venerdì 2 novembre 2007

Ciao Giovanna!


Chiedo scusa ai nostri lettori. Ho provato a scrivere un post su clEMENTE ma non ce l'ho fatta. In questo momento la rabbia per l'ennesima vittima dell'incapacità della politica italiana prevale su tutto il resto. Mi sembra un atto dovuto dedicare questa giornata a Giovannna Reggiani la donna stuprata e uccisa a Roma. Per questo motivo trasgredisco le regole del bog e invito i nostri lettori a stare qualche minuto in silenzio pensando a questa donna.

P.S. Il nostro gesto può considerarsi una risposta a quel gran figlio di Bonadonna che è andato in carcere a trovare il suo assassino e lo ha difeso. Vergogna!!!

52 commenti:

caterpillar ha detto...

Meglio evitare commenti su Bonadonna, il cognome dice gia' tutto. Forse al rumeno gli manca la sua bella capanna di Tor di Quinto e si sente solo, poverino. Speriamo che "la giustizia del carcere" (che non e' la giustizia ordinaria) faccia il suo corso.

Purtroppo in Italia ci deve sempre scappare il morto prima di fare qualcosa, prevenire mai!

caterpillar

Anonimo ha detto...

Al via il Partito dei rumeni d'Italia

Il Partito dei Rumeni d'Italia � atteso al battesimo del fuoco: le prossime elezioni amministrative che lo vedranno alleato con l'Udeur di Mastella.

http://magazine.excite.it/news/2533/Al_via_il_Partito_dei_rumeni_dItalia

Anonimo ha detto...

vita da Precari su
www.ottavioframmartno.blogspot.it

Anonimo ha detto...

La cosa grave è che non faranno niente come al solito in Italia, magari facessero qualcosa, anche se dopo una tragedia.... Vedrete, tra massimo un mese, dimenticata la povera Giovanna, tornerà tutto come prima, come sempre. L'Italia e gli italiani sono un cancro, con metastasi...incurabile.

Anonimo ha detto...

Coltivare mariuana nella propria casa a scopo ornamentale non è reato. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, che ha confermato l'assoluzione per un anziano che teneva in casa la pianta solo per bellezza. Secondo la Suprema Corte è inoltre legittimo vendere marijuana a scopo ornamentale.
"E' una sentenza giusta e di grande civiltá", ha affermato il ministro della Solidarietá Sociale, Paolo Ferrero.

MaxAdamo ha detto...

Yep, he was right about that last night, as much as I hate to admit
it. For years Europe complained about the unfair treatment of gypsies
in Romania, about discrimination, bla-bla. Well, now they have a
chance to deal with them first hand... What, they don't like it? What
a surprise! And what's the solution they found? Send them back to
Romania. Riiight...

MaxAdamo ha detto...

Traduzione:
Si Aveva ragione l'altra notte, anche se odio ammetterlo. Per anni
l'Europa ha protestato circa il pessimo trattamento degli zingari in
Romania, circa discriminazioni, bla-bla. Bene, adesso hanno un
possibilita' di trattare finalmente con loro ... Cosa, non gli piace?
Che sorpresa! E quale soluzione hanno trovato? Inviarli indietro alla
Romania. Giuuuusto.....

Anonimo ha detto...

non ho capito una cosa: perchè dite che difende l'assassino della donna? io non leggo niente di questo link...

ciao
sea.

mattia ha detto...

Mi sorprende la celerità con cui si sono mosse le istituzioni,con provvedimenti approvati d'urgenza,sgomberi tempestivi di campi rom,commenti unanimi di condanna assoluta ecc. ecc.
Certo ,la visita di Belladonna al sospettato fa scalpore,come gli attestati di stima per Previti da parte di molti politici,il silenzio assordante della politica riguardo le vicende del nostro caro clEMENTE,l'amicizia del berlusca per cuffaro,tutte cose che non hanno prodotto provvedimenti d'urgenza anzi per questi vale la regola che si è innocenti finchè non si è condannati adirittura in terzo grado.Da persone che scrivono e commentano da questo blog mi sarei aspettato un po' più di lucidità ed intelligenza invece che sparare a zero sui rumeni e già che ci siamo i marocchini,i negri gli albanesi,i sudanesi gli algerini e tutto quello che la casta vuole che noi facciamo.Complimentoni!!!!!

Anonimo ha detto...

