venerdì 7 dicembre 2007

Antiomofobia delenda est !

Il Guardasigilli: «Via la norma sulle discriminazioni sessuali o sarà crisi».

Ecco l'ennesima minaccia di clEMENTE. Ma vediamo in che cosa consiste il suddetto emendamento:

Il ddl approvato in Commissione Giustizia della camera, e firmato dal ministro per le Pari Opportunità, Barbara Pollastrini, prevede all’articolo 3
la reclusione fino a tre anni per chi “diffonde in qualsiasi modo” “idee fondate sulla superiorità” ovvero “incita a commettere e commette atti di discriminazione” per motivi “fondati sull’orientamento sessuale o sull’identità di genere”.

Detta così la questione sembra lasciare poco spazio alle interpretazioni. La realtà, invece, è molto più complessa. Soprattutto se si pensa alla posizione abbastanza netta di condanna espressa dalla Chiesa nei confronti dell’omosessualità.
Per chi volesse approfondire il discorso, proponiamo gli interventi di Massimo Introvigne, direttore del CESNUR (il Centro Studi sulle Nuove Religioni), e di Franco Grillini dell'Arcigay.
clEMENTE, da buon fedele (almeno così dice lui), porta avanti le sue convinzioni. Resta da capire come si possa trovare un compromesso tra le posizioni dell'Udeur e quelle di Rifondazione Comunista su un tema così delicato. Esisteva un programma una volta. Ora c'è solo una gran confusione. clEMENTE quando ti deciderai a staccare davvero la spina?!

Censura Contest 2007.
Signore e signori, rullo di tamburi... Abbiamo i risultati del televoto.
Il commento più divertente che si è aggiudicato il primo premio (una Mastelcard Platinum) in questa prima edizione del nostro concorso è:

Pollon: Manca quell'aspetto educativo che rimanda ai valori di una società sana. Pollon è una fannullona che distribuisce polverina magica che "sembra talco ma non è". Eros è un bambino che va in giro nudo e incita alle pedopornografia. Nonno Zeus è morbosamente attratto da ninfette. Il dio Apollo è dedito all'alcool. Nonna Hera va in giro con una mise che sfiora il sadomaso. Non credo si possa battere la corruzione dei costumi se non crescono i valori nella società, questo mi spaventa.

Congratulazioni a Simo, la vincitrice!!!

P.S. Vi proponiamo l'avatar di Mastella versione "Scarface" che ci ha inviato Emanuela. Continuate a creare gli avatar di Mastella su sp-studio.de. I più belli saranno pubblicati.

133 commenti:

mattia ha detto...

Complimenti a Simo per la bella vittoria.
Mastella ribadisce la sua natura di difensore della mafia spiritual temporale che è la chiesa cattolica.
Nonchè la sua natura di ricattatore-prevaricatore
voto-scambista
new-romantic-maialdemocristiano.
Purtroppo per noi è destinato
-come sempre-
ad averla vinta lui.
Che tristezza...
che amarezza...
quanta rabbia!!!!

Rocco ha detto...

Il Guardasigilli: �Via la norma sulle discriminazioni sessuali...

Ministro ce lo hai cosi' piccolo?

Anonimo ha detto...

Mi sorge un dubbio: Ma Mastella é un uomo,una donna o un ibrido?

Anonimo ha detto...

Capitali oscuri in città. Ecco i nomi dello scandalo
08/12/07 - Cosenza


Fari puntati sul gruppo Gatto. Il nome del re della globalizzazione nel rapporto della Dda. Lo studio di Via Monte San Michele intestato al fratello dell’imprenditore.
E’lo studio Indrieri-Gatto,di via Monte San Michele a Cosenza,il tandem professionale di commercialisti cosentini indicato nella relazione fornita da Emilio Le Donne alla commissione parlamentare antimafia.
Una relazione in cui si ipotizzava che lo studio in questione avesse gestito, seppure in maniera tutta da chiarire, il flusso finanziario della’ndrangheta.
Un’accusa pesante e terribile,che non è stata sostanziata da indagini procedurali per quanto si sa al momento. Francesco Indrieri, 47 anni, è un brillante commercialista cosentino,specializzato in bilanci di società di capitali ed in azioni assai complesse.
Non certo il piccolo contabile che parla di detrazioni e di ici, per intenderci. Francesco Indrieri è indagato dalla procura di Catanzaro nell’ambito dell’inchiesta Why Not.Il suo socio di studio è Salvatore Gatto, fratello di Tonino, il re degli ipermercati, Presidente della Despar, oggetto, qualche mese fa, di una serie di perquisizioni
relative ad un’indagine della direzione distrettuale di Reggio Calabria, con il magistrato Nicola Gratteri a seguire personalmente la vicenda. E’ opportuno ricordare che su questi fatti non risultano emessi avvisi di garanzia e che si tratta di persone incensurate che rischierebbero di pagare un duro prezzo d’immagine se tutto questo non avesse alcun riscontro probatorio. Antonio Gatto è il più importante imprenditore calabrese, al timone diun impero che ha a che fare con una massa di liquidità enorme e consistente.
Costruttore (a Cosenza sta per realizza un impero che ha a che fare con una massa di liquidità enorme e consistente. Costruttore (a Cosenza sta per realizzare un grande investimento nell’ex area della centrale del latte ed il sindaco Perugini ed




il consiglio comunale hanno votato una variante al Piano per consentirlo), proprietario di alberghi, capace di diversificare la sua azione, Gatto è, a prescindere da tutto, una super potenza finanziaria, un uomo in grado di fatturare centinaia di milioni di euro annui e di disporre dei poteri politico-istituzionali alla stregua di Enrico Mattei, utilizzandoli come un
taxi. Per ora su di lui pesano solo ombre pesanti, ma niente di più. E la magistratura è obbligata a chiarire quale sia il suo ruolo. Nel suo interesse ed in quello dei calabresi. Insomma una situazione ancora tutta da.......


CHI HA DUBITATO DI DE MAGISTRIS FORSE AVEVA UN POCHINO SBAGLIATO, E TRASFERIRLO ADESSO MI SEMBRA PROTETTIVO NEI CONFRONTI DI QUESTO LETAME UMANO POLITICO-AFFARISTICO.

VERGOGNATI SIGNORA VACCA DEI MIEI STIVALI! TRASFERISCITI TU E LA TUA SETTIMA GENERAZIONE!

Pino da Catanzaro

Anonimo ha detto...

La decisione è stata motivata con le offese e le volgarità rivolte a Giuliano Ferrara nella puntata di sabato scorso.

Decameron, il programma di Daniele Luttazzi in onda il sabato su La7, è stato sospeso. La decisione è stata presa dalla stessa emittente ed è stata motivata con le offese e le volgarità rivolte a Giuliano Ferrara nella puntata di sabato scorso, andata in onda in replica anche ieri sera. La nuova puntata del Decameron di Luttazzi sarebbe dovuta andare in onda domani in seconda serata.
«La direzione de La 7 - si legge in una nota dell’emittente - ha deciso di sospendere la messa in onda dello spettacolo di satira Decameron di cui è protagonista Daniele Luttazzi. Con Daniele Luttazzi - spiega la nota - è stato stipulato un contratto che garantiva la sua più totale libertà creativa, come dimostrato dalle puntate fin qui andate in onda. Di questa libertà - rileva la nota - era necessario fare un uso responsabile, cosa che non è avvenuta. Infatti nella puntata di sabato scorso, replicata giovedì, Daniele Luttazzi ha gravemente insultato e offeso Giuliano Ferrara, che con la stessa La 7 collabora da anni come co-conduttore di Otto e mezzo».
«Le espressioni usate - sottolinea ancora la nota dell’emittente - sono palesemente in contrasto con la satira e si configurano come una provocazione alla dignità e all’onore personale di un nostro collaboratore. La 7 - conclude la nota - si riserva anche di considerare la questione sotto il profilo legale per i possibili danni di immagine, trattandosi di una emittente fondata sul binomio inscindibile di libertà e responsabilità verso le persone così come verso il pubblico». Luttazzi era tornato da tre settimane in tv dopo il cosiddetto ’editto bulgarò di Silvio Berlusconi nel 2002 che aveva provocato il suo allontanamento dalla Rai dove aveva condotto il programma Satyricon. In una puntata di Anno Zero Michele Santoro ne aveva chiesto il ritorno e Luttazzi aveva scherzato su questa richiesta proprio nello spot che annunciava il suo ritorno su La 7.

Nella trasmissione Decameron, andata in onda sabato 1 dicembre e replicata giovedì 6, Luttazzi aveva detto che l’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi «ha avuto il coraggio di dire che lui, in fondo, era contrario alla guerra in Iraq», dopo quattro anni di conflitto, migliaia di vittime tra i soldati americani e decine di migliaia tra i civili iracheni. «Come si fa a sopportare una cosa del genere?», si era chiesto Luttazzi, spiegando di avere «un proprio sistema»: pensare «a Giuliano Ferrara dentro la vasca da bagno», con Berlusconi, Dell’Utri, Previti e la Santanchè che compiono su di lui atti volgari. Il tutto espresso in termini altrettanto volgari.

DEVO COMPLIMENTARMI CON DANIELE LUTTAZZI PER IL SUO RITORNO IN TV.
HA FATTO DI TUTTO PER RITORNARE E UNA FIGURA DI MERDA PER ANDARSENE.

PROPONGO,POICHé ZELIG E' FINITO DI CONTATTARE UNO DEI TANTI BRAVISSIMI COMICI.

Valerio ha detto...

Opporsi ad un DDL così timido è veramente da fascisti!!!!!
Si ragazzi dobbiamo dirlo
FASCISTI!
E' il momento di cominciare a chiamre le cose con il nome che hanno!
«Via la norma sulle discriminazioni sessuali o sarà crisi».
In pratica significa un sacco di cose...
Lui pensa che commettere crimini, dal bullismo all'assassinio, su di un gay sia meno grave che commetterlo su un etero.
E come si fa a sapere se uno che è stato ucciso era veramente gay o veramente etero?
E poi ragazzi c'è il ricatto!!!!!
Se non paghi il pizzo ti brucio il negozio è più democratico delle affermazioni di mastella!
Come si fa ad opporsi ad un ddl che cerca di portare l'italia verso la decenza!!!
La libertà di una nazione si calcola anche da quanto sono protette le minoranze (se di minoranze si può parlare)
Il problema vero cmq rimane un'altro... i gay sono, e stanno ancora, venendo abbindolati da una certa destra che li convince che l'omosessualità va vissuta in segreto e che i gay non devono chiedere nulla perchè sono mancanti...
Per non parlare del "mind fucking" che fa la chiesa tutti i giorni a tutti noi.
Dopo questa affermazione di mastella mi vedo l'immagina del papa che nella sua agenda scrive...
"aumentare possibilità mastella santo"
Ancora siamo a questo punto???
Fra un pò governeranno stranieri e basta perchè gli italiani se ne andranno... spero che gli stranieri che verranno siano molto più aggressivi di noi... perchè NOI CITTADINI ITALIANI stiamo facendo cadere l'italia in un baratro... in una pozza profonda dove nascerà un nuovo tipo di dittatura, dittatura televisiva...

Gionuein ha detto...

Il ceppalonico mi stupisce sempre di più, quando penso che abbia toccato ormai il fondo eccolo che subito fa o dice una cosa di bassezza ancora maggiore.
Dice: «Via la norma sulle discriminazioni sessuali o sarà crisi»
E con una frase del genere vuole far credere di essere contro le discriminazioni sessuali mentre la norma in questione sarebbe a favore. La verità è ovviamente l'esatto contrario.

SPO ha detto...

Bentornato tra noi Gionuein!

Anonimo ha detto...

Nuovi accuse contro De Magistris
«Illecito sulle intercettazioni di Mastella»

Il pm di Catanzaro "incolpato" per aver utilizzato i tabulati sul Guardasigilli senza autorizzazione


ROMA - Nuova azione disciplinare nei confronti del sostituto procuratore di Catanzaro, Luigi De Magistris. Il Pg della Cassazione - con un atto datato 6 dicembre, inviato al Csm - lo ha "incolpato" per aver acquisito e utilizzato i tabulati delle conversazioni telefoniche del ministro della Giustizia senza la preventiva richiesta di autorizzazione alla Camera di appartenenza, così come previsto dalla legge Boato del 2003.

«NEGLIGENZA INESCUSABILE» - Nell'atto di incolpazione del Pg della Cassazione Mario Delli Priscoli, si afferma che De Magistris ha commesso «violazione di legge con grave ed inescusabile negligenza» per non aver richiesto preventivamente alla "Camera" di appartenenza (che nel caso del ministro Mastella è il Senato, così come previsto dalla legge Boato, per l'acquisizione dei tabulati telefonici relative ad una utenza intestata a Mastella. Il decreto di acquisizione dei tabulati, firmato da De Magistris, risale al 20 aprile scorso «nonostante - afferma il Pg della Cassazione - dagli atti risultasse che l'utenza era intestata al senatore Clemente Mastella». L'illecito commesso da De Magistris sarebbe stato accertato lo scorso 20 novembre dalla Procura di Roma su richiesta della Procura generale. Alla sezione disciplinare del Csm, dunque, è così arrivato un altro atto di incolpazione nei confronti del pm di Catanzaro, dopo quello già trasmesso lo scorso 21 settembre dal ministro della Giustizia, che, assieme al Pg della Cassazione è titolare dell'azione disciplinare.



COSA NON SI TROVA PER TUTELARE QUESTO PORCO DI MERDA DI MASTELLA.
CON LA DIFFERENZA CHE IL PORCO E LA MERDA SONOI UTILI ALL'ECONOMIA DEL PAESE;MENTRE MASTELLA E' LA ROVINA.

Mika

Gionuein ha detto...

Ciao spo, comunque non ho mai smesso di seguirvi, solo che ultimamente non ho più molto tempo per i commenti nel blog

Anonimo ha detto...

http://www.la7.it/news/dettaglio_video.asp?id_video=6586&cat=spettacolo

quando QUALCUNO dice le COSE COME STANNO nella REALTA'(RACCONTA i FATTI), QUALCUN'ALTRO si OFFENDE e lo ZITTISCE(la PROPAGANDA e la CENSURA) .. COME da COPIONE NULLA di NUOVO in e per l'Italia!!

