giovedì 10 gennaio 2008

clEMENTE '07


Ben ritrovati a tutti!!!

Ci avevano detto che il mese di Gennaio avrebbe segnato la svolta. Berlusconi giurava che assieme all'albero di Natale e al presepe sarebbe andato in pensione anche il governo. Prodi sosteneva che l'anno nuovo avrebbe portato ad un rimpasto di governo.
Bene, per ora non sta avvenendo nulla di tutto ciò. Anno nuovo, vita vecchia.
E allora ripercorriamo brevemente il 2007 di clEMENTE dando un occhiata al pezzo di Marco Travaglio apparso sull'Espresso. Ovviamente, per ragioni di spazio, non ha menzionato fatti importanti come il viaggio sull'aereo presidenziale, per esempio. Questi sono comunque tutti ben riportati all'interno del nostro blog.

Mesi fa nell'Unione si dava per certo un rimpasto di governo per l'inizio del 2008. Un po' per ridurre i 103 fra ministri e sottosegretari. Un po' per rivedere certe competenze e soprattutto certe incompetenze. Con quel che è accaduto col 'decreto sicurezza', scritto coi piedi e bocciato dal Quirinale, il primo a partire dovrebbe essere il ministro dell'Interno Giuliano Amato. E il secondo, di diritto, anzi a furor di popolo, il cosiddetto ministro della Giustizia Clemente Mastella, che ne fa e ne dice di tutti i colori. Tralasciamo, per carità di patria, quel che fa, e concentriamoci su quel che dice. Dopo un mese di silenzio, il 9 dicembre a 'Crozza Italia' Mastella ha risposto all'inchiesta de 'L'espresso' sull'uso privato dei fondi del giornale Udeur, 'Il Campanile', finanziato dallo Stato: ad esempio, per l'acquisto di panettoni e torroncini natalizi. Anziché smentire sdegnato un'accusa tanto imbarazzante, il Guardasigilli s'è detto "dispiaciuto per le tante persone che non riceveranno più" quel bendidio. Pare brutto pagare i regali di Natale di tasca propria: o a spese del contribuente, o ciccia. Poi ha confessato che lui sapeva benissimo che il decreto sicurezza conteneva un errore nella parte sull'omofobia, "ma non l'ho detto a nessuno" per farlo saltare. Ora, visto quel che riesce a dire, si spera che Mastella abbia la favella scollegata dal pensiero. Al suo esordio in via Arenula, lo spensierato ministro andò a Regina Coeli scortato da Giulio Andreotti e annunciò, fra gli stupiti battimani degl'inquilini: "Sarò un Guardasigilli dalla parte più dei detenuti che dei magistrati". Dopodichè mantenne la promessa con l'indulto extra-large e con l'istruttoria-lampo per la grazia a Bruno Contrada. Due mesi fa chiese al Csm di trasferire il pm Luigi De Magistris che indagava su di lui. Poi dichiarò testualmente: "Non mi si può chiedere di fare il lavoro sporco e poi far finta di niente. Non sento le voci della maggioranza dire: ma Mastella che c'entra? Perché ce l'avete con lui?" ('la Repubblica', 20 ottobre). Senza spiegare chi gli abbia commissionato il lavoro sporco, quale lavoro sporco, e a che titolo un ministro della Giustizia faccia il lavoro sporco. A dicembre, quando Berlusconi è finito sotto inchiesta a Napoli, ha proposto un baratto fra la sua solidarietà al Cavaliere indagato e la solidarietà del Cavaliere a Mastella indagato: "Quando i pm toghe si occupano di lui sono toghe rosse, e quando si occupano di me sono rossonere?". E, nei giorni della strage alla Thyssen Krupp, ha proposto un decreto contro l'"emergenza civile" delle intercettazioni. Poi ha minacciato le dimissioni, cioè la fine del governo, se la Corte costituzionale non "trova qualche arzigogolo per bocciare il referendum elettorale" ('La Stampa', 15 dicembre). Possibile che nemmeno questa indecente pressione sulla Consulta sia ritenuta incompatibile con la sua permanenza alla Giustizia? Visto che lo statista di Ceppaloni aveva chiesto fin dall'inizio la Difesa, sarebbe il caso - pur tardivamente - di accontentarlo. Prima che riapra bocca.

Ora siamo pronti per il 2008. clEMENTE, regalaci un nuovo anno pieno di soddisfazioni!!!

P.S. A costo di ripeterlo in eterno e di diventare noiosi lo staff ricorda a tutti gli utenti che lo spazio commenti non è e non deve essere un luogo di insulti. Questo è il prezzo da pagare quando non si utilizza la censura. Grazie per la collaborazione.

143 commenti:

Anonimo ha detto...

PRIMO, HI HI HI HI.....

caterpillar ha detto...

bentornati a spo e np ... anzi, per restare nello spirito che ha animato il blog nell'ultimo periodo:
BENVENUTI A STI' FROCIONI
GRANDI GROSSI E BAMBOCCIONI
E PURE TU
CHE SEI UN PO' FRI' FRI'
APRI LE CHIAPPE
E PIGLIALO LI'

ciao caterpillar

Anonimo ha detto...

Bentornati!
Con la vostra presenza e il vostro controllo,riprendiamoci il "nostro" blog. Ci siete mancati.
Clemente ha bisogno di noi tutti e chi è scurrile non diverte...annoia.

Un consiglio: ignorateli tutti e non rispondete alle provocazioni.
Questo blog funziona se comunichiamo con ironia e rispetto.

Felix

Anonimo ha detto...

La miopia di Amato e la furbizia di Prodi sbarcano a Napoli. E mentre il primo cerca di vedere chiaro quel che chiaro a tutti è, il secondo, con una mossa azzardata, getta De Gennaro su quella discarica pubblica che è diventata Napoli e provincia. Quel De Gennaro, bravissimo poliziotto che ingiustamente ha pagato per i fatti di Genova, con il quale la gente che sta dietro agli incendi dei cassonetti e delle sassaiole contro i pompieri ha ancora un conto aperto. Ma quali poteri ha il super prefetto? E quali mezzi? E mentre l’esercito raccoglie l’immondizia, i ventitremila e passa spazzini continuano a giocare a tressette e i politici locali a fare buchi nei bilancio dello Stato e danni all’ecologia. Tanto un nome da immolare sull’altare della loro inefficienza, ormai l’hanno trovato.
Ma dico io se Bassolino ha speso 65 milioni per attrezzature che sono scomparse e assunto 2000 spazzini che non hanno mai lavorato, perchè la magistratura non ha indagato su questo ed altri fatti di spreco di denaro pubblico?
Perchè Saccà ha telefonato a Berlusconi?

gessigems ha detto...

veri ofalsi che siano, cortesemente bannate lucignolo, caterpillar, ale, tricolore e tutti (me ne sfuggono lo so) quegli scemi che ci hanno tediato durante la vostra assenza. bentornati.

Lucignolo ha detto...

Parolacce!!!Mi ha offeso!!!!! Dovete bannarlo!!!!

mattia ha detto...

OOOOOOOH,
finalmente,ormai non ne potevamo più!!
Bentornati e buon 2008!!!
clEMENTE è ancora ministro quindi si profila un'anno gramo come quello passato.
Speriamo che non si riesca a trovare l'accordo per la legge elettorale,
cosi' facciamo un bel referendum e facciamo piazza pulita......

ceciliametelladalmatica ha detto...

Ragazzi meno male che siete tornati...non si riusciva piu a fare una discussione civile...

non ce l'ho un nickname ha detto...

che bello vedere la moltiplicazione dei caterpillar!! era un bel blog, ma senza censura si e' deteriorato.

Bisognerebbe chiedere al ceppy di fare una legge ad hoc per le censure nei blog

simo ha detto...

Finalmente siete tornati!

Vostra
Simo

Alice ha detto...

Pia illusione quella di fare il referendum per fare piazza pulita (visto i risultati di altri referendum elettorali), ho l'impressione che ci vorrà ben altro per sbarazzarci di questi inetti. Bisognerebbe amplificare la rivolta di Pianura,buttare nelle discariche Bassolino,Pecorario, Jervolino ecc... portare a Roma, sotto le modeste residenze dei nostri governandi,immondizia e fuoco !!!!!

Come mai ancora non viene fuori il coinvolgimento del nostro "eroe" nell'"affare" discariche ?

SPO; N.P. Bentornati .... !!!!!!! era ora !
senza gatto i topi ballano !
per pura curiosità, perchè questo lungo silenzio ?

mattia ha detto...

Non ce l'ho un nickname
sei cat??
Non te la prendere per i cloni,
evidentemente sei importante per loro,
quindi è sostanzialmente un segnale di affetto e di stima,
condito da invidia e gelosia....
Se vuoi il mio parere continua a chiamarti caterpillar,
chè tutti noi riconosciamo al volo lo stile del vero.....

Anonimo ha detto...

bravo mattia

il fatto e' che mi sono un po' rotto di giustificare quello che scrivono i miei cloni. Comunque fine settimana prossima me ne vado in Angola per lavoro e non potro' piu' seguirvi molto.

ciao a tutti

MIRKO, folgorato dall'immagine del mostro di Ceppalochness ha detto...

Aprire il 2008 con una stupenda immagine del clEMENTE in divisa e imbronciato è meraviglioso.
Lui, clEMENTE, con quest'aria un pò così, tra l'indigestione di cozze e l'annoiato, con quelle sue giacche nere e la cravatta rosa, che fanno trasparire il Dylan Dog che c'è in lui ma anche la sua parte Penelope Pitstop sempre bisognosa di aiuto ed affetto.
clEMENTE, il cui stilista è CASUCCI in acido , ci rasserena.
clEMENTE , che si è dichiarato il MINISTRO DEI DETENUTI PER I DETENUTI , che si è immolato alla causa della Giustizia scegliendo di stare dalla parte dei cattivi.
Il Darth Fener della Casta quindi, colui che sta dal lato OSCURO della FORZA.
Un personaggio storicamente incollocabile: lo puoi mettere dappertutto , lui si adegua.
Potrebbe essere un primitivo o un filosofo, un guelfo o un ghibellino, un RE SOLE o un Roberspierre.
Lui va dove soffia il vento: un pò come Soldini.
Ma se Soldini in alto mare e disperso grida May Day May Day e gli aiuti arrivano appena in tempo, Mastella grida EMERGENZA DEMOCRATICA e purtroppo gli aiuti arrivano sempre e puntuali.
clEMENTE è un pò tutti noi: quante volte ci siamo guardati allo specchio e ci siamo chiesti "MI SENTO INUTILE IN QUESTO PERIODO...".Ebbene , quando pensate ciò, ricordatevi che c'è CHI STA PEGGIO ed è INUTILE SEMPRE.
Pensate a clEMENTE e la vostra giornata sarà migliore.

Anonimo ha detto...

Ma nel vocabolario personale di alcuni di voi non avete altre parole da usare? Certro è che se vi basta così poco per sentirvi realizzati....continuate pure.
Il mondo è bello perchè è vario.

