lunedì 3 dicembre 2007

clEMENTE & Gabbana

Quotidiano.net - Mastella: "A Natale Regalate calzini". Per il Guardasigilli meglio i pedalini sotto l'albero che il cellulare o la solita cravatta. Mastella - intervistato nel programma Freezè - va controtendenza rispolverando un regalo da molti definito "superato". "I calzini sono utili -spiega Mastella- Il fatto di indossare un indumento che copre una nudità che potrebbe anche rimanere scoperta mi dà un senso di sicurezza". Alla domanda "Lei è un feticista del calzino?", ha risposto senza esitazione di sì. Il rappresentante del Governo dichiara di badare molto al look, marcandone l'importanza in ambito politico, poichè "l'immagine è utile per creare un buon feeling con gli interlocutori. L'abito non fa il monaco, ma vestendosi in un determinato modo -puntualizza Mastella- è possibile mascherare qualche piccola imperfezione".

La frase:
"i calzini sono utili".

Commento. Non si parla mai abbastanza dell'importanza dei calzini nella nostra società. Sono utili, danno sicurezza e tengono persino caldo. Non scordiamolo.

clEMENTE, mi è venuto in mente un altro accessorio che potresti indossare per coprire le nudità, creare un miglior feeling con i tuoi interlocutori e mascherare qualche piccola imperfezione. Tu provalo, poi mi dici come ti sta. Vuoi la uno, la due o la tre?


Leggi anche: Crack Sidema, condannata Donatella Dini. Due anni e 4 mesi condonati con l'indulto. (corriere.it)

P.S: Domani sera posteremo i nomi dei 10 finalisti del Censura Contest 07. In palio una MastelCard special edition.

66 commenti:

andrea ha detto...

questa é bella, amo le persone coerenti!!
a lui piacciono i calzini per coprire le nudità, però..,. come a detto la moglie..,. ""si dimentica questi accessori pudridi in giro per la casa"", mah!
a lui piace vestirsi bene, deve essere pulito ed elegante,peccato, si perde proprio sul più bello ..,. SCIQUARI CADDOZZU !

Anonimo ha detto...

I calzini sono utili e tengono perfino caldo.
Ma va? bravo ministro questa e' una grande scoperta, dopo l'acqua calda e l'uovo di colombo, l'emminenza grigia del ns.carissimo ministro/minestrone ha confermato scientificamente l'utilita' del calzino.
Bravo',complinenti.
Io credevo che i calzini noi li mettessimo solamente per rompere le palle alle mogli facendolegli lavare e stivare negli appositi cassetti.
Ma io non sono un ministro, io sono un tornitore e di calzini non mene intendo, pero' se vuoi ti posso fare un paio di mutande di latta sicuramente utili per te a breve termine.

Anonimo ha detto...

Caspita! Un Ministro della Giustizia che argomenta sui calzini ci serviva proprio, una vera "risorsa per il paese"! Ops...questa frase era di qualcun'altro!

Anonimo ha detto...

MASTELLAAAAAAAAA!!!!!
CIUCCIATI IL CALZINO!!!!!!!!!!!

Burt Simson

Anonimo ha detto...

La salvaguardia e la valorizzazione della specie asinina Mastellam in programmi di nuove utilizzazione d’interesse sociale ed economico nei territori della provincia di Reggio Calabria, è il tema dell’originale convegno “L’Asino Mastellam nel nuovo millennio: partner di sviluppo locale” promosso dalla Provincia di Reggio Calabria, dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte e dal Consorzio Nazionale Allevasini di Roma. L’evento si svolgerà il 7 dicembre a partire dalle ore 9 presso la sala delle conferenze di Palazzo Foti – Piazza Italia; la chiusura dei lavori è prevista per le ore 18.30.

E' necessario tutelare questo patrimonio italiano utile al nostro paese.

Anonimo ha detto...

Nessuna sorpresa. Il Consiglio superiore della magistratura sembra orientato a punire e quindi a trasferire i magistrati Clementina Forleo e Luigi De Magistris, questo in virtù di loro comportamenti discutibili e infatti sin troppo discussi; nel caso della Forleo si parla addirittura di degradarla dalle funzioni di giudice. Se dicessimo che non ce l’aspettavamo diremmo una bugia, se dicessimo che ci dispiace ne diremmo un’altra: il che non toglie che le decisioni del Csm, sempre se confermate, lascino un retrogusto agrodolce e si prestino comunque a un paio di considerazioni.

La prima: chi scrive non conosce praticamente nessuno, addetto ai lavori o meno, che non consideri i magistrati Forleo e De Magistris come personaggi a dir poco sopra le righe. Il che non significa essere umorali e chiassosi, un po’ ciclotimici, eccentrici, simpatizzanti di bislacche teorie di politica internazionale: neppure nel caso che in passato ci si sia occupati, come la Forleo, di terrorismo e dintorni. Essere sopra le righe significa non saper calibrare la propria estroversione quando le cose si fanno più serie, quando devi redigere atti ufficiali che passeranno dal Parlamento, quando i mass media bussano alla tua porta. Ormai ci siamo abituati a tutto: ma che un magistrato vada ad Annozero, mentre il Csm sta occupandosi di lui, non costituisce stranezza o sfrontatezza: è semplicemente pazzesco. Se poi vai addirittura al Parlamento europeo a fare comizi con Beppe Grillo, come De Magistris, qualsiasi cosa tu sia, non è più un magistrato. A meno di scrivere, come non mancheranno di fare i soliti cancellieri, che tutti facciano parte di una cospirazione. Tutti: il Capo dello Stato che ha invitato i due magistrati esplicitamente al silenzio, il vicepresidente del Csm che l’ha fatto per due volte richiamandoli al codice deontologico, ex magistrati come Luciano Violante, nondimeno l’Associazione magistrati più qualche corrente togata. Tutti. Clementina Forleo ha fatto dichiarazioni pesantissime a danno di alcuni suoi colleghi e ha parlato di indebite pressioni «in ambiti istituzionali». Luigi De Magistris ha parlato di «strategia della tensione» e «massoneria» e «poteri occulti coadiuvati da pezzi della magistratura» nonché di «settori deviati di apparati dello Stato». In prima serata, oltretutto. E il Csm, giacché esiste, ha fatto un paio di verifiche.