AVETE SENTITO UN POLITICO, UN GIORNALISTA di TG, UN CONDUTTORE di PROGRAMMI RADIOFONICI o TELEVISIVI di APPROFONDIMENTO o anche SOLO un SINDACATO di CATEGORIA difendere la LIBERTA' di ESPRESSIONE(art. 21 della Costituzione)anche per la SATIRA?! No?! Lo IMMAGINAVO .. e sapete PERCHE'?! Perchè la SATIRA è CONSIDERATA VOLGARE e SOVVERSIVA .. IMPURA e IRRIVERENTE, che NON GUARDA IN FACCIA a NESSUNA CASTA o LOBBIES o CATEGORIA o ETNIA!! E' la SATIRA!! La SATIRA che NON OFFENDE(e NON PROPONE RIFLESSIONI al di FUORI del "politically correct")NON è SATIRA .. è IRONIA o al MASSIMO SFOTTO'(quello da STADIO per CAPIRCI)!! E chi PENSA questo?! OGNI CITTADINO "BENPENSANTE" che NON è in GRADO(perchè ORAMAI è stato ANESTETIZZATO dal CONFORMISMO AMORFO)di FARE USO del SENSO CRITICO .. anche e sopratutto riguardo gli ARGOMENTI trattati dalla SATIRA!! Allora AVVENNE con GESTO ESEMPLARE(stile CROCIFISSIONE ROMANA o ROGO della SANTA INQUISIZIONE)sotto il GOVERNO dello PSICONANO con l'EUKASE BULGARO(Biagi, Santoro, Luttazzi e "l'uso CRIMINOSO della TV pubblica"! CHI DI VOI SE LO RICORDA?! NON solo DURANTE o SUBITO DOPO i FUNERALI MEDIATICI del PARTECIPIAMO TUTTI all'OMAGGIO, LADRI&ASSASSINI INCLUSI, di Enzo BIAGI!!) .. oggi TORNA ad ACCADERE in MANIERA ancora più SUBDOLA(ad IMMAGINE di chi GOVERNA OGGI), nella più TOTALE INDIFFERENZA(COMPIACIUTA)dei vari Prodi, D'Alema e Veltroni! Direte:ma che c'entra il GOVERNO con LA7?! Andatevi a VEDERE a chi APPARTIENE l'EMITTENTE PRIVATA in ambito NAZIONALE che risponde al NOME di LA7!! TUTTO si COLLEGA .. NULLA si DISTRUGGE!! NON c'è NIENTE da FARE .. SON SEMPRE LORO i RESPONSABILI di TUTTO questo SKIFO!! URGE RIVOLUZIONE di POPOLO(STANCO e VESSATO, DIS-INFORMATO e IRRETITO dalla PROPAGANDA)con TESTE MOZZATE in PUBBLICA PIAZZA!!
V-DAY PERMANENTE e DEMOCRAZIA DIRETTA sono il GRIDO di BATTAGLIA!! M.B.

PS:ANDATE, REGISTRATEVI e DITE la VOSTRA sul SITO di LA7 per la CENSURA e la SOSPENSIONE del PROGRAMMA di Daniele Luttazzi!! W LUTTAZZI e la LIBERA ESPRESSIONE(inclusa la SATIRA)!! M.B.

Anonimo ha detto...

La libertà di espressione non significa essere scurrili e volgari. Luttazi non fa satira pura ma satira di cesso.
Per scrivere tutte quelle cazzate ti saranno certemente infiammate le articolazioni delle dita.
Se tu sei contro il Berlusca non devi avercela con il mondo intero.Luttazzi sa solo parlare male di Berlusconi e dei suoi amici....preferisco Cornacchione (sempre che tu lo conosca) che ironizza sul berlusca ma mi fa ridere invece che vomitare.

Anonimo ha detto...

De Magistris:"accusa destituita di fondamento"
sabato 08 dicembre 2007
Il sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro, Luigi de Magistris, respinge la nuova accusa formulata a suo carico dal Procuratore generale della Cassazione, Mario Delli Priscoli, definendola "destituita di fondamento". "Ancora una volta - dichiara all'AGI il magistrato - apprendo a mezzo stampa, come sempre del resto, delle contestazioni disciplinari a me personalmente mai notificate. Da quello che i mass media mi riferiscono, si tratta di contestazione assolutamente priva di fondamento, come del resto tutte le altre. Conosco bene - aggiunge il magistrato - le leggi della Repubblica e non ho mai acquisito, ne' consapevolmente ne' per negligenza, utenze che sapevo essere intestate a parlamentari. Non posso non rilevare che come si avvicina il "giorno del giudizio" si cerca di rimpinguare a mezzo stampa le accuse - evidentemente inconsistenti - che pendono su di me. Vado avanti - dice - con ancora maggiore determinazione, se possibile, consapevole che la magistratura ordinaria, alla quale mi sono rivolto, sapra' ricostruire tutto quello che e' accaduto e che sta accadendo. Attendo sereno - conclude de Magistris - e con la coscienza trasparente, le decisioni del Csm". (AGI)

Anonimo ha detto...

MASTELLA COLPISCE ANCORA:
Roma rispedisce le carte di Clemente a Catanzaro perchè non sono indagini legate al suo ruolo ministeriale. Catanzaro allora pensa bene di trovare una soluzione per parare il culo al ministro indagato e ritiene che il magistrato non poteva usare le intercettazioni di Mastella prima di chiedere il suo parere o meglio il parere dei suoi amici.
Spero tanto di riuscire a leggere in qualche articolo queste telefonate e poi vediamo chi aveva ragione. VERGOGNA!

De Magistris: nuova azione disciplinare contro pm
Pg Cassazione, commise illecito su intercettazione Mastella
(ANSA) - ROMA, 8 DIC - Nuova azione disciplinare nei confronti del sostituto procuratore di Catanzaro, Luigi De Magistris. Il Pg della Cassazione - con un atto datato 6 dicembre, inviato al Csm - lo ha 'incolpato' per aver acquisito e utilizzato i tabulati delle conversazioni telefoniche del ministro della Giustizia senza la preventiva richiesta di autorizzazione alla Camera di appartenenza, cosi' come previsto dalla legge 'Boato' del 2003.

tricolore ha detto...

ma ragazzi fermatevi un attimo, per una volta il ceppalonico ha ragione ... ho vogliamo dar ragione alla casta omosessuale radical chic sinistrorsa?

Anonimo ha detto...

«Mi sono ripromesso di non commentare. Ma se è così, mi rendo conto che sono a rischio la mia libertà personale e le mie prerogative costituzionali come rappresentante del Parlamento». Così il ministro della Giustizia, Clemente Mastella, risponde in merito all azione disciplinare avviata dal pg della Cassazione nei confronti del pm di Catanzaro Luigi De Magistris per la violazione della legge Boato sulle intercettazioni.

TRADOTTO:

DA MINISTRO DELLA GIUSTIZIA PENSAVO DI POTERMIFARE I CAZZI MIEI (ANCHE ILLEGALI) SENZA CHE NESSUNO MI INTERCETTASSE! ORO SCOPRO CHE É A RISCHIO LA MIA LIBERTÁ ERSONALE...
MA PERCHÉ LURIDO CEPPALONICO PENSI CHE LA TUA LIBERTÁ PERSONALE SIA A RISCHIO? PERCHÉ NON PUOI FOTTERE IL PROSSIMO TUO LIBERAMENTE COMEENSAVI? MI FAI VERAMENTE SCHIFO, SPERO DI VEDERTI INCARCERE AL PIÚ PRESTO!! SE DE MAGISTRIS SI CANDIDA, 3 VOTI DALLA MIA FAMIGLIA CE LI HA SICURI!!

N.P. ha detto...

x tricolore:

Non me la sono sentita di prendere posizione su un tema così delicato. Non ho quindi mai detto che la mossa di mastella sia necessariamente sbagliata. Se vuoi la mia, io concordo abbastanza con il testo del ddl in linea teorica. Nella pratica quando si parla di adozioni per coppie omosessuali sono un po' scettico. Proprio per questo ho proposto due punti di vista diversi nel post. Al di là di questo non si capisce come mai due partiti che su molti argomenti la pensano esattamente all'opposto possano stare nella stessa coalizione.Parlavano di un programma che avrebbe messo d'accordo tutti ma...
Sarebbe interessante sapere come la pensano i nostri lettori al di là dei soliti luoghi comuni contro la Chiesa o contro gli omosessuali.
Saluti

Anonimo ha detto...

Non perdetela!

http://www.corriere.it/politica/07_dicembre_08/mastella_rischio_liberta_e43ec97c-a5a4-11dc-87a0-0003ba99c53b.shtml

anche la foto merita di entrare in galleria!

Poverino, sono a rischio le sue prerogative costituzionali!

Qualcuno glielo spieghi che la Costituzione non gli garantisce di fare i suoi porci comodi e che la Boato si interpreta diversamente.

Ci vuol far credere che dopo "il lavoro sporco" che gli hanno fatto fare non ha chiesto un aiutino ed ora casca dalle nuvole per questo nuovo intervento contro De Magistris?

Anonimo ha detto...

1) LUTTAZZI è molto più avanti. il fatto che possa essere stato censurato e quindi abbia una perdita di danaro (mi riferisco a quell'esserino che più sù ne commentava gli accaduti) è la dimostrazione che non gliene frega niente. e fa bene.
2) complimenti per i post che ci informano di schifezze che altrimenti i giornali ci nascondono volontariamente.
3) la civiltà, la sapienza, la tolleranza, l'umiltà non sono del mondo italiano, o meglio, fanno parte di quasi la metà degli italiani. tutto il resto appartiene ai pensieri ceppalonici e pisconanonici.
4)ho un desiderio: vorrei che simo la vincitrice, possa utilizzare la sua MASTELCARD per trasformare il ceppalonico in un uomo dalla pelle nera, povero, gay, senza dimora, con la moglie che gli fa le corna con caruso dei centri sociali (la trasgressione è trasgressione), un figlio omosessuale e l'altro che si iscrive a "la destra", con in regalo solo un'armonica a bocca per suonare il blues. ti supplico simo.

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con l'anonimo delle 17,30: Luttazzi fa letteralmente schifo, e non fa neppure ridere. Sa solo insultare gente che non puo' replicare e spara solo delle gran cazzate. E' talmente insopportabile che mi sta facendo amare Berlusconi sempre di piu'.

Anonimo ha detto...

Caso-De Magistris, Mastella: "Accuse sconcertanti"
sabato 08 dicembre 2007
Le nuove accuse mosse dal pg della Cassazione al pm di Catanzaro Luigi De Magistris sono "sconcertanti". Accuse che non solo "ledono le mie prerogative costituzionali come parlamentare, ma mortificano e mettono a rischio la mia libertà personale, di cittadino". Il ministro della Giustizia Clemente Mastella, raggiunto telefonicamente, commenta così la nuova iniziativa a carico del magistrato calabrese, stavolta finito sott'inchiesta disciplinare con l'accusa di aver disposto e utilizzato i tabulati delle intercettazioni telefoniche del Guardasigilli senza l'autorizzazione del Senato, come invece prevede la legge. "Sulla vicenda - premette Mastella - mi sono ripromesso di non commentare. Ma se è come leggo dalla stampa, e non dubito che sia così, è un fatto di gravità estrema, che lede le mie prerogative costituzionali di parlamentare, mortifica e mette a rischio la mia libertà di cittadino, personale. Se è così, è sconcertante". (APCOM)

Anonimo ha detto...

Bronzi: nuove verità?
sabato 08 dicembre 2007
Diventa sempre piu' intrigante la vicenda del presunto furto di una lancia, un elmo ed uno scudo appartenuti ai Bronzi di Riace che sarebbero avvenuti al momento del ritrovamento delle statue. Nell'ingarbugliata vicenda ora spunta anche una misteriosa testimone il cui racconto e' stato raccolto da una ricercatore di Vibo Valentia, Giuseppe Bragho', che, in un libro pubblicato l'anno scorso, ha portato alla luce la vicenda della scomparsa dei reperti e, probabilmente, anche di una terza statua. Bragho' ha recentemente ultimato un secondo libro, che sara' pubblicato nei prossimi mesi, nel quale, oltre a riportare le dichiarazioni della testimone, racconta anche di un presunto interesse dei servizi segreti alla scomparsa del materiale. Nel volume ci sono anche altri elementi, che l'autore non ha voluto svelare, che confermerebbero la tesi del furto di alcuni oggetti al momento del ritrovamento dei Bronzi di Riace. Il ricercatore vibonese ha segnalato l'esistenza della testimone ai carabinieri del Nucleo tutela patrimonio artistico della Calabria che stanno indagando sulla scomparsa dei reperti. Il testimone, secondo quanto si e' appreso da Bragho', avrebbe assistito accidentalmente al recupero dei Bronzi ed alla scomparsa di alcuni reperti. ''L'episodio raccontato dalla testimone - ha detto Bragho' all'ANSA - non e' l'unico ad essere avvenuto. Pare che i furti siano stati diversi, e compiuti da piu' persone. La testimone mi ha descritto minuziosamente l'elmo, la lancia e lo scudo che appartenevano ai Bronzi di Riace, materiale che e' sparito e che sicuramente si trova fuori dall'Italia oppure in casa di qualche collezionista. Dopo la denuncia con il primo libro e l'avvio delle indagini dei carabinieri ho ricevuto - dice Bragho' - la visita di due persone che mi hanno chiesto di parlargli degli elementi in mio possesso sul furto. Poi ho saputo che le due persone sono ritenute vicine ai servizi segreti''. Nei mesi scorsi i carabinieri hanno avviato un'indagine ed hanno acquisito da Bragho' una serie di fotografie e documenti dai quali emergerebbero gli elementi che confermano il furto degli oggetti. La documentazione e' stata raccolta nel corso di ricerche compiute nell'archivio storico di Reggio . ''Nel nuovo libro - ha concluso il ricercatore - ci sono molti elementi che confermano il furto degli oggetti. Per ponderati motivi, serbo ancora qualche buona cartuccia. Difficilmente un editore italiano accettera' di pubblicare questo mio nuovo libro. Per buona sorte, dall'estero mi sono giunte alcune proposte che sto vagliando''. (ANSA)


CONTROLLATE LA VILLA DI CEPPALONI,FORSE MASTELLA HA L'ELMO E LA LANCIA DEI BRONZI DI RIACE.
GLI SERVIRANNO PER LA LUNGA BATTAGLIA CONTRO DE MAGISTRIS.

Anonimo ha detto...

Bollette in aumento, la denuncia
di Adusbef-Federconsumatori:
«Cinquanta ero in più a gennaio»


Il 2008 porterà con se un salasso per le famiglie che arriveranno a spendere mediamente 1.360 euro in più all’anno. Gli aumenti sono dovuti ai rincari delle bollette di luce, gas, acqua e rifiuti, ma anche degli alimentari e dei trasporti, come anche delle rate del mutuo. Per questo Adusbef e Federconsumatori auspicano che le misure contenute in Finanziaria come «il cosiddetto Mister Prezzi e la class action, possano servire da deterrente alle speculazioni» e chiedono al governo di essere convocati «così come vengono convocati sindacati e imprenditori, perchè le nostre associazioni - affermano i presidenti Elio Lannutti e Rosario Trefiletti - rappresentano un popolo intero».
Secondo le stime di Adusbef e Federconsumatori oltre ad acqua e rifiuti, che subiranno rispettivamente un incremento compreso tra i 15 e i 20 euro e tra i 25 e i 30 euro, schizzeranno anche le bollette di luce e gas, con rincari rispettivi tra i 40 e i 50 euro e tra i 70 e gli 80 euro. Peseranno sulle spese delle famiglie soprattutto l’aumento dei beni alimentari che viaggeranno tra i 420 e i 440 euro l’anno e quello delle rate del mutuo che arriveranno a un rincaro tra i 500 e i 550 euro annui. Anche i servizi bancari aumenteranno di 25-30 euro nel 2008.