Mika

bat ha detto...

batkaz=testa di caz
è bello e vario ed è pieno di imbecilli !!!!!

erpiotta ha detto...

nonostante il trattamento poco democratico che riservano a chi esprime idee differenti dalle loro devo confessare che accolgo con piacere il ritorno dei moderatori. Non se ne poteva più in questo blog fra razzisti del tipo di tricolore o giuan ed altra gentaglia tipo lucignolo o caterpillar che sanno solo usare il dizionario delle scurrilità!

ceciliametelladalmatica ha detto...

Cater come parti!!!! E ci abbandoni soli soletti e sconsolati????

Anonimo ha detto...

MIRACOLO!!! Non si sente più parlare di romeni e ROM ai telegiornali!!! Che siano tutti diventati buoni??? No, state tranquilli, nulla è cambiato. I romeni continuano a rubare, scassinare, massacrare, stuprare e seviziare. Solo che questa volta Prodi il romeno, santo protettore di ROM e Sinti, e romeni-ROM, ha dato ordine a tutte le tv di stato di non menzionare la cittadinanza dei criminali, a meno che questi siano italiani.

Anonimo ha detto...

non ti preoccupare Ceci, ci sono tanti miei emulatori su questo blog!
Staro' via un bel mesetto a godermi il sole dell'emisfero sud (media 30 gradi).

ciao e buona giornata

caterpillar (firmo di nuovo x 1 volta) ha detto...

ebbene si ceci, la mia compagnia mi manda in angola ... per un pò starò lontano dal blog, spero che al mio ritorno spo e np abbiano dato una bella ripulita! Intanto io me ne starò fra i negri mbutù ... un pò come stare a ceppaloni!
ciao caterpillar

ilpescepuzzadallatesta ha detto...

ma questo non era un blog su mastella?

Anonimo ha detto...

al caterpillar delle 13.34

io avevo gia' scritto alle 13.33. Non hai proprio di meglio da fare! ma scrivi cio' che ti pare con un tuo nickname, non capisco dove stia il problema. Poi ricordati che la tastiera del mio computer non ha gli accenti, dato che non e' un computer italiano.

lasciamo perdere che e' meglio

Lilletta Orsolina Battistero ha detto...

SPO & NP, FINALMENTE SIETE RITORNATI!!!!!!! NON SE NE PUO' PROPRIO PIU'!!!!!! DATE UNA BELLA RIPULITA DA TUTTI QUESTI CATTIVONI E FASCISTONI!!!!! SIETE I NOSTRI PALADINI!!!!!!!! SMAAAAACKKKK CICCINI BELLI!!!!!!!!

MIRKO, il supereroe in giacca nera e sciarpa rosa non serve più a niente ha detto...

LA PACE LA PORTERA' LUI

Ragazzi, non abbiate paura.Finalmente, fallito il tentativo col suo secondo figlio Silvio, Dio ha mandato sulla Terra un altro portatore di PACE: George W.
Portato dinnanzi al museo dell'Olocausto , il premier americano è scoppiato in lacrime e visibilmente commosso ha detto :" Non credevo che quei due aerei avessero seccato così tanta gente...Certo che quelle due torri erano veramente stracolme..Bisogna combattere il terrorismo"
A quel punto si è avvicinata la Rice , spiegando al Presidente che forse aveva fatto (stranamente) un pò di confusione...
George W , piangendo ancora di più per la figura di merda , ha allontanato la sua collaboratrice dicendo sottovoce:" Ma perchè non mi lasciate in PACE".
Ma la parola PACE è stata captata dal traduttore, che ha lanciato subito l'incredibile scoop "BUSH vuole la PACE".
La notizia ha fatto già due giri del globo , causando i primi miracoli: a BAGHDAD NEVICA.
Il cavalier Berlusconi spera in altri miracoli: alle 13.45 ha convocato il suo pettineuse dicendo "stai pronto che tra un pò mi devi far la permanente".
IL MONDO E' IN BUONE MANI.

Simo ha detto...

No Cat, io sono già in lutto!
Ma scusa, non puoi scrivere sul blog dall'Angola??? Avrai così tanto da fare tutto il giorno tutti i giorni che non potrai fare capolino di tanto in tanto????
Come facciamo senza di te?
Sono veramente sconsolata.
Simo

Anonimo ha detto...

L’unico posto di Bassolino: in strada a spalare rifiuti.

Anonimo ha detto...

Meglio George W. che Bassolino.

Anonimo ha detto...

Per favore, cat, non lasciarci!!!!!Non farlo, ti prego.. Stiamo tutti scoppiando in lacrime, ciccino bello, le tue fuffette ti adorano...Stai attento, e non dimenticare il Vixinex!!! Come faremo senza di te??? Ritorna presto!!!!

Anonimo ha detto...

Simo:

non so quanto tempo avro' a disposizione, grazie per il supporto morale. Comunque clonano anche te!!

ciao

caterpillar ha detto...

LEGGETE E RIFLETTETE!
LECCE - Cinque persone, tra cui una donna di 29 anni e due minori di 15 e 17 anni, sono finite in manette a Lecce. Sono considerati i componenti del «branco» che aggredì e violentò la notte del 5 maggio scorso nel centro storico di Lecce una ragazza rom di 19 anni, incinta di quattro mesi.

VIOLENZA DI GRUPPO - I cinque arrestati sono Luca Pacentrilli, 18 anni, di Lecce, Giovina Di Silvio, una donna di 29 anni di Aversa (Caserta), Armando Schizzi, 21, residente a Casalbate, marina di Lecce, e due minori di 15 e 17. Sono accusati di violenza di gruppo. Sono in corso indagini per accertare l'eventuale responsabilità di altre due uomini di 24 e 21 anni, entrambi con precedenti.

NON VOLEVA ABORTIRE - Le indagini hanno accertato che la ragazza somala, che era stata mandata via di casa da sua madre per essersi rifiutata di abortire, fu avvicinata per strada dai cinque che la offesero pesantemente per la sua origine africana e la minacciarono con coltelli e bottiglie vuote per ottenere prestazioni sessuali. Successivamente la violentarono.

Lucignolo ha detto...

Cat, lasciali stare, sono invidiosi di te perchè sei bello, ricco, pieno di donne e abiti a Londra, loro invece sono brutti, poveri, segaioli e abitano in provincia di Matera. L'invidia, purtroppo, è proprio una brutta bestia.

Ale ha detto...

x mirko delle 14.50
il mondo sarebbe in buone mani se al posto do Silvio e di George ci fossero Stalin e Pol pot ?
loro si che volevano la PACE !!!! vero ?
rispondimi sinceramente !!!!

Anonimo ha detto...

Grande ale..

tricolore ha detto...

vergogna caterpillar! hai taroccato la notizia e non lo hai fatto nemmeno bene: la ragazza è somala, non rom (ed hai dimenticato una sostituzione), inoltre uno dei violentatori è, guarda un pò, albanese!
ti è andata male perchè la ho appena letta dal corriere!

Anonimo ha detto...

tricolore:

e' il mio clone, io non mi firmo piu'. Quantomeno non ha offeso nessuno questa volta. Si vede che gli piace il nickname, clone te lo cedo volentieri.

E' vero la donna e' somala e non rom.

ciao

erpiotta ha detto...

bah ... caterpillar o clone di caterpillar sempre coglione sei ... che bisogno c'è di taroccare le notizie?

MIRKO, perchè discutere per forza?? ha detto...

ALE , la tua domanda trova già risposta in sè stessa.Guarda, aprire un dibattito con me sul tema di destra o sinistra, comunismo, socialismo , cristianesimo o qual si voglia convinzione è tempo perso.
Non ne sono interessato: semplicemente perchè penso che ognuno ha la propria opinione e questa non la cambierà di certo uno sconosciuto.
La storia insegna e parla.
Poi ognuno la interpreta a suo modo.

L'unico con la quale mi diverto a discutere è L'AVVOCATO DEL DIAVOLO, perchè difende Mastella: quindi non difende nessuna ideologia, nessuna opinione.

Ma su discussioni sul berlusca, su bush, su pol pot o prodi o stalin o hitler non mi ci metto.

La mia era solo una storiella fancazzista tanto per ridere.

Distinti ciao

mattia ha detto...

Qui siamo di fronte ad un'attacco informatico in piena regola!!
E' ormai chiaro che:
il clone
erpiotta
tricolore
ale(o il suo clone)
il clone di simo
gli altri nickname particolari tipo il pesceecc.
gli anonimi deficenti
SONO O LA STESSA PERSONA
OPPURE PIù PERSONE CHE D'ACCORDO
RIEMPIONO QUESTO BLOG
di stronzate ecc.
Bisogna quindi prendere provvedimenti.
Propongo che sia Mirko a trovare una soluzione adeguata....

MIRKO ha detto...

KINSHASA, ZAIRE, 1974: da otto riprese l'ex campione del mondo Mohammad Alì è alle corde, di fronte alla rabbia ottusa del campione del mondo George Foreman.
Alì è alle corde e incassa , ogni tanto alza la testa, aspettando di vedere negli occhi dell'avversario la stanchezza.
Ad un tratto la forza bruta di Foreman ricade su sè stesso: stancato dal suo colpire alla cieca, il gigante abbassa la guardia.
Ad Alì bastano cinque pugni, per distruggere la furia di Foreman.
Il gigante Foreman cade come un albero abbattuto sul tappeto del ring.
La gente è convinta che ad abbatterlo sia stato Alì.
In realtà Foreman si è sconfitto da solo.

cocis ha detto...

anche al NANO sono arrivati 2 proiettili .. ahahah si li è spediti lui ?? :)

http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo395647.shtml

Ale ha detto...

X
Ale-clone delle 15.52,
i cloni hanno vita breve !
condoglianze alla tua famiglia !!!!!!
con me partecipano tutti i frequentatori seri del blog.

Giuan ha detto...

Mirko,
Sicuramente Foreman era un clone !

Anonimo ha detto...

Povero cocis, anche lui ha la sindrome da Berlusconi. (qualche tua familiare tra le donne che si tromba?)

Anonimo ha detto...

In questo racconto Foreman mi ricorda Bassolino.

mattia ha detto...

L'anonimo delle 18,06
chiaramente non è cat,
però si nota l'arguzia di aver omesso tutte le parole con l'accento per non farsi riconoscere.....

Anonimo ha detto...

bravo mattia per la seconda volta

io al pub adesso ci vado davvero, il clone se ne stara' a casa a giocare con il PC e scrivere idiozie. Alle 9 (orario inglese) mi deliziero' con la mia farmacista russa.

ciao a tutti

N.P. ha detto...

1) Lo staff suggerisce a tutti i frequentatori seri e che hanno voglia di seguirci di creare un nickname registrandosi al sito. Quelli di colore blu per intenderci. Almeno iniziamo a risolvere il problema cloni. 2) Da ora in poi non sarà più possibile lasciare messaggi anonimi.
3) I messaggi non anonimi ma volgari o fuori argomento verranno cancellati.
Buona navigazione!

Anonimo ha detto...