Ragazzi questa volta sono in disaccordo.non è vero che sto Bonadonna lo ha difeso.è giusto che un politico cerchi di incontrare certe persone per capire qualcosa della società.il lavoro di un politico è proprio cercare di capire la società per risolvere i problemi mediante delle leggi.non ci vedo nulla di abominevole.non ho trovato nessuna notizia in cui si dice che lo ha difeso.avrete cominciato a guardare il tg4??

sempre con simpatia

Rob

Anonimo ha detto...

buonadonna e' solo uno dei tanti comunisti che vuole gli stranieri nel nostro paese a garanzia del proprio bacino d'utenza elettorale, perchè prendersela con lui, la rovina dell'italia sono gli italiani che votano questa gente.

N.P. ha detto...

X Rob:

Scusa Rob, ma non crederai veramente alla storiella che Bonadonna sia andato a trovare il detunuto per "capire qualcosa della società"... Andiamo!
Inoltre voglio rassicurarti sul fatto che non abbiamo iniziato a vedere il tg4. Ovviamente, il senatore non l'ha difeso in maniera esplicita, ma ha riferito dichirazioni dell'assassino nelle quali proclamava la propria innocenza. La fonte è il Corriere.
Saluti

Lo scandinavo ha detto...

Povera Giovanna Reggiani!!!Poveri noi Itaiani!!!Tempo una settimana e non si parlerà più di questa vicenda.Una decina d'espulsioni,giusto per prenderci per il c..o,poi tutti i campi di zingari sparsi per l'Italia resteranno al loro posto;
Fino alla prossima tragedia e poi si ricomincia.Perchè non denunciare lo stato o chi doveva provvedere, veltroni.Questi morti pesano sulla loro coscienza.stato e politici di merda,vergognatevi.

666 Angelo della Notte ha detto...

I carcerati lo uccideranno...una pena esemplare

Marko ha detto...

Bisogna ammettere che tutti ora stanno sparando a zero contro i rumeni e gli immigrati in generale.
Il rischio è quello di criminalizzare tutti gli immigrati, anche quelli onesti, che lavorano, che non intendono delinquere, e ce ne sono. Così li si marginalizza ancora di più e questo non calma certo la situazione.
Il colpevole è in carcere e quindi la giustizia questa volta sta funzionando.

Di omicidi in Italia ce ne sono centinaia ogni anno, nel 2005 sono stati 601, nel 2004 invece 710 (due al giorno), e i mezzi di informazione ne prendono solo uno ogni tanto, strumentalizzandolo.

Per esempio viaggiano intorno ai 150 all'anno gli omicidi attribuiti alle mafie, ma naturalmente è raro che questi facciano scalpore, salvo casi eclatanti.
I delitti mafiosi sono anche quelli di cui più raramente si scopre il colpevole.

Alcuni link:
http://www.rainews24.rai.it/Notizia.asp?NewsID=58554
http://www.ecplanet.com/canale/varie-5/cronache_apocalisse-145/1/0/29260/it/ecplanet.rxdf

i politici non conoscono vergogna ha detto...

Rifletto sulla triste vicenda che ha fatto vittima Giovanna Reggiani traendo spunto da quanto fatto rilevare e rilevato in queste ore.
Ma come al solito non riesco a darmi risposte plausibili sugli atteggiamenti dei nostri politici.

Prima riflessione.
Circa due mesi fa vengono trucidati i coniugi Pellicciardi a Treviso da due albanesi(lungi da me qualsiasi intendimento razzista,il vero problema è l'immigrazione incontrollata). Ha suscitato molto clamore, ma allora non c'è stata una reazione a livello politico minimamente paragonabile, alla vicenda di Giovanna Reggiani.
E quì mi chiedo il perchè della differente reazione politica a fatti della medesima gravità ma affrontati in modo completamente diverso. Sarà che Roma è più importante di Treviso e quindi ciò che succede a Roma va affronatto in maniera diversa che in qualunque altro posto? Maliziosamente mi chiedo: sarà che a Roma il sindaco è Walter Veltroni e che per un coincidenza assolutamente casuale è anche il segretario della nuova forza politica del PD e che certo un fatto di questa gravità non gioverà all'immagine dell'uomo e del partito?(se fosse così sarebbe davvero squallido)