CONTINUANO A MENTIRE DICENDO CHE LE TASSE NON SONO AUMENTATE.
RAGAZZI,STO PREPARANDO LE VALIGIE PER TRASFERIRMI ALLA VILLA CEPPALONI DOVE MI LAVERO' GRATIS,NON PAGHERO'IL MUTUO DELLA MIA CASA,AVRO'RISCALDAMENTI E USO DEL GAS GRATUITO....SOLO I RIFIUTI DOVRO' ABITUARMI A CONVIVERE,PERCHE' MASTELLA PURTROPPO ABITA LI'.
RAGGIUNGETEMI,VI ASPETTO.

Felix

Anonimo ha detto...

Io, il caso Unipol e il giudice Forleo

Caro direttore,

sono rimasto stupito dall'articolo pubblicato sul Corriere della Sera di oggi, annunciato in prima pagina con il titolo «D'Alema accusa la Forleo». Lo stupore nasce dal fatto che — voglio riconoscerlo subito —il Corriere ha informato su questa delicata vicenda in modo equilibrato e corretto e di ciò voglio dare atto. L'articolo in questione tuttavia riferisce in modo parziale ciò che io ho detto nel corso di un dibattito alla Festa dell'Unità di Modena.

Per venire al merito è certamente vero che io ho ripreso e argomentato i rilievi circa il carattere abnorme dell'ordinanza pervenuta al Parlamento dal gip Forleo. Tali rilievi sono d'altro canto presentati in modo esteso e argomentato nella memoria che ho presentato presso la Giunta del Parlamento e di cui diversi giornali hanno riferito. Gli argomenti peraltro non sono dissimili da quelli che con grande rigore Vittorio Grevi ha esposto in un suo commento pubblicato sulle colonne del suo giornale. Nel corso del dibattito ho tuttavia ribadito che considero doverosa e legittima l'azione della magistratura per accertare se vi furono illeciti nel corso del tentativo di scalata alla Bnl, illeciti di cui dovrebbero rispondere le persone che ne fossero riconosciute responsabili.

Ho ribadito inoltre che non intendo e non intendiamo come dirigenti dei Ds ostacolare l'opera della magistratura e che anzi personalmente sono disponibile a chiarire in qualsiasi momento con i magistrati di Milano le circostanze che essi ritenessero utile chiarire. Nell'articolo si torna ad accennare ai miei misteriosi incontri con Vito Bonsignore e al ruolo che avrei avuto in una presunta trattativa. Forse è utile ricordare che Vito Bonsignore ed io ci incontravamo molto spesso e certo non segretamente in quanto deputati europei; ed è del tutto naturale che chiacchierando e commentando ciò che ampiamente i giornali scrivevano in quei giorni egli abbia potuto dirmi di guardare con maggior favore ad una possibile iniziativa italiana rispetto all'offerta di una banca straniera per il futuro della Bnl. Non riesco a vedere in questa chiacchierata né nel fatto che io possa averne riferito agli amministratori di Unipol alcuna oscura trama, né alcun reato.

Massimo D'Alema

Massimo ma pensi che ancora crediamo a Babbo Natale?

Anonimo ha detto...

Il procuratore generale della Corte di Cassazione Mario Delli Priscoli, ha avviato un’azione disciplinare nei confronti del gip Clementina Forleo. Motivo? Il 20 luglio scorso, la Forleo chiese alla Camera di poter utilizzare le intercettazioni telefoniche relative alla vicenda Unipol-BNL (che rientra all’interno della più vasta vicenda ‘Bancopoli’ di due anni fa: scalata BPL ad Antonveneta, Unipol a BNL e Ricucci alla RCS). Le intercettazioni telefoniche riguardano Fiorani (BPL), Ricucci (immobiliarista), Consorte (Unipol) e sei politici: D’Alema (DS), Fassino (DS), La Torre (DS), Grillo (FI), Comincioli (FI) e Cicu (FI). Tre DS e tre di Forza Italia. Bipartisan. Nel 2003 il Parlamento all’unanimità vara la legge Boato. Cosa dice la legge Boato? Semplice: per usare delle intercettazioni telefoniche dove è presente un parlamentare, il giudice deve chiedere il permesso al Parlamento. Se il Parlamento nega tale permesso, il giudice è obbligato a distruggere bobina e trascrizione delle intercettazioni (le prove del reato). Senza le prove del reato, i colpevoli spariscono. Chiaro no? E’ una delle tante leggi ad personam berlusconiane delle quali beneficiano tutti, bipartisan (l’altra è quella che consente al Ministro della Giustizia di trasferire un magistrato che indaga su di lui). Insomma, De Magistris indaga su alcuni parlamentari? Gli si toglie l’inchiesta. La Forleo indaga su alcuni parlamentari? La si obbliga a distruggere le prove. Qualche ex-magistrato oggi parlamentare (Violante) li bacchetta pure in Televisione. Si favoleggia che l’Italia sia uno stato di diritto. Ciò significherebbe che fino a prova contraria (e sono ben 3 i gradi di giudizio: primo grado, appello e cassazione) un imputato sia da considerarsi innocente. Bene. Ma se Mastella-Prodi (Why Not) e Fassino-D’Alema (Unipol-BNL) sono innocenti e sicuri di essere onesti e puri, mi chiedo: perché mai pongono ostacoli alla giustizia?. Il dubbio che abbiano la coscienza sporca viene, no? Dubbio…oddio, per me è quasi una certezza, che ci volete fare? Sono maligno. Del resto il buon vecchio Andreotti diceva: ‘a pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca’. Ecco alcuni stralci delle telefonate incriminate, dove i vari personaggi discutono per accaparrarsi la BNL (che poi è stata acquisita dalla francese BNP Paribas):

5 luglio 2005 Piero Fassino parla con Giovanni Consorte (ex presidente di Unipol), e gli spiega che Luigi Abete (presidente della BNL), vuole vederlo per parlargli:

- Fassino: Gli… gli altri cosa fa? Perchè mi ha chiamato Abete
- Consorte: sì
- Fassino: chiedendomi di vederci, non mi ha spiegato, cioè voglio parlarti, parlarti a voce, a voce, viene tra un po’
- Consorte: uhm
- Fassino: su quel fronte lì cosa succede?
- Consorte: mah, guarda, su quel fronte lì… eh noi con.. però tu… ma questa… eh… non gliela devi dire a lui…
- Fassino: ma io non gli dico niente, voglio sapere, voglio solo avere elementi utili per il colloquio
- Consorte: no, no, no. No, no. Ti sto infatti…
- Fassino: sto abbottonatissimo
- Consorte: eh. No, ma ti dico anche quello che puoi dire e non dire, solo questo
- Fassino: ecco meglio così. Dimmi tu
- Consorte: noi, sostanzialmente con gli spagnoli un accordo l’abbiamo raggiunto
- Fassino: sì
- Consorte: anzi, non sostanzialmente ma di fatto proprio, concreto. Uhm! Naturalmente ci siamo riservati di sentire i nostri organi

La telefonata proseguirebbe su argomenti personali per poi riprendere:

- Fassino: ma sarebbe un accordo che si configurerebbe come?
- Consorte: l’accordo si configura che noi aderiamo alla loro ops…
- Fassino: eh
- Consorte: loro ci danno il controllo di Bnl Vita

La conversazione poco più sotto proseguirebbe:

- Fassino: vi passano a voi le quote di Bnl Vita?
- Consorte: sì

Dopo ancora qualche battuta, la telefonata andrebbe avanti così:

- Consorte: sì, sì e soprattutto ci danno tutti gli assets, quindi otto miliardi di euro che Bnl Vita gestisce, cioè tutta l’azienda proprio, praticamente no? Poi ci danno un altro oggetto…
- Fassino: ehm
- Consorte: che però non si può dire oggi

Ancora più avanti la telefonata proseguirebbe:

- Consorte: e poi d’altra parte il vero problema è che noi non riusciamo a chiudere l’accordo con Caltagirone, questo è il problema vero
- Fassino: qual è il problema?
- Consorte: fa richieste assurde

Il 7 luglio del 2005 Massimo D’Alema interviene in una telefonata tra Nicola La Torre e Gianni Consorte. Consorte spiega a D’Alema che riusciranno ad avere circa il 70% di Bnl:

- D’Alema: va bene. Vai avanti vai!
- Consorte: Massimo noi ce la mettiamo tutta
- D’Alema: facci sognare. Vai!
- Consorte: anche perchè se ce la facciamo abbiamo recuperato un pezzo di storia, Massimo. Perchè la Bnl era nata come banca per il mondo cooperativo.
- D’Alema: e si chiama del Lavoro, quindi possiamo dimenticare?
- Consorte: esatto. È da fare uno sforzo mostruoso ma vale la pena a un anno dalle elezioni
- D’Alema: va bene, vai!

17 luglio del 2005 l’allora numero uno di Unipol Gianni Consorte disse a Piero Fassino, segretario dei Ds:

- Consorte : Abbiamo il 51,8% di Bnl e nell’operazione ho coinvolto 4 banche cooperative che fanno capo a Stefanini

Il 18 luglio 2005 Stefano Ricucci parla al telefono con Nicola Latorre:

- Latorre: Stefano!
- Ricucci: eccolo! Il compagno Ricucci all’appello!
- Latorre: (ride)
- Ricucci: ormai questa mattina a Consorte glielo ho detto: “datemi una tessera perchè io non gliela faccio piu”, eh!
- Latorre: ormai sei diventato un pericolo sovversivo
- Ricucci: e sì, eh!
- Latorre: un pericolo sovversivo, rosso oltretutto
- Ricucci: c’è anche il bollino stamattina!
- Latorre: sì
- Ricucci: ho preso da Unipol io tutto… Ho preso, tutto a posto, abbiamo fatto tutte le operazioni con Unipol quindi…
- Latorre: sì sì
- Ricucci: non ti posso dire niente, eh!

18 luglio 2005. Al telefono il segretario dei Ds Piero Fassino e Giovanni Consorte:

- Consorte: Ciao Piero
- Fassino: E allora siamo padroni di una banca?
- Consorte: È chiusa, sì
- Fassino E alla fine cosa viene fuori? Fammi un po’ il quadro
- Consorte: Alla fine viene fuori che noi abbiamo diciamo quattro banche. Dunque, quattro cooperative.


Maurizio

Anonimo ha detto...

ROMA - Mario Delli Priscoli è il nuovo procuratore generale della Cassazione. Lo ha nominato all'unanimità il plenum del Csm nel corso di una solenne seduta presieduta dal capo dello Stato. Una decisione quasi scontata visto che venti giorni fa la Commissione per gli incarichi direttivi di Palazzo dei marescialli lo aveva proposto compatta per il nuovo incarico.

Originario di Belluno, 72 anni, Delli Priscoli è attualmente il "numero due" della procura generale presso la Suprema Corte, essendo procuratore generale aggiunto. Prende il posto di Francesco Favara, che va in pensione per raggiunti limiti di età (tra cinque giorni compirà 75 anni) e che ha guidato la procura generale della Cassazione per sei anni.

Delli Priscoli ha avuto la meglio su una decina di autorevoli colleghi, tra i quali gli avvocati generali della Cassazione Antonio Siniscalchi, Vitaliano Esposito, Domenico Iannelli, e Giovanni Palombarini, il Pg di Napoli Vincenzo Galgano e il procuratore di Brescia Gianfranco Tarquini. A far pendere il piatto della bilancia dalla sua parte é stato il suo ruolo di "vice" di Favara ricoperto dal settembre del 2004, e in generale la sua lunga esperienza in Cassazione, dove ha ricoperto funzioni sia giudicanti sia requirenti, oltre alla sua più che significativa anzianità professionale (é in magistratura dal 1958).

Scegliendolo come nuovo procuratore generale della Cassazione, il Csm ha stabilito che ai due posti di vertice della Cassazione (quello di Pg e di primo presidente, che resterà senza titolare dal prossimo ottobre, quando Nicola Marvulli andrà in pensione) non si applica la norma introdotta dalla riforma dell'ordinamento giudiziario che esclude chi ha più di 68 anni dagli incarichi direttivi di legittimità. Ma solo la regola stabilita da una circolare dello stesso Consiglio, che il prescelto deve assicurare due anni di permanenza nel nuovo incarico. Un periodo che Delli Priscoli può garantire, visto che può rimanere in servizio sino al compimento dei 75 anni.

Anonimo ha detto...

MILANO — «In Italia non è possibile fare satira libera. Sono sbalordito perché Antonio Campo Dall'Orto (direttore di La7, ndr) ha sospeso il programma senza una spiegazione valida. Mi ha detto che è rimasto colpito da un monologo satirico grottesco che lui ritiene un insulto ma che oggettivamente non lo è, per cui mi aspetto una scusa migliore».

CARO LUTTAZZI L'INSULTO LO HAI FATTO A TUTTI COLORO CHE GUARDANO LA TV, SPERANDO DI DIVERTIRSI E NON DI ASCOLTARE VERGOGNOSE BATTUTE.MIO FIGLIO AMA I PROGRAMMI DEI COMICI,MA HA SOLO 10 ANNI E SENTIRE DIRE CERTE COSE O IMMAGINARNE ALTRE NON CREDO LO ABBIA DIVERTITO MOLTO.
VORREI SAPERE TANTO CHE TIPO DI EDUCAZIONE DARESTI AI TUOI DI FIGLI.
LA LIBERTA' DI ESPRESSIONE NON SIGNIFICA ECCEDERE CON IL LINGUAGGIO.
SE PRIMA ERI UNA VITTIMA DELLA TV, OGGI LE VITTIME SIAMO NOI CHE ABBIAMO SUBITO LE TUE VERGOGNOSE LIBERTA' LINGUISTICHE.
MOLTO PROBABILMENTE L'EPISODIO DELLA VASCA LO AVEVI PRIMA PROVATO CON I TUOI AMICI....MA NON SO SE HA FATTO RIDERE QUALCUNO.
LUTTAZZI......RIPENSACI PRIMA DI RIENTRARE....SEMPRE CHE ADESSO QUALCUNO TI RIDARA' FIDUCIA.