Si NP sono perfettamente d'accordo con te riguardo alla cancellazione dei messaggi troppo volgari ma starei attento a cancellare quelli intelligenti e pertinenti alla realtà o anche fuori tema ma divertenti e di buon gusto, perchè si rischierebbe di rendere il blog più patetico e falso. Da quanto sembra, questo blog ha un buon seguito e tutto sommato, a parte qualche imbecille, è divertente ed intelligente (è un complimento). Ma ho visto troppi siti da quando viaggio in internet (13 anni!!!) morire lentamente per averli "ufficializzati" o per aver cercato di renderli troppo "seri". D'altronde, ci rimane ancora la libertà di parola, anche se comporta il rischio di qualche coglione in più (è solo la mia opinione ma può essere sicuramente sbagliata, d'altronde il sito è tuo e lo gestisci come vuoi).

Anonimo ha detto...

De Magistris, difesa chiede rinvio udienza pubblica
venerdì 11 gennaio 2008
All'apertura dell'udienza Alessandro Criscuolo, giudice di Cassazione che rappresenta la difesa del Pm De Magistris, ha chiesto alla sezione disciplinare di rinviare l'udienza pubblica: ''Chiediamo di attendere la conclusione dell'inchiesta penale della Procura di Salerno o, in subordine, di acquisire il materiale fornito dai magistrati durante l'audizione in prima commissione lo scorso 9 gennaio''. L'accusa, rappresentata dal procuratore di Cassazione Mario Delli Priscoli si e' opposta a entrambe le richieste. La sezione disciplinare e' ora in camera di consiglio per decidere il da farsi. (Asca)

SPO ha detto...

Caro anonimo,
certamente non cancelleremo interventi come il tuo nè i commenti divertenti...ma solo quelli dei "disturbatori". Tranquillo non diventeremo un blog "serio", continueremo a parlare di Mastella.
Mi piacerebbe comunque sapere perchè anche tu non vuoi firmarti...pigrizia? poca fantasia per inventare un nick?

Ciao e buona serata

Anonimo ha detto...

Caro SPO: penso pigrizia. Ne ho avuti così tanti da avere la nausea. Ho avuto persino una crisi d'identità. Ma mi firmerò.
Ciao

gessigems ha detto...

senza volerlo avete dato ragione al ceppalonico che chiedeva la registrazione per scrivere sul suo blog.
caro spo ed np, abbiamo sempre sostenuto che la libertà di espressione era la vera forza di internet (anche voi).
fu quella la vostra forza, ed è questa la vostra forza.
non vorrei che sarà questo che vi condannerà a diventare così semplicemente ceppalonici.

mattia ha detto...

Io sono contro ogni forma di censura per partito preso!!
Certo è che qualcuno ha reso il gioco un po' noioso e ripetitivo..
forse il rischio(di diventare ceppalonici)vale la candela.....
anche se per diventare ceppalonici c'è bisogno di una serie di incapacità e di requisiti alla rovescia difficilmente imitabili....
da persone normali.

SPO ha detto...

Buongiorno a tutti
Il rischio di diventare ceppalonici non esiste! Come sapete in certi periodi il blog viene infestato da persone depresse, quindi siamo costretti a fare più "pulizia" del solito, ma non arriveremo mai e poi mai a rendere obbligatoria la registrazione per poter commentare e non leggeremo mai i vostri commenti prima che siano pubblicati (come fa clEMENTE). Anzi questa è un'occasione per dimostrare che le misure adottate da mastella non sono necessarie quando i blogger sono persone oneste (senza amicizie mafiose, per intenderci)e in buona fede, ma solo se hanno molte cose da nascondere.

Anonimo ha detto...

Questi 2000 spazzini di Napoli che finora non hanno mai fatto un cazzo ed hanno soltanto incassato lo stipendio, sara' duro per loro rimetterli a lavorare.
Non sono capaci nemmeno di pulire
il posto dove vanno a mettere la firma di presenza.
Mastella cosa farai per questi tuoi clienti ad avere il loro voto?
...pero' ti voglio dire che mi fai meno schifo di BERLUSCONI.

Charlie Brown ha detto...

Bentornati!

Anonimo ha detto...

Sicuramente. Barlusconi è il peggiore di tutti. Si tromba le veline.

Carletto ha detto...

Occhio ragazzi!!!!
Lo stiamo perdendo....
Clemente ha lo sguardo spento e non è solo triste:
E' perfettamente consapevole di essere odioso od insignificante per molti, ma DEVE rimanere per qualche motivo, che ancora non ho capito...
CHE SIA RICATTATO DA QUALCUNO a portare a termine la sua MISSIONE???????!!!!

Lucignolo ha detto...

Sicuramente si. E' ricattato da Alzheimer, che se perso lui, dove lo trova un'altro disposto a trasferirgli i giudici coi tempi che corrono??

Ale ha detto...

negli anni 50-60-70 il diavolo per la Democrazia Cristiana era il PCI, ora il PD (ex PCI) ha annesso gli ex DC MASTELLA,PRODI,FIORONI,R.BINDI,MARINI,MANCINO,DE MITA,CIRINO POMICINO e chi ne ha più ne metta) e sono diventati PAPPA e CICCIA !
ai nostri giorni, il diavolo per il PD, ed ancor di piu per i comunisti senza se senza ma, è Berlusconi .
Nei prossimi anni PD e Berlusconi saranno CULO e CAMICIA? o sarà sempre l'obiettivo preferito di una sinistra ottusa che crede solo nella sua mediocrità politica fuori dal tenpo ?
Bassolino è un politico? e quali meriti avrebbe?
Napolitano e NAPOLETANI !!!! prendete a calci queste mezze seghe di politici e scaricateli nelle discariche come immondizia umana !

simo ha detto...

veramente cirino pomicino sta con il nano malefico ... la verità prima di tutto!
ciao simo

Anonimo ha detto...

simo ma de mita sta con prodi. prodi e mastella nei termovalorizzatori!

Anonimo ha detto...

O Gesu' dagli occhi tristi fai sparire i comunisti. Se risolvi sto problema fai sparire anche D'Alema. Se poi te ne fotti, fà che muoia Bertinotti. Ti preghiamo se non ti rodi, fai schiattare pure Prodi. Tu col cuore sempre aperto, fai morire Diliberto, e con gli angeli tuoi belli, porta in cielo anche Rutelli. O mio caro buon Gesù non farne nascere più.

Anonimo ha detto...

È uno slalom che dura da oltre dieci anni quello di Antonio Bassolino tra avvisi di garanzia, richieste di rinvio a giudizio, appelli e contrappelli. Finora il governatore della Campania se l’è sempre cavata: una sfilza di avvisi di garanzia e neanche un rinvio a giudizio. Ma il guaio peggiore, giudiziariamente parlando, Bassolino lo sta affrontando in questi giorni: l’accusa di concorso in truffa allo Stato per l’appalto dell’inceneritore di Acerra. Perché, di fronte ai documenti sequestrati dalla Procura e finiti nel fascicolo processuale, il presidente si è rifugiato nella giustificazione meno gloriosa per un politico, specie se di navigata esperienza e di grande potere: non sapevo cosa firmavo.
Così, messo di fronte alla sgradevole circostanza che due delle delibere incriminate portassero proprio la sua firma, il governatore ha cercato di trarsi d’impaccio: a stendere le delibere erano i tecnici, tutta gente - tranne qualche eccezione - che era stata scelta dai miei predecessori e che io ho lasciato nell’incarico. Non avevo, dice Bassolino, né le conoscenze tecniche né il tempo per analizzare nei dettagli tutto quello che firmavo. Tradotto: firmavo senza capirci niente. Come era forse prevedibile, la spiegazione non ha convinto la Procura della Repubblica, che ha chiesto il rinvio a giudizio del governatore e dei vertici della Fibe, la società (controllata da Impregilo) che aveva ottenuto l’appalto di Acerra. L’udienza preliminare è in corso, la prossima seduta era fissata per dopodomani, salterà per lo sciopero dei penalisti campani, ma riprenderà il 21 gennaio. La prescrizione, per Antonio Bassolino, è un miraggio ancora lontano, perché i fatti sono recenti e la truffa è, nel nostro codice, un reato grave. Ma, ai microfoni di Sky, ieri il presidente si mostra fiducioso: «Non ho mai truffato lo Stato e questo risulterà limpidamente».
Prima di andare ad inciampare sull’appalto per il termovalorizzatore, Bassolino aveva dovuto togliersi d’impiccio in una decina di procedimenti penali. Alcuni di poco conto, altri più imbarazzanti. Quando era sindaco di Napoli era stato incriminato per peculato per l’allegra gestione dei telefoni cellulari dati in uso a lui e ai suoi assessori e pagati dai contribuenti: la Procura aveva chiesto il suo rinvio a giudizio ma il giudice preliminare aveva detto di no. E così, col cerino in mano, era rimasto soltanto un assessore, processato (e assolto, va detto) quattro mesi fa. Neanche il tempo di tirare il fiato ed ecco un altro avviso di garanzia: abuso d’ufficio, per la vendita agli inglesi di British Airport Authority dell’aeroporto napoletano di Capodichino, una catastrofe - secondo la Procura - per le casse comunali. Ma anche stavolta Bassolino trova un giudice garantista, e la richiesta di rinvio a giudizio dei pubblici ministeri viene cestinata.

gessigems ha detto...

e bravo ale. hai visto che se ti ci metti arrivi alla verità!!?
la ricostruzione della balena bianca passa dall'inciucio del pd con fi (adesso pdl-da non confondere con il partito dei lavoratori, semmai dei dipendenti suoi). se ne accorto il fini che sta masticando amaro. se ne accorto il ceppalonoco che è alla ricerca di un doppio salto mortale carpiato a destra-sinistra-centro. se ne sono accorti i partitini che vedono sfumare le loro speranze. non se ne sono accorti gli italiani che si illudono che il mortadella, il lombrico ed il nanotico sono nemici, sottovalutando il fatto che insieme sono una forza di strapotere e che tutti e tre sono per le liberalizzazioni a sfavore solo dei lavoratori.

Lucignolo ha detto...

Bravo gessigems, continua a votare Bertinotti. Grazie a lui i lavoratori, specialmente quelli dipendenti, faranno un gran salto di qualità, quello dentro ai fossi ai quali voi rossi siete abituati.

rocco ha detto...

Felice anno a tutti.
Meglio tardi che mai.

Anonimo ha detto...

Emergenza rifiuti.
Una polemica è scoppiata tra il presidente della Regione Lazio e quello della Regione Lombardia: «C'è stata solidarietà nel nostro Paese e se i presidenti delle Regioni Veneto e Lombardia, l’hanno dimenticata, si ricordino del Risorgimento italiano, l’emergenza rifiuti in Campania è una questione nazionale», ha detto Marrazzo. «La Lombardia non ha affatto dimenticato la solidarietà. È il presidente Marrazzo che non deve dimenticare i 10 miliardi di euro che le Regioni virtuose sono state costrette a regalargli per colmare il suo deficit sanitario», gli ha replicato Roberto Formigoni, governatore in Lombardia.