Anonimo ha detto...

Una seconda considerazione però è questa: l’atteggiamento responsabile dell’opposizione, che ha condannato le sbandate dei due magistrati nonostante indagassero soprattutto su esponenti del governo, non scaccerà la diffusa impressione che il Csm e le istituzioni, dopo quindic’anni di deviazioni, si siano finalmente mossi ora che in ballo ci sono indagini sul centrosinistra. Sarà schematica, demagogica, puerile: ma scacciare quest’impressione sarà difficile lo stesso.

giuan ha detto...

Italiani ! per appagare il vostro senso di sicurezza, per sentirvi più sicuri copritevi i piedi ! è il Menestrello della Giustizia che ve lo consiglia.
Delinquenti ! per sentirvi più sicuri (di farla franca) copritevi anche la testa, è il Ministro dell'"indultoFacile(TM)" che ve lo consiglia.

Perchè per Natale non gli regaliamo dei calzini sporchi, sudati e puzzolenti ben impacchettati al suo indirizzo di Ceppaloni ?

Anonimo ha detto...

Roma - Il Csm va verso l’apertura della procedura di trasferimento d’ufficio per incompatibilità per il gip di Milano Clementina Forleo. È questo l’orientamento della prima commissione di Palazzo dei Marescialli, che da un mese si sta occupando delle intimidazioni e pressioni legate all’inchiesta sulle scalate bancarie (di Unipola Bnl) che il magistrato avrebbe ricevuto anche da parte di "ambiti istituzionali".

Procedura aperta "Mi pare che ci sia una convergenza di opinioni in senso positivo per l’apertura della procedura - ha detto la vice presidente della commissione, Letizia Vacca, laica del centrosinistra -. Domani dobbiamo precisare i capi di contestazione e votare". A provocare l’intervento del Csm sono state proprio le dichiarazioni del gip Forleo sulle presunte intimidazioni ricevute. "Siamo tutti allarmati dall’impatto che hanno avuto le sue parole, risultate eccessive, forzate e gravissime - spiega Vacca -. Le sue dichiarazioni hanno creato preoccupazione negli ambienti giudiziari e sono state lesive dell’immagine dei magistrati di Milano, che si sono sentiti offesi. La situazione appare completamente diversa da come è stata rappresentata da Forleo: non risulta nessun complotto e nessuna intimidazione".

Nessuna persecuzione "Lo spirito che ci muove - puntualizza la vice presidente - non è certo persecutorio nei confronti di Forleo. Il nostro problema è riportare la serenità negli uffici giudiziari di Milano". Secondo Vacca, la procedura potrebbe essere aperta sia per incompatibilità ambientale, sia per quella funzionale. Il che significa che sarebbe in discussione non solo la permanenza di Forleo a Milano, ma anche il fatto che il magistrato continui a esercitare funzioni monocratiche.

Smentita da Imposimato Secondo quanto spiegato da Letizia Vacca ai giornalisti, anche l’ex magistrato Ferdinando Imposimato avrebbe dato ai magistrati di Brescia una versione diversa rispetto a quella fornita da Forleo del loro incontro in un ristorante romano nel corso del quale l’ex giudice le avrebbe parlato di pressioni sul pg della Cassazione affinché avviasse l’azione disciplinare nei suoi confronti. Quell’incontro, secondo Imposimato, fu sollecitato da Clementina Forleo e non da lui; quanto alle pressioni, le avrebbe prospettato soltanto una sua ipotesi.



Ed anche stavolta i politici sono salvi.

echecacchio ha detto...

Basta parlare sempre male del Mastellone!!
Chi ha detto che la giustizia non funziona?! Chi ha detto che ai giudici vengono avocate le inchieste o trasferiti se toccano qualche personaggio importante?!
NON E' VERO!!!
Basta vedere questa ultima indagine che é andata avanti senza guardare in faccia a nessuno (ma proprio nessuno!!) e ha portato a chiamare davanti al giudice TITTI TOPOLINO E MINNI per falsificazione.
EVVIVA L'ITALIA!!
http://www.corriere.it/cronache/07_dicembre_04/tribunale_convoca_topolino_ceceb2f8-a231-11dc-9440-0003ba99c53b.shtml

mattia ha detto...

Qest'anno la calza la porta la sorella cesso della befana,la Mastellana.
Se siete stati viscidi,disonesti,prevaricatori,
leccaculo,immorali,indecenti,
disgustosi,fedifraghi,condannati,
falliti
ed insieme a tutto ciò siete
cattolici osservantie accondiscendenti il clero
dentro la calza troverete:
l'indulto,
la censura delle ficzion(come dice cuffaro)che parlano di mafia,
un'aumento del contributo pubblico per il vostro quotidiano,
una legge elettorale che vi permetta di fare un partito in cui siete in tre a votarlo ma che diventa determinante per la tenuta di un governo da poter ricattare poi,
un posto pubblico/politico per i vostri familiari,
appartamenti in centro a roma a metà prezzo,
dei calzini.
Per tutti gli altri c'è MASTELCARD.

Levata di scudi dell'occidente per la vittoria di putin,accuse di brogli.
Come se da noi tutto andasse bene(vedi ritrovamento di schede nei cassonetti)oppure negli states dove ci sono gravi irregolarità per l'elezione di bush(vedi sito disinformazione.it-articolo di Carlo Bertani).
Per ripicca prodi vuole l'albania in europa.
Mah.....

ceciliametelladalmatica ha detto...