Ci risiamo. Luttazzi sospeso, sa di déjà-vu. I fatti. Nella puntata di Decameron in onda otto giorni fa il comico si chiedeva: «Come si fa a sopportare che Berlusconi dica che era contrario alla guerra in Iraq?». Ecco la soluzione: pensare «a Giuliano Ferrara dentro la vasca da bagno» usato come una latrina (i termini sono irriferibili) da Berlusconi, Dell'Utri e Previti. «La motivazione — continua il comico — è che si tratta di un insulto ma non lo è. Si trattava di un'immagine in una articolata pagina di satira che si lega alla tradizione di Ruzzante e che era collegata ad Abu Ghraib. Un monologo a cui ho lavorato un anno e mezzo».
In sua difesa Sabina Guzzanti: «Non ci posso credere, spero sia solo una sospensione, magari un ammonimento e poi lo rimetteranno in onda». No. Nessun ripensamento. Spiega Campo Dall'Orto: «A Luttazzi abbiamo dato la totale libertà di espressione, ma chi ha una libertà così grande deve avere anche senso di responsabilità. È la filosofia della rete. Ciò che è accaduto riguarda l'uso inappropriato del mezzo televisivo, non la libertà di satira. In quell'intervento ho visto solo insulti personali». Avrebbe preso la stessa decisione se non si fosse trattato di un volto storico della sua rete? «Sì. Il fatto che sia stato preso di mira Ferrara è un'aggravante: mi sento come un allenatore di una supersquadra e applico i principi che ho imparato da piccolo, se insulti un tuo compagno non giochi».
Posizioni inconciliabili, conferma Dall'Orto: «Luttazzi ritiene che sia satira grottesca, per me non lo è. Rimane tra i comici più bravi, ma il suo è un errore inaccettabile, che va contro la nostra filosofia: uso responsabile della totale libertà che uno ha». Non bastasse, anche due gialli. Il cdr del TgLa7 ha denunciato che «con un incomprensibile e arrogante atto censorio il vicedirettore ha deciso di non inserire la notizia nell'edizione notturna». Una presa di posizione che non è piaciuta al direttore Piroso: nessun commento ufficiale, ma in una mail al cdr ha chiarito che, in attesa di una verifica sull'accaduto, sospettare che la direzione del TgLa7 pratichi la censura, tanto più su un documento ufficiale dell'azienda, è surreale. Secondo giallo: la decisione è stata presa sulla testa di Ferrara, assicura dall'Orto: «Non ci siamo mai sentiti, non so nemmeno se si sia offeso oppure no». Si concede una battuta: «Ha le spalle larghe». In realtà anche le gambe lunghe: la gag di Luttazzi non è affatto piaciuta al direttore del Foglio che avrebbe minacciato di andarsene. E come in un incontro di boxe impari il peso massimo ha messo k.o. il peso piuma.

Renato Franco

mattia ha detto...

Premetto che non sono gay.
Come la penso?
Penso che il nostro buon Gesù(non quello cattivo della chiesa cattolica)
dice di amare il prossimo,
addirittura il nemico.
Essere omossessuali viene associato a depravazione,travestimenti,malattie sessuali,aids.
Questo si che è stereotipo e luogo comune!!!!!!!!
Sulla chiesa cattolica non ci sono luoghi comuni,
ma verità taciute colpevolmente.
Ora,cercare di difendere i diritti di TUTTI è DOVERE di uno stato che voglia ritenersi tale.
Le coppie gay che ne hanno i requisiti hanno diritto di adottare figli come le coppie etero.Chi può e ha diritto di giudicare chi ha i requisiti morali per adozioni??
Chi ha diritto di giudicare se io e mia mogli abbiamo i requisiti morali per avere figli,
se fini e la sua convivente hanno i requisiti,
se totti e ilary hanno i requisiti,
se i poveri e disgraziati hanno i requisiti,
se le coppie che non si amano ma si sono sposati lo stesso hanno i requisiti,
se clEMENTE e sua moglie hanno i requisiti.
Secondo me se due omosessuali si amano,
conducono una vita normale,
hanno i "requisiti" richiesti dalle leggi sulle adozioni
hanno più "diritto" di avere figli
che mastella e la sua mogliettina
che trasmettono ai loro figli valori moltooo discutibili.


Ci sono le leggi,usiamole senza discriminare i gay!!!!

Anonimo ha detto...

mastella, suona il blues.

Anonimo ha detto...

Simo, pensi solo a te stessa.

Anonimo ha detto...

vogliamo un'altro concorso!

Valerio ha detto...

Quoto Mattia!
Gli etero si e i gay no...
E i neri?
E quelli con i capelli castani?
E i mafiosi!!!!
Una coppia uomo-donna con implicazioni in mafia, o di cui uno pedofilo, o violenti hanno più diritti di me e il mio uomo, che viviamo secondo il valore dell'ugualianza e con un forte senso della giustizia, di adottare e crescere un figlio?
Oltretutto, le coppie omosessuali potrebbero essere una risorsa per alleviare le pene di bambini costretti in orfanotrofi che LA MAGGIORANZA delle coppie etero non vogliono adottare xkè sono ragazzi con PROBLEMI!

Anonimo ha detto...

X TUTTI i BENPENSANTI(con FIGLI e NON)che AMANO vedere Luttazzi e altri comici SATIRICI in TV, ma poi PENSANO al LORO KULO e NON a DIFENDERE la LIBERTA' di ESPRESSIONE(il telecomando sennò cosa lo hanno iNVENTATO da fare?!).
http://www.la7.it/news/dettaglio_video.asp?id_video=6586&cat=spettacolo

LA7 SOSPENDE LA TRASMISSIONE "DECAMERON" DI LUTTAZZI

http://www.danieleluttazzi.it/

Fahrenheit
Stasera è successo un fatto gravissimo: per motivi legali ( nessuna comunicazione ufficiale della sospensione del programma ) io e Franza Di Rosa abbiamo completato al montaggio la puntata n.6 che doveva andare in onda. Verso le 20, dei funzionari di La7 sono entrati in sala montaggio per impedire fisicamente che proseguissimo. Hanno occupato la stanza, hanno intimato al tecnico di sospendere ( senza averne titolo ), uno di loro si è seduto al mio posto alla consolle e non se ne andava, sfidandoci. Ho telefonato all'avvocato: stavano commettendo un reato ( violenza privata ) e potevo chiamare la polizia. A quel punto sono usciti. Poi, quando ho finito e me ne sono andato, uno di loro è entrato per CANCELLARE TUTTO IL GIRATO di Decameron, passato e futuro. Spero non l'abbiano fatto.

By Daniele Luttazzi at 9 Dic 2007

Commenti:
ancora una volta la CENSURA colpisce Daniele Luttazzi mentre si apprestava a registrare la sesta puntata del suo show DEMAMERON. Tema della serata:il commento SATIRICO all'ultima enciclica papale di papa RATZY, il NAZI sopravissuto alla SHOA che "suona Beethoven con un pastore tedesco tra le gambe"mentre predica il VANGELO. La CENSURA esercitata da LA7 si è attivata preventivamente questa volta, addossando su Daniele l'accusa di VILIPENDIO verso un loro collaboratore, il PANZONE PUZZOLENTE INCANCRENITO Giuliano Ferrara(la BATTUTA su Ferrara era ARCINOTA al pubblico che segue Daniele nei teatri .. e FERRARA non si era MAI RISENTITO o OFFESO o manifestato in alcun modo il suo DISAPPUNTO fino allora). Ma in realtà non si voleva affatto difendere l'ONORABILITA' di Ferrara(INDIFENDIBILE), quanto interrompere la LIBERTA' di ESPRESSIONE(anche quella di SATIRA)e di INFORMAZIONE che Daniele Luttazzi stava regalando al SUO PUBBLICO TELEVISIVO(share con PUNTE di 2.7 MILIONI di ascoltatori il Sabato sera su LA7 .. roba da NON CREDERE per la PICCOLA EMITTENTE!!)a CASA .. GRATUITAMENTE, PUNTATA dopo PUNTATA. Troppo SCOMODO e PERICOLOSO per i POTERI(che POSSIEDONO il MEDIA LA7)lasciare che Daniele avesse un SEGUITO .. troppi EQUILIBRI PUBBLICITARI ne verrebbero SCONVOLTI se non addirittura DANNEGGIATI!! Eppoi il PAPA è il PAPA .. 2000 anni che mangiano su una credenza popolare fatta ISTITUZIONE .. MAI guai poterla mettere in DISCUSSIONE .. vero DIREZIONE di LA7?!

ANDATE, REGISTRATEVI al sito di LA7 e DITE la VOSTRA sulla CENSURA PREVENTIVA!!

Anonimo ha detto...

voglio mastella nero e che suona il blues!!!!!
lovogliolovogliolovoglio.

aaaale ha detto...

x Mattia delle 11.06
caro Mattia a mio parere dicendo che i gay, nell'adozione, hanno gli stessi diritti delle coppie che in natura potrebbero riprudursi, hai affermato una cosa grave;
L'adottato, avendo due genitori dello stesso sesso, secondo te crescerebbe in modo naturale ed armonico? o a sua volta sarebbe gay per induzione e simpatia ? che tu sappia esiste una casistica ? non correremmo il rischio di di far allevare consapevolmente dei nuovi gay

Anonimo ha detto...

La Mafia, La Camorra,
La drangheta, La sacra Corona unita e chi più ne ha ne metta,regnano sovrani in italia ed hanno come loro collaboratori molti importanti politici italiani, dipendenti non del popolo ma sostenuti dalle divese mafie.

ceciliametelladalmatica ha detto...

iO PENSO SOLO CHE I CITTADINI SONO TUTTI UGUALI E GLI OMOFOBI NON SONO NE CREDENTI NE DIFENSORI DELLA FAMIGLIA MA SOLO RAZZISTI!
e PER RISPONDERE A CHI DICEVA..DA FAMIGLIE GAY NASCONO FIGLI GAY VORREI DIRE CHE IO MI PREOCCUPEREI SE NASCONO ALTRI mastella.
VORREI ANCHE RICORDARE CHE L OMOFOBIA HA PORTATO PIU DI QUALCUNO A MORIRE CON UN TRIANGOLO ROSA AL BRACCIO..
CHIUDO QUA PERCHE' IL RAZZISMO IN TUTTE LE SUE FORME MI STOMACA...
e AGGIUNGO PER QUELLA SCEMA DELLA BINDI CHE DISSE CHE PER I BAMBINI E MEGLIO FARE LA FAME IN AFRICA CHE AVERE UNA FAMIGLIA GAY CHE SE VUOLE PUO VENIRE CON ME IN KENYA A TOGLIERE I PIDOCCHI DALLE TESTE DEI BAMBINI E CURARLI PERCHE' PER LA FAME HANNO MANGIATO LA TERRA, COSI POI POTRA' PARLARE CON COGNIZIONE DI CAUSA..
IO NON SO PERCHE' L OMOSSESSUALITA' SIA UN PROBLEMA PER TANTA GENTE...COSA PENSANO CHE GLI VENGA RUBATO?
nON SO..NON ME LO SPIEGO..
MA SIAMO TUTTI UGUALI...DI FRONTE ALLA LEGGE E DI FRONTE A GESU' CRISTO (LETTERA DI SAN PAOLO AI GALATI...)

ceciliametelladalmatica ha detto...

Scusa Simo, l argomento mi ha preso...tante congratulazioni per la meritatissima vittoria!!!!

rocco ha detto...

Anonimo 13.31 ha detto:
voglio mastella nero e che suona il blues!!!!!

Io invece vorrei il cane bastardino che suona il blues ed il suo padrone mastellone che chiede la carita'.
Uuaauuuuu.

ale ha detto...

cara Cecilia,
forse per la foga di rispondere non hai letto bene;
quello che per te è un'affermazione, per me era solo una domanda per rilanciare un argomento che, ho notato, ha sempre delle chiusure nette tra i pro ed i contro.
Anzichè rispondere con argomenti vedo che il tutto si riduce in facili e superficiali accusa di razzismo, fascista, comunista ecc.
E' improprio affermare, senza casistica, che il figli adottati da gay sarebbero gay come è improprio dire il contrario.
Per mastella sento un SANO odore di MORTE POLITICA (con la speranza che a nessuno venga in mente di
utilizzare le sue cellule per clonarlo);

ceciliametelladalmatica ha detto...

Ale se non era questa la tua intenzione mi scuso..ma quelle che tu chiami accuse io li trovo argomenti validi..anche perchè la mia risposta si riduce poi fondamentalmente a dire che davanti alla legge siamo tutti uguali...e che il razzismo si manifesta sotto molti aspetti..francamente non capisco cosa c entri la norma che vogliono stralciare con matrimonio o adozioni gay...è una norma contro l omofobia e basta..per non discriminare...
Facci caso..quando qualcuno difende i gay la prima cosa che dice è "Io non sono gay..pero'..." il razzismo è una cosa latente e strisciante...e per inciso...come dicevano nel mitico In & Out...se si discriminano i gay...allora...IO SONO GAY!!!!

ceciliametelladalmatica ha detto...

Ale se non era questa la tua intenzione mi scuso..ma quelle che tu chiami accuse io li trovo argomenti validi..anche perchè la mia risposta si riduce poi fondamentalmente a dire che davanti alla legge siamo tutti uguali...e che il razzismo si manifesta sotto molti aspetti..francamente non capisco cosa c entri la norma che vogliono stralciare con matrimonio o adozioni gay...è una norma contro l omofobia e basta..per non discriminare...
Facci caso..quando qualcuno difende i gay la prima cosa che dice è "Io non sono gay..pero'..." il razzismo è una cosa latente e strisciante...e per inciso...come dicevano nel mitico In & Out...se si discriminano i gay...allora...IO SONO GAY!!!!

Anonimo ha detto...

NON MI RIESCE DI POSTARE QUESTO SEMPLICE MESSAGGIO SUL BLOG DI GRILLO .. NON PASSA PER VIA DEL MIO NOME E COGNOME(CENSURA PREVENTIVA?).
VISTA LA COMUNE NATURA DEL GESTORE DI QUESTI 2 BLOG LA COSA NON MI STUPISCE PIU' DI TANTO .. RINGRAZIO FIN DA ORA CHI VORRA' AIUTARMI A RENDERLO PUBBLICO.
UOMO LIBERO .. CENSURATO

Caro Beppe,
come nel recente passato in Italia vige ancora la CENSURA. Il caso Luttazzi-LA7 ne è un SEGNO evidente. Ti chiedo(anche se Luttazzi ti ha criticato e giudicato un populista e NOI bloggers dei fessi a seguirti)di dedicare alla CENSURA nei suoi CONFRONTI un POST di SOSTEGNO! Così facesti con Piero Ricca ai tempi della QUERELA del SERVO dello PSICONANO e del conseguente blocco del suo blog, anche a seguito di quanto Piero stesso postò nei tuoi confronti( http://www.pieroricca.org/2007/03/23/beppe-grillo-visto-da-vicino/ ). Screzi, incomprensioni e un pò di SANA RIVALITA' tra artisti quali VOI siete ci possono stare, ma qui è ancora una volta in discussione la LIBERTA' di ESPRESSIONE(Art. 21 della Costituzione Repubblicana). Ti sarò sempre grato se vorrai mettere in secondo piano le "eventuali" questioni personali e saprai capire l'importanza della cosa .. sono certo che Daniele Luttazzi ne capirebbe lo SPIRITO e sopratutto ne apprezzerebbe la LEATA' alla comune CAUSA.
AVANTI così M.Moore dei poveri italiani

AMARO LUCANO ha detto...