Ale ha detto...

x simo delle 17.55,
Cirino Pomicino è stato eletto nell'Udeur e successivamente (democraticamente), cacciato da Mastella, ha dichiarato : "resto nel centrosinistra ed aspetto il giudizio di Prodi !

Pomicino è stato eletto con i vostri voti sinistri !

Simo, la verità prima di tutto !

gessigems ha detto...

lucignolo... !?
non sai dire altro?
voi rossi, salti il fosso, bla bla. nonostante tutto ti credevo più intelligente e più creativo. ma se a te va bene così possiamo chiuderla adesso. ciao.

ceciliametelladalmatica ha detto...

Ragazzi ringraziando il cielo il livello di conversazione e- tornato su un piano civile..pasino isani litigi di persone che la pensano in maniera diversa e passino anche sani vaffa...ma la volgarita- fine a se stessa e gli insulti senza motivo sono veramente il fondo del fondo...
Detto cio....torniamo a DE MAGISTRIS...l articolo di oggi su repubblica mi ha lasciato di sale...
TUTTI INQUISITI! DOLCINO FAVI, LOMBARDI, ADALGISA QUALCOSA! MA SOPRATTUTTO INQUISITI GLI ISPETTORI DEL demente!!!!!

Le accuse sono corruzione e altre cose e depistaggio e attacchi a DE MAGISTRIS....

Lucignolo ha detto...

Cazzo gessi hai ragione, ho scritto proprio fosso....Chiedo scusa, è stato un errore di battitura, volevo scrivere patibolo...E' li andrà a finire la classe operaia se seguirà ancora un altro governo di comunisti.

marcellino pane e vino ha detto...

da LA STAMPA - domenica 13 gennaio 2008 pag. 18

Il TERREMOTO DALLA PROCURA DI SALERNO

"CORROTTO chi indaga su De Magistris"

Coinvolte decine di toghe, alti funzionari di Mastella e un senatore di Forza Italia.
di Antonio Massari

De Magistris è finito sotto accusa per le sue indagini e intercettazioni anche di politici, compreso il Ministro di (DIS)grazia e (IN)giustizia, Mastella.
Adesso sono indagati i suoi accusatori.
1) Abuso d'ufficio nell'AVOCAZIONE dell'inchiesta "Wy not?".
2) Corruzione in atti giudiziari per i vertici della procura di Catanzaro.
3)INdagini strumentali della procura di Matera.

Ipotesi al vaglio della Procura di Salerno: il caso sel Pm Luigi De magistris si sta trasformando in un terremoto giudiziario : circa 70 procedimenti aperti e decine di INDAGATI, tra i quali l'ex procuratore generale di Catanzaro Dolcino Favi(il magistrato che avocò all'improvviso l'inchiesta "Wy not?" a De Magistris , pochi giorni dopo che era stato indagato il ministro Mastella), il capo dela procura Mariano Lombardi, l'aggiunto Salvatore Murone, il presidente del Tribunle del Riesame Adalgisa Rinaldo.
E ancora risultano indagati un Ispettore del ministero di Grazia e giustizia, Gianfranco Mantelli, e un senatore di Forza Italia , Giancarlo Pittelli.
L'accusa per alcuni è GRAVISSIMA: CORRUZIONE IN ATTI GIUDIZIARI.
SONO SOSPETTATI DI AVER piegato LA GIUSTIZIA AD ALTRI INTERESSI! (segue)
PS
MAI PIU' la CERTEZZA dell'IMPUNITA'!

Lucignolo ha detto...

Ah ah ah....andrà in galera solo Pittelli, quanto ci scommettete...

Anonimo ha detto...

Un complotto contro De Magistris? La Procura di Salerno indaga.

domenica 13 gennaio 2008

La Procura di Salerno sta indagando sull'esistenza di una strategia per delegittimare il sostituto procuratore di Catanzaro Luigi De Magistris e provocarne il trasferimento. Sotto accusa, secondo il Quotidiano della Calabria, sono l'ex presidente della Regione Calabria Giuseppe Chiaravalloti, il senatore di Forza Italia, Giancarlo Pittelli, l'ex capo della procura catanzarese Mariano Lombardi, il suo vice Salvatore Murone, il presidente del tribunale della libertà Adalgisa Rinardo, l'impreditore Antonio Saladino ed il capo degli ispettori del ministero della giustizia Gianfranco Mantelli. La notizia, secondo il quotidiano, fa parte del fascicolo in possesso del Csm: "Sta scritta in una relazione che in teoria dovrebbe essere secretata ma che, in pratica, è a conoscenza di parecchie persone". I pm di Salerno Gabriella Nuzzi e Dionigio Verasani, De Magistris aveva raccontato la strategia messa in atto per delegittimarlo dopo l'apertura delle inchieste "Poseidone" (in cui è indagato Chiaravalloti), why not (dov'è indagato saladino) e "toghe lucane". i filoni d'indagine, secondo il quotidiano,sono diversi: "c'è quello relativo alla corruzione in atti giudiziari e quello relativo alle calunnie del quale sono, invece, protagonisti l'ex procuratore generale di catanzaro facente funzioni, dolcino favi, saladino e lombardi. E ancora, c'è l'indagine per minacce aggravate sulle quali deve rispondere chiaravalloti". (Apcom

Anonimo ha detto...

Sanità: condannato ex direttore As Vibo
domenica 13 gennaio 2008
Condannato a 2 anni di reclusione per concussione l'ex dg dell'Azienda sanitaria di Vibo Valentia, Armando Crupi. Si 'e' concluso cosi' il processo nell'ambito dell'inchiesta Ricatto dalla quale e' emerso un giro di tangenti collegato alla realizzazione del nuovo ospedale, che non e' stato ancora realizzato. Un altro imputato al processo, Giorgio Campisi, e' stato condannato a cinque anni di reclusione.(ANSA)

Anonimo ha detto...

Oliverio assume figli di dirigenti
13/01/08 - Cosenza


CONCORSOPOLI Quando perseverare è diabolico: l’onorevole presidente insiste sui Cococo e firma una determina il 31 dicembre.

Antonio Molinari è un alto dirigente dell’amministrazione provinciale di Cosenza. E’ il direttore del servizio di ragioneria. Suo figlio è stato assunto a tempo indeterminato dal Coss, una struttura che è ospitata e finanziata dall’amministrazione provinciale di Cosenza, insieme ad altre due persone delle quali è ancora ignota l’attinenza con cognomi famosi dell’ente. In un territorio dove la disoccupazione è ad altissimi livelli, l’amministrazione di Piazza XV Marzo non riesce a fornire alcun contributo in chiave di trasparenza piena e rischia di perdere la sua credibilità proprio sui progetti di stabilizzazione. Il figlio del direttore della ragioneria è stato assunto da questo fantomatico consorzio che vede come Presidente il consigliere provinciale Battista Genova. Un’azienda privata, si potrebbe obiettare, ha il diritto di fare quello che vuole. Ma questa è “azienda” di natura privatistica, con la presenza di soci pubblici, che dovrebbe rispettare alcuni requisiti minimi di chiarezza per la selezione del personale.
Per il momento c’è un’altra infornata di figli di papà che ha prodotto solo nepotismo ai massimi sistemi. E si sa che il nepotismo ha le sue regole gerarchiche, per cui diventa quasi





ovvio che ad essere assunti siano i figli dei notabili. Anche stavolta si dirà che è tutto a posto e che ci sono diritti acquisiti che non possono essere frustrati. Combinazione, si tratta sempre di figli noti e di papaveri che impongono i loro cadetti nelle strutture che tutti pagano. Nel silenzio sonnecchioso dei sindacati, che non sanno niente e fanno finta sempre di non sapere.


Clemente è il nulla rispetto quello che sono i politici calabresi. SENZA VERGOGNA.....e tutti stanno a guardare gli asini che volano!

loretta ha detto...

ragazzi siete fortissimi! questo blog ormai ha stracciato la concorrenza degli altri blog clone di mastella ... siete grandi!

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto... "Clemente è il nulla rispetto quello che sono i politici calabresi. SENZA VERGOGNA.....e tutti stanno a guardare gli asini che volano!"

Ma è chiaro, a sud oramai la mafia di stato (leggi centro-sinistra) che un tempo trovavi solo nelle scuole, nelle ferrovie, nelle poste, nei ministeri, alla RAI, nella musica leggera e nel cinema ora si concretizza anche negli appalti pubblici e nella magistratura preposta, ovviamente, a chiudere un occhio e proteggere gli altri settori. Una Casta insomma che si ramifica nei punti cruciali dello stato e quindi cercare di estirparla sarebbe come cercare di sradicare una quercia millenaria. E continuano a sopravvivere grazie alle sovvenzioni per "posti di lavoro" gratutiti (leggi spazzini di Napoli), e mille altri espedienti tipo false invalidità, ecc....Si capisce bene quindi dove questi metodi attecchiscono, nelle regioni più povere con un tasso di disoccupazione alto e voglia di lavorare zero. A nord i meridionali lavorano più sodo dei settentrionali, uno che a sud ha voglia di lavorare al 90% emigra a nord. De Magistris è uno dei pochissimi magistrati ad andare controcorrente rispetto alla Casta dei magistrati politicizzati e questo ha creato come prevedibile uno sconquassamento del delicato equilibrio della Casta del centro-sinistra.

Alessio ha detto...

un augurio a DE Magistris:

in culo alla balena !(Mastella)

francesco ha detto...

Mastella dimettiti!

Anonimo ha detto...

L'Italia, mi dispiace dirlo perchè è la mia patria, è un paese di trìkke-ballàkke. Mastella è solo la punta dell'iceberg, la rappresentazione della demenza italiana al suo culmine, con una voce ed un volto, in questo caso quello della politica. Ma la casta, come viene chiamata, è qualcosa di più. E', per capirci, un'associazione di tipo massonica ma in grande stile che condiziona contemporaneamente quasi tutti i settori della nostra società, e si muove in maniera oculata per indirizzare la gente verso specifici scopi.
Prendiamo la televisione pubblica. Premetto che la devi mantenere contro la tua volontà. Vuoi ascoltare una bella canzone? Pausini e Gigi d'Alessio. Al massimo Ramazzotti. Così hanno deciso. Ti costringono ad ascoltarli. Finchè cominci a fischiettarli e, stremato, ti compri il disco. Anche se un pochino ti piacciono i Deep Purple. In casi eccezionali, a Sanremo, possono farti assaggiare un pezzettino di Peter Gabriel (in segno di clemenza), contornato da personaggi che vediamo tutti i giorni sul primo, secondo e terzo, che presentano, presentano...Poi in edicola li rivedi su Chi, Come, Cioè, sanno solo presentare e sparare cazzate e non sanno una lettera di inglese (cloni di Pippo Baudo, versione televisiva degli spazzini di Napoli, almeno quelli fanno cose più serie, giocano a tresette).
Ma la domanda è: chi ci guadagna veramente in tutto questo? Una volta con la DC se eri indeciso su chi votare c'era una trasmissione che si chiamava "tribuna politica".
Adesso sono Celentano e Morandi che te lo dicono. Qualcuno è sorpreso se governa Mastella?? Io no.