Ciao ragazzi, scusate l assenza ma il lavoro mi sta uccidendo...non mi lamento ma sono stanca morta, leggo dei trasgferimenti ai magistrati e penso a questi poveracci che solo con esternazioni e apparizioni televisive possono difendersi, faccio presente all anonimo che il magistrato per esempio che ha rimesso in liberta' il mandante dell' omicidio di Grazziella Campagna non ha avuto nessuna conseguenza dall' indagine del csm, e come lui molti magistrati su cui ci sarebbe molto da ridire...vedi quelli di cui si e' parlato ad anno zero che non inmdagano su una mazza e sono palesemente collusi..
Come vedi l accanimento e'solo verso quei magistrati che attaccano i politici...
Chissa' come mai...

ceciliametelladalmatica ha detto...

Metronotte tentano di entrare a Montecitorio
I metronotte dell'Urbe che manifestavano davanti Montecitorio hanno rotto le transenne delle forze dell'Ordine e stanno cercando di entrare a Montecitorio. Un cordone di polizia sta però bloccando l'ingresso della Camera. Poco prima che i vigilantes superassero le transenne era stato fatto esplodere un grosso petardo.

VOGLIO ANDARE AD AIUTARE I METRONOTTE!!!!

Anonimo ha detto...

Ieri sera Mastella e Cuffario erano a LA7 e parlavano della fiction (fixition pronuncia cuffaro inside) su toto' riina dicendo che da una messaggio sbagliato, loro che invece hanno fatto da testimone di nozze al cassiere della mafia Campanella danno un bel messaggio....
Falcone è Borsellino si stanno rivoltando nella tomba abbiamo fatto governatore un pagliaccio.

COCIS ha detto...

anche io voglio andare a aiutare i metronotte...

Anonimo ha detto...

x anonimo delle 8:59

immaginati questa situazione: tu sei al lavoro e hai l'impressione che qualcuno cerca di impedirti di lavorare seriamente. Che fai? vai dal capo e chiedi delucidazioni. Questi si interessa e ti dice che controllerá la situazione.
Ora l'impressione che qualcuno non ti faccia lavorare non é piú un'impressione, ma una certezza, lo noti dal fatto che ti viene a mancare il tempo per lavorare. Allora vai dal capo e riferisci. Il capo al posto di agire per farti lavorare, ti toglie il lavoro e ti dice: x il momento occupati dei cessi, che il lavoro che facevi prima é troppo "delicato" per te.
Che fai? se non sei una merda giá italianizzata al 200% cerchi di reagire e provi a chiedere aiuto all'esterno, dove pensi di essere ascoltato.
Oppure sei una merda e ti chiudi nel cesso a pulirlo per il resto dei tuoi giorni.
Quest é esattamente ció che é successo a De Magistris. Stai sicuro che se lo lasciavano lavorare non si sarebbe sognato né di andare ad Annozero, né di andare al parlamento Europeo. Quello che non riesco a capire io, é che si possa essere tanto ottusi o completamente di parte come te! Ma come fai a non respirare in che situazione di emergenza ci troviamo? Ma secondo te questi due che fanno i magistrati si sono completamente rincoglioniti che si vogliono metter contro tutto il mondo?
Bisogna levarsi il cappello difronte a tanto coraggio, io voglio che i miei figli crescano nella giustizia, non nella furberia. Apri gli occhi e renditi conto di quello che sta succedendo in tutto il mondo: Bush si é fottuto le elezioni, Putin lo ha seguito a ruota, Castro esiste da sempre, Chavez ci sta provando, in Birmania lo hanno vbisto tutti, in Cina non fa nemmeno piú notizia: poche persone si stanno impossessando del potere in tutto il mondo e l'Italia sta attraversando lo stesso processo. Ti se mai chiesto come é possibile che le stesse persone siano in politica da piú di 30 anni e non riusciamo a mandarli via? La risposta é Mafia - Vaticano - Politica

Aguri a tutti

Anonimo ha detto...

Aggiungi a Mafia-Vaticano-Politica anche Mestella, perchè da quando è alla giustizia l'Italia va a rotoli.

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti,

già me lo vedo il nostro: quest'anno regalerà a tutti i ceppalonesi dei bei calzini in cachemere, ripieni di torroncini - stessa marca dell'anno scorso così accontenta anche i suoi amici camorristi che producono dolciumi.
E IO PAGO!!!!!!!!!!!!

Inoltre consola che un ministro della Repubblica abbia tali e tanti argomenti assolutamente fondamentali per il futuro del Paese di cui parlare.
In questo momento storico di grande incertezza ci voleva clEMENTE per affermare che i calzini sono utili, danno sicurezza e tengono caldo.
GRAZIE, GRAZIE, è per questo che lo pago...

E intanto il CSM approva il trasferimento della Forleo....!!!

Boh,
Simo

p.s. qualcuno mi può spiegare perché quella zoccXXX della moglie di Dini è stata indultata? Cioè, se qualcuno viene condannato adesso per qualche reato usufruisce ancora dell'indulto mastelliano?? Vi prego, qualcuno mi illumini...!

ceciliametelladalmatica ha detto...

Non sono avvocato Simo ma se la zocc.la e' stata rinviata a giudizio nei tempi previsti dall' indulto usufruisce dell' indulto.
L' indulto e' stato qualcosa di clamoroso per questo paese e ne pagheremo il prezzo per anni e anni...vista la lentezza dei processi...vorrei farglieli mangiare i calzini al demente...
Spero che la Forleo si candidi con Di Pietro...almeno cosi non la possono piu toccare...chissa' che la casta non si possa combattere dall' interno.. Se penso alle prossime elezioni mi sento disperare...MA CHI CAXXO SI PUO' VOTARE!!!!!!

Stedm1575 ha detto...