Del plenum del CSM che ha promosso a pieni voti il PG Delli Priscoli di cui parla l'anonimo delle 0.05 faceva parte - ora e' senatore della Repubblica - uno dei tanti indagati in "Toghe Lucane", indagato proprio per aver piegato le proprie delicate funzioni di componente del CSM agli interessi del presunto comitato d'affari che controlla la Basilicata, per di piu' compaesano e sodale di un potente sottosegretario di stato, anche lui indagato nella stessa inchiesta, amicone di D'Alema, Latorre e compani.
Nulla avviene mai per caso : e' una legge di natura!

DATORE DI LAVORO ha detto...

Da non perdere!

http://www.la-politica.net/partiti/dalema.htm

Sul personaggio, e sulle due alternative del bivio indicato, io voterei la seconda.....

Apriamo una votazione!

Anonimo ha detto...

spakkategli i denti, dopo suonerà l'hard rock.

Anonimo ha detto...

la seconda! senza dubbio alcuno. speriamo ci ascolti!

tommi ha detto...

se nopn c'è spazio per l'interpretazione, non interpretiamo. non è più tollerabile una persona del genere. non solo dovrebbe lasciare la sinistra. dovrebbe lasciare la politica!
http://tommids.blogspot.com
tommi

EmaG ha detto...

Buongiorno a tutti e complimenti a Simo per la vittoria!!!
1) c'è già una legge che dice che tutti i cittadini sono uguali e hanno gli stessi diritti, nonostante anche le preferenze sessuali. E' nella costituzione e basterebbe applicarla, punendo le discriminazioni sessuali alla pari di quelle razziali o religiose;
2) la satira non ha ragione d'esistere, se non colpisce i potenti. Poi, i gusti son gusti, ma fare tanto casino per due parolacce dette da Luttazzi, quando sono anni che Boldi e DeSica sbancano i botteghini con scoregge, pernacchie e le due tette di turno... dai, un po' di coerenza...
3) spero che DeMagistris non perda mai il suo spirito combattivo, nel caso sono disponibile a regalargli il mio. FORZA DEMAGISTRIS, NON TI ARRENDERE!!!!!!!!!!

PS: grazie per aver pubblicato il mio Don clEMENTE, bacio le mani!!!! Appena ho un altro buco lavorativo mi sbizzarrisco...

EmaG ha detto...

Buongiorno a tutti e complimenti a Simo per la vittoria!!!
1) c'è già una legge che dice che tutti i cittadini sono uguali e hanno gli stessi diritti, nonostante anche le preferenze sessuali. E' nella costituzione e basterebbe applicarla, punendo le discriminazioni sessuali alla pari di quelle razziali o religiose;
2) la satira non ha ragione d'esistere, se non colpisce i potenti. Poi, i gusti son gusti, ma fare tanto casino per due parolacce dette da Luttazzi, quando sono anni che Boldi e DeSica sbancano i botteghini con scoregge, pernacchie e le due tette di turno... dai, un po' di coerenza...
3) spero che DeMagistris non perda mai il suo spirito combattivo, nel caso sono disponibile a regalargli il mio. FORZA DEMAGISTRIS, NON TI ARRENDERE!!!!!!!!!!

PS: grazie per aver pubblicato il mio Don clEMENTE, bacio le mani!!!! Appena ho un altro buco lavorativo mi sbizzarrisco...

EmaG ha detto...

Chiedo scusa per il doppio invio..

mattia ha detto...

Il discorso,Ale,rigurderebbe varie tipologie di famiglie.
Tutto sta ad aprire la mente,invece che chiuderla.
I figli che crescono in famiglie come quella di clEMENTE diventeranno come lui??
I figli che crescono con genitori che non si amano non ameranno mai??
I figli che crescono con genitori operai saranno operai??
I figli che crescono senza padre non saranno mai padri??
I figli che crescono con genitori fascisti saranno fascisti???
I figli che crescono con genitori atei saranno credenti???
I figli che crescono con genitori sordomuti saranno sordomuti??
I figli che crescono con genitori psicolabili saranno psicolabili??
I figli che crescono con padre milanista e madre interista saranno juventini??
E comunque essere omosessuale non è assolutamente una cosa sbagliata.
Se si discriminano i gay,allora IO SONO GAY!!(grazie ceci)

Federico ha detto...

ROMA - Ha rischiato il carcere, ma per ora è agli arresti domiciliari. L'ex sottosegretario alla difesa Marco Verzaschi (Udeur), che nei giorni scorsi aveva rassegnato le dimissioni, è agli arresti domiciliari in relazione ad un'inchiesta della procura di Roma che lo vede coinvolto nella sua qualità di ex assessore regionale alla sanità.

Aridaje, e un altro amicone del clEMENTE con le mani nella marmellata! tra un po' non dobbiamo piú preoccuparci dell'UDEUR, saranno tutti dietro le sbarre. Sí clEMENTE, anche tu!

tricolore ha detto...

forse siamo un pò fuori tema ma il discorso è interessante.
Un bambino DEVE avere un padre (maschio) e una madre (femmina). Scusate, voi come siete cresciuti?
Un bambino che cresca con due padri o due madri come credete che possa venir su?
Secondo me ci vuole un pò di buonsenso e basta. A me non piacciono gli omosessuali, anzi per dire tutto mi fanno un pò schifo, però uno può fare quello che vuole per quanto riguarda le preferenze sessuali. Per cui se due uomini vogliono stare insieme e fare sesso insieme è un fatto che riguarda solo loro, ripeto a me fa un pò schifo ma è un'opinione e loro devono essere liberi di sodomizzarsi quanto vogliono. Però ad un bambino bisogna dare qualcosa di meglio e di normale.

EmaG ha detto...

E' il solito discorso, tricolore. Allora vietiamo a coppie bianche di adottare bambini di colore (e viceversa), ai cinesi di adottare un europeo (e viceversa) ecc ecc...
Un bambino che cresce orfano di padre o di madre, non è obbligatorio che "venga su" male..
Un bambino "viene su" in base ai principi ai quali viene educato. Indipendentemente dall'educatore!! Gli educatori possono anche essere padre e madre etero, ma se gli insegnano che uccidere la gente per strada è giusto, sto qua esce e va in giro a uccidere la gente per strada. Se gli educatori sono papà e il suo amico, e gli insegnano che la gente è libera di fare le proprie scelte, anche sessuali, l'importante è rispettare gli altri, sto qua esce e rispetta gli altri!!
La paura generalizzata è, secondo me, che gli educatori papà e amico (o mamma e amica, per carità) gli insegnino ad odiare gli altri perché sono stati odiati a loro volta, ma questo perché molte persone hanno un'idea sbagliata della tolleranza.
Sicuramente un bambino con due papà (o due mamme) potrà avere difficoltà con gli altri bambini, ma questo perché gli altri genitori danno gli "input" sbagliati ai loro figli..
La mia opinione è che i bambini sono un po' come dei computer appena formattati: se gli dai gli input giusti da subito (quelle che io definisco basi), i programmi gireranno meglio.
Senza contare che c'è una grave discriminazione di base: perché gli omo che si sposano per nascondere i loro veri gusti possono avere ed educare figli, mentre gli omo che lo dicono chiaramente no????

Luttazzi un comico? ma mi facci il piacere! ha detto...

..pissipissibaubau a tutti.....
...tanto per ricordare, le sferzate del presunto comico Luttazzi erano solo dei volgari soliloqui, e vale forse ricordare -fra quanto il segaligno pronunciava- la affermazione: "mentre mi incu.avo la Santanchè" ? Se per voi questa è comicità, io allora o son fesso, od ho sbagliato mondo..

Viva la libertà di espressione, si, ma a tutto c'è un limite.

Se ad ognuno và d dire quel che cavolo gli pare, beh, Hyde Park Corner esiste ancora: chiunque vi ci può andare e parlare.. ..vien da sé, comunque, che se si esagera, credo che la Police non stia solo a scaldarsi i piedi camminando negli scarpotti d'ordinanza..

Simo ha detto...

Buongiorno a tutti,
intanto ringrazio i bloggers per la vittoria al Censura Contest.
La prima operazione che farò con la mia nuova MastelCard platinum sarà di assumere un traduttore simultaneo con CV di tutto rispetto (come minimo deve venirmi da anni e anni di esperienza al parlamento europeo!) per interpretare tutte le stronzate che escono dalla bocca del nostro adorato, perché quando clEMENTE ha voglia di ventilare una crisi di governo (cioè ogni 12 ore) le sue minacce proprio non le capisco. Sarò tarda, cosa volete che vi dica...

Secondo poi, sono completamente d'accordo con Emag quando dice che basta applicare la Costituzione, che dice che TUTTI i cittadini sono uguali di fronte alla legge, a meno che qualcuno non mi dimostri che i gay hanno meno diritti degli etero perché pagano il 50% in meno di tasse.
Mi sembra che ai nostri cari membri della Casta i soldi delle tasse dei gay non facciano proprio schifo giusto? Non sono soldi di II° categoria, giusto? E quindi perché considerarli cittadini di II° categoria???

Poi vorrei rispondere alla prima domanda "retorica" di Mattia: i figli di clEMENTE saranno come lui se non peggio di lui. Guardate il cornuto Pellegrino, i pieni del Cayenne a nostre spese, il "posto" al Ministero per scaldare la sedia dal mattino alla sera sempre a nostre spese: se avesse avuto un po' di dignità si sarebbe scelto un'altra carriera, ci sono tante possibilità, dal bidello al direttore d'orchestra, perché proprio la politica?????

Baci a tutti e buona giornata.

caterpillar ha detto...

x Federico:

Ti sbagli, nessuno di loro finira' dietro le sbarre e se ci finiscono sia danno malati ed escono. Ti ricordano nulla i vari De Lorenzo? Poverini prima fanno le malefatte e quando sono in carcere stanno male perche' non sono abituati.

x i GAy:

non so bene quali siano le argomentazioni del DDL. A me dei gay non mi frega nulla, anzi piu' gay ci sono, piu' donne libere ci sono. Il problema sono le lesbiche, io spero sempre siano almeno bisex. Mi dispiace CEci, ma io non diro' mai "io sono gay", conosco dei gay e penso che loro siano liberi di pensarla come vogliono. Il discorso di Tricolore sulla "casta omosessuale radical chic sinistrorsa" non e' tutto sballato. Questa pseudo-casta esiste, forse e' solo un'autodifesa per un gruppo discriminato, o forse e' qualcosa di piu'. Alcuni giorni fa un padre a Monza ha ammazzato suo figlio al termine di una lite. Il figlio era gay, e cosi' sono iniziate le manifestazioni dell'Arcigay anche se la morte del ragazzo non era da imputare alla sua tendenza omosessuale, ma a sperpero di denaro, fancazzismo e vita sregolata. Un padre puo' accettare o meno che un figlio sia gay, ma non credo arrivi ad ucciderlo. E ci sono innumerevoli altri casi.

comunque disquisite pure su questo argomento che a me non interessa un granche'. Preferisco pensare alla Simo e alla sua MastelCard Platinum. Ciccetta cosa mi regali per NAtale?

ciao caterpillar

Ale ha detto...

Essere gay non è una scelta e quindi non può essere una colpa!
Scelta consapevole è sicuramente quella di esternare la propria condizione di gay con annessa pretesa di voler imporre a tutti i costi il pensiero che essere gay è normale condizione di appartenenza ad un "terzo" sesso.
I primi a creare le condizioni alla discriminazione dei gay sono quelli che tra loro si esibiscono, si baciano, si prostituiscono per strada (e qui capisco lo schifo di tricolore), che vogliono sposarsi per avere pari diritti delle coppie etero e tra questi anche il diritto all'adozione!
I figli, in natura, che Cecilia conosce ed ama, nascono e crescono con genitori naturali M&F.
Non riconoscere la dignità di persona umana non solo ai gay , ma anche a bambini, ad anziani, ai disagiati in senso lato, è sicuramente un crimine che la nostra costituzione prevede.

DOMANDA:

Affidando un bambino a due genitori gay siamo sicuri che facciamo la cosa migliore..... per il bambino ?

Eros ha detto...

Ciccetto, ciccetta, te lo dò, me la dai, bel blog, ma forse è un "Meetic" ? Mi sa che ho sbagliato pagina.

Anonimo ha detto...

Eros perche' non torni nel cartone animato Pollon?

EmaG ha detto...

E' vero, ale, che i bimbi in natura nascono da genitori m&f. Ripropongo allora un caso: un ragazzo si scopre gay, ha paura di dirlo agli amici, familiari, colleghi ecc ecc.. Per nascondere la cosa si sposa, e mette incinta la moglie (a luce spenta e pensando ad altro, magari). E' giusto che quest'uomo faccia nascere ed educhi il proprio figlio? E se uno scopre di essere gay dopo che ha già avuto figli? (l'esempio riguarda un uomo, ma vale anche per le donne).
Il problema è molto ma molto più ampio. Probabilmente vietare a tutti un certo comportamento è un modo veloce per cercare di risolverlo, ma secondo me non è quello giusto.
In merito a Verzaschi: clEMENTE, clEMENTE, ma si fa così con gli amici? L'hai proprio abbandonato, poverino.... Non un trasferimento degli inquirenti, nemmeno una contestazione sulle prove acquisite.... Che mezz'amico....

Simo ha detto...

Grande anomino delle 12.20 mi hai tolto le parole di bocca...!
Ma cos'hai Eros, sei geloso? Forse sei tu che hai sbagliato blog...

Ciccetti Cat, per Natale ti regalo il calzino di cachemere pieno di torroncini! Ah, e poi per difenderti dal freddo londinese anche una sciarpetta viola Mastellone-style.
Cat ciccetti cucci cucci gnippi gnappi, mi consigli un ristorante dopo teatro a Londra vicino a Haymarket?

BILEMAN MIRKO VERONA ha detto...

E' il cane che si morde la coda.
Impossibile per un bambino figlio di genitori gay crescere in totale armonia, poichè per molti l'omosessualità è un disturbo.
Bisognerebbe eliminare (in senso buono) quelli che pensano che l'omosessualità sia un disturbo e poi far partire l'esperimento "adozioni gay", per vedere come reagiscono i bambini agli stimoli interni (cioè della famiglia) e a quelli esterni.
Ma finchè ci sarà discriminazione per me sarà difficile che un bambino cresca bene. Non per colpa dei genitori, ma per colpa della società, che non è pronta.
Ci sono bellissimi film a riguardo:
"Boys don't cry", "Women" e "Philadelphia" che ritraggono la società omofoba americana.E se sono così gli americani, che sono molto più liberali di noi, figurati in Italia cosa succederebbe...
NON SIAMO PRONTI.
E FORSE MAI LO SAREMO.