Anonimo ha detto...

Malata per il tribunale, era in regata
giudice punita col trasferimento.

Il Csm le ha tolto un anno di anzianità e l'ha spostata d'ufficio
Ha detto che lo sport le era stato prescritto come cura.

ROMA - In ufficio non poteva andare per un mal di schiena talmente forte da impedirle di stare addirittura seduta. In barca vela, però, riusciva a muoversi con disinvoltura tanto da partecipare a una difficile regata in preparazione di una transaoceanica. Cecilia Carreri, giudice per indagini preliminari in servizio a Vicenza, è stata "condannata" dalla sezione disciplinare del Csm a una sanzione tutto sommato lieve: la perdita di un anno di anzianità e il trasferimento ad altro ufficio.

La vicenda risale al 2005 ed è arrivata al Consiglio superiore della magistratura grazie a un rapporto del presidente della Corte d'appello competente che raccontava come la collega si fosse "assentata dall'ufficio a più riprese e per periodi molto lunghi per motivi di salute" ma che tutto ciò non le aveva impedito di "svolgere 'attivita' fisica altamente impegnativa". Quindi il Pg della Cassazione Mario Delli Priscoli aveva promosso il procedimento contestando alla donna di aver "gravemente mancato ai propri doveri".

Nel 2005, la skipper con la toga aveva goduto prima di 45 giorni, poi di sei mesi di aspettativa per ragioni di salute, dal 26 febbraio al 26 agosto. Ma tra luglio e agosto di quell'anno aveva partecipato, a bordo di "Mare verticale" alla Rolex Fastnet race, una gara tra le imbarcazioni di altura che si disputa al largo delle coste della Gran Bretagna e che è preparatoria della transoceanica Transat Jacques Vabre. Una circostanza impossibile da negare, visto che della presenza del giudice-skipper dava conto il diario di bordo scaricato da un sito Internet, con tanto di foto e di un suo pensiero. Ma non era bastato. Dal 30 agosto al 28 ottobre il magistrato con la passione della vela aveva preso un ulteriore periodo di aspettativa per malattia, al termine del quale aveva partecipato in congedo ordinario alla transoceanica. La sua presenza a quest'ultima regata aveva avuto una "vasta eco" sulla stampa nazionale e locale e persino sul quotidiano francese "Liberation". Delle sue avventure estreme, in mare, in montagna, anche in solitaria, esiste in rete abbondante documentazione. Cecilia Carreri ha anche un bel sito nelle quali le racconta e ne ha scritto almeno un libro intitolato, appunto, "Mare verticale".

Lei, però, raggiunta telefonicamente dall' Ansa, dice: "Non sono io. Non mi riconosco in quella notizia. Ma se se vuole parliamo di vela e di alpinismo. La regata transoceanica che ho fatto l' ho compiuta in un periodo di ferie accordato dal presidente del Tribunale. Il ritorno mediatico che c'è stato è stato solo un fatto positivo che ha dato onore e prestigio alla magistratura".

Tutto ciò, però, aveva provocato "disagio" e "commenti critici" tra i colleghi e gli avvocati del suo distretto, quantomeno sorpresi dal fatto che il giudice-skipper avesse potuto partecipare a una "prova così fisicamente impegnativa" dopo 9 mesi di congedo per malattia.

Invano davanti al Csm, la Carreri si è difesa spiegando che attività sportive di una certa difficoltà e di livello elevato le erano state "caldamente prescritte" per la sua patologia e che in ogni caso le sue assenze non avevano determinato alcun disservizio. "Le fatiche sportive, sicuramente, non sono state oggetto di prescrizioni mediche" l'ha contraddetta il Csm, citando i suoi stessi certificati medici. Nessun dubbio, dunque, sulla sua colpevolezza: "Nel partecipare alle regate veliche nei periodi di aspettativa concessi per motivi di salute ha violato i doveri di correttezza". Ma non solo: la grande eco data alla sua partecipazione alla regata "ha determinato indubbiamente un grave danno alla immagine del magistrato e alla credibilità dell'istituzione giudiziaria".

E poi si preoccupano di quei magistrati come De Magistris e la Forleo....Bah!

Mika

(13 gennaio 2008)

gessigems ha detto...

nella bella foto di inizio post, il ceppalonoco mi sembra sempre di più al gobbo di notre dame.

Anonimo ha detto...

Partecipate anche voi a questo sondaggio : adesso e' forse piu' chiaro perche' Mastella ce l'aveva e ce l'ha con De Magistris

http://sondaggi.quotidiano.net/?sondaggio=577&risultati=1

Anonimo ha detto...

De Magistris, riprende il processo Rimane l'incognita sospensione
14/01/08 - Catanzaro


A Palazzo dei Marescialli fanno sapere: per alcuni filoni siamo vicini alla chiusura.

Due giorni fa la sezione disciplinare del Csm aveva bocciato la richiesta di sospendere il procedimento a carico del pm di Catanzaro Luigi De Magistris, in attesa che si concludessero, almeno in fase di indagini preliminari, i fascicoli aperti dalla procura di Salerno e scaturiti da denunce incrociate tra il magistrato e i suoi colleghi di Catanzaro. Ora quella richiesta potrebbe essere reiterata dalla difesa del magistrato, alla luce di quanto trapelato sulle inchieste dei pm di Salerno, che avrebbero messo sotto indagine tra gli altri magistrati che sono o che sono stati al vertice degli uffici giudiziari di Catanzaro, il vice capo dell'ispettorato del ministero della Giustizia Gianfranco Mantelli , il senatore di Forza Italia Gianfranco Pittelli. Il difensore di De Magistris, Alessandro Cirscuolo, in vista dell'udienza di oggi, non si sbilancia: «Sto studiando la situazione; in astratto la richiesta si può reiterare, ma non posso anticipare nulla». A Palazzo dei marescialli più d'uno ritiene possibile la ripresentazione dell'istanza, motivata due giorni fa da Criscuolo con la circostanza che i fatti su cui si fonda il procedimento disciplinare a De Magistris - chiamato a rispondere di violazione dei suoi doveri e delle regole di procedura nella conduzione delle inchieste Toghe Lucane, Why not e Poseidone - coincidono con quelli su cui stanno indagando i pm di Salerno. Tanto più, visto che gli stessi magistrati salernitani, il 9 gennaio scorso hanno fatto sapere al Csm di essere per alcuni filoni vicini alla conclusione delle indagini. Il fatto che la sezione abbia già respinto l'istanza di sospensione, presentata tra le questioni preliminari, cioé prima di entrare nel merito, non pregiudica niente: se durante il processo dovesse emergere la coincidenza tra le vicende disciplinari e penali, il tribunale delle toghe potrà sempre disporre il "congelamento" o dell'intero procedimento o di singoli capi di accusa, spiegano a Palazzo dei marescialli. Domani il processo ricomincerà con le testimonianze dell'ex procuratore di Catanzaro Mariano Lombardi, degli aggiunti Salvatore Murone e Mario Spagnolo e del capitano dei carabinieri Pasquale Zaccheo, disposte a sorpresa - senza cioé che lo avessero chiesto né l'accusa né la difesa- dalla sezione disciplinare. Solo al termine ci sarà l'interrogatorio di De Magistris, che ha già fatto sapere di essere pronto, se sarà necessario, a opporre il segreto investigativo. «Sono assolutamente sereno e ho piena fiducia nei colleghi della Procura di Salerno ». Lo ha detto il procuratore aggiunto di Catanzaro, Salvatore Murone, a proposito della notizia, pubblicata da alcuni giornali, di un'indagine della Procura di Salerno su magistrati e uomini politici la cui attività avrebbe avuto per obiettivo la dele gittimazione del pm Luigi De Magistris, attualmente sotto processo da parte del Csm. «Non ho altro da aggiungere - ha proseguito Murone - non vedo nulla nella mia
condotta che possa essere ascritto a quel titolo. Da magistrato non posso che avere fiducia nel lavoro di altri magistrati». «Quando saranno conosciuti i contenuti dell'indagine della procura di Salerno, la dirigenza dell'ispettorato e personalmente il dott. Mantelli presenteranno denuncia per calunnia nei confronti di quanti hanno strumentalmente propalato false accuse ». L'annuncio è dell'ispettorato del ministero della Giustizia e si riferisce alle notizie di stampa, «che con sospetta concomitanza rispetto all'avvio del procedimento disciplinare nei confronti del dott. De Magistris, riguardano l'apertura presso la procura di Salerno di un'indagine per abuso d'ufficio anche a carico del vice capo dell'Ispettorato generale, dott Gianfranco Mantelli, per gli accertamenti relativi, tra l'altro, alle modalità di conduzione dell'inchiesta denominata Toghe Lucane». «La verifica svolta dal dott. Mantelli ha avuto un contenuto esclusivamente documentale e testimoniale», sottolinea ancora la nota, e «le proposte conclusive sono state totalmente condivise dal capo dell'ispettorato generale e largamente accolte da altre articolazioni ministeriali ».

Anonimo ha detto...

«La musica non ha colore politico. Non è di destra né di sinistra», spiega Pippo Baudo, in un’intervista a «Tv Sorrisi e Canzoni» in edicola oggi.

«Si tratta di accuse inopportune e poco intelligenti. Esiste soltanto la musica bella e quella brutta», dice rispondendo alle critiche mosse dall’escluso Povia su un Sanremo politicizzato e votato al centrosinistra. Tra i vari retroscena, «Sorrisi» pubblica anche l’elenco dei principali artisti bocciati e rivela che l’ultimo a esser stato escluso, con una scelta molto sofferta, è stato il cantautore Pacifico. Tra gli ultimi a cadere anche i brani di Ron, Silvia Salemi, Shel Shapiro e Alberto Fortis.

BAUDO come PRODI = IMBROGLIONE!

Ma come ti permetti ad offendere l'intelligenza degli italiani?
Hai pianto e strisciato come il verme per riavere il festival di San Remo ed oggi lo stai utilizzando per combattere quella destra che ti aveva messo da parte per dare possibilità ai giovani presentatori...vergognati Baudo e vattene in pensione...il tuo momento l'hai avuto.

Angelo (BO)

Anonimo ha detto...

Sono 153 i medici con la qualifica di «alta specializzazione».

Ospedale di Vibo: tutti primari.