Buon giorno "ministro", nel centrosinistra la vogliono solo perchè lei li ricatta, ma con la nuova legge elettorale con sbarramento al 5/, di lei non se ne faranno più nulla. Nella "cosa bianca", la DC insomma, non la vogliono perchè sanno che tipo è! Vabhè, nella "cosa rossa" non è proprio pensabile! Forse il Berlosco, potrebbe accoglierla, tanto lui pur di avere 3voti in più prenderebbe anche Riina! Mi dica lei... cosa farà visto questo panorama? Hammamet? Abbassare le braghe con Fini o Casini o Montezemolo o il P2ista? A sinistra non la vorrano più nè i politici quanto il popolo (che tra l'altro non l'ha mai voluto!)!

ilpescepuzzadallatesta ha detto...

ECCO LA DIMOSTRAZIONE DELLA MALAFEDE DELLA FORLEO:
IL CSM ALL'UNANIMITA' NE HA DECISO IL TRASFERIMENTO!
Possibile che TUTTI i membri del CSM stiano sbagliando? Aprite gli occhi, questi magistrati protagonisti truffano la vostra credulonità!

Anonimo ha detto...

SPO e N.P: dovete specificare che quelli in figura sono passamontagna...Mi hanno appena riferito che c'è Mastella che gira per la Camera chiedendo chi è che conosce la casa che fa i calzini con lo spoiler o con le prese d'aria, perchè li ha visti su internet e li trova bellissimi...Alla domanda:"Ma su che sito li hai visti??" ha risposto con il solito, emblematico e depistante :" IO NON C'ENTRO!!!".

Mirko

caterpillar ha detto...

secondo me il mastellonix indossa calzini bucati. Tutto cio' che tocca o che sta attorno al nostro eroe diventa un buco (ricordatevi che un buco e' vuoto) e vi spiego perche':

carceri - dopo l'indulto si sono parzialmente svuotate, il problema e' che le strade si son riempite di criminali

Conti de "Il Campanile" - ha preso 40mila euro senza fare un cazzo e ora questo ridicolo giornale ha pure i conti in rosso nonostante 1.3 milioni di euro di finanziamento senza vendere una copia. La cayenne consuma imbecille!!!

conti dello Stato - con tutte le ridicole assunzioni nella PA, al comune di Ceppaloni, i suoi viaggi con la MastelCard e le spese inutili sue (vedi torroncini) e di tutta la Casta.

magistratura - tutti i magistrati che indagano su di lui vengono penalizzati e discriminati(vedi De Magistris)

I coglioni di noi italiani - ho talmente le palle sgonfie a causa di Mastella che non nemmeno una pompa pneumatica le farebbe tornare a livelli normali

e basta con sto imbecille

caterpillar

P.S. ciao Simo, sai che per te ritornerei in forma come se mastellonix non esistesse. Forse Mastellonix e' un ologramma!!! No gli ologrammi non fottono i soldi!!!

ceciliametelladalmatica ha detto...

http://beppegrillo.meetup.com/boards/view/viewthread?thread=3875119

RAGAZZI STANNO ORGANIZZANDO LA MANIFESTAZIONE PRO DE MAGISTRIS E FORLEO...E' ARRIVATO IL MOMENTO DI MUOVERE IL CULO!!

SIMO E CATER VI OSPITO IO SE NON SIETE ALLERGICI AI GATTI!!!

ceciliametelladalmatica ha detto...

Spo N.P cercano anche cori e canzoni modificate da cantare...chi meglio di noi puo contribuire alla causa!!!!???
Ragazzi sto recuperando un po di speranzaq..se solo fossimo tanti...ma tanti...

ceciliametelladalmatica ha detto...

Contro il trasferimento di
Luigi De Magistris
per
Clementina Forleo
e per tutti noi che crediamo ancora nella legalità e nella giustizia




Manifestazione nazionale a Roma



ILLUMINIAMO L'ITALIA



Il meet up di Roma organizza la manifestazione nazionale:


16 dicembre ore 14.30 - 18.00

Presidio in una piazza che verrà comunicata successivamente, non appena ottenuti i permessi.
Tutti i partecipanti sono invitati a portare una candela per illuminare la piazza in segno di solidarietà.


17 dicembre ore 9.00 - 14.00

Sit in davanti al CSM a piazza Indipendenza.
Ufficialmente possono partecipare massimo 50 persone.




COME ANDRA' NON LO SO MA IO CI SARO'...

erpiotta ha detto...

se bisogna rispettare le decisioni dei magistrati bisogna rispettarle tutte. La Forleo è stata trasferita dal csm, adesso basta così!

Anonimo ha detto...

Il Csm contro la Forleo e De Magistris
04/12/07 - Roma


Ambiente teso in magistratura. Tra i togati, ormai, non si risprmiano le accuse e presto arriveranno anche le prime sentenze. «Credo che sia necessario che emerga che sono cattivi magistrati, e non perché fanno i nomi dei politici». La vicepresidente della prima commissione del Csm, Letizia Vacca, parla del caso del gip di Milano, Clementina Forleo, ma anche di quello del pm di Catanzaro, Luigi De Magistris. La sua analisi impietosa parte dal gip milanese, di cui ieri si è occupata la prima commissione del Csm: «Dire ho fatto il nome di D'Alema e per questo mi perseguitano, non è un sillogismo che può valere. Questa non è una magistratura seria - incalza Vacca - e questi comportamenti sono devastanti. I magistrati devono fare le inchieste e non gli eroi». E quando i giornalisti le chiedono se questo discorso vale anche per De Magistris, lei non si tira indietro. «Sì, anche per lui. Lui è comunque diverso, molto più lucido, ma ne parleremo », conclude riferendosi al fatto che la prima commissione discuterà domani del caso del pm di Catanzaro.


Un magistrato che si chiama VACCA già lascia molto a desiderare, se poi le sue dichiarazioni rappresentano giustizia ed equità allora caro VACCA MA VA-A-CA-CA-RE!
Insomma VACACA!