Comunque è solo un opinione.Pieno rispetto per chi la pensa diversamente.

piripicchio ha detto...

x eros...tupido

commento interessante !
è come se uno str.nzo dicesse in che me.da son caduto!
bravo! bravo ! bravo !

caterpillar ha detto...

Alle 12.20 ho scritto un po' di fretta e non mi son firmato.

Cicci per andare ad Haymarket scendi a Piccadilly Circus e li c'e' una sfilza di ristoranti. Italiani,cinesi, giapponesi, africani etc. Dipende dai tuoi gusti.

ciao caterpillar

ale ha detto...

X emag
io, da etero, spero che le tendenze sessualmente dei miei figli saranno come le mie.

DOMANDA:

se io fossi gay cosa spererei per i miei figli ?
per capire sarebbe utile una risposta da persona che vive questa condizione.

ANONIMO PREOCCUPATO ha detto...

Ecco cosa dice Sonia : per lei, come per tutti noi, vale veramente la pena!

http://www.ammazzatecitutti.org/editoriale/appello-per-il-pm-luigi-de-magistris-andiamo-a-roma-il-17-dicem-4.php

Simo ha detto...

Cat non voglio trappoloni per turisti, ma un ristorante o pub dove si mangi bene che faccia dopo teatro in zona Haymarket.
Prediligo giapponesi, greci e thai (italiani no per carità!), ma non mi dispiacerebbe un bel British dove scofanarmi un shepherd's pie ben fatto.
Mi aiuti?

P.S. SPO e N.P. scusate l'uso privato del blog... vorrete perdonarmi dopo avermi concesso l'onore della MastelCard?????

tricolore ha detto...

x emag
fai attenzione a non mischiare le cose: in natura un bambino nasce da un uomo e da una donna, non da due uomini (o due donne). E' questo il modello "normale" di famiglia che bisogna dargli ... poi lo ripeto, nel tuo privato puoi farti sodomizzare quanto vuoi, ma rispetta il diritto dei deboli, dei bambini, di crescere secondo il modello NORMALE.

Anonimo ha detto...

ANCHE GENCHI COMPRATO DA MASTELLA.GUARDA UN PO' CHE SI ERA SBAGLIATO PROPRIO QUANDO DE MAGISTRIS E' STATO LASCIATO SOLO ED OGGI SUPERINDAGATO!

Why not, Genchi:"nessuna utenza a nome di Mastella"
domenica 09 dicembre 2007
''Io non ho mai trovato un'utenza intestata al senatore Mastella, a nome suo''. A dirlo, in un'intervista al Giornale Radio Rai andata in onda sul Gr1 e sul Gr2, e' stato Gioacchinio Genchi, consulente del pm di Catanzaro Luigi De Magistris nell'inchiesta Why Not, dopo che il Pg della Cassazione ha ''incolpato'' il pm per aver acquisito e utilizzato i tabulati delle conversazioni telefoniche del Ministro della Giustizia senza la preventiva richiesta di autorizzazione alla Camera di appartenenza. ''Ma, guardi, forse - ha detto Genchi al Gr che ha diffuso il testo - la precedente azione non bastava. Ne hanno fatta un'altra. Non entro nel merito. Tutte le volte che io ho rilevato un'utenza in uso ad un parlamentare, ho scritto nelle mie relazioni che era necessario chiedere al Parlamento le prescritte autorizzazioni. Questo risulta agli atti, anche di atti che sono stati pubblicati integralmente sui giornali. Io non ho mai trovato un'utenza intestata al senatore Mastella, a nome suo''. (ANSA).

caterpillar ha detto...

Simo, ma quando vieni a London? Spero di esserci, ma in genere se io torno a Milano tu vieni a Londra. Fai di tutto per evitarmi!!

L'unico Thai che conosco e' il Thai Square Hanover Square a Princes Street vicino a Oxford street. Ma non e' vicinissimo a Piccadilly.

Senno' se ti piace la cucina inglese c'e' il Glassblower che e' un pub in Brewery street alla biforcazione con Glassblower street se percorri Regent street.
In quella zona non conosco un granche'. E' una zona molto turistica e sai a cosa vai incontro.

caterpillar

prodiromano ha detto...

questo blog sta diventando sempre + un covo di razzisti xenofobi e omofobi!
tricolore vergognati!

Anonimo ha detto...

E bravo Mastellonzo, Crozza ha dichiarato ieri sera che dopo la puntata di "ballarò" tu hai telefonato alla regione liguria raccomandandoti di isolare Crozza.
Non perdi occasione per farti riconoscere da verme quale sei.
tieniti pure la tua poltrona attaccata al culo i tuoi dollaroni la tua mogliettona e i tuoi figlioloni (chissà cosa pensano di te)
Non ti rispetto neppure come politico, perchè tu di politico non hai neppure l'unghia del piede.

N.P. ha detto...

x tutti:

Prodiromano questo blog non è un covo di nessun tipo. Il vero problema è che in Italia non si riesce più a portare avanti un discorso politico senza arrivare agli insulti, oppure come fai tu, a sminuire gli altri utenti perchè non la pensano come te. IL BLOG SPESSO OFFRE SPUNTI DI RIFLESSIONE PER INTAVOLARE UN DIBATTITO. Sta poi all'intelligenza di ciascuno raccogliere l'invito. Noi comunque non ci arrendiamo nella speranza che lo spazio commenti non diventi un mero loco di copia e incolla ma una fabbrica di idee dove ognuno possa confrontarsi in maniera civile.
Non abbiassiamoci al livello dei politici!
Ripongo in voi la mia speranza.
Saluti

caterpillar ha detto...

Un commento sull'avatar di EmanuelaG:

la sciarpa violava bene, ma hai dato poco risalto ai calzini. Ahi ahi Ahi Ema!!!

caterpillar

Anonimo ha detto...

secondo me mastella è omosessuale ma si vergogna di dirlo per cui dice che è contro i gay

EmaG ha detto...

X Caterpiller: hai ragione, ma mi giustifico dicendo che le opzioni a disposizione del programma utilizzato non permettevano tanto di giocare coi calzettoni... Nella mia prossima creazione ci farò più attenzione..
x tricolore: hai perfettamente ragione, la natura fa nascere i bambini così (ci sono esempi in natura in cui maschi diventano femmine per garantire la sopravvivenza della specie, come alcuni anfibi, ma non è questo il caso). Ma la natura non parla di famiglia. Parla di sopravvivenza della specie. La famiglia madre-padre-prole è tipica della nostra cultura, ma non è la definizione universalmente riconosciuta (in certe culture una famiglia è fatta da un padre e più madri, nelle culture matriarcali era il contrario ecc ecc). Il mio ragionamento si basava sulla possibilità di educare non in base a una singola cultura (quella italiana con radici cristiane) ma dando le basi per accettare più culture... Ma pensandoci bene, credo che abbia ragione Mirko: non siamo pronti, e forse mai lo saremo.

eros ha detto...

x piripicchio caterpiglialo...

stronzo, è quello che vedi ogni mattina quando osi guardarti allo specchio

tranquillo, e rilassati: fra qualche ora te ne torni al pub

ah, vedi se qualche groupie del blog vuole seguirti: per te, uomo dalle mille risorse e dalle mille donne, mi par di capire che situazioni del genere siano importanti quanto se non più che parlare di politica!

erpiotta ha detto...

visto che non ci sono più argomenti adesso date pure del ricchione a mastella ... vergognatevi, lui è molto più uomo di tutti voi messi insieme.

caterpillar ha detto...

eros 6 1 stronzo!

sR ha detto...

penso che saremmo tutti contenti se non dovessimo parlare del soggetto in questione.
ma purtroppo il soggetto in questione è troppo bravo nell'andarsele a cercare, quindi...
... parliamone!

sbrodoli ha detto...

x caterpiglialo..

va a cagare, sborone, va !

Simo ha detto...

Caro Eros,
meglio un uomo dalle mille risorse che un uomo dalle mille pippe come te.
Ti sei dato questo nomignolo perché ami le fiere del settore???
Suvvia Eros non perdere altro tempo, o sei su questo blog per dare un fondamentale contributo alla discussione, oppure cercati qualche sito per cuori solitari.
L'invidia, caro Eros, insieme all'astinenza forzata, è proprio una brutta bestia...

caterpillar ha detto...

c'e' qualcuno che continua a clonarmi.

francamente non mi serve polemizzare con Eros, il nostro dio dell'amore. Pero' devo ammettere che la parola "sborone" era da un po' che non la sentivo!!! Bravo Eros ci hai fatto rispolverare un po' della nostra madre lingua.


caterpillar (l'originale)

eros ha detto...

x simo: nessuna invidia, e nessuna astinenza, semmai c'era stata una tale ceci che lamentava qualcsa del genere

se volete fissare appuntamenti di piacere, usate una linea chat

ma forse gli ideatori del sito son d'accordo su questo genere di discussioni, ed allora potrai invece serenamente continuare a trastullarti parlando di coccole, lettini e lettoni e cose del genere

Mastella in tutto questo è allora forse lui ad essere fuori luogo, verrebbe quasi da pensare!

dove sta un pub a brescia, a monza o ad arcore? mettetevi d'accordo, su, e scambiatevi anche i numeri di telefono: questo blog è nato per questo

invidia, no, ti assicuro: nella posizione in cui mi trovo di donne ne posso avere quasi quante ne voglio, e non perché sia il loro capo (non sono a capo di alcunché), e se voglio lo faccio e quando mi pare, ma magari non faccio uso improprio di un blog quasi-impegnato (almeno nelle intnzioni, od almeno mi pare) per soddisfare i miei desiderii erotici o fare il galletto o la sverzurella

quando erpiotta vi dà dei ridicoli, mi sa che ha ragione: lui, almeno, tenta di parlare di politica, o almeno prova più spesso di voi di tenersi al merito degli argomenti in discussione

voi che fate?

invidia?

no - siete patetici

p.s. caterpiglialo.. tappati il cesso con una bottiglia di birra, che è meglio

Anonimo ha detto...

E comunque c'è da dire che ormai Mastella sta veramente rompendo le palle. Ogni 12 ore minaccia una crisi per i motivi più assurdi.
Ha rotto.

Mirko

caterpillar ha detto...

Woooh, si e' arrabbiato il nostro Eros!!

Scusami e scusa anche la SImo se oltre a parlare di Mastella divaghiamo un pochino per i nostri "interessi personali".
Non ho ben capito questa frase "dove sta un pub a brescia, a monza o ad arcore? ", ci sono, ci sono e forse non saranno pub inglesi ma ci sono.
Comunque ti ripeto che io mi firmo sempre e chi ti ha dato dello stronzo e' il mio clone o piripicchio che sia. E non ti preoccupare prima di tappare il cesso con una bottiglia di birra, il contenuto me lo bevo!!
Se i miei post e quelli della Simo non ti garbano, non leggerli.

ciao caterpillar (l'originale)

EmaG ha detto...

Cavoli, ragazzi, un po' di camomilla.. In meno di 4 post si è arrivati agli insulti... Poi ci si lamenta degli omofobi e delle pisciate di luttazzi????
Doccia fredda per tutti (e non è uno spot elettorale del Berlu)..

eros ha detto...

Sei solo uno esibizionista. D'altra parte, cosa mai potrebbe fregartene di cosa accade qui, a te che passi dal petrolio alla birra e di pelo in pelo (o almeno a parole)? Qui ci sta chi magari si arrabbia e lo fa sul serio, perchè di motivi ce ne sono. Tu e quelle altre, invece.. Finisce che quando Mastella si legge questi posts ci si fa pure delle seghe. Ciccetto, a Natale cosa ti fai regalare? E tu cosa regalerai? Una pinta di birra o una notte in albergo di lusso? O entrambe? Letto a tre piazze, o cinque? Ma va 'l ciapa..

ale ha detto...

x eros.tupido
x eros.tronzo
sembri un petardo impazzito importato dalla Cina dal nome dovecogliocoglio".
dello stronzo te l'ho dato io "ale" e tu tela prendi con cater e tutti i frequentatori del blog; se non ti piace vai altrove o come direbbero i gestori: fatti un blog tuo ! e ci sguazzi dalla mattina alla sera e ci pubblichi solo i commenti di tuo gradimento come continua a fare il nostro "amato" clEMENTE.

eros ha detto...

x emag

hai ragione: calma, e magari attinenza con gli argomenti proposti

eros ha detto...

x ale

sarò cortese, ed eviterò di replicare.

parla d clemente, appunto, invece, semmai, ciccino!!

ale ha detto...

evviva!!
eros ha preso una camomilla !
siamo tutti contenti!
ora possiamo risolvere i problemi dell'Italia!

eros ha detto...

ale, camomilla non ne bevo, perchè tanto non mi servirebbe

si parli comunque e piuttosto, appunto, delle cose serie, e non di cretinate: chi parla di sciocchezze, evidentemente non ha preoccupazioni, oppure più semplicemente si ritrova una testa semivuota

ale ha detto...

dai contenuti dei tuoi interventi ne deduco che tra le teste semivuote la tua non ci sia.

Anonimo ha detto...

... è sera tardi, quasi notte fonda. si sente il rumore dei passi affrettati, io dietro il portone aspetto Simo che ritorna da una notte allegra con mastercad. è un'attimo, sato su Simo e la/lo tengo stretta/o. gli infilo la mano nella tasca e gli sfilo la Mastelcard. finalmente è mia. SSSWWWWAAAAAAMMMM..............
TRICOLORE RICCHIONE!!!!!!!!!!

eros ha detto...

ale, ma che fai, provochi? fai il bravo, su, che io ho fatto il fioretto. Parla di Mastella, non di me: io vorrei poter leggere quel che si dice e voi diciate su mastella, e non su di un meschino come me, dai!

ale, su, sii maturo, dai che ce la puoi fare anche te!

o cos'è, preferisci anche te i lettoni e gli appuntamenti via blog?

su, su, NO ed SPO, diglielo anche te, che qui forse voi stimolate discussione su altri temi!

MIRKO BILEMAN ha detto...