Seconda riflessione.
Non capisco, e forse non capirò mai, la posizione estrema che ogni volta assume la sinistra(estrema, Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani), nel difendere i "deboli" che in realtà si rivelano essere delinquenti in genere se non assassini ed in questo atteggiamento manifestano ogni volta una certa ostinazione. Oggi Gennaro Migliore(purtroppo il suo cognome non fa fede alla sua fama) afferma che non bisogna fare di tutt'erba un fascio e che i prvvedimenti di espulsione debbono essere presi solo in casi eccezionali. Come a dire: per espellere un immigrato non regolare dobbiamo aspettare che massacri qualche persona, allora sì lo possiamo rimpatriare. Nel frattempo però facciamo entrare tutti e chiunque, di posto ce n'è a sufficienza. Non importa cosa faranno poi, se avranno un lavoro e una casa, sicuramente staranno buoni buoni, vivranno d'aria e guarderanno il cielo dalla mattina alla sera. E' pura follia pensare di far entrare 1-2 milioni di persone senza che queste abbiano un minimo di garanzie di condurre una vita decentein un paese dove queste garanzie non sono garantite a tutti. E' noto che già si fa fatica ad assicurare una dignità ed un futuro alle persone che quì in Italia ci sono nate(vedi Anno Zero di ieri). E' una triste constatazione pensare che invece molti, moltissimi tra questi immigrati troveranno sostentamento nel compiere azioni illegali e guadagnare quei due euro alle spalle, anzi sulla vita degli altri, con molta facilità e altrettanta impunità.

Terza riflessione(la più amara).
E' stupefacente vedere i nostri politici ancora una volta, ancora su temi fondamentali, invece di essere concordi nel prendere dei provvedimenti che sono lì davanti ai loro nasi e davanti a tutti in quanto naturali, scontati, logici lanciarsi invece in accuse reciproche, in delegittimazioni del proprio ruolo. Ma è possibile che su ogni tematica(che sia lavoro o sicurezza, salute o economia) questi "personaggi" anzichè discutere e raggiungere l'obiettivo comune perdono tempo in discussioni inutili, ma utili solo per proprio tornaconto, ossia la poltrona del potere?
Insomma, è come se questi politici fossero i macchinisti di un treno che sta trasportando centinaia di passeggeri(tutti noi) e ad un certo punto si rendono conto che la ferrovia è interrotta e si finirebbe in un dirupo. Questi se ne accorgono per tempo e invece di prendera la decisione più scontata, ossia tirare il freno a mano, cominciano ad accusarsi a vicenda: "E' colpa tua se la ferrovia è interrotta". "No! tu sei un macchinista incapace e stai facendo deragliare questo treno".
Ma sono serie persone del genere? Ci si può fidare di costoro?...io no! non mi fido!

E' proprio vero che i politici italiani sono specializzati più nel dire che nel fare. Loro dicono 90 e fanno 10 invece di fare 90 e dire 10. Loro fanno 90 dibattiti(in cui prevalentemente litigano) ma prendono solo 10 prevvedimenti concreti e mai applicati invece di fare 10 dibattiti e prendere 90 provvedimenti e applicarli tutti.

Come dice quel detto: tra il dire ed il fare ci sono di mezzo i politici e purtroppo sono più dalla parte del dire purtroppo.


meditate...

Anonimo ha detto...

La verità è che oggi è già passato e domani passerà anche.La nostra vità è diventata impossibile ed assurda. Non esiste un futuro, esiste solo il momento e lo dobbiamo vivere nell'istante e basta.Vivere è diventato un sacrificio in questo paese,l'Italia,che io non cambierei con nessun'altro al mondo,ma che si sta trasformando in un'inferno.
Non abbiamo più belle notizie, la cronaca nera ci sta soffocando e la giustizia non fa il suo dovere. I politici bisticciano mentre la gente muore.La stessa gente che ha votato l'uno o l'altro uomo politico, di destra o di sinistra,e che aveva affidato la loro vita nella giustizia,nella sanità,nel sociale,nella scuola etc...
La morte di Giovanna deve fare riflettere,perchè Giovanna ha votato affidando la sua vita a quella politica in cui credeva e che pensava la proteggesse da tutto.Una politica che però l'ha tradita,perchè non ha pensato alla sua sicurezza, non ha pensato alla sua vita. Le parole oggi non servono più,perchè Giovanna ha pagato, con la SUA di vita,l'inefficienza di questo governo. Quella strada era in quello stato perchè nessuno dei politici la percorreva e non serviva illuminarla.Il governo si nasconde dietro la colpevolezza dello straniero,ma tutti sappiamo bene che il vero assassino è lo STATO.
Arrestare e punire lo straniero è la prassi ma lo stato quando pagherà?

Anonimo ha detto...

Non so se la morte è l'unica vita che ci rimane per poter finalmente essere felici.
Non esistono più riferimenti e questo governo si è solo preoccupato di rimanere al potere tralasciando le vere necessità del popolo italiano.Ci hanno rotto le palle con la nascita del nuovo partito PD, con le primarie e con tutti i servizi giornalistici e li vedevi sorridenti ed emozionati. La gente non ha bisogno di questi teatrini,la gente ha bisogno di sentirsi sicura e di vivere dignitosamente lavorando e pagando GIUSTE tasse.Il politico parla e promette che farà quello e questo e la gente invece cosa fa? Muore mentre aspetta quel giorno. Che vergogna, cosa ancora dobbiamo aspettarci da questa vita?