I numeri choc della struttura nota per la malasanità: all'Asl oltre 1.900 dipendenti

Amate il brivido? Venite a farvi ricoverare a Vibo Valentia. Dove c'è perfino un chirurgo che s'è fatto esentare dalla sala operatoria perché ha un debole per il vino ma è stato premiato lo stesso con l'«alta specializzazione». Concessa, dalla generosa Asl vibonese, alla bellezza di 153 medici. Oltre ai primariati di
Il Pronto Soccorso dell'ospedale di Vibo Valentia (Ansa)
serie A, a quelli di serie B, alle direzioni varie... La più alta densità planetaria di luminari. La storia dell'ultimo anno, in realtà, dice qualcosa di diverso. Basti ricordare il caso di Federica Monteleone, la sedicenne morta dopo un blackout elettrico mentre era sotto i ferri per una banale appendicectomia. O quello di Eva Ruscio, l'altra ragazzina deceduta un mese fa dopo il ricovero per un ascesso alle tonsille. O ancora quello di Orazio Maccarone, il vecchio morto il giorno di Santo Stefano dopo quattro ore al pronto soccorso, ore che il figlio Michele ricorda per la difficoltà di parlare con certi medici dall'approccio «superficiale e strafottente». Insomma: un ospedale inaccettabile in un Paese civile. Sgarrupato. Sporco. Come buona parte delle strutture sanitarie calabresi. Al punto di spingere la stessa Livia Turco a scendere la vigilia di Natale a Lametia Terme per incontrare i familiari delle vittime. E sono gli stessi medici (meglio: una parte dei medici) a denunciarlo. Come Michele Soriano, il primario di ortopedia che a metà ottobre mandò una lettera al presidente regionale: «L'ospedale è in coma». Colpa degli organici gonfiati. Dei direttori generali «addomesticati» via via «inviati da Catanzaro a sbarcare il lunario». Dei sindacati medici «lontani anni luce dalla gente che lavora ». Parole dure quanto quelle del direttore sanitario Pietro Schirripa, vicino al vescovo di Locri Giancarlo Bregantini: «Abbiamo almeno 400 esuberi nel settore amministrativo ». O ancora del neurologo Domenico Consoli: «Purtroppo la classe medica vibonese, con le debite eccezioni, non è libera. È debitrice verso gli elargitori di prebende di carriera». Il governatore Agazio Loiero ha promesso «piazza pulita». Le autorità hanno chiuso un po' di reparti a rischio. Il comando regionale dei Carabinieri è stato allertato per 98 «documenti di rilevante interesse» e informato di 132 contestazioni disciplinari contro singoli dipendenti e ditte appaltatrici. L'attività di qualche sala operatoria è stata fermata per «mancanza di anestesisti».

NOTA SURREALE - Una nota (surreale) ha disposto che «il primario anestesista dovrà essere in servizio, anche come seconda unità, rispettando rigorosamente l'orario », come se non lo facesse mai. E da Roma dovrebbe arrivare oggi il prefetto Achille Serra, mandato a guidare una commissione d'inchiesta sulla sanità calabrese composta di persone in larghissima parte estranee alla Regione e alla politica locale. Politica toccata appena due giorni fa dall'ultima condanna: cinque anni a Giorgio Campisi, del-l'Udc, riconosciuto colpevole con Armando Crupi, già direttore generale dell'Azienda sanitaria, di un giro di tangenti che ruotava intorno all'appalto per il nuovo ospedale di Vibo Valentia. Un panorama da incubo. Tanto più che il «nuovo ospedale» era già stato promesso da un ventennio. Di più: gli allora responsabili della Asl, Michelangelo Lupoi e Rodolfo Gianani, assicurarono nel 1999 al vostro cronista che di ospedali nuovi ne avevano in mente due: uno a Nicotera (a 40 chilometri di tornanti dall'autostrada) per farne «un "Gaslini" del Sud ed evitare i viaggi della speranza al Nord» e uno appunto a Vibo per un totale di cento miliardi di lire: «Anche noi come a Padova abbiamo previsto di metterci un anno e mezzo a costruirlo!», spiegava l'uno. «Un anno e mezzo!», gli faceva eco l'altro. Un decennio dopo, non è stata ancora posata la prima pietra. E non sono stati ancora chiuse le decrepite strutture ospedaliere di Vibo e Nicotera più quelle (un po' di ricoveri, un po' di day hospital, un po' di ambulatori) di Soriano, Tropea, Serra San Bruno e Pizzo Calabro. Dove svetta immortale l'opera incompiuta più incompiuta del pianeta: un ospedale iniziato nel '49 (l'anno del debutto a teatro del Quartetto Cetra) e mai aperto nonostante i premurosi amministratori avessero già comprato centinaia di scarpe per le infermiere da assumere. Scarpe col tacco alto, da spogliarellista. Sono ancora tutte lì, quelle sei strutture ospedaliere. Esattamente come 10 anni fa: sei per una provincia di 170 mila abitanti. Per questo Vibo è il posto giusto. Perché qui puoi vedere, in un contesto allucinante con radici nel passato che neppure le persone di buona volontà sono riuscite a cambiare, come sia stata stravolta la «nuova organizzazione dell'ospedale moderno ». Ricordate? Si era detto: basta poltrone a vita, basta baronie, basta automatismi. D'ora in avanti, ai medici, solo incarichi a tempo da 3 a 5 anni. Premi in carriera e in denaro ai meritevoli. Valutazioni periodiche. Rimozione e retrocessione per gli scadenti. E massimo riconoscimento alle capacità professionali con l'introduzione di sei «fasce di responsabilità professionale».

TUTTI DIRIGENTI - Tutti «dirigenti», ma con peso crescente in base alla preparazione. Spiegare ogni fascia non ha senso. Basti dire che grossomodo le tre superiori sono: dirigente di struttura semplice (una specie di vice-primario), dirigente di struttura complessa (il primario di una volta), dirigente dipartimentale con incarichi direttivi. Cosa è successo, nel tempo? Che come in altri casi (si pensi ai 3.769 dirigenti ministeriali tutti benedetti con la valutazione «ottimo») i premi sono stati spartiti e distribuiti a pioggia. Per dare qualche soddisfazione. Per garantire un ritocco agli stipendi. Per consolare i depressi. Fatto sta che (anche per colpa del «caos valutativo», denuncia Stefano Biasioli, segretario nazionale della Cimo, il sindacato dei medici schematicamente considerato a destra che recentemente se l'è presa anche con le nomine dei direttori generali «amici» fatte da Giancarlo Galan) è successo un po' ovunque. Dalla Lombardia alla Sicilia. Al Sud, però, in forme abnormi. Prendiamo appunto l'Asl di Vibo Valentia, dove secondo l'avvocato Giuseppe Pasquino, c'è nel mondo sanitario «un carrierismo sfrenato, sostenuto da politica e massoneria, che porta ai vertici più alti gente spesso incapace». Sapete quanti sono i dipendenti? Oltre 1.900. Dei quali 386 medici (115 in ospedale, gli altri «fuori sul territorio»), 680 infermieri e tecnici (220 in ospedale, gli altri «fuori»), 140 ausiliari (16 in ospedale, gli altri «fuori»), 650 impiegati amministrativi e tecnici, dei quali solo 10 (dieci!) in ospedale. Il tutto per un totale di 200 letti e 191 ricoveri medi giornalieri. «Non è una Asl, è uno spezzatino — sorride Carlo Lusenti, segretario nazionale dell'Anaao —. Noi a Reggio Emilia, con lo stesso numero di persone, mandiamo avanti una struttura col quadruplo di letti, servizi d'avanguardia e professionisti di livello internazionale ». Anche a Vibo, sulla carta. I numeri dell'Asl sono sfolgoranti: 40 primari, 85 dirigenti di strutture semplici e 153 medici ad «alta specializzazione ». Compresi molti che, allo stesso tempo, non possono esercitare perché hanno il certificato di inidoneità. Al dipartimento materno infantile ad esempio, tra medici e infermieri, sono circa la metà: il 45%. Ma che te ne fai di un ostetrico che non può assistere ai parti?

Gian Antonio Stella
14 gennaio 2008


G.A.Stella ha scoperto l'acqua calda, poichè l'on.Angela Napoli ha sempre denunciato lo stato della malsanità a Vibo e in Calabria....ma combattere contro il governo Loiero e compani e tutelati dal governo nazionale è molto difficile.Provate a leggere alcuni post e le risposte di Loiero sul blog della Napoli ....altro che brividi.
La vera immondizia l'abbiamo in Calabria seduta sulle poltrone del nostro governo.

Antonio (CS)

Provolino ha detto...

cavolacci sono tutti primari o superqualificati in calabria!! Poi la gente muore in ospedale. Certe posizioni dovrebbero essere occupate solo da persone realmente competenti, altrimenti ci scappa il morto! Loro ridono e noi piangiamo.

il punitore ha detto...

dipendenti pubblici = ladri

Anonimo ha detto...

CHI CANTAVA VIVA LA PAPPA COL POMODORO????

Anonimo ha detto...

Non so.....forse Piero Focaccia????

Anonimo ha detto...

MA NO, NOOO, NOOOOOOOOOO!!!!!

Luca ha detto...

Rilancio una domanda fatta all'inizio;
ma con tutta la vicenda dei rifiuti nei 14 anni di emergenza il buon mastella non c'entra nulla?
Se c'e' qualche campano/ceppalonico che SA parli, denunci su questo blog almeno!

Zardos ha detto...

14/01/08 11.53 Anonimo ha detto...
«La musica non ha colore politico. Non è di destra né di sinistra», spiega Pippo Baudo, in un’intervista a «Tv Sorrisi e Canzoni» in edicola oggi.
«Si tratta di accuse inopportune e poco intelligenti. Esiste soltanto la musica bella e quella brutta».

Pippo Baudo, brutto pezzo di merda, la musica di Sanremo sarebbe bella???? A maggio abbiamo avuto il privilegio di avere in italia Tori Amos per il suo tour mondiale, probabilmente la più grande musicista del secolo, e a parte qualche quotidiano, nessuno alla Rai l'ha menzionata. E già, potrebbe distogliere la gente da quella culona della sua Pausini, dopo cosa venderebbe, le padelle? Vaffanculo!!!

Federico ha detto...

MILANO - Non sarà la Forleo a giudicare Farida Bentiwaa, l'unica donna arrestata in Italia nell'ambito di una inchiesta sul terrorismo di matrice islamica. I giudici della Corte d'Appello di Milano hanno accolto l'istanza di ricusazione presentata dalla Procura. L'udienza preliminare di patteggiamento sarà quindi tenuta di fronte ad un altro magistrato.

Il procuratore aggiunto Armando Spataro e il pm Elio Ramondini avevano ricusato il giudice in quanto il magistrato aveva già giudicato alcuni coimputati della donna tra cui Mohamed Daki che era stato assolto dal Gup milanese sulla base della distinzione tra guerriglieri e terroristi, poi condannato in un nuovo processo d'appello voluto dalla Cassazione.

La fissazione dell'udienza preliminare per Farida Bentiwaa era stata oggetto di un fitto carteggio tra l'ufficio dei gip e laprocura in quanto gli inquirenti lamentavano un ritardo nella fissazione dell'udienza preliminare.

La donna era stata arrestata nel 2003 e la richiesta di rinvio a giudizio fu presentata nell'agosto del 2004. La posizione di Farida Bentiwaa era quindi stata stralciata in vista del patteggiamento. Nei mesi scorsi era stata fissata l'udienza preliminare, prevista per domani, ma che si dovrà tenere di fronte a un gup diverso da Clementina Forleo.