LA cosa che mi intristisce è vedere un Guardasigilli che se la prende per un decreto tanto inutile.E' ovvio che comunque chi viene condannato non farà mai un giorno di carcere.Al massimo pagherà una multa.Nelle peggiori delle ipotesi, cioè la condanna al carcere, si avrà una pena massima di 3 anni. E sappiamo che le pene fino a 6 anni mi sembra possono essere commutate in multe di 38 euro al giorno, senza tener conto delle attenuanti generiche e via dicendo che ridurrebbero la pena a quisquiglie....E su questo tipo di reato, di quanti anni è la prescrizione?? Quindi è un decreto legge che vale quello che vale e che trova una rilevanza irrisoria nella risoluzione dei problemi della Giustizia. clEMENTE MASTELLA DOVREBBE PENSARE AD ALTRO. OPPURE NON PENSARE, CHE SAREBBE ANCORA MEGLIO.Ma mettersi a pensare al "sociale" quando abbiamo una giustizia che risolve solo il 20% di tutte le denunce presentate è come , citando Beppe Grillo, "avere un secchio d'acqua e la casa che brucia e usare il secchio per farsi una doccia..."

Piove, governo ladro.

Anonimo ha detto...

cambiare si puo'!!! Partendo da questo blog e arrivando.... chi lo sa.....anche se piove....

Federico ha detto...

Eros, dai retta a me, al tuo livello la camomilla non serve piú, prova con la sensimilla che magari é un attimino piú efficace. Ma se non ti garbano i commenti dei "piccioncini" (tra l'altro ironici), non guardarli e scrivi qualcosa di sensato. Eppoi, se dai dello sborone al Cat, non dovresti scrivere: "nella posizione in cui mi trovo di donne ne posso avere quasi quante ne voglio" ECCHICAZZOSEI, Rodolfo Valentino?
suvvia, prendi la vita con filosofia e dacci qualche spunto di commento, finora non ho visto niente.

Anonimo ha detto...

Marco Verzaschi (Udeur) inquisito per reati compiuti.

MASTELLA !
QUANTO TI DOVEVA SBORSARE QUESTO TUO BASTA.RDO DAI SOLDI CHE RUBAVA ALLA SANITA'?
E TE, PEZZO DI MER.DA HANNO FATTO MINISTRO DELLA GIUSTIZIA.

simo ha detto...

Ciao Fede, ci mancavi!
Come sta Alessio????

Riconosco nell'anonimo delle 16.37 il mio caro amico Mirko. Mirko ti prego dimmi che sei tu! Comunque se vuoi la Mastelcard basta chiedere, te la presto per una notte di follie... già che ci sei, portati dietro quel poveretto di Eros che non si diverte mai e passa tutte le serate chiuso nel suo guscio a contare le donne che non ha ma potrebbe avere se solo lo volesse!
Buona serata a tutti!

ketty ha detto...

Forse eros può davvero avere tutte le donne che vuole...... ovviamente pagando!!!
:-)

caterpillar ha detto...

Il vostro caro "esibizionista" vi saluta e vi augura una buona serata. Io spengo il computer e vado a godermi la vita. Voi siete liberi di parlare di cose serie, insultare, dire le parolacce, di clonarmi etc.
Quelli ccome me con una testa semivuota (meglio semivuota che vuota del tutto o piena di segatura) ma con un Master, PhD etc. (scusate ma sono esibizionista) preferiscono andare a gozzovigliare in giro per locali. Tanto io non ho problemi (magari!!).

ciao caterpillar (l'originale ovviamente)

P.S. Simo, l'incantesimo si e' rotto, il nostro amore via etere turbato dal dio dell'amore (che controsenso).

P.P.S. ma chi si cela sotto il nickname "Eros"? un blogger noto all'interno del forum? o un nuovo arrivato? Non ti preoccupare Eros, quando vado a Sirmione a trovare degli amici ti faccio un fischio e andiamo in qualche bel localino della bassa bresciana o sul Lago di Garda

ale ha detto...

pagando si, ma con MASTELCARD.
regalate una PLATINUM ad EROS !

eros ha detto...

Per Caterpiglialo..

Ecco, si, Sirmione mi sembra la località giusta per te..
..piaceva anche al Vate.

Và, e restaci, con il tuo master ed il tuo PhD

P.S. - visto che sbatti in faccia dei titoli, poi se vuoi, ma privatamente, ti elenco i miei, e vedi che magari poi metti la testa a cuccia, meschino!! Va, ridicolo, va, va a bere che forse solo dopo un cicchetto in più riesce ad uscirti qualcosa di meno sciocco: oramai i tuoi neuroni si sono abituati a dover venire "shokkati" dall'alcool.

eros ha detto...

x Ale, ma allora sei proprio coglione, eh, scusa: io non replico e tu invece continui a rompere. Allora te le cerchi?!!

Ahò ma sta a vedere che magari in questo blog son più importanti gli idilli fra piccioncini rispetto al resto di tutto quant'altro si potrebbe e dovrebbe discutere?

eros ha detto...

x ketty
scusa, ma non ricordo quanto ho pagato a te!

eros ha detto...

Mirko stava tentando di riportare la discussione a qualcosa di pertinente, ed invece i solti fessi pensano sia meglio discutere di cazzate, poveretti! Viva i prodiromano, avvocati vari, erpiotta etc.: loro almeno pugolano su cose pertinenti. Si può non essere d'accordo con loro, ma almeno non è di frizzi, birre e letti che essi parlano!

ale ha detto...

x eros tupido
x eros tronzo
x eros pazzatura
complimenti ancora per i commenti nuovi e ricchi di argomenti che stai apportando alla discussione; e per fortuna non hai la testa vuota !
butta giù qualche critica su mastella ed io ti faccio gli auguri per Natale, ti regalo una MASTELCARD e tu ci comperi quel cazzo che vuoi.

eros ha detto...

x ale
inizia pure te, e comperatici un cervello nuovo, che ne hai bisogno di sicuro

ale ha detto...

X eros tupido
X eros tronzo
X eros spazzatura
X eros chizzato

gli argomenti si fanno sempre più dotti ! per il cervello sei arrivato in ritardo, ho già approfittato della Mastelcard, ora è il tuo turno ! approfitta delle promozioni natalizie; non cercare tra il nuovo, a te basta ed avanza uno usato; ora o mai più !

eros ha detto...

Ale, sai che c'è? scriverti non serve: basterebbe dedicarti una scora. Più che sufficiente per una nullità della tua specie. Continua pure, se credi: io non ti rispondo più. Volentieri lascio interamente a te questo laido divertimento.

SPO ha detto...

x ale
finalmente hai capito !
ed il blog ci ha guadagnato!
buona serata a tutti, anche ad eros.

Anonimo ha detto...

buonasera a tutti, CICCINI !!!!!!!!!!!!

Andrea Aprile ha detto...

Continuo a dire che voi di clEMENTE Mastella siete dei geni.
Puri e semplici geni.
Grazie ragazzi, state facendo qualcosa di importante e di pubblico.
Ciao e continuate così....
Ah a proposito di censure:
Lo piantiamo un bel casino x quello che è successo a Luttazzi?

Anonimo ha detto...

De Magistris, decisione del Csm attesa per oggi
11/12/07 - Cosenza


Slitta ancora al Csm la decisione se avviare o meno la procedura di trasferimento d'ufficio per incompatibilità nei confronti del Pm di Catanzaro Luigi De Magistris. La Prima Commissione ha ripreso ieri la discussione che era cominciata giovedì scorso con la richiesta della relatrice Letizia Vacca di aprire la procedura a carico del magistrato per le sue esternazioni alla stampa, ma non è giunta ancora a una conclusione e perciò si è aggiornata a stamattina. Lo slittamento è il segno che i consiglieri sono divisi sul fatto che esistano ancora i margini per un intervento di Palazzo dei marescialli dopo che il procuratore generale della Cassazione Mario Delli Priscoli ha ampliato l'azione disciplinare avviata dal ministro Mastella nei confronti di De Magistris anche alle dichiarazioni rilasciate a tv e quotidiani dal magistrato. Il tutto visto che la riforma dell'ordinamento giudiziario non consente più al Csm di intervenire su fatti già oggetto di un'iniziativa disciplinare. Il problema nasce, dunque, dall'iniziativa con cui a fine novembre Delli Priscoli ha contestato a De Magistris di avere con le sue dichiarazioni pubbliche, relative alle indagini di cui si stava occupando, fatto credere di essere vittima di «un complotto per far cessare la sua attività di indagine» e di «persecuzioni da parte di magistrati e politici di ogni fazione, ponendosi come unico moralizza- tore della vita pubblica calabrese ». Proprio quel riferimento alle indagini in corso, contenuto nella iniziativa del Pg, secondo la relatrice, lascerebbe spazio all'intervento del Csm che riguarderebbe invece dichiarazioni “sociologiche” del magistrato, come quelle con cui De Magistris ha parlato di collusioni tra politica, magistratura e mondo degli affari, senza un aggancio stretto con le sue inchieste. Dichiarazioni che - secondo Vacca - hanno gettato discredito sui magistrati degli uffici giudiziari calabresi e hanno creato allarme nell'opinione pubblica. Un'interpretazione che convincerebbe





il togato di Unicost Fabio Roia e il laico di An Gianfranco Anedda, ma non i consiglieri delle correnti di sinistra Livio Pepino (magistratura democratica) e Ciro Riviezzo (Movimento per la giustizia). Mentre ancora non sarebbe chiara la posizione del presidente della Commissione, Antonio Patrono (Magistratura indipendente), che in questo momento appare come l'ago della bilancia. Se Patrono aderisse alla posizione della relatrice, la proposta di avviare la procedura per De Magistris passerebbe a maggioranza. Ma se invece si schierasse con Pepino e Riviezzo, la Commissione si spaccherebbe a metà, con il risultato di rinviare al plenum la decisione.

MI SEMBRA TANTO DI ASSISTERE AD UNA TELENOVELAS....senza fine!

Anonimo ha detto...

Vecchi e nuovi modelli

Di Antonio Patrono



Quand’ero bambino c’era un magistrato che abitava nel palazzo dinanzi al mio, e aveva lo studio proprio davanti alle finestre di casa mia. Tutte le sere, prima di andare a dormire, notavo le luci accese nella sua stanza e lui, seduto alla scrivania, che lavorava. Man mano che crescevo andavo a letto sempre più tardi, ma ricordo che, qualunque ora fosse, lui era sempre alla sua scrivania. Mio padre mi disse che era un giudice che scriveva le sue sentenze. Ne parlava con grande rispetto. Lo conobbi poi personalmente, feci anche amicizia con i suoi figli. Si chiamava Mario Cecere, ed era consigliere della corte d’appello di Bari. Ora non c’è più, ma sono contento di ricordarlo. Non aveva mai fatto domanda per un ufficio direttivo o semidirettivo, era solo passato in appello dal tribunale quando raggiunse l’anzianità prevista. Ho saputo che era molto stimato da tutti nel suo ambiente. Mi hanno detto che ispirava fiducia.

Non l’ho conosciuto quando era giovane, ma sono convinto che, quando entrò in magistratura, non lo fece perché pensava che fosse un lavoro ben retribuito. Sono convinto che, nel corso della sua carriera, non si sforzò mai di scavalcare i suoi colleghi per guadagnare più di loro. Sono convinto che non gli interessasse particolarmente dirigere qualcosa, e certamente non bramava di comandare su qualcuno. Sono convinto che pensasse solo a far bene il suo lavoro.

Se devo pensare a un modello di magistrato, mi viene istintivo pensare a lui. E quelli come lui, in realtà, consapevolmente o meno quasi tutti noi magistrati sapevamo che dovevamo prendere come modelli.

I magistrati del futuro, invece, secondo il nuovo legislatore dovranno avere altri modelli. La nuova legge privilegia chi pensa al denaro, chi aspira a diventare quanto prima dirigente, chi non vede l’ora di comandare sui colleghi. E’ scritta tutta per costoro, eccita la loro cupidigia con la possibilità di maggiori stipendi anticipati, accarezza la loro vanità prospettando loro rapide carriere, nutre la loro ambizione promettendo ponti di comando incontrastato. Mette tutti contro tutti, con una serie interminabile di concorsi. Istiga alla denuncia dei colleghi per qualsiasi inezia. Divide, invece che unire i magistrati tra loro.

Il nostro modello era Mario Cecere, il nuovo modello è un mostro.

Eppure non diventeremo mostri, né noi né i magistrati che verranno. Le cose senza senso, qualsiasi veste abbiano, prima o poi mostrano la corda. Le sentenze sbagliate vengono riformate, gli errori fatti vengono riparati, e anche le leggi irragionevoli vengono modificate. Basta solo aspettare che rivelino in concreto i loro difetti. Peccato che a pagare il prezzo del tempo a ciò necessario saremo tutti noi, magistrati e cittadini.

Dirigere, far carriera, comandare. Sono questi i nuovi verbi, i nuovi comandamenti.

Non nuovi, in realtà. Vengono da lontano, e ogni tanto qualcuno li tira fuori.

Ricordo che, ad esempio, don Calogero Vizzini, boss di Villalba, soleva dire :”’cumannari è megghiu ca futtiri”.

Non ho mai condiviso.



Antonio Patrono

Anonimo ha detto...

In 'Toghe rotte' i vizi della 'casta' dei magistrati. E un blog propone: non votiamo per rinnovare l'Anm.

Forte disagio nella magistratura italiana.

"E' accaduto nella magistratura qualcosa di molto simile a ciò che è accaduto all'esterno, nei palazzi della politica. Gruppi legittimi ma di natura privata, cioè le correnti, decidono su un bene pubblico, la giustizia, proprio come i partiti fanno nelle istituzioni". Dopo il best-seller di Gian Antonio Stella, la nuova 'casta', questa volta, sembra quella identificata dal libro di un serissimo magistrato, Bruno Tinti, procuratore aggiunto a Torino. E' lui l'autore di 'Toghe rotte', edito da Chiarelettere con prefazione di Marco Travaglio, un libro che apre squarci non proprio rassicuranti sul mondo della magistratura italiana.

Sotto la lente di Tinti i meccanismi di autogoverno della categoria, a cominciare dai sistemi di elezione dei membri del Cosniglio superiore della magistratura: concepiti dal Costituente per preservarne l'autonomia dai poteri forti e, invece, strumento per fare dei giudici appunto una casta, con i propri rituali, i propri compromessi e le proprie spartizioni.

Tanto che le consuete inevitabili polemiche all'interno della stessa magistratura portano ad una proposta- choc: l'astensione, in novembre, alle prossime elezioni dell'Associazione nazionale magistrati, il sindacato che rappresenta il 93% dei giudici italiani. Il malessere dei giudici trova visibilità su un blog al quale lo stesso Tinti partecipa. "Molti di noi immaginano - scrive sul blog Pierluigi Picardi, consigliere di Corte d'Appello a Napoli - che se essi lavorano in maniera pazzesca sia così un po' ovunque o credono che i casi di incapacità organizzativa o sfaticatezza siano marginali ma le cose non stanno così. Certi casi come quello di Bari dove un magistrato ha ritardi nel deposito delle sentenze anche di quattro anni ed è ancora al suo posto, non sono frequentissimi, ma se non riusciamo a colpire le situazioni più evidenti come si può immaginare di affrontare con rigore la normalità?".