Anonimo ha detto...

Avete fallito in tutto. Andatevene a casa perchè se continuate a governare farete morire tutti gli italiani. VERGOGNATEVI avete tutti Giovanna sulla coscienza. L'unica cosa buona che potete fare per la sua memoria è quello di dimettervi.Avete fatto troppi danni.
A CAAAAAAAAAASAAAAAAAA!!!!!

TORA TORA ha detto...

TORA TORA..!!!
RITORNERA' IL TEMPO DEI MANGANELLI...!
ORA BASTA..ITALIANI..SVEGLIATEVI..!!!

andrea ha detto...

beh, intanto vorrei dire che dare in mano il ministero delle finanze a un comunista è come dare in custodia un agnello a un lupo, poi...avete visto come parla questo? un servitore dello stato?!?!?! lurido bastardo, dopo dar ragione a stupratori assassini mi vieni pure a dire che devo accettare tutto questo perché io sono un tuo servitore!?!?!?


prima dei rom bisogna mandare via dall'italia gente come questo!!!

mattia ha detto...

Mi pare sempre più evidente che questo è un coro di nazi fascisti.Dietro questi commenti c'è proaganda politica di destra,fate SCHIFO.Dovrebbe essere un blog per commentare le gesta di mastella,invece è diventato uno strumento per fare politica ad infimo livello.

Anonimo ha detto...

Roma, 18 ott. - (Adnkronos) - Ultima Festa del Cinema di Roma da Sindaco della capitale per Walter Veltroni? "Ma chi ve l'ha detto. Io sto qua fino al 2011. A me piace fare il sindaco, e' il piu' bel lavoro che si possa fare. Mi piace tutto di questo mestiere, dall'occuparmi dei lavori per migliorare le strade, alle iniziative culturali che comunque portano molto lavoro e occupazione", ha detto Veltroni ai cronisti che -a margine del concerto inaugurale della Festa al Teatro Sistina- lo interrogavano sul suo futuro dopo che le primarie del Pd lo hanno incoronato segretario.

Ma VAFFANCULO VA

Anonimo ha detto...

Ci metterei la mano sul fuoco che
quel bramino di clEMENTE è contento di ciò che è successo a Roma.
Lu pensa che si allenti l'attenzione sulle sue malefatte.
Non molliamo!!!!

N.P. ha detto...

Per Mattia:

Mi fa sorridere che nel 2007 ci sia ancora gente che definisca altre persone nazisti, fascisti e via dicendo. Forse il vero problema dell'italia è questo: a 60 anni dalla fine della guerra non è cambiata di una virgola. Vecchi schemi, vecchie mentalità. Per questo siamo diventati ridicoli agli occhi dell'Europa. Siamo ancora schiavi delle ideologie.
Il post non voleva assolutamente essere una considerazione politica. Oltre ad essere un piccolo omaggio alla vittima, era semplicemente un modo per dire che io in quanto cittadino italiano non mi sento tutelato, qui i tutelati sono gli assassini e i delinquenti in nome di quel falso buonismo che puzza di ipocrisia. INOLTRE IN QUESTO BLOG NON ESISTE DESTRA E SINISTRA TANT'è CHE QUESTE PAROLE NON SONO MAI STATE NOMINATE. E NON E' MAI STATO SPECIFICATO CHE L'ASSASSINO FOSSE ROMENO. QUI SIAMO TUTTI SULLA STESSA BARCA!
Saluti

Anonimo ha detto...

x mattia:
non essere d'accordo con la posizione dei comunisti in tema di politica sull'immigrazione non vuol necessariamente dire essere nazifascista, ma vuol dire semplicemente essere una della tante persone che pensano che l'immigrazione va regolamentata e controllata in modo diverso da come avviene in italia, stop. Se avessero ammazzato tua sorella invece di quella poveretta (non e' un augurio naturalmente)credo che non te la saresti presa col nazifascismo.
saluti

p.s. a me comunque fanno schifo i nascifascisti quanto i comunisti

ttt ha detto...

x mattia

art. 1:
l'itaglia è una repubblica delle banane fondata sul tradimento

i politici non conoscono vergogna ha detto...

x Mattia

per caso nel mio nick leggi le parole "destra" o "sinistra"?
Per me non esiste nessuna distinzione e/o "catalogazione" dei politici fra destra e sinistra.
Per me sono tutti uguali ed in negativo purtrppo.
Di questo i politici ce ne hanno dato e continuano a darcene ampia dimostrazione: gli uni(quelli per così dire schierati a sinistra) e gli altri(quelli per così dire schierati a destra).
E Mastella in un certo senso ne è il rappresentante, quello che è maggiormente in evidenza agli occhi dell'opinione pubblica(fa di tutto per risaltare tra la massa dei politicanti e ala fine finisce sempre per combinarne una e finire immancabilmente nei guai).
Anche se penso che come sottolineato in molti altri post, rispetto a molti altri politici e uomini di potere è un poveraccio; Mastella infatti è come un bambino che gioca con la macchinina, altri invece, meno esposti di Mastella e più defilati, giocano con le macchine vere.