Ma qualcuno mi spiega che notizia sarebbe questa?
Gli accusatori di De Magistris vengono indagati e non viene pubblicata una parola, e invece "RICUSATA LA FORLEO" come se fosse un crimine da lei commesso... ragazzi, state cuocendo in un brodo molto salato, io prendo la nazionalitá tedesca e vi saluto.

Ciao

Anonimo ha detto...

Bè Federico, si può anche tollerare l'istanza di ricusazione (anche la Forleo sbaglia) ma la domanda è: l'avrebbero fatta lo stesso se la Forleo non fosse stata al centro delle ultime vicende??

plutone ha detto...

Forse la Forleo e' stata ricusata per un precedente processo (credo nel 2004 o 2005) "di matrice islamica" in cui aveva concesso l'attenuante di "guerriglia". Cioe gli imputati accusati di terrorismo erano stati scagionati perche' un atto di "guerriglia" (a difesa della propria terra, o religione o che altro) non e' terrorismo. La Forleo (a prescindere che sia o non sia un buon magistrato) divenne famosa per questo, non per le intercettazioni telefoniche e caso Unipol.

MIRKO ha detto...

Pippo e SuperPIPPo , Peter Parker e Spiderman, Clark Kent e Superman, Bruce Waine e Batman...
Mastella e...Mastelloni???

Pare questo lo scoop dell'anno.

Il noto politico clEMENTE Mastella potrebbe celarsi nei panni del supereroe omosessuale Leopoldo Mastelloni , icona gay degli anni 80 e 90 .
Basta andare sul sito www.castingproduction.com , cercare Leopoldo Mastelloni e notare come egli altro non sia che il senatore Mastella con parrucca.
In Parlamento tutti sconvolti dalla notizia: "Non ce ne siamo mai accorti e mai avremmo sospettato". Ma se in quarant'anni nessuno si è accorto della differenza tra Pippo e Superpippo , consistente solo in un pigiama con mantello ,non stupiamoci se il clEMENTE nazionale sia riuscito nell'impresa di sdoppiarsi facendola in barba ad amici e parenti ed elettori.
Il caso comunque ha fatto nascere certi sospetti.
Di rilievo le parole del sempre intelligente on. Calderoli : "Io ho fatto caso che quando c'è Berlusconi manca la Luxuria e viceversa".
Il caso si fa complicato.
Si rischia chiaramente l'EMERGENZA DEMOCRATICA.

Anonimo ha detto...

Adesso non esagerare Zardos. Paragonare la Pausini alla Amos è come confrontare una Fiat Duna con una Ferrari 599 GTB Fiorano.

Federico ha detto...

x anonimo delle 14:34

il punto é proprio questo, infatti non mi riferisco al merito (Ricusata, non ricusata, scheiß egal) il fatto é, come direbbe Di Pietro: che c' azzecch !! Ci saranno 2000 giudici ricusati al giorno, li pubblica tutti quanti la Repubblica? mi devo proprio abituare ad un'informazione modello Riotta??
P.S. non c'entra nemmeno questo col Ceppalonico, ma vi rendete conto che razza di verme viene pagato con i soldi dei contribuenti? Riotta in un'azienda privata non farebbe nemmeno l'usciere!!

Anonimo ha detto...

Chi è Gianni Riotta

MILANO - Nato a Palermo nel 1954, Gianni Riotta, nominato oggi dal cda Rai direttore del Tg1, ha studiato Logica all'Università di Palermo laureandosi in Filosofia e giornalismo alla Columbia University di New York, dove è stato mentor dei laureandi.

Ha lavorato per vari giornali da Roma, poi da New York come commentatore del «Corriere della Sera» di cui è diventato poi vicedirettore.

Per la sua attività giornalistica è stato insignito del Premio «giornalismo», del Premiolino e di numerosi altri premi tra cui l'Ischia. Nel 1993 ha condotto la serie tv Milano, Italia.

Ale ha detto...

Luca, vedrai che il nostro eroe lo troveremo anche nell'immondizia campana!
i maiali ci sguazzano nell'immondizia !!!!!!

samarcanda ha detto...

Forse il ceppy e' coinvolto nella munnezza napoletana, ma Benevento e il Sannio sono puliti. La munnezza la manda a catania per non inquinare la piscina a forma di cozza. Forse e' per questo che il ceppy e' amato nel beneventano!

Federico ha detto...

che ne dite, al posto del Ceppaloni university campus, perché non proponiamo la costruzione di un bel "TERMOVALORIZZATORE" ??
tanto per come ne parlano, é pulito, rinfresca l'aria, produce energia e fa guadagnare tanti soldi, perché non se ne installa uno affianco all piscina-cozza???

mattia ha detto...

Quello non è caterpillar,
lucignolo fà pena,
mastella di più,
sanremo è tutto meno che musica,la Forleo secondo me è al centro di attenzioni massoniche,
Federico fra un po' anchio espatrio....
Povera Italia.....

andrippo ha detto...

clEMENTE sei meraviglioso. Continua così!!!!!

Voglio vedere quanto un politico italiano riesca a scavare dopo aver toccato il fondo!!!!

marechiaro ha detto...

Bassolino:

www.youtube.com/watch?v=gD1jBck2IMQ

marechiaro ha detto...

Da "Il Giornale":

Mastella: "Se il governo cade sulla legge elettorale la colpa è di Veltroni"


Roma - "Non credo che Berlusconi e Veltroni siano dei killer - ha dichiarato il ministro della Giustizia Clemente Mastella - però non c’è dubbio che, se il loro progetto passasse, cambierebbero non solo gli scenari politici, ma la stabilità del governo verrebbe meno. Non saremo certo noi dell’Udeur, quindi, i colpevoli della crisi che si aprirebbe, ma la responsabilità sarebbe di Veltroni e di chi la pensa come lui. Comunque se la nuova legge elettorale passasse, sarebbe crisi di governo il giorno dopo. E fa un pò effetto pensare che a volere questo cambiamento sia Berlusconi, che ha la responsabilità politica di aver approvato la legge elettorale in vigore. Quello che succede dopo non è prevedibile, ma tutte le strade sono aperte".

SEMBRANO LE COMICHE! MASTELLA CERCA DI PARARSI LE CHIAPPE! MA SPARISCI PER FAVORE!

Lucignolo ha detto...

Mattia, ti conviene rimanere in Italia a meno che tu sia sardo (in Germania amano i sardi come Prodi ama i rumeni). Li si lavora e si guadagna in maniera inversamente proporzionale a quanto lavora e guadagna il tuo presidente Bertinotti. Quindi non ti conviene. Eppoi, non ci sarebbe Mastella a deliziarti.

ALESSIO ha detto...

SIMO,siamo seri,
la tua esortazione a SPO ed NP è fuori luogo dal momento che QUESTO BLOG è un CLONE !
sarebbe come disconoscere la propria identità per diventare un blog come quello di Mastella (esiste ancora?)
Anche i cloni guastatori si diano però una calmata perchè come ho già detto non vorremmo augurargli il peggio ! e si sà la forza del pensiero collettivo a volte funziona !
tutt'insieme pensiamo: demente ti venisse un'accidente!

erpiotta ha detto...

federico stavolta hai veramente pisciato fuori dal vaso: scusa ma veramente credi che Mastella, Prodi, De Mita e pure Bassolino siano comunisti? Ma lo sai chi sono (anzi chi erano) i comunisti?
Studiati un pò di storia che non può che farti bene ...

mattia ha detto...

Non sono cloni,
ma un solo clone che si firma con diversi nickname(erpiotta,ilpesce,tricolore,lucignolo
e altri)
e che dice tutto e il contrario di tutto,
una volta è con mastella,
una volta è razzista,
una volta è comunista,
una volta è un clone...
Insomma è un baluba che non sa cosa fare e cosi' si diverte a mettere
zizzania.....

Alessio ha detto...

la foto sul post rappresenta un Mastella fisicamente pasciuto,ma mentalmente sofferente che forse medita un atto insano (il suicidio?); non infierite, potreste aver la sua fine sulla coscienza !

Federico ha detto...

x erpiotta,

scusa, ma mi dici che droghe prendi che le voglio provare anche io?

non ho pisciato fuori dal vaso, evidentemente ti ho pisciato in testa... ma quando ho scritto che i vari di cui sopra sono comunisti?? boh, mi sa che hai le allucinazioni

marechiaro ha detto...

IL governo ha le ore contate, i piccoli partiti si oppongono alla nuova legge elettorale. Udeur, Verdi, etc. non la vogliono per il semplice fatto che perderebbero le loro poltrone in parlamento.

Siamo SCHIAVI DI MASTELLA!!

Simo ha detto...

Buongiorno a tutti,
vi informo che, a parte il bentornati a SPO e NP nei primi commenti a questo post io non ho scritto altro, nel weekend non scrivo e ieri sono stata fuori tutto il giorno in riunione.
Che palle, per colpa di un/una clone dovrò cambiare nick oppure usare solo l'opzione anonimo???

Caro Alessio, mi sa che la tua analisi sulla foto del clEMENTE è sbagliata: secondo me è solo arrabbiato con la Sandra perché non gli ha ancora dato la paghetta settimanale.
Non medita il suicidio, sta troppo bene e quando si sente un po' stanco fa un bel bagno nella piscina (riscaldata) a forma di cozza, per poi avvolgersi nelle sue costosissime sciarpette di cachemere di colori improbabili, si fa fare massaggi ai piedi dai suoi servitori - ceppalonesi estratti a sorte - si rilassa nella sua poltrona in pelle umana di ceppalonese e ammira il suo acquario dove nuotano ceppalonesi sempre estratti a sorte.
Figuriamoci poi se si fa deprimere dai commenti che lasciamo noi cattivoni, che, al contrario dei ceppalonesi, non capiamo niente e non possiamo apprezzare tutto quello che il nostro fa per la collettività.
Saluti,
Simo

echecacchio ha detto...

Oh bentornati a tutti, era ora!!
Devo dire che anche Ceppi mi sembra un po' sottotono ultimamente, o forse ne spara talmente tante che oramai nessuno ha più tempo e voglia di stargli appresso...
Nessuna news o commento sulle intercettazioni trasversali ad opera di Woodcok (si scrive così?) che lo hanno beccato nuovamente con le mani nella marmellata?
De Magistris l'ha silurato, chissà a quest'altro che gli fa...

Anonimo ha detto...

Date uno sguardo qui, al post del 5gennaio

http://intendiamoci.blogspot.com/

Coincidenze, solo coincidenze....

x ale ha detto...

.....il nostro eroe lo troveremo anche nell'immondizia campana!
i maiali ci sguazzano nell'immondizia......


....E TU, ALLORA, ALE, perché non ti ci tuffi dentro e togli il disturbo?!?