Antonio Patrono, membro del Csm e segretario generale di Magistratura Indipendente, la corrente di "destra", ammette in un'intervista al Corriere della Sera: "Noi sosteniamo che il correntismo esiste ed è un problema da risolvere tutti insieme; Magistratura Democratica e il Movimento per la Giustizia (la 'sinistra' e i 'Verdi', ndr) sostengono che esiste ma loro ne sono immuni e riguarda solo gli altri; Unità per la Costituzione (il 'centro', ndr) sostiene che forse nemmeno esiste e comunque non è un problema…".

In una situazione così confusa, il blog lancia la provocazione dell'astensione di massa dal voto per il Consiglio direttivo dell'Associazione, il 12 e 13 novembre. Nel suo libro Tinti scrive che "praticamente tutti i posti di potere sono ormai lottizzati dalle correnti . Il sistema funziona più o meno così: a fare il presidente del Tribunale di Roncofritto ci mandiamo Michele, che è dei Gialli, così loro ci votano Luigi, che è dei nostri, a procuratore di Poggio Belsito. Alle prossime elezioni del Csm possiamo quindi candidare Carmelo…". Il magistrato torinese descrive nei dettagli il funzionamento dei Consigli Giudiziari, i piccoli Csm regionali che a loro volta "pre-selezionano" i magistrati che poi il Consiglio superiore della magistratura dovrà scegliere per gli incarichi direttivi: "I candidati contattano i loro santi protettori… Le lodi si sprecano, ogni corrente sostiene il suo candidato, che certe volte è espertissimo e altre non ha mai ricoperto quel ruolo ma è proprio quello che si vuole, talvolta è il più anziano talvolta il meno anziano ma molto più bravo, e così via". E così via, appunto. Ma sul blog in molti cercano di dire 'basta'.

MIRKO BILEMAN ha detto...

Scusate se mi permetto di lasciare un messaggio personale: SIMO, l'anonimo delle 16.37 di ieri non ero io. Anche perchè quell'anonimo ha dato del ricchione a tricolore e non è nel mio stile.

Comunque se hai tempo ti consiglio di leggere Toghe Rotte...è un bel libro, leggero e scorre via, lasciandoti proprio quell'amaro in bocca che a noi piace tanto perchè ci fa incaxxare...

EmaG ha detto...

Segnalazioni

11 dicembre - Milano - Teatro Carcano
Break the mafia
Partecipano: Sonia Alfano, Luigi De Magistris, Pino Masciari, Salvatore Borsellino, Aldo Pecora, Clementina Forleo
Moderano: Antonella Mascali e Gianni Barbacetto


PS: messaggio per SPO e/o NP --> ho notato che alcune volte il posting non posta, nel senso che scrivo i messaggi, premo pubblica commento ma il commento non viene pubblicato. Dove sbaglio?

Valerio ha detto...

Ale ha detto:
"io, da etero, spero che le tendenze sessualmente dei miei figli saranno come le mie.

DOMANDA:

se io fossi gay cosa spererei per i miei figli ?
per capire sarebbe utile una risposta da persona che vive questa condizione."

Io da gay dico:
"pensate che potrei essere scontento se mio figlio fosse etero?
Xkè mai dovrei? Magari riesco anche a diventare nonno... SI NONNO!!!
Xkè i gay sono, volontariamente dalla società, emarginati da tutta la fascia adulta!
Prima di parlare dovreste iniziare a informarvi, in america iniziano adesso ad esserci i primi adulti cresciuti in famiglie omosessuali... Dovreste andare a leggere quello che dicono...
Ripeto... voi dite... il diritto del bambino... ma di cosa state parlando?
Ma sapete ponderare le cose??
Meglio un bambino in orfanotrofio o a morire di fame in qlc paese del terzo mondo??
Come fate a dire questo???
E' vero ci saranno sicuramente problemi fra i bambini.
Xkè adesso non ci sono?
Xkè fino ad ora i gay alle medie o superiori non venivano presi x il culo?
E cmq meglio che un bambino vada a scuola e impari a difendersi dai "cattivi" che uscire fuori a 18 anni e non saper nemmeno di che vivere...
Siete solo degli omofobi... solo che non sapete di esserlo, e va bene così... siamo in italia, tutti dicono tutto affermando il contrario di tutto negando tutto ritrattando tutto... tutto contemporaneamente...
Abbiamo un mastella, ma anche un berlusconi ecc ecc... volendo o non volendo ci hanno insegnato a soccombere alle bugie, alle mezze verità, ai luoghi comuni...
Bravi crescetevi i vostri figli nelle vostre famiglie etero, almeno poi se crescono male o vengo ammazzati da qlc delinqueste, almeno in quel caso, spero non date la colpa ai gay...

Per chi dice I gay son tutti di sinistra dico due cose:
"non è vero"
"mi dispiace che non sia vero dato che noi non abbiamo una destra in italia ma una massa di mafiosi"

MIRKO BILEMAN ha detto...

VALERIO, molto buona la tua riflessione. C'è una cosa che però ti chiedo: il bambino gay adesso viene preso in giro per via della sua natura. E quindi odia chi lo prende in giro, non odia sè stesso. Ma se il bambino è etero, e viene preso in giro per la natura gay dei genitori, non c'è il rischio che il figlio cresca dando la colpa ai genitori del suo "essere preso in giro"??
Io penso che in Italia non siamo pronti: la società è ancora troppo omofoba. E' una società in cui esistono ancora troppe discriminazioni a danno dei gay.
Poi tu giustamente dici: meglio un bambino in mano a una coppia gay che non in un orfanotrofio o a morire di fame.
Sono d'accordo con te.
Ma però in Italia non si può fare e forse mai si potrà.E ti specifico: IN ITALIA.
Perchè abbiamo il Vaticano che detta legge da più di mille anni.

Un saluto.

Valerio ha detto...

X MIRKO:
La tua osservazione è l'unica che tiene.
Ha degli spunti giusti e arriva diretta al problema...
Il problema è la società, non o genitori gay.
Sono d'accordissimo.
Il vaticano ci condiziona... è vero... vogliamo soccombere sotto il suo peso?
Io NON VOGLIO le adozioni gay DOMANI!
IO voglio che si parta con delle POLITICHE SOCIALI rivolte a cambiare radicalmente questa società X arrivare UN DOMANI alle adozioni alle coppie gay.

X il fatto di "bullismo" nei confronti della natura dei genitori sono sicuro che ci potrebbe essere... Ma chi ha mai parlato di dare in mano un bambino (nella società di oggi) ad una coppia gay senza un aiuto dall'esterno?
Un aiuto che potrebbe/dovrebbe per prima cosa venire dagli insegnanti delle scuole.
Finchè si continua a insegnare, per esempio, che l'olocausto è stato contro gli ebrei omettendo che è stato anche contro i gay (e handicappati ecc ecc) si continua a fare il gioco degli omofobi....
Se per paura che il figlio diventi (cosa che non è vera, non si diventa...) si omette che i gay esistono.
Se i genitori insegnano che i gay sono dei sodomiti, sporchi, porci... Questo è il problema...
Vi potrei raccontare un sacco di episodi della mia vita che lo dimostrano... ma non della mia vita... della vita di tutti i gay che venivano "scoperti" in età adolescenziale o pre-adolescenziale...

Conosco una famiglia M&F che ha insegnato ai figli che bisogna rispettare tutti... bene... noi (io e il mio ragazzo) andiamo spesso a casa loro e quando siamo li IO mi sento in IMBARAZZO...
IN IMBARAZZO xkè posso dire come la penso sulla situazione dei gay, xkè posso fare paragoni fra la mia storia e quella di coppie etero...
Posso farlo in presenza di due bambini di 12 e 14 anni...
E MI SENTO IN IMBARAZZO!!!!
Vi pare possibile...
Sono i loro genitori anche a spronarci a raccontare x far crescere i figli con il pensiero più libero e altruista possibile...
E io mi sento in imbarazzo...
BENE IO NON VOGLIO PIù sentirmi in imbarazzo, non voglio più sentirmi fuori luogo... non voglio più essere come vengo descritto in tv...

P.s. Odio chi odia i gay...
Odio ancora di più chi dice "per me possono fare cosa gli pare, sono persone come tutte le altre MA..."
Nessun MA.
Nessun compromesso!

Ale ha detto...

x Valerio
ho posto una domanda vera e tu mi hai dato una risposta arrabbiata credendo ad una provocazione.
Parlare dal di fuori ed in modo superficiale non ha mai aiutato a capire ed a risolvere i problemi.
Ho ben quattro figli e se uno di loro fosse stato "diverso" come avrei reagito ? a freddo dico che lo avrei protetto con la mia stessa vita, ma a caldo, se avessi veramente avuto un figlio gay, avrei veramente avuto la stessa, giusta fredda reazione?
Valerio, anche se il problema è lontano da me vorrei "entrare nell'argomento " con serietà per capirlo. se vuoi rispondermi te ne sarò grato.

Anonimo ha detto...

non so se mi seguirete quà o se siete già ai post scuola (eventualmente ripeterò quanto qui scritto). so solo che non ho dato del ricchione a tricolore, ma ho solo espresso un desiderio da esaudire con la Mastelcard per fare capire a tricolore il valore aggiunto che hanno i non eterosessuali.
ho capito: .... MASTELCARDASPAZIALE....
SSSWWWWAAAAMMMMMMM............
TRICOLORE E' CRETINO.

MIRKO BILEMAN ha detto...

VALERIO:
è appunto questo il problema. La società. Si dovrebbe cambiare la mentalità delle persone. Ma l'omofobia è stata condannata dalla Chiesa per 1000 anni...ora che mezzo mondo è cattolico, credi che si possa fare qualcosa??
Per me no, e mi dispiace.
Perchè è solo un problema di società e di lasciare che questa capisca che il bimbo di una coppia gay è uguale agli altri....
Solo che ci vorrebbe veramente un reset completo.
E mi pare impossibile.
Ciao

Valerio ha detto...

X ALE:
La mia risposta era arrabbiata si ma non di certo contro di te... io sono pienamente d'accordo con te solo che... e qui rispondo anche a mirko...

X ALE e MIRKO:
Sole che IO non voglio arrendermi.
Io non voglio darla vinta alla chiesa cattolica...
Io voglio combatterla...

X ALE:
Quanto riguarda il tuo comportamento con i figli mi vien solo da dirti che nella società in cui siamo è + normale che a caldo un genitore si trovi spiazzato, che non riesca a capire e che neghi...
Fatto sta che la maggioranza di genitori di figli gay col tempo capisce, condivide e aiuta...
I miei l'hanno fatto, ci son voluti mesi... ci sono stati scontri... alla fine ce l'hanno fatto...
Non mi sento di dire "ho vinto" xkè non ho vinto IO a vinto l'ugualianza, a vinto la lotta al razzismo...

P.s. X ALE... voglio anche io entrare nell'argomento x questo se hai delle domande sarò ben lieto di risponderti mettendo in gioco le mie esperienze e di confrontarle con altre...

Ale ha detto...

x valerio
sono contento che hai risposto e per il modo con cui hai risposto;
purtroppo l'argomento è molto sporcato dalla superficialità e dall'approssimazione delle informazioni che si hanno a disposizione, quasi sempre per sentito dire, o per concetti prefabbricati e preinculcati.
E' giusto lottare per vedere riconusciuti quei diritti appartenenti ad ogni essere umano, ma come sostieni anche tu, bisogna aver pazienza ed andare per gradi e sicuramente ci saranno i riconoscimenti dovuti.
Il chiasso che si produce con le manifestazioni, gli spot spettacolari promossi da certi rappresentanti politici di "categoria", io li ritengo controproducenti per la vostra causa (scusami se dico vostra ,ma non mi sento, ancora, coinvolto per dire nostra).
ora devo andare .... spero che altri interverranno a parlare dell'argomento ....sperando sempre di averti come interlocutore ...un saluto, Ale.

Anonimo ha detto...

Roma, 13 dic. (Adnkronos) - "L'ho detto: mi vogliono fottere". Clemente Mastella, parlando a 'Otto e mezzo' su La7, ribadisce tutte le sue critiche alla bozza Bianco confermando di essere pronto a lasciare la maggioranza. "Io non partecipo al mio suicidio, non posso stare in una maggioranza in cui il mio maggiore alleato vuole farmi fuori. Se la Corte dice che si puo' fare il referendum e la bozza Bianco evolve, io saluto". Il ministro della Giustizia ha chiarito: "Io non faccio cadere il governo, a Prodi manifesto correttezza perche' vogliono fregare anche lui. Ma forse e' il Pd che dice che il governo non c'e' piu', perche' forse si sente tutelato da un accordo e vuole andare a votare".

A CLEMENTE!QUANDO TI DECIDERAI A FARE QUELLO CHE MINACCI DA TEMPO E' SEMPRE TROPPO TARDI!

luca pagni ha detto...

Caro Presidente della Repubblica Italiana, sono Luca Pagni e curo anche le pagine web dedicate ai Bronzi di Riace

http://www.photographers.it/articoli/bronzidiriace.htm

http://bronzidiriace.style.it/

Vi sarei grato se poteste interessarVi alla vicenda per la quale il Ministro per i Beni Culturali Sandro Bondi
non ha ancora preso una posizione chiara e pubblica circa le verifiche sul possibile trafugamento di elmi, lance e scudi dei Bronzi di Riace.

In occasione della nuova mostra al Paul Getty Museum con un bronzo di Urbano VIII attribuito al Bernini,
vorrei poter pubblicare una dichiarazione del Ministro e del Quirinale circa gli impegni che intendono assumersi affinche' vengano compiuti accertamenti piu' approfonditi al largo di Riace, sulle anomalie metalliche riscontrate che potrebbero essere dovute a dei rifiuti ma non e' escluso che ci possano essere anche altri reperti archeologici, per cui e' indispensabile che vengano compiute delle ispezioni marine per accertare in
modo inequivocabile di cosa si tratta, visto e considerato che i Bronzi di Riace sono patrimonio dell'umanita' e dunque di tutti noi.

Attendo un Vs. gentile cenno di riscontro.

Roma 06 agosto 2008

Luca Pagni

luca pagni ha detto...

Cari amici e colleghi,
ad oggi 16 agosto 2008
sono passati 36 anni dal 16 agosto 1972
quando i Bronzi di Riace furono ufficialmente scoperti.
Visitate le pagine web aggiornate:

http://www.photographers.it/articoli/bronzidiriace.htm

e

http://bronzidiriace.style.it/

Noterete che su Vanity Fair n. 32
del 16 agosto 2007
a pagina 40 l’articolo su I bronzi di Riace, era pubblicato sopra la rubrica dell’attuale Min. Sandro Bondi che fin da allora sapeva delle ricerche in corso…

Saluti e salute a tutti !

Luca Pagni