Tu, comunque, continua ad infarcirti il cervello di ideologia...


auguri, Mattia...

mattia ha detto...

a n.p. e ttt ed altri che mi hanno risposto dico questo:
forse sono l'unico che ha letto i commenti che parlano di manganelli e comunisti bastardi.Comunque ideologia non è una brutta parola come pure averla un'ideologia non vuol dire essere anacronistico.Mi dispiace per voi che non ne avete e grazie per gli auguri.

Kempeitai ha detto...

Purtroppo Roma e' governata da un demente peggio del nostro clEMENTE; pensate che bello: tra un po' avremo un super demente come presidente del consiglio e i soliti stronzacci che gli gravitano attorno. Appunto: Italia di Merda.

Geronimo ha detto...

fatti di questi giorni ci impongo una riflessione sul tema dell’immigrazione.
Come sono solito dire, diffido dei luoghi comuni per cui non mi impegnerò nel solito becero esercizio di chi, animato da furore ideale, o vede l’immigrato come il fumo negli occhi o lo vede come una risorsa indispensabile.
Partendo da questo presupposto , non esiste una risposta alla domanda cruciale di questo post … o almeno l’unica risposta è: dipende.
Come in tutte le famiglie, anche una Nazione ha l’obbligo morale di selezionare gli ospiti da accogliere o da respingere al mittente.
In questo strano Paese, se solo si osa dire una cosa simile, si è immediatamente tacciati, dai fautori un po’ anacronistici delle braccia aperte a tutti i costi, come razzisti.
Purtroppo i metodi dei mondialisti da strapazzo, secondo i quali siamo tutti fratelli e se sei di un posto il cui nome è impronunciabile sei più fratello degli altri, hanno prodotto la mattanza di Tor di Quinto che, per la verità , era stata preceduta da altri episodi efferati nei mesi scorsi.
Ma mentre le precedenti rapine in villa ad opera dei soliti romeni dai metodi cruenti erano passate sotto silenzio per questione di opportunità politica ( chi glie lo dice ai rifondaroli che occorre un giro di vite sugli amati rom? … tiriamo a campare) nel momento in cui si è andato ad offuscare il finto paradiso del sindaco cineasta che accoglie tutti perché è buono, il leader del Pd ( fa il sindaco il segretario di partito, lo scrittore mediocre, l’amante di cinema, il doppiatore… manca solo che faccia anche la mignotta in Via Salaria) si è trasformato da mollicone innamorato del “migrante” in duro sceriffo censore dei romeni.
Per ora ha solo censurato i Romani ( riferito si agli abitanti di Roma che pagano le sue chiacchiere, sia a Prodi che si è visto commissariale come Capo del Governo) coordinando in fretta e furia un decreto che secondo lui doveva riparare alla figuraccia rimediata.
Poi, siccome è bravo solo a fare propaganda, ha preparato una campagna mediatica in base alla quale tutto ciò che è successo è colpa come al solito di Berlusconi (non lo accusano slo di essere l’autore materiale dei delitti… per ora).
Trovo innanzitutto di cattivo gusto alimentare la battaglia politica e lo scaricabarile in un momento simile e poi, se colpe esistono, sono tutte attribuibili ai due campioni del Pd.
Veltroni, come Sindaco di Roma, per compiacere i soliti benpensanti che dal loro salotto dei Parioli pontificano sulle porte aperte a tutti ( tanto ai Parioli i romeni non le piantano le tende), con il suo solito fare ecumenico e ipocritamente terzomondista, ha trasformato la Capitale in un immenso accampamento rom che gli abitanti delle periferie sono costretti a sorbirsi, mentre lui specula in maniera macabra su tale immensa emergenza sociale facendola passare come gesto nobile della sua animella di Sindaco innovatore e nel contempo aperto e solidale.
Sull’innovazione ho i miei dubbi, mentre sulla solidarietà ho la certezza che è una vera e propria bufala.
Vi pare solidale uno che accoglie tutti senza avere i mezzi per poter assicurare il minimo indispensabile?
Vi pare solidale con i Romani un Sindaco che accoglie tutti ( delinquenti compresi) e li difende più dei suoi concittadini?
Vi pare solidale e buono un Sindaco che fa le notti bianche ed i cinefestival dimenticandosi che la Stazione di Tor di Quinto è una specie di ghetto buio ed isolato?
Vi pare solidale un Sindaco che di fronte al grido di dolore dei cittadini che mal sopportano la sua finta bontà ( le favelas che accolgono proprio tutti) non risolve il problema ma si esercita in omelie pretesche sul valore dell’accoglienza?
Ma vi pare accoglienza parcheggiare i disperati nelle baraccopoli e lasciare che la disperazione li porti in braccio al crimine organizzato?
Prodi, dal canto suo, è stato capace di sonnecchiare finanche su un problema grave come l’invasione di gente senza scrupoli sia per tenersi stretta la sinistra massimalista che per naturale indole del Professore a dormire.