Anonimo ha detto...

Il Tribunale del riesame conferma il "no" all'arresto di La Rupa
03/12/07 - Catanzaro


Il consigliere regionale è accusato di concorso esterno in associazione mafiosa

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha rigettato la richiesta presentata dalla Dda contro il mancato accoglimento, nel luglio scorso, da parte del Gip distrettuale, della richiesta di arresto del capogruppo dell'Udeur nel Consiglio regionale della Calabria, Franco La Rupa, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa.I giudici del Riesame, dopo l'udienza di giovedì scorso, hanno depositato stamani il dispositivo del loro provvedimento. Per le motivazioni, però, occorrerà attendere ancora. Solo dopo il deposito delle motivazioni la Dda deciderà se ricorrere in Cassazione. Il ricorso della Dda riguardava anche il mancato accoglimento della richiesta di arresto del consigliere provinciale di Cosenza Franco Garofalo, dell'Udeur, accusato anch'egli di concorso esterno in associazione mafiosa.L'accusa della Dda catanzarese si riferisce al presunto sostegno elettorale che la cosca Forastefano di Cassano allo Ionio (Cosenza) avrebbe garantito a La Rupa in occasione delle lezioni regionali del 2005 in cambio di favori per l'attuazione dei quali avrebbe dovuto concorrere anche Garofalo. Nel corso dell'udienza di giovedì scorso, il pm della Dda, Vincenzo Luberto, aveva insistito sulla richiesta di emissione della misura cautelare per





La Rupa e Garofalo motivandola con nuovi elementi d'accusa derivanti dalle dichiarazioni di due collaboratori di giustizia, Vincenzo Cosentino e Francesco Elia, che si aggiungono a quelle già fatte dal pentito Bruno Adamo.I difensori, gli avvocati Mario Donadio per Garofalo edErnesto d'Ippolito e Francesco Gambardella per La Rupa, invece, si erano opposti alla richiesta di arresto sostenendo l'inesistenza del fatto reato così come....


LA RUPA E' AMICO DI MASTELLA RIPETO LA RUPA E' AMICO DI MASTELLA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

UN CALZINO, E' PER SEMPRE.

Mirko

onzibonzi ha detto...

ricottari del mondo, riunitevi, .. ..e fatevi eleggere anche voi!!

ceciliametelladalmatica ha detto...

Ragazzi ma un insulto piccolo piccolo al piotta non si puo fare?
posso almeno citare Catullo?
Che quanto ad insulti non se la cavava male...
una citazione...eddai...

cocis ha detto...

W I METRONOTTE .. :)
W I METRONOTTE .. :)
W I METRONOTTE .. :)
W I METRONOTTE .. :)
W I METRONOTTE .. :)
W I METRONOTTE .. :)
W I METRONOTTE .. :)
W I METRONOTTE .. :)
W I METRONOTTE .. :)
W I METRONOTTE .. :)
W I METRONOTTE .. :)
W I METRONOTTE .. :)

Anonimo ha detto...

CECILIA:
sulle note della pubblicità natalizia della Coca Cola:

Vorrei indagare insieme a voi
ma manca l'armonia
fanculo a mastella e a voi
mi viene l'allergia

CANTA INSIEME A NOI...

Vorrei indagare insieme a voi...

Anonimo ha detto...

Ceci carissima,
ma lascia stare il povero Erpiotta, continuo a pensare che costui non sia altro che un povero sfigato con pochissimo amor proprio che gode a farsi insultare, così almeno qualcuno lo considera.

Ti ringrazio per l'invito a Roma, ma quel weekend mi si concentrano 2agghiaccianti feste di Natale serali a cui purtroppo non posso mancare, a Milano... peccato, avrei tanto voluto conoscere te e Malocchio!
Comunque non potrà non esserci qualcosa di organizzato anche a Milano davanti a Palazzo di Giustizia, mi terrò informata perché voglio partecipare. Anzi se sai qualcosa fammi sapere.

Sto cercando, tra un casino di lavoro e l'altro, di comporre un'aria per dare il mio fondamentale contributo musicale alla causa. Il riadattamento di Azzurro di Celentano è geniale!

Cat, tu andrai a Roma o ti fermerai a fare una protesta virtuale nella perfida Albione?

Ciao a tutti,
Simo

p.s. Mirko, i tuoi post oggi sono particolarmente ispirati...!

Anonimo ha detto...

Dico solo una cosa
OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
scusa SPO ma ci vuole
OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
andiamoooooooooooooo

Anonimo ha detto...

SIMO, è il clEMENTE che mi dà la FORZA di essere ispirato.
Una persona che riesce a dare una risposta seria ad una domanda del tipo :"lei è un feticista del calzino??" merita tutta la mia stima . Non si può non essere ispirati da lui. E' un genio incompreso.
E non ha elencato i diversi usi che lui fa del calzino:

-guanti mano-gomito modello Morticia Addams per esser sexy
-preservativo a spessore (per compensare )
-fazzoletto mononarice (col calzino dx si soffia la narice dx, idem fa per la sx)
-cuffia da doccia
-cuffia per la sirena dell'auto blu quando piove (ha paura dei cortocircuiti...)
-portaelastici
-segnalibro
-bombe appiccicose stile "Salvate il soldato ryan" per quando gioca a "Ministro della Guerra" con suo figlio (che guidando il cayenne fa finta di essere un nazista su carroarmato)

Mirko

caterpillar ha detto...

care Donzelle del Blog (Ceci e Simo):

io non ho la possibilita' di muovermi liberamente come voi dato che non abito in Italia. Vorrei tanto conoscervi e protestare insieme a voi, ma credo che il 14 dicembre saro' spedito in Angola per un pozzo petrolifero che fa i capricci e saltero' a pie' pari le vacanze di Natale. In caso contrario dovrei tornare in Italia il 22 dicembre.