MIRKO ha detto...

clEMENTE MI MANCHERAI

Caro clEMENTE , con la riforma elettorale in corso so che rischio di perderti.
Ed è per questo che ti chiedo di tenere duro.Lo so, la vita è difficile e la sciarpa rosa non sta bene coi calzini bianchi, ma tieni duro. La vita, che in questo periodo ti riserva amarezze a causa di una persona a cui tu hai voluto bene: il Cavaliere , che non tiene conto dell'amore che hai provato per lui negli anni che furono. Un amore che tua moglie non poteva sopportare, tanto da dirti:" o lui o me!!!" e tu scegliesti Prodi per accontentare tutti.In questo momento , se ti servisse, sono vicino a tuo figlio e alla sua Cayenne: vicino nel senso che sono ad un metro, e sto forando le gomme.Perchè?? Per il tuo bene e della famiglia: col gasolio a 1.4 euro/litro e la crisi che ti sta colpendo non voglio che tu cada in miseria per mantenere i BISOGNI dei tuoi figli. Per una volta lascia che percorrino la loro strada da soli.Possibilmente quando la nebbia è fitta.
clEMENTE, questa lettera è per esserti amico , ma non un amico qualsiasi.
Un amico come lo sei stato tu per me in questo anno.
Un amico del CAZZO , insomma.
clEMNTE, nonostante la gente ti sia trattata come se tu fosti l'amuleto del male (cito una tua prosa ), tu hai tenuto duro, soprattutto di testa.
Uno duro di testa come te non l'ho mai conosciuto e te l'ho sempre detto: un uomo che ha saputo fare dell' antipatia, dell'ipocrisia, della pubalgia e della sciatalgia un modo di essere.
Un modo unico, inconfondibile.
Come l' AMARO MONTENERO , quello che bevono i non razzisti.
A te clEMENTE queste poche righe...
Spero che per te posssano significare quello che hanno significato per me: un modo cretino per passare cinque minuti.

TI AMO.
Anzi no: TI STIMO MOLTISSIMO.

Steve Quattrone ha detto...

Macchè perderlo Mirko, tu non perderai mai Mastella.
Chiaro che l'unica soluzione per lui in questo momento, visto che si va verso l'indirizzo del modello semitedesco, è farsi assorbire da qualche grande partito ma alla condizione di avere una posizione di rilevanza (tipo Follini nel PD).
Ora il problema è: con Veltroni o con Berlusconi?
Veltroni è un rischio perchè si uscirebbe da un governo di centrosinistra che ha governato in maniera disastrosa, e quindi la difficoltà di vincere le elezioni. Berlusconi è un rischio perchè potrebbe vincere le elezioni ma non avrebbe il controllo totale sulle istituzioni e sulla magistratura come il centrosinistra, e lui di questo ne avrebbe proprio bisogno. Mastella, speriamo che tu riesca a fare la scelta più saggia. Auguri.

porceddu ha detto...

A proposito di maiali,pardon, suini (in rispetto al difensore del nostro eroe delle 13,44)
La riforma elettorale che si delinea, comunque, porta alla sparizione dei partitini;
visto il tempo: Gennaio,freddo al punto giusto,
Mastella,sentendo vicina la sua fine, strilla come strillano quei maiali, che, sopratutto al sud, vengono macellati ,in proprio, per diventare prosciutti e salami da appendere per stagionare davanti ai camini.

ketty ha detto...

Nooooo ragazzi, secondo me il maiale Mastella entra d'ufficio in Forza Italia.

ceciliametelladalmatica ha detto...

Mirko sei sempre il nostro guru..ragazzi dite il cavolo che volete ma la mancanza di Cater si sentira'...
Ho preso la decisione di mettere all asta il mio voto in e bay....
cosi finalmente sara utile a qualcuno...a me..

Anonimo ha detto...

Ultimissime dal mondo della monnezza di Napoli.
Pare che Di Gennaro abbia chiamato a collaborare per questa emergenza Gigi d'Alessio e Diego Maradona. Su disposizione di questi, sarà portato con una processione di 3.000 spazzini la statua con il sangue di S.GENNARO per tutte le strade della città, per benedire e scacciare il demonio che ha deturpato queste sfortunate località.

ceciliametelladalmatica ha detto...

Sono perplessa...
affondiamo nella mondezza....
hanno chiuso il termovalorizzatore di Terni perche' era una fabbrica di veleni...
e voglio vedere adesso come fa il centritalia...
i mutui a tasso variabile stanno ammazzando il paese...
lo spreco di denaro pubblico e' mostruoso..
la gente muore di tumori e cardiopatie come mai e' successo...
l' ambiente e' avvelenato...
l onesta e la correttezza e l educazione civica non esistono piu...
l informazione e' disgustosa...
da quando vedo sky tg 24 ho la piena consapevolezza di cosa sono i tg delle reti nazionali...
La magistratura e' imbavagliata quando non e' perseguitata...
Mi fermo qua perche' se no ci vorrebbe un libro..

DETTO CIO MI VOLETE SPIEGARE CHE VI FREGA A VOI POLITICI DI DISCUTERE ANCORA DELLA 194 O METTERVI TUTTI A SINDACARE SULLA VISITA DEL PAPA ALL UNIVERSITA?
MA VOGLIAMO PENSARE PRIMA ALLE COSE SERIE E POI SE RIMANE TEMPIO AI DIBATTITI CHE VI FANNO TANTO FELICI?

il punitore ha detto...

ANSA 15/01/08 ore 16:40
ROMA - Mastella scioglie l'Udeur nel Popolo delle Libertà.
Il leader dell'Udeur, senatore Clemente Mastella, scioglierà l'Udeur e i suoi membri confluiranno nel Popolo delle Libertà, il nuovo partito fondato da Silvio Berlusconi. Lo ha dichiarato lo stesso Mastella in una conferenza stampa tenutasi oggi pomeriggio alla libreria Furlanini.

Anonimo ha detto...

ciao ceci e ciao a tutti

Mastella rules!!! Purtroppo.

Come annunciato dall'Ansa e dal Punitore Mastella ci ha fregati tutti ancora. Oggi con Prodi e con domani con Berlusconi, la poltrona non la molla.

MIRKO, se MAstella se ne va io come faccio?? ha detto...

Aho, non scherzate coi sentimenti...Sono andato sul sito ANSA e la notizia di Mastella col Polo alias Popolo non c'era.
clEMENTE ci lascia e voi ci scherzate sopra...
CHE INGRATI!!!

In questo momento vorrei dedicare una canzone a clEMENTE:
dall'album BLUE'S di Zucchero del 1987 , la canzone "Un piccolo aiuto".

Ascoltiamola e piangiamo assieme in un unico, simbolico, enorme fazzoletto: la bandiera italiana.

Mirko, il vuoto mi riempie ha detto...

Scusate.La canzone è tratta da Zucchero & The Randy Jackson Band (1985) . Sono così confuso, frastornato e amareggiato per la futura perdita di clEMENTE che...
che...
nulla ha più senso.
Nulla.
Nulla.
Nulla.

Simo ha detto...

Ciao Ceci,
abbastanza sfiduciata anche tu oggi, noto.

Dimentichi di ricordare nel tuo elenco di disastri nazionali il fatto che il governo prodi tirerà a campare ancora fino a quando tutti quei delinquenti non avranno maturato il diritto alla pensione da parlamentare, non facendo altro nel frattempo che litigare sul nulla e battibeccare come in un pollaio. Intanto noi coliamo tutti a picco, ma a loro cosa gliene importa?

La scuola va a rotoli: loro iscrivono i figli ad esclusive scuole private.
La sicurezza è un optional: loro hanno la scorta a nostre spese.
Il lavoro è un lusso: loro hanno maturato la pensione da deputato a nostre spese.
I prezzi aumentano: loro mangiano al ristorante di Montecitorio a nostre spese.
La benzina e il gasolio sono più cari dello champagne: loro viaggiano sulle auto blu a nostre spese.
I mutui strozzano la gente: loro comprano case a prezzi scontati.
Devo continuare????
Simo

Anonimo ha detto...

Ma Mirko....anche un bambino avrebbe capito che la libreria si chiama "Feltrinelli" e non "Furlanini"...Eppoi, il DEMENTE a casa Berlusconi??? Non mi sembra molto sensato. Gli conviene di più Veltroni. Se va con Berlusca lo indagano e si fa 30 anni, con l'aria che tira...

Lucignolo ha detto...

Falsa notizia, come sta a cuore ai rossi. Loro vorrebbero vedere Mastella col Berlusca così potrebbero dare il via alla loro patetica storia infinita della mafia. Poveretti, non hanno altri divertimenti.

Ale ha detto...

Il Papa annulla la visita alla sapienza di Roma,non che me ne freghi qualcosa, ma dimostra il clima estremistico di sinistra che ha ripreso piede in Italia.
67 su pare 4500 professori, con la loro presa di posizione pseudo laica, di fatto hanno impedito al capo universale della chiesa cattolica di essere presente nell'università fondata da cattolici!
viva la libertà comunista !!!!
Cecilia,Simo su con la vita le novità non son finite ! Altro tipo d'immondizia ci stà sotterrando!

federico ha detto...

no ale, il problema è che i professori universitari sono tutti dei mangiapane a tradimento, raccomandati e comunisti. Lo sapete che i concorsi all'università sono tutti truccati e che si vince solo se sei della loro corrente politica (quella dei rossi)?
Bisognerebbe mandarli tutti a zappare la terra!

Lucignolo ha detto...

Zappare la terra è poco, dovrebbero fare quello che il compagno Stalin faceva fare in Siberia...

Lucignolo ha detto...

Almeno a Cuba ti danno la tessera statale per il pane, qui ce lo fanno pagare 2 euro all'etto...

lucilla ha detto...

federico hai ragione!
a me mi hanno bocciato oggi a un esame senza guardarmi nemmeno in faccia, e sai chi mi ha bocciato: la figlia del professore!!!!!

reset italia - il blog partecipativo della società civile ha detto...

MASTELLA LASCIA LA POLITICAAAAAA E SCIOGLI QUELLA CARROZZINA CHIAMATA UDEUR!!!

Anonimo ha detto...

Finalmente il mastellone c`e` riuscito...ha fatto cadere il governo !!! Almeno nel `97 x quanto rifondazione abbia idee del 1930 o giu` di li era gente per lo meno che sapeva quello che diceva...ora essere di nuovo fregato da un sporco ciccione mafioso ricattatore mi sembra un po` troppo...troppo persino per un italiano abituato a prenderlo ormai dal 1861 a questa parte nel CULO !!! GRAZIE MASTELLONE

Anonimo ha detto...

Ieri ho visto la trasmissione di Vespa, Porta a porta. Una tristezza infinita. Avete visto il figlio dell'ex ministro? Guadagna solo 1800 euro al mese, poveretto. Dice che è pure laureato, parla 2 lingue, ha la casa e ha 24 anni. Da come parlava sembrava che fosse uno sfigato o uno bisognoso d'aiuto, non il figlio di un ministro. Io sono più vecchio di lui, non ho casa e sono disoccupato, mio fratello per laurearsi in ingegneria ha perso 10anni della sua vita e si è laureato a 28 anni, ed era pure uno dei migliori del corso. Però vedere il figlio dell'onorevole così dispiaciuto mi rattrista. Perchè non si butta da una torre?