Poi, quando ( raramente) si sveglia, fa dei decreti d’urgenza che non risolvono veramente un tubo.
La verità è che un decreto come quello recentemente emanato sulla sicurezza è chiaramente frutto dell’incapacità propria di questo Governo ma è anche la prova provata che con questa maggioranza non si può governare.
Se di fronte all’esigenza di reagire nettamente ad una emergenza si devono fare mezzi provvedimenti per non offendere la sensibilità dei filantropi bolscevichi e se per coprire tale incapacità si attacca in maniera scomposta l’opposizione per compattare la Maggioranza contro il comune nemico, significa che siamo veramente alla frutta.
C’è una donna che è morta perché Roma ha preferito lavarsi la coscienza accogliendo e coprendo indiscriminatamente tutti e la sinistra sa solo dire che è colpa di Storace perché non ha ristrutturato la stazione di Tor di Quinto.
Ma lo sanno quelli della maggioranza che l’illuminazione della Stazione spetta al Sindaco?
E se anche ciò fosse vero perché Marrazzo in due anni di governo regionale non l’ha fatto?
E chi ha favorito per troppa bontà la creazione di campi nomadi?
E chi animato dalla stessa bontà ha dato del cafone e razzista a chi negli anni ( come per esempio il Presidente della XX Circoscrizione) ha osato dire che una situazione del genere era pericolosa?
Penso che questo Padre Pio de noantri si chiami Veltroni.
Anche la bugia in base alla quale è stato il precedente Governo a non prendere provvedimenti sull’emergenza romeni è davvero colossale.
Ricordo che la Legge Bossi Fini ha generato una mole di rimpatri senza precedenti e ricordo anche che i Romeni sono diventati ufficialmente comunitari nel Gennaio 2007.
Nel 2004 il precedente Governo aveva aderito alla moratoria promossa dall’Ue dichiarando di voler porre un vincolo all’ingresso dei cittadini dei nuovi Stati membri dell’UE.
Il 27 Dicembre 2006 il Governo, a soli 4 giorni dall’ingresso di Bulgaria e Romania nell’Unione, come al solito per non turbare i buoni sentimenti della sinistra, ha allargato in maniera imbarazzante le maglie della moratoria, permettendo di fatto ai nuovi comunitari di entrare in Italia quasi per qualsiasi morivo.
Successivamente il Ministro Amato ha intimato ai Prefetti di non espellere i cittadini Romeni e Bulgari perché, interpretando male ( ???) le direttive Ue, secondo lui un cittadino comunitario non + espellibile.
Chiaramente tali provvedimenti sono stati un invito al gotha della delinquenza e della disperazione a venire in Italia certi che l’ambiente era favorevole e compassionevole.
Fino ad arrivare al provvedimento nato sulla scorta di una tragedia che ancora una volta antepone il furore ideologico della sinistra e l’equilibrio della coalizione alla sicurezza della gente.
Tale pacchettino sicurezza prevede che, nella maggior parte dei casi, si consegni al delinquente un foglio di espulsione sul quale c’è scritto che entro un mese deve lasciare l’Italia e che può fare ricorso avverso tale provvedimento.
Sono sicuro che il delinquente con quel pezzo di carta ci si pulirà il culo.
Cioè invece di accompagnare il malfattore di importazione alla frontiera lo si invita educatamente a togliere il disturbo… se vuole.
Ma poi non si capisce perché si dovrebbe aspettare che gli immigrati , ancorché comunitari, delinquano prima di prendere provvedimenti.
Anche chi vive di espedienti e di stenti dovrebbe andare via sia per la sua inadattabilità alla nostra società che per la nostra impossibilità ad assicurare a tale individuo alcunché.
La sua condizione di disperazione lo porterà prima o poi o al degrado più assoluto o alla delinquenza… e ciò non lo si può permettere.
Dispiace solo che di fronte alla morte di una donna e di fronte alla violenza che quotidianamente il nostr popolo subisce, si debba subire anche la beffa di un simile provvedimento.

mattia ha detto...