Pensa Simo, io e te a casa di Ceci con un solo letto per gli ospiti!! A me non piace dormire per terra o sul divano!!

ciao caterpillar (sempre piu' incasinato con il lavoro)

Anonimo ha detto...

Caterpillar, scusa se mi permetto, ma noto la tua spregiudicatezza col gentil sesso e la tua spavalderia...quasi da preoccuparmi...non è che eri amico di un certo Stevanin e sei dovuto scappare all'estero??
Perchè puoi pure tornare, tanto qui non ti punisce nessuno.
Vai tranquillo.
Ma se ci penso bene ho visto un altro così...si chiama Silvio...ha l'elicottero...solo che lui l'han beccato subito LA PRIMA VOLTA e si è dovuto scusare pubblicamente.
Occhio che se ti becca la farmacista russa che fai il tombeur de femme , ci pensa lei a darti la cura.
E ricordati.
Per conquistarle, un calzino è per sempre.

Ti amo.
Mirka

aNdRe ha detto...

sedicieurodiammenda.blogspot.com

ma non capisco il perchè di tanto scalpore..secondo me lo fa apposta a dire cazzate...puntate il dito invece su quel giornalista ridicolo di quella trasmissione ridicola che lo invitano (e pagano)per chiedergli se è un feticista dei calzini!Sono questi i problemi seri..VDAY VDAY VDAY..

Raga sveglia!!

Anonimo ha detto...

speriamo tanto che qualche italiano disperato e che non ha piu nulla da perdere prenda un fucile e vada a sparargli a questa casta di persone di merda.
Speriamo tanto.
è l'ultima speranza.

andre ha detto...

sedicieurodiammenda.blogspot.com

nn credo anonimo,anzi..spero di no..ma nn xke mi dispiacerebbe,ma finisce che passano per martiri..e invece devono cadere da soli..tanto ormai stanno in piedi come il castello di carte...

THE REVOLUTION IS ON!

il punitore ha detto...

vabbè dai meglio cosi solitamente i martiri son tutti MORTI....e questi meglio morti che vivi non trovi?

Anonimo ha detto...

Beh, ragazzi, al solo pensiero romantico di Ceci, Cat, Malocchio e la sottoscritta che protestiamo insieme nella città eterna, sotto il Colosseo, ai Fori Imperiali o in piazza San Pietro, vi omaggio di quest'aria da cantare tutti insieme al nostro adorato.
Musica e libretto originale dall'Elisir d'Amore di Donizetti.
Simo

Benefattor degli uomini o meglio dei ladroni,
in pochi giorni sgombera, lui spazza le prigioni!
e la giustizia a vendere per tutto il mondo va,
compratela compratela per poco ve la dà!
E' questo l'incredibile, mirabil Mastellone
di giudici e d'inchieste possente distruttore,
i cui trasferimenti, autentici bollati
toccar vedere e leggere a ciaschedun farà.

Per questo suo intervento, deciso e battagliero
un uom troppo curioso, un giudice severo
in men di un minutino per strada lo mandò,
in men di un secondino per strada lo mandò!
Con il suo "tocca e sana" in breve settimana
l'indomita Forleo a pianger cominciò.
E voi mafiosi cari, delinquere bramate?
Le vostre pene incomode con esso cancellate!
Volete voi fanciulle un posticino in tele?
Voi giovani galanti per sempre aver regali?
Dai il voto a Mastellone, e non ti pentirai!
Da bravi giovinotti, da brave ragazzette,
dai il voto a Mastellone, e non ti pentirai!

Anonimo ha detto...

Impossibile: se è disperato e gli rimane il fucile è facile che lo venda...Io farei così.
Chi visse sperando morì cagando.

caterpillar ha detto...

Mirko:
la farmacista russa e' il minore dei miei problemi, sarebbe peggio se mi beccassero le 2 fidanzate di milano!! Pensa ad ogni volta che torno in italia che numeri da circo devo fare per incontrarle separatamente. Comunque io sono vicino di casa del Berlusca, non e' uno scherzo, ma non avra' mai il mio voto. Pero' se mi regalasse l'elicottero ci potrei fare un pensierino.....

Simo:
che pensieri soavi, che romanticismo che emanano le tue strofe. MA non ho capito: "io, te, ceci e malocchio? un menage a trois con gatto incorporato? wooohhh altro che feticismo dei calzini!!!

un'ora e me ne vado al pub

caterpillar

ceciliametelladalmatica ha detto...

Ragazzi siete particolarmente ispirati...comunque al trio si devono aggiungere il mio altro gatto e soprattutto il mio compagno...
Siete forti..facciamoci coraggio

"Nessuno e' solo con mastella se ha degli amici sinceri..."

Evvai...

Anonimo ha detto...

MASTELLA SEI RIDICOLO!

QUEL SCIARPONE LILLA CHE HAI SPESSO INTORNO AL COLLO, USALO PER IMPICCARTI.
NON TI PREOCCUPARE TIENE BENE ANCHE IL TUO PESO.
ALMENO APPESO, FARESTI LA FIGURA DI UN SALAME E NON QUELLA DI SEMPRE, UNO STRONZO DI MERDA.

Silvia ha detto...

Vi adoro ragazzi sei dei geni^^... vi ho messo tra i links preferiti del mio blog, se vi va fate lo stesso con il mio^^... vi giuro che leggendo il post ho pensato subito al passamontagna!!

Anonimo ha detto...

ma stella stella delle mie brame,
mi hai rotto i co. gli otto reami?
ma stella ma stella che sei nei cieli, mi allisci la m. in chi ha sete di veli?

Anonimo ha detto...

comunque a me non dispiace l'idea del lettone con cater! :-)
ciao
simo

The Matrix ha detto...

scusa Ceci, ma dove hai letto della manifestazione di Roma?
No, perché mio figlio ci vuole andare, caxxo, mi tocca prendere l'aereo.

