giorni, alla sua attività istituzionale, cercando in tutti i modi di portare ad approvazione la relazione sulla Calabria. E così, si è dato un abito assai improbabile di eroe dell’antimafia dopo un biennio non certo esaltante. E’ passata in cavalleria l’attribuzione delle consulenze a diversi parenti di componenti della Commissione: uno svilimento definitivo per una funzione che questa Commissione non ha mai esercitato sin in fondo. Nelle numerose audizioni registratesi in queste ultime settimane sono apparse notizie sconvolgenti che riguardano il mondo imprenditoriale calabrese. Notizie che fanno rabbrividire e richiedono precisazioni, conferme o smentite da parte degli organismi giudiziari. Dopo aver dipinto il gruppo imprenditoriale più forte della regione come colluso con due delle più rilevanti cosche del territorio, ci si attendeva da Palazzo San Macuto un atto di coraggio e di dovere rispetto ad uno dei suoi compiti precipui. Ci sono flotte di politici, fra Calabria e Sicilia, Puglia e Campania con questioni penali aperte di altissimo spessore criminale. Rinviati a giudizio o indagati per concussione e truffa, tangenti ed illeciti. Deputati e Senatori coinvolti in indagini complesse e rilevanti, (in Calabria c’è Why Not e Poseidone) che fanno anche riferimento a contatti simbiotici con la
‘ndrangheta, la sacra corona unita, la camorra e la mafia. Dal signor Forgione ci si aspettava una presa di posizione forte rivolta ai partiti che imponesse una scelta che sarebbe stata e sarebbe ancora legittima proprio perchè politica e non giudiziaria: se è sacrosanto che sia solo la Cassazione a mettere la parola fine sul grado di colpevolezza dei cittadini è altrettanto giusto che i partiti sappiano togliere la polvere dai loro tappeti senza dover aspettare lungaggini investigative.


I VERI BOIGOTTATORI DELLA VERITA' SONO GLI STESSI GIUDICI.
AVEVA RAGIONE DE MAGISTRIS!!!!!!!!!!!!!!!!!!

mattia ha detto...

La roba di non candidare inquisiti a parte berlusconi è si ridicola,
però ci dimentichiamo che comunque sia candideranno chi vogliono loro e dovremmo prenderci quello che passa il convento.
Certo,quando potevamo scegliere non è che abbiamo fatto sfaceli,
anzi ce li siamo messi in casa senza riuscire più a mandarli via.
La capacità di questi politici di essere "immortali" incute un po' di paura,
riusciremo mai a venirne fuori?
Ieri sera ad annozero è venuta fuori una verità,tra le altre,che mi ha fatto riflettere:
siamo in un regime non di voto di consenso ma di voto in qualche modo "interessato" senza consenso.
Mi è venuto in mente ciò che capita alle amministrative,e cioè che dopo anni in cui tutti parlano male e si lamentano dell'amministrazione,al momento del voto questa viene comunque riconfermata.
Praticamente questa nostra politica non raccoglie il consenso,ma attraverso favori personali raccoglie comunque il nostro voto.
Questa non è democrazia...

Anonimo ha detto...

Questo blog e' riservato soltanto a coloro che bombardano di parole meritevoli e di accompagnamento a Mastella, prima che lui scompaia per sempre nella discarica dei rifiuti tossici della politica.

onyricus ha detto...

W Mastella ed i suoi consimili !!!

li paghiamo forse fin tropo, direi..

..ma almeno abbiamo tanti (ma proprio tanti.. ..uè, non è che son troppi?!??? !) da mandare affanculo e MOTIVATAMENTE !!

no al comunismo ha detto...

i comunisti come mattia adesso parlano contro mastella ma fino a ieri sono stati insieme a lui ...
magari fra un pò parleranno anche contro castro ... !

MIRKO ha detto...

NO AL COMUNISMO
Ma sei sicuro che Mastella sia stato sempre coi komunisti???
Perchè a me risulta che a fatti sia sempre stato con la CDL...
Trovami qualcosa che ha fatto Mastella negli ultimi dieci anni che ti faccia dire:"Lui sta coi komunisti".
Se ci riesci vinci una telefonata gratuita a Carmine Pisano.

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti,

ci terrei a chiedere al signore che si firma "no al comunismo" se sa con che partito il nostro eroe è stato eletto Sindaco a Ceppalonia.
Se fornisce la risposta esatta entro 30 secondi vince un bagno salutare nella piscina a forma di cozza di casa Mastella, seguito da una confezione di torroncini scaduti Natale 2004.

Saluti,
Simo

Anonimo ha detto...

Ah, ovviamente il concorso di cui sopra è stato organizzato con autorizzazione ministeriale n. 3629/bis del Ministero Di Sgrazia e Ingiustizia, con firma autografa del Nostro sulla pratica.
Allora, "No al comunismo", sai dare la risposta esatta????
Simo

No al comunismo ha detto...

Simo, quannnto me attizzi...!!!!!

...in quella piscinona a forma di cozza, ci andrei, con te........

Anonimo ha detto...

Coem godo!
Essere rifiutati perfino dal nano p"ista deve essere davvero terribile.
Se la merda in persona ti rifiuta ti devi sentire davvero peggio di un escremento di piccione.
Ma è la fine che si merita una persona del genere che non vale davvero nulla e della quale l'italia non ha bisogno.
Ce ne sono tante, ma iniziamo da lui!

Luca ha detto...

Vi segnalo questo post sulla trasmissione scandalosa fatta da vespa sui blog:
qui

Anonimo ha detto...

Mi dispiace caro "no al comunismo", ma in quella piscinona a forma di cozza ci andrai da solo.
Io non faccio il bagno con le cozze, né con altro genere di mitilo.
Ciao
Simo

p.s. non hai risposto alla mia domanda.

Anonimo ha detto...

Perchè mastella non governava coi comunisti e con di pietro? siete voi la merda, non berlusconi.

no al comunismo ha detto...

risposta:
mastella ha fatto l'INDULTO!
per mettere fuori dalla galera i rom e gli altri extracomunitari amici di rumeno prodi e dei comunisti!

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 12.46: l'essere più inutile della terra sei tu, infatti se non esistessi non se ne accorgerebbe nessuno.

Ema ha detto...

Vedi, anonimo delle 14.30, il bello del Ceppalonico è che è multitasking.. Infatti può andare al governo sotto una bandiera, e venire eletto localmente sotto altra bandiera, contemporaneamente!!!! L'Intel lo sta studiando per perfezionare la tecnologia dual-core dei propri processori....

Ema ha detto...

X no al comunismo: dell'indulto hanno beneficiato anche taaanti colletti bianchi o politicanti, comunisti e non. Un vero esempio di par condicio, superpartes e aggiungerei pure bipartisan... Ma la domanda di simo era un'altra, se non erro..

Ema ha detto...

E tre. Esponenti chiave dell'Udeur finiscono sotto inchiesta per gravi reati anche in una terza regione. Dopo Lazio e Campania, adesso tocca alla Calabria. Pasquale Tripodi, assessore regionale al Turismo, è stato arrestato dai carabinieri per associazione mafiosa.

Esattamente un anno fa, la copertina de L'espresso era dedicata alla "Cupola delle tangenti" della Regione Lazio. Descriveva anche le indagini sul primo leader del partito di Clemente Mastella finito nei guai: Marco Verzaschi. Verzaschi, ex assessore alla sanità del Lazio con la giunta Storace e sottosegretario alla Difesa del governo Prodi, all'epoca era accusato da Lady Asl, protagonista del più incredibile scandalo negli appalti sanitari del Lazio, per una mazzetta da 200 mila euro. A dicembre un secondo imprenditore ha chiamato in causa Verzaschi, descrivendo la consegna di altri 200 mila euro: in questo caso il denaro sarebbe stato addirittura estorto.

Verzaschi si è dimesso a dicembre, alla vigilia dell'arresto, respingendo le accuse. Il Tribunale della Libertà ha poi revocato la custodia domiciliare, riconoscendo però la validità del quadro accusatorio. Dopo il Lazio è stata la volta dell'Udeur campano, con l'arresto di due assessori e di Sandra Lonardo Mastella, presidente del consiglio regionale e moglie del ministro. Ma prima ancora c'era stata l'inchiesta per camorra contro Vittorio Insigne, consigliere regionale Udeur, processato e assolto in primo grado per i rapporti con i boss dei casalesi.

La presunzione di innocenza vale fino a sentenza definitiva. Ma l'elenco delle indagini contro esponenti Udeur mette in una luce singolare la scelta che venne fatta nella formazione del governo Prodi. Mastella alla Giustizia, Verzaschi sottosegretario alla Difesa con delega ai carabinieri ossia al corpo che ha condotto tutte le indagini sul partito del Campanile.

http://www.spreconi.it/

MIRKO, chiamate PISANO CARMINE che si autoricarica ha detto...

Perchè NON DOVETE SMETTERLA di insultare MASTELLA.

Perchè questo uomo, che vuole farsi passare per Santo, già a 29 anni rubava i soldi dello Stato telefonando dalle sedi RAI nei vari COMUNI SPACCIANDOSI PER DIRETTORE DELLA RAI.
E SE NE VANTA.
Riporto per chi ancora non ne fosse a conoscenza un pezzo dell'articolo visibile anche su Ceppaloni.net:

"Come quello (già noto, peraltro, perché raccontato da Mastella in diverse interviste), di quando l'allora 29enne aspirante deputato, di stanza alla redazione Rai di Napoli, durante le politiche riuscì a farsi eleggere deputato. Le sue parole: «Il miracolo lo realizzai così. Aspettavo che tutti i dipendenti andassero a mensa. Poi chiesi ai centralinisti di telefonare nei Comuni del mio collegio elettorale. Mi facevo introdurre come direttore della Rai e segnalavo questo nostro bravo giovane da votare: Clemente Mastella. Funzionò».

PISANO CARMINE è inutile che metti il numero di telefono.
Chi vuoi che ti chiami??
Al massimo ti chiama MASTELLA spacciandosi per direttore della RAI...

ceciliametelladalmatica ha detto...

Mirko questa del direttore rai e' fantastica..ve ne racconto una notevole..

Discussione in macchina stamattina con il fidanzato:

io: Ma come fa Bondi prima a dire che non candideranno gli inquisiti e rimangiarselo il giorno dopo? E' pazzo..

Lui: si vede che berlusconi non lo sapeva...

Io: Ma ti pare che non lo sapeva! e poi guarda che nei partiti ci sono i congressi, le conferenze programmatiche..le votazioni...non puo una persona sola decidere le linee guida di un partito...

Lui: cara..questa e' la Democrazia...che c' entra con berlusconi?

Cacchio sono morta dal ridere...

Anonimo ha detto...

Molto saggio il tuo fidanzato Ceci!
Ma davvero qualcuno ha creduto alle stronxxxte di Bondi sui candidati di Forza Italia con fedina penale immacolata????
Se fosse così non avrebbero nessuno da candidare... ah no, una ce l'avevano, la soubrettina che si spoglia davanti a Mastella nella galleria fotografica di corriere.it.
Ma la fanciulla, meno scema di quel che si potrebbe pensare, ha gentilmente declinato l'invito.
Meglio continuare a sculettare in televisione - avrà pensato - che a Montecitorio davanti a 400 deputati allupati!

Buona serata e buon weekend!
Simo

Anonimo ha detto...

C'E' qualcuno che ha visto Mastella?
Non lo vedo da tempo..... Ch'e'
stato digia smaltito nel bidone della mmunnezza.

Anonimo veneziano ha detto...

Occhio ai radicali che hanno saltato il fosso altre volte e forse più di Mastella.
SPO,NP, tenetevi pronti, appena Mastella verrà cancellato dalla politica nazionale, attivate un nuovo blog " dementePannella " ; potrete riciclare i vari logo ad esempio:
"che governo sarebbe senza Panella",
potreste riproporre la "PANNELCARD",
come digiunare senza pagare un dietologo....solo con PANNELCARD ..

Melina2811 ha detto...

Certo che a lui non chiede nessuno se vuole andare con loro.... il suo 1% nella migliore delle ipotesi con fà cambiare niente a nessuno...

Bengodi Sity ha detto...

Le schermaglie servono soprattutto per contrattare ed avere qualche posto un pò più su nella lista.

Anonimo ha detto...

http://it.youtube.com/watch?v=Og1LWPVvVFk

E' PAZZESCO!

FATE GIRARE IL PIU' POSSIBILE.

MA ACCADE ALL'ITALIA

Anonimo ha detto...

cioè l'udc com mastella e cuffaro è un interfaccia tra la galera e il mondo della legalita'

Anonimo ha detto...