Volevo rispondere a geronimo l'apache che lui è veramente un razzista e con tutto quel pò pò(POPO')di discorso vaneggiante dimostra che è anche un fascista;si perchè di fascisti ce ne sono ancora tanti,anzi troppi come il nostro demente che lo è facendo finta di non esserlo come tutti quelli che si dichiarano di CENTRO.Sai geronimo che hai detto una sfilza di segate che non servono a niente perchè tanto dopo questo governo ci sarete di nuovo voi,e dopo di voi ci sarà di nuovo la sinistra e via cosi' all'infinito.Questa politica con questi politici non risolverà mai i problemi che abbiamo(anche perchè non vuole risolverli)cosicchè chi governa sarà inevitabilmente punito nelle sucessive elezioni.Questi focolai di razzismo puro contro gli stranieri e i più deboli non servono ad altro che a distogliere l'attenzione sui veri problemi,allentando la tensione e creando confusione in gente come te e troppi altri asini che, mi perdonerete, non capiscono un cazzo.

Anonimo ha detto...

mattia, visto che sei così sensibile al problema degli sfortunati e deboli rom, fai qualcosa di concreto: togline dalle baracche un paio e ospitali a casa tua fino a quando non sono autonomi economicamente,naturalmente gli dai anche una mano a trovare lavoro, ok?

geronimo ha detto...

Caro Mattia
vuoi fare il tollerante insultando chi non la pensa come te?
E' proprio la tua logica ben pensante delle braccia aperte che ha creato sto casino?
e poi la domanda è: ma funziona sta cagata di decreto?
dichi sono le colpe del bordello che c'è in Italia?
Leggi i commenti prima di sparlare-

http://leopinionidigeronimo.blogspot.com/

mattia ha detto...

Caro geronimo,per me è un insulto quello che tu hai scritto qua precedentemente,cioè una specie di tribuna politica più vicina ad uno spot elettorale per una parte politica ben precisa.Per quel che ne sapete voi io potrei anche ospitare e dare da lavorare non solo a stranieri ed extracomunitari,ma anche ad italiani che sono in condizioni disagevoli.Le quali condizioni non sono assolutamente scatenanti delinquenza,anzi mi pare che ci siano fior fiore di delinquenti anche tra i benestanti(vedi i politici SOPRATTUTTO di destra e centro,vedi i banchieri,gli industriali,i MAFIOSI amici di politici SOPRATTUTTO di destra e di centro e per finire quel ex militare che ieri ha sparato a 9 persone delle quali nessuno sa il nome e cognome,ma questo non crea insicurezza e paura perchè morire per mano di un italiano è rassicurante e direi corretto politicamente).Io mi auguro che voi razzisti non siate emigrati in prima persona in cerca di lavoro e condizioni di vita migliore,o che non abbiate alcun parente che lo ha fatto chesso' magari andando in america,in germania in svizzera belgio olanda inghilterra austria australia ecc.Io ne ho .Se cosi' non fosse(e penso che sia moooolto difficile)oltre che razzisti sareste anche degli IPOCRITI!!!!!!Volevo chiudere con una considerazione riguardante clEMENTE,ebbene occhio allocchi perchè costui sarà il primo caso di un politico che si farà un ministero con la sinistra e con la destra senza interruzione,perchè quello che fa e sta facendo allo psiconano non gli era riuscito.Tanti saluti.

geronimo ha detto...

Mattia da quello che mi pare di capire tu, più che i contenuti, contesti il fatto che ho sputtanato la sinistra... vabbè fattene una ragione perchè non è razzismo il mio ma ricerca di soluzioni per la sicurezza della gente.
Io non sono schiavo dele ideologie mentre tu sei così schiavo della tua che non riesci a capire che ci
sono problemi gravi che vanno approcciati.

http://leopinionidigeronimo.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

a gero' ma va a caga'

geronimo ha detto...

anonimo non è una risposta la tua...


http://leopinionidigeronimo.blogspot.com/

mattia ha detto...

Io,geronimo ,contesto soprattutto i contenuti,visto che di questa sinistra ho pochissimo rispetto.Mi pare che per quanto ti concerne io abbia abbondantemente colto nel segno,considerato che tu non voglia assolutamente riconoscere di fare politica populista sull'onda di eventi che sono facili assumere tinte razziste e nazifasciste.Se sei intenzionato a trovare soluzioni per la sicurezza fai proposte più intelligenti e meno propagandiste.Io,per quanto mi riguarda,non ho più paura di un "disagiato" di quanta ne ho di un razzista.