Federico

Alieno ha detto...

Mastella vuoi coprire una nudità che crea imbarazzo in chi la vede?Copriti quella enorme faccia da culo che ti ritrovi.

Li potessero... ha detto...

Lo sciarpone color viola il minestrone lo mette per nascondere i succhiotti del suo amante "el casinista", chi dei due sara' la camicia?
Delle volte penso a poggiolini, vi ricordate il figlio di ranocchia, mi auguro che sia morto.
Che vadano tutti fans chiulo.

Anonimo ha detto...

Il simbolo della giustizia è rappresentato da una bilancia, ad indicare che “la legge è uguale per tutti”, alcune volte, però, parte della Magistratura tende a sbilanciare i due piatti e quando qualcuno osa chiedere di verificare i motivi di tale sbilanciamento, si grida all’”untore” . Quanto oggi pubblicato nel documento diramato dal gruppo di Catanzaro di “Magistratura Indipendente” ne è la chiara dimostrazione.
Premetto che trovo personalmente quanto meno strana la coincidenza dell’emanazione del documento di “Magistratura Indipendente” catanzarese, a distanza di un mese dalla presentazione della mia ultima interrogazione parlamentare sul Tribunale del Riesame di quella città, con il rigetto, da parte dello stesso Tribunale, di un ricorso della DDA riguardante un uomo politico.
Non posso che respingere l’accusa di “sconsiderata iniziativa” rivoltami, ritenendo del tutto legittimo, nel rispetto che le prerogative parlamentari mi consentono, di poter chiedere all’Organo competente se alcune notizie riportate sulle cronache nazionali, e che potrebbero anche essere frutto di decisioni legittime, risultino veritiere o meno. Credo, altresì, di poter essere libera di pensare che, qualora determinate notizie, (ribadisco riferite dalla stampa nazionale!), quale ad esempio la scarcerazione del boss Francesco Muto, risultassero assunte nel pieno rispetto della legittimità giurisprudenziale, sarebbe doveroso da parte del legislatore assumere iniziative di carattere normativo per assicurare maggiore rigore. Relativamente poi ad altre notizie riguardanti lo sblocco di alcuni conti bancari, mi duole evidenziare che quanto da me richiesto, quale attività di accertamento, è stato ripreso integralmente da un articolo pubblicato sul settimanale “Panorama” e non era stato oggetto di alcuna smentita fino alla pubblicazione della mia interrogazione parlamentare.
Ritenevo che il discorso fosse già chiuso dopo la mia replica alla Presidente del Tribunale del Riesame di Catanzaro, pubblicata il 14 novembre 2007, ma alla luce di questo nuovo documento, contenente persino la richiesta di intervento dell’Anm, mi duole constatare che in Calabria non si è nemmeno liberi di accertare da quale parte pende il piatto della bilancia della giustizia ed il vincolo viene posto da una Istituzione che, se non erro, non è sottoposta a provvedimenti disciplinari di sorta.
Non credo che tali forme di corporativismo facciano bene al sistema Giustizia né che aiutino i calabresi ad avere fiducia nelle Istituzioni!

On. Angela Napoli
Componente Commissione Nazionale Antimafia

Roma, 4 dicembre 2007

Anonimo ha detto...

ROMA. “La mia impressione è che la presenza dei servizi in questi ultimi anni in Calabria sia stata forte, anche sotto il profilo dell’influenza su alcune indagini giudiziarie. Il caso Chiefari fa capire che c’è una presenza dei servizi non a livello investigativo, ma a livello criminale, e questo è preoccupante”. Lo ha affermato Vincenzo Macrì, magistrato della Direzione Nazionale Antimafia, nel corso dell’audizione tuttora in corso davanti alla Commissione parlamentare antimafia. Chiefari, ex poliziotto con legami con i servizi di informazione, è accusato di avere collocato un ordigno esplosivo all’ospedale di Siderno, dove lavora il fratello di Francesco Fortugno, il vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria ucciso due anni fa: “Chiefari è un personaggio marginale - ha spiegato Macrì - non sappiamo se il suo ruolo sia quello del profittatore o della pedina manovrata da altri. È un aspetto che andrebbe approfondito”. Per il magistrato della Dna, l’omicidio Fortugno rappresenta “un nodo centrale”, un momento di “svolta: quello che va chiarito è l’aspetto reale della ‘ndrangheta sul territorio, il rapporto tra mafia e politica. Finché si resta a livello attuale degli imputati (Alessandro e Giuseppe Marcianò considerati presunti mandanti del delitto, Salvatore Ritorto considerato il presunto killer, ndr) non si riuscirà a sciogliere il groviglio di interessi. C’è sicuramente una dimensione superiore, in cui la ‘ndrangheta ha un ruolo solo secondario, di supporto, come quello di un’agenzia di servizi ma non è la mente che ha deliberato l’omicidio per propri interessi. Il presidente della Commissione antimafia, Francesco Fortugno, ha detto di aver “già chiesto tutta la documentazione in possesso del Sisde sul delitto Fortugno: acquisiremo questa documentazione e valuteremo a livello di inchiesta qual è il ruolo dei servizi non solo nella vicenda dell’omicidio del vicepresidente regionale ma in tante vicende che, soprattutto in Calabria, hanno tenuto e tengono assieme le relazioni tra la ‘ndrangheta, la politica e pezzi del mondo economico e finanziario”. “È compito della Commissione - spiega Forgione - capire il ruolo avuto dai servizi, e ce ne occuperemo: il ruolo avuto in aree come Gioia Tauro, e l’eventuale ruolo avuto, e a che livello, successivamente alla vicenda Fortugno. In particolare, bisogna capire se la dimensione è limitata ad un personaggio minore come Chiefari o se invece si colloca in un quadro più ampio”. Per Forgione, il tema centrale dell’audizione “è stato proprio questo: la dimensione reale della ‘ndrangheta in rapporto all’economia, alla politica, alle istituzioni. Certo, il quadro della Calabria non è confortante, mentre la forza della ‘ndrangheta è inquietante”.

E POI SI PENSA DI TRASFERIRE MAGISTRATI CHE TUTTO QUESTO LO COMBATTONO DA ANNI.
MI DISPIACE DIRLO MA IN CALABRIA NON C'E' PIU' SPERANZA PER NIENTE!!!!

Anonimo ha detto...

PADOVA - In una chiesetta di Montegalda, in provincia di Padova, domenica scorsa, prima domenica di Avvento, è stato distribuito un bollettino parrocchiale molto particolare. Sul pieghevole infatti compare la foto di Giovanni Paolo II che incontra il suo attentatore Ali Agca. E fin qui nulla di strano. Se non fosse (lo riporta Il Mattino di Padova) che al posto della faccia di Karol Wojtyła compare quella di Silvio Berlusconi e che l'attentatore turco indossa una maglietta con la scritta «Kill the enthusiasm» («Uccidi l'entusiasmo»).

«SVISTA IMPERDONABILE» - Facile spiegare l'errore del distratto sacerdote, una svista forse aggravata da una scarsa conoscenza dell'inglese. Dovendo distribuire ai suoi parrocchiani un bollettino centrato anche sul tema del perdono, il malcapitato prete ha cercato su Internet un'immagine che fosse emblematica, digitando appunto la parola "perdono". E quale più eloquente di quella in cui Giovanni Paolo II incontra il suo attentatore? Peccato (è proprio il caso di dirlo) che si trattava, ma il parroco spiega di non essersene accorto e parla di «svista imperdonabile», di un fotomontaggio (dal blog «Fricat»), che compare nella prima pagina dei risultati di Google Immagini.

E' PROPRIO VERO : NON C'E' PIU' RELIGIONE!

Felix

tricolore ha detto...

A TREVISO finalmente le cose si muovono: gli immigrati che chiedono la residenza saranno sottoposti ad un periodo di "osservazione" e se non si comporteranno bene saranno ESPULSI! Saranno i vicini a informare le autorità del loro comportamento.
Così gli extracomunitari capiranno che a casa degli altri si sta con due piedi in una scarpa, zitti e senza dare fastidio!
Ecco un provvedimento serio!
Via Mastella, mettiamoci il sindaco di Treviso al posto suo!

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti,
c'è una finta "simo" nel blog, il post delle 19.31 non l'ho scritto io!!!!!!!!
Ma chi sarebbe, Erpiotta travestito????
Ma che cattivo gusto!!

Simo
(quella vera)

caterpillar ha detto...

Ti hanno clonato Simo!! E' successo anche a me non ti preoccupare. Pero' l'idea del lettone non era male.......

scherzo

piove e mi si e' rotto l'ombrello,
colpa di MAstella

caterpillar

ceciliametelladalmatica ha detto...

X FEDERICO
http://beppegrillo.meetup.com/boards/view/viewthread?thread=3875119

dai un occhiata qui...per la manifestazione conto che nel sito ammazzateci tutti ci facciano sapere qualcosa..

Anonimo ha detto...

Non sono certo sparito

Non sono sparito nè mi sono stancato del blog. E non sono certamente preoccupato di misurarmi con gli insulti e le critiche. Ma nell'ultimo mese ho avuto poco tempo libero a disposizione, e dal momento che la fase politica è da alcune settimane molto difficile, ho dovuto lasciare questa attività di lettura e scrittura per dedicarmi al mio lavoro. Ho letto che alcuni di voi lo capiscono e altri un po' meno. Come se passare qui sia per me un dovere. Talvolta ho aperto il blog solo per leggere. Altre volte mi sono limitato a cancellare le ingiurie. Altre ancora ho preso atto di alcune lettere private che arrivano anche qui. Ora siamo al momento politico cruciale: la verifica di governo e le decisioni da assumere in materia di riforme, a partire da quella elettorale. Veltroni e Berlusconi non mi convincono affatto. E trovo che Prodi stia facendo i passi giusti per cercare di portare chiarezza nella confusione che si è creata. Vedremo.

Pubblicato da Sen.Clemente Mastella - mercoledì, dicembre 05, 2007

ahahahahahahahahahahah
è pazzo

ilpescepuzzadallatesta ha detto...

Per tricolore, e di questo che ne dici?
"In un libro firmato da Alberto Stasi, la sua verità sul delitto. In cambio, gli offro 50mila euro». Parola di Alessio Sundas, già manager di Marco Ahmetovic, il rom condannato per aver travolto in auto e ucciso quattro ragazzi. Ieri Sundas ha mandato la proposta al legale di Alberto, indagato per l’omicidio di Chiara Poggi."
O esistono solo gli omicidi degli extracomunitari?

aNdRe ha detto...

sedicieurodiammenda.blogspot.com

..ecco..Sundas è uno che spero faccia il martire molto presto..anche se ahimè devo ammettere che certi individui (anke corona)sopravvivono sulla demenza degli italiani..giusto ieri vedevo un ragazzo sui 18anni con la maglia attilata con scritta "CORONA NON PERDONA"..ditemi voi chi è scemo?lui che prende i soldi o chi glieli regala?

Anonimo ha detto...

Just wanted to say hello someplace. Found [url=http://www.google.com/ncr]you guys through google[/url]. Hope to contribute more soon!
-skychokvevy

Anonimo ha detto...

buy cheap facebook fans
buy facebook fans cheap
buy facebook likes

facebook likes buy buy cheap facebook fans
buy likes on facebook facebook likes buy
_________________
buy facebook page likes [url=http://www.digg-auto-insurance.info/story.php?id=16336#comments]buy facebook likes cheap[/url] buy likes on facebook buy facebook fans cheap