Udeur: autosospensione in massa.

sabato 23 febbraio 2008.

Riceviamo e pubblichiamo Il Segretario provinciale dei Popolari Udeur Paolo Mallamaci e tutti componenti della direzione provinciale di Reggio Calabria unitamente ai componenti del Comitato Provinciale , al Responsabile del Movimento Giovanile Fabio Calarco, e a tutti i segretari delle sezioni operanti nella Provincia, si sono sospesi dal Partito dei Popolari Udeur. Analoga determinazione è stata assunta dagli esponenti del Partito eletti nelle Istituzioni, tra i quali i consiglieri provinciali Giugno, Barone e Romeo, il Vice Presidente della Provincia Costantino, il consigliere comunale della città capoluogo Meduri, 11 sindaci, 2 Presidenti della Comunità Montana, e oltre sessanta tra assessori e consiglieri comunali dell’Udeur. La sofferta decisione fortemente voluta e sostenuta dai 3.500 iscritti reggini al Partito, si è resa necessaria all’indomani della condotta tenuta dalla segreteria nazionale del partito che con un documento diffuso dall’ufficio politico nazionale prendeva le distanze dall’Assessore Pasquale Tripodi destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Con questa paradossale nota diramata a caldo, si è tentato di far ritenere all’opinione pubblica che il percorso politico compiuto dall’amico Pasquale Tripodi si fosse separato già da tempo da quello dei Popolari Udeur, mentre è a tutti ben noto che lo stesso Tripodi si stava accingendo ad impegnarsi direttamente nella prossima tornata elettorale ricoprendo un ruolo di grande rilievo che lo avrebbe portato a rappresentare,con la lista del Campanile, le istanze della Provincia di Reggio e della Calabria intera nel Parlamento della Nazione, a coronamento di un proficuo impegno decennale nell’Amministrazione della Regione, impegno che ha prodotto una significativa crescita dell’Udeur nella Provincia di Reggio Calabria. Per un partito fortemente ispirato ai valori del cattolicesimo, che pone la famiglia al centro della propria azione politica e che ha incardinato un cristiano concetto della solidarietà alla base del proprio programma, l’aver preso le distanze da un proprio iscritto che con grande abnegazione si era impegnato per la crescita del Partito in Calabria,dimostrando una lealtà e coerenza assoluta agli ideali dell’Udeur, proprio quando si trova in una condizione di umana difficoltà, è sembrato a tutti gli aderenti assolutamente inaccettabile. Con questo gesto,interpretando dunque i sentimenti di indignazione nei confronti del Segretario Nazionale Mastella degli iscritti al partito, ribadiamo la nostra vicinanza all’On. Pasquale Tripodi, al quale esprimiamo la nostra più sincera solidarietà umana e politica, e manifestando la più totale e convinta fiducia nell’operato della Magistratura, auspichiamo che Pasquale possa essere restituito prestissimo all’affetto dei suoi cari e dei tanti amici che non rinnegano decenni di battaglie politiche combattute fianco a fianco, e oggi più di ieri si riconoscono in Lui come leader e punto di riferimento inamovibile. Proprio per queste ragioni, ogni decisione sulla futura collocazione politica, verrà presa solo quando Pasquale Tripodi potrà riprendere il ruolo guida del movimento. Operativamente fin da subito, nei consessi elettivi dove l’Udeur è presente con un proprio gruppo, i consiglieri eletti confluiranno nel gruppo misto.

Reggio Calabria 19 febbraio 2008 (da Strill) IO DICO.....LADRI FINO ALLA FINE!!!!!!!!!!!!!
NEPPURE ALLE INTERCETTAZIONI CREDONO I CEPPALONI.....LA VERA SOLIDARIETA' SI DEVE DARE ALTROVE!

Anonimo ha detto...

Mastella è vivo e vegeto. Ieri sera era a "Controcorrente" e qualcunoi ha chiesto se è verità la sua candidatura a Presidente nella sua regione........e lui ha risposto senza rispondere.
Quindi, male che va rimane sicuro deduto su una poltrona (riscaldata dalla moglie).

Felix

Anonimo ha detto...

x anonimo delle 11.14:

http://it.youtube.com/watch?v=Og1LWPVvVFk

Sane legnate!!! Come si faceva una volta... No al buonismo, solo alla disciplina.