Anonimo ha detto...

quante cazzate....abello!!! ....vai a chiederlo ai parenti della donna che hanno ammazzato se non hanno paura di un disagiato.....in ogni caso una grossa percentuale di reati e' commessa da stranieri e quindi cercare di risolvere il problema non vuol dire essere razzisti....su questo tema sai cosa c'entra l'ideologia: niente!...la gente di sinistra di destra e di centro vuole ritornare a passeggiare per strada senza avere paura, come una volta.
.......i politici comunisti non commettono reati.......ahahahahah...ma va a cagà!!!!

geronimo ha detto...

Mattia sei prosaico e ti riempi la bacca con parole tipo nazista , fascista e tutto un repertorio vetero sessantottino che fa solo ridere.
Fino ad ora da te ho sentito solo chiacchiere ed affermazioni di proncipio.
Io ho portato fatti concreti ( per quanto non condivisibili da qualcuno)... i tuoi dove dono?

mattia ha detto...

tutti commettiamo reati,anche tu coglione,e poi come lo risolvi il problema della criminalità,buffone,mandi via i romeni e ti tieni i MAFIOSI?
Sei un grosso STROOOOZO

mattia ha detto...

geronimo io sono prosaico???ho dato un'occhiata al tuo blog,ma ti sei letto????E poi quali sarebbero i tuoi fatti concreti non l'ho mica capito.MAH!!

geronimo ha detto...

io ho detto ciò che per me andrebbe fatto e gli errori che fin qui sono stati commessi.
Tu ti sei limitato a strillare come una vergine al primo rapporto sessuale.
Quanto al mio blog... certo che mi sono letto ... se ti va entra e ribatti alle mie tesi ... sarò lieto di rispondere... altrimenti non c'è problema

mattia ha detto...

Bella quella della vergine,penso che ormai questa discussione sia svaporata,quindi la finisco qua.Saluti,Gabedo.

Anonimo ha detto...

stai delirando abello!!!.....è meglio che vai perchè vedo che di argomenti non ne hai ...."chi vuole mandare via gli stranieri e' uno stronzo perche' pero' ci tiene a tenere i mafiosi".....ma va a ricagà un'altra volta, povera testa di cazzo!!!

mattia ha detto...

Ha parlato quello con tanti argomenti,devi essere particolarmente stitico di corpo(parli sempre di cagare)oltre che di mente(molto azzeccato questo blog per te visto che anche tu sei un DEMENTE, ed anche un mentecatto).

Federica ha detto...

io da donna ho paura.Ho paura di non poter girare libera per strada senza dovermi girare ogni 5 minuti e controllare se qualcuno mi segue.Rumeni o italiani,sono bestie comunque.Spero con tutto il cuore che i detenuti lo ammazzino di botte.

Anonimo ha detto...

se anche ne fanno fuori uno, ce ne sono altri mille in giro, c e bisogno di un bel ripulisti, ci vogliono interventi radicali, non e' giusto che questi vengono di qua già con l'intenzione di non lavorare ma di delinquere......fuori dalle palle!!!

geronimo ha detto...

mattia mi sa che le tue idee sessantottine non fanno breccia....

mothersucker ha detto...

Che il senatore, sostituendosi, forse, al cappellano, abbia incontrato l'infame in carcere, per me è cosa che può anche passare: è comunque un gesto umano, accettabile se animato da "spirito neutro" (che però temo manchi in questo caso); però sarebbe forse stato giusto che a venire visitafo dal senatore della Repubblica fosse anche, dico ANCHE chi ha perso sua moglie, barbaramente massacrata dall'infame.

Oggi, io uccido il senatore; domattina, un altro senatore di sinistra che farà, verrà a trovare me in carcere, o si recherà dalla moglie del senatore da me ucciso? Premesso che quello che stò scrivendo è pura ed assoluta fantasia, mi interesserebbe però conoscere la opinione della gente (senatori compresi) di rifondazione, comprensiva di MOTIVAZIONI, grazie.

Anonimo ha detto...

i senatori e tutto l'elettorato di rifondazione comunista, spacciano il loro interesse a mantenere il loro futuro bacino d'utenza elettorale per solidarietà verso i piu' poveri e integrazione sociale.
in due anni di questo governo siamo finiti nei guai in fatto di sicurezza grazie ad indulto ee all'immigrazione incontrollata. la maggior parte della gente vuole la stessa cosa su questo argomento, ma in questo paese di merda vincono sempre gli interessi dei partiti e dei politici papponi che ci meritiamo, per il fatto di non essere ancora andati a roma a prenderli a